ABBONATI

Rai Pubblicità: autunno, al via l’offerta tematica cross mediale tra fiction, intrattenimento, cultura e news

Autore: S Antonini

Gian Paolo Tagliavia


La concessionaria guidata da Gian Paolo Tagliavia propone pianificazioni su tv, radio e digital e punta sui contenuti, organizzati per macro aree, valorizzando anche social media e YouTube

Con l’avvio della stagione autunnale si concretizza la nuova politica commerciale di Rai Pubblicità che punta su un’offerta tematica cross mediale su televisione, radio e piattaforme digitali, come anticipato dalla concessionaria Rai guidata da Gian Paolo Tagliavia lo scorso luglio. I listini si apprezzano del 5% sulle reti generaliste, mentre sui canali specializzati rimangono in linea rispetto alla stagione precedente. Sul fronte della fiction la concessionaria Rai è in grado di schierare capisaldi come “Il commissario Montalbano”, riproponendo nove puntate tra cui le prime restaurate, a 20 anni dalla messa in onda. La serie interpretata da Luca Zingaretti viene fruita non solo su Rai1 ma anche su RaiPlay, sul canale Rai di YouTube e sui social. La scorsa primavera ha generato un ascolto medio di quasi 5,5 milioni di persone con uno share del 24%. Stessa offerta interessa “La strada di casa”, con Alessio Boni, giunta alla seconda stagione. La prima, nel 2017, ha avuto oltre 5,7 milioni di spettatori e lo share del 23,4%. Su Rai1 va in onda anche “Un passo dal cielo”, con Daniele Liotti, quinta stagione; la quarta, trasmessa nel 2017, aveva superato i 5,2 milioni di spettatori e aveva fatto uno share del 22,6%. Torna anche “I Medici”, con la terza serie, che lo scorso autunno aveva totalizzato quasi 4,2 milioni di spettatori con il 17,8%. Le “chicche” di Rai2 sono “Rocco Schiavone”, quasi 3 milioni di ascoltatori medi l’anno scorso e il 12% di share, e la novità “Volevo fare la rockstar”.

Molte le novità anche per Rai1: “Imma Tataranni”, “Angela” con Vanessa Incontrada; “Ognuno è perfetto” con Cristiana Capotondi; “Pezzi unici” con Sergio Castellitto e Giorgio Panariello; il biopic di Nilde Iotti con Anna Foglietta; “Piazza Fontana. Io ricordo” con Giovanna Mezzogiorno; “I ragazzi dello Zecchino d’Oro”. Anche Rai Radio è interessata da un’offerta legata alla fiction, con programmi come “Mangiafuoco sono io” (Radio1), “Prendila così” (Radio2), e “Ad alta voce”(Radio3). Ci sono prodotti pensati esclusivamente per YouTube come “Vita” e “Riccione”. Anche il cinema fa parte di questa offerta “fiction”, proposto come mezzo “on demand con contatti certificati, formati lunghi, creatività ad hoc, geolocalizzazione, touch point sul territorio, sinergie con altre piattaforme Rai.

Intrattenimento per tutti

Approccio trasversale, inclusività e coinvolgimento caratterizzano l’offerta Rai di intrattenimento, che punta su “Tale e quale show”, per cui è confermata la conduzione di Carlo Conti, che nella scorsa edizione 2018-2019 ha avuto un ascolto medio di oltre 4,3 milioni di spettatori con il 21,5% di share. Rai1, RaiPlay, YouTube e social sono le occasioni di visibilità. Fa parte dell’offerta anche “Sanremo giovani”, fruibile anche su Rai Radio2. Torna su Rai2 “Il tempo che fa” con anteprima e prima serata, che la scorsa stagione ha fatto un ascolto medio di oltre 3,2 milioni di ascoltatori (14,8%). Stefano De Martino è il nuovo conduttore di “Stasera tutto è possibile”, che con la edizione 2018 con Amadeus ha fatto quasi 1,8 milioni di spettatori (8%) su Rai2. Sempre su Rai2 torna “Il Collegio” che quest’anno presenta una novità, Simona Ventura in qualità di voce narrante e conduttrice di un talk show che segue la puntata. Su Rai3 torna “A raccontare comincia tu”, con Raffaella Carrà. Le novità: su Rai1 arrivano Gigi d’Alessio e Vanessa Incontrada con “Vent’anno che siamo italiani”, Mara Venier con “La porta dei sogni” ed Enrico Ruggeri con “Una vita da cantare”, insieme a Bianca Guaccero. Su Rai2, Giovanni Veronesi propone “Maledetti amici miei”; arrivano anche Vincenzo Salemme con “Salemme in scena” e Serena Dandini con “Assemblea generale”. Anche i programmi di Radio2 fanno parte dell’offerta.

News e cultura

L’offerta dedicata all’informazione e all’approfondimento riguarda Rai3 principalmente con i programmi “Report”, condotto da Sigfrido Ranucci, e “Chi l’ha visto con Federica Sciarelli, visibili sulla rete e su RaiPlay. L’offerta include anche la radio con alcuni programmi a target come i GR delle tre emittenti Rai, “Radio anch’io”, “Zapping” e infine il canale Isoradio. L’offerta legata invece alla cultura si articola anche su alcune reti dedicate come Rai5, Rai Storia e Rai Cultura per quanto riguarda la tv. La radio “schiera” Radio3, Radio Live, Radio Classica e Radio Techeté. Il digital, RaiPlay, RaiPlayRadio, YouTube e social. I programmi dell’offerta sono “Ulisse” per Rai1 con Alberto Angela, 3,9 milioni di spettatori (19,8%) nell’autunno 2018; e “Il borgo dei borghi”, condotto da Camila Raznovich che nel novembre dell’anno scorso aveva collezionato 1,2 milioni di spettatori (6,2%) su Rai2. Corrado Augias torna su Rai3 in seconda serata con “Città segrete” (1,6 milioni, 8,6% a dicembre 2018).


Tag:

Tv

img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 07/01/2021


Meetic celebra l'inizio di una storia vera

Dall’avvio della campagna “Dai inizio a qualcosa di vero”, Meetic, l’app di dating online leader del settore, ha costantemente celebrato l’impegno dei single nella ricerca dell’amore e la loro autenticità. Il marchio, infatti, ha cura di ogni piccolo dettaglio del dating journey, ossia di ogni momento che accompagna l’inizio della conoscenza con un potenziale partner, dal primo messaggio fino al fatidico “ti amo”, dal primo selfie insieme, fino alla foto della prima vacanza di coppia. Tutti momenti che il 57% dei single Meetic dichiarano di essere pronti a vivere, specialmente in questa epocacosì controversa. Per il lancio della sua nuova campagna, Meetic ha voluto mostrare l’inizio di una relazione sin dai primi momenti, quando le persone iniziano a sentirsi coinvolte. Ecco quindi ritratto in uno spot il percorso di innamoramento, dal primo messaggio in chat fino al primo appuntamento. Due vite che si incontrano e, grazie a Meetic, diventano una sola. Per raccontare e rendere al meglio questo momento magico, Meetic e Marcel agency hanno scelto di usare lo “split screen” che consente di mostrare la vita dei single protagonisti contemporaneamente, entrambi immersi nel loro universo quotidiano, caratterizzato da una palette rappresentativa scelta per ognuno di loro. Grazie a Meetic, presenza costante come mobile app in tutti i frame dello spot, ripercorriamo le vicende che portano i single a incontrarsi e a godere del loro romantico primo appuntamento. Lo spot conduce lo spettatore in un piccolo viaggio che mette in risalto l’impegno di ognuno dei protagonisti, dalla ragazza che invita il proprio date ad una colazione improvvisata, piuttosto che a cena, all’artigiano che si impegna a creare un regalo in legno, fatto con le sue mani, per la ragazza musicista che dovrà incontrare, fino all’ultima storia che mostra l’accurata scelta di un luogo particolare per il primo appuntamento. E chi meglio del duo di registi Réalité, una coppia nella vita così come dietro la cinepresa, poteva creare la chiave giusta per incoraggiare tutti i single ad iniziare la loro personale storia vera? Quest’anno, Meetic e Marcel agency, si sono affidati ai registi spagnoli Jason Causse e Alba Solé (Big Productions) per realizzare un video che prosegue nell’intento del brand di mostrare momenti veri di impegno reciproco nella ricerca dell’amore, una promessa che Meetic desidera portare avanti ancora di più nel nuovo anno.  La campagna prevede ben 8 formati che saranno divulgati in altrettanti paesi: un formato da 60’’, vero e proprio inno ai single desiderosi di iniziare qualcosa di vero, 3 formati da 20’’ che svelano il momento iniziale delle 3 storie rappresentate e, infine, 4 formati da 10’’ focalizzati sui vari strumenti che l’app Meetic offre a tutti i suoi users (videochiamata, la profilazione di persone con interessi comuni e soprattutto gli eventi) ALa campagna è pianificata in tv, in radio e in tutti i canali digital supportata dai diversi formati, filtri e altri contenuti coinvolgenti. 

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy