ABBONATI

Il mondo Daily

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti?
Iscriviti, scopri la nostra offerta e seleziona il pacchetto che meglio si adatta alle tue esigenze.

Audioutdoor racconta l’innovazione dell’OOH e presenta gli aggiornamenti della ricerca multichannel
Sarà il presidente di UPA Lorenzo Sassoli de Bianchi ad aprire il convegno “Out of home on the move”, organizzato da Audioutdoor il 29 gennaio prossimo a Milano presso il Centro Svizzero. Tema dell’incontro, parlare del presente e del futuro del mondo dell’out of home alla luce dell’innovazione che lo ha investito, tecnologica e digitale in primo luogo, ma anche dell’impiantistica classica. «Vediamo come l’evoluzione dell’esterna influenza il cambiamento delle città attraverso l’arredo urbano. Esamineremo come l’avvento dei nuovi impianti digitali e il rinnovamento di quelli tradizionali, la convivenza tra formati speciali e poster, le nuove pensiline e i progetti speciali abbiano cambiato faccia a questo mezzo» commenta Giovanna Maggioni, presidente della società di rilevazione delle audience OOH. Durante il convegno saranno presentati anche gli aggiornamenti metodologici della ricerca multichannel che misura le audience di aeroporti, arredi urbani, poster, dinamica e metro, e anche nuovi strumenti di misurazione. I panel degli interventi Oltre al presidente UPA, e alla stessa Maggioni, parteciperanno i rappresentanti delle aziende che fanno parte di Audioutdoor: Giovanni Uboldi, direttore commerciale e marketing IGPDecaux; Emanuela Cirillo, product director Clear Channel; Stefania di Giacomo, direttore commerciale out of home Gruppo IPAS. Il coordinatore del comitato tecnico di Audioutdoor Michele Casali parlerà delle evoluzioni della ricerca. Sono presenti anche gli editori con Paolo Lorenzoni, country marketing directory Italy di Netflix con un intervento sull’OOH come generatore di conversazioni; e le agenzie di comunicazione con il direttore creativo esecutivo di Armando Testa Michele Mariani in rappresentanza di UNA, che parlerà di creatività e pubblicità esterna.
https://www.dailyonline.it/it/2020/audioutdoor-racconta-linnovazione-dellooh-presenta-aggiornamenti-della-ricerca-multichannel
eventi
img
Rai Pubblicità chiude il 2019 con ricavi in crescita dello 0,6%, proiezioni positive per il 2020
Preceduta dalle accese polemiche sulle presunte frasi sessiste del conduttore Amadeus e sulla partecipazione del controverso rapper Junior Cally, la 70ª edizione del Festival di Sanremo in partenza il 4 febbraio dovrebbe portare nelle casse di Rai Pubblicità oltre 31 milioni di euro, superando la raccolta dell’anno scorso (vedere DailyMedia del 15 gennaio 2020). In attesa di vedere se la kermesse musicale riuscirà a bissare i successi delle due edizioni precedenti targate Claudio Baglioni – oltre 10,8 milioni di telespettatori nel 2018 e 9,7 milioni nel 2019,  la concessionaria guidata dall’amministratore delegato Gian Paolo Tagliavia anticipa i risultati economici del 2019. L’anno si chiude con un piccolo incremento dello 0,6% rispetto al 2018, che aveva generato ricavi per 744 milioni di euro lordi (633 milioni netti) complessivi, con un calo del 2,6% sul 2017. Il risultato della concessionaria del servizio pubblico si confronta con un mercato televisivo che negli 11 mesi da gennaio a novembre 2019 registra un calo dei ricavi pubblicitari pari al 5,1% rispetto al 2018. Nello stesso periodo la raccolta della Rai raggiunge i 636,7 milioni di euro, con una contrazione del 2% sullo stesso periodo del 2018 (-13,3 milioni di euro), mentre la sola raccolta televisiva nell’intero 2018 si è attestata a 709 milioni, -3,3% rispetto al 2017. Attese positive per il 2020 Nonostante il mercato pubblicitario segni un calo complessivo vicino al 5% (dati Nielsen gennaio-novembre 2019) Rai Pubblicità “riesce a recuperare quote di mercato grazie all’eccellenza dei contenuti e al presidio di tutti i generi” si legge in una nota. La nuova RaiPlay ha beneficiato di un importante rilancio con la realizzazione del progetto crossmediale “Viva RaiPlay” di Fiorello, generando una crescita del 40% del comparto digital. I risultati del 2020 dovrebbero essere positivamente influenzati dal Festival di Sanremo, dall’offerta sportiva tra Europei di calcio, Olimpiadi, sci, e ciclismo.
https://www.dailyonline.it/it/2020/rai-pubblicita-chiude-2019-ricavi-crescita-dello-06-proiezioni-positive-2020
mercato
img
Rebranding per Tradelab Italia che entra a far parte del brand Jellyfish
Poco dopo l'annuncio della fusione con il gruppo Jellyfish, il data-driven specialist Tradelab adotterà il nome e il marchio Jellyfish, dando vita a un nuovo business partner globale del digital marketing. Per aumentare ulteriormente proprio la portata globale del brand, gli uffici italiani, spagnoli, tedeschi e brasiliani di Tradelab si uniscono a livello globale per fornire l’intera offerta digitale Jellyfish. Grazie a questa proposta di valore arricchita che unisce dati, creatività e media buying, il gruppo Jellyfish si posiziona come il primo partner globale per tutte le esigenze di marketing digitale delle aziende. L’headquarter L’headquarter di Tradelab, a Parigi, sarà il polo di innovazione dell'intero gruppo e continuerà a fornire tecnologie all'avanguardia per accrescere l'offerta dell'azienda su piattaforme come Google, aumentandone il potenziale per i brand in tutto il mondo. Rob Pierre, Ceo di Jellyfish, commenta: "In questa entusiasmante fase di crescita è importante sottolineare l'importanza del nostro network globale, che ora comprende 30 uffici in 17 paesi. Le esperienze complementari di Jellyfish e Tradelab, insieme alla presenza globale, permetteranno all’Italia di accedere a nuovi livelli di competenza digitale, mantenendo invariati la governance e i valori, per offrire ai clienti un'offerta digitale nuova a livello mondiale che va oltre il tradizionale modello di agenzia". A proposito di Jellyfish Il gruppo Jellyfish è partner digitale di alcuni dei brand leader mondiali e reseller dei servizi e delle tecnologie di digital marketing di Google. Il brand Jellyfish rappresenta un nuovo tipo di digital business, dove i servizi di agenzia si combinano con la consulenza, la formazione e tecnologie all'avanguardia per offrire ai clienti i migliori risultati possibili. Con 1.100 dipendenti in 30 uffici in tutto il mondo e con un'ulteriore espansione all'orizzonte, il gruppo Jellyfish mira ad essere il partner globale di prima scelta per le esigenze digitali di tutti i brand. Lanciata nel 2005 nel Regno Unito, l’offerta di digital marketing del brand è cresciuta fino a farlo diventare uno dei pochi Google Marketing Partners selezionati a livello mondiale. Con una crescita media costante del 45% per anno durante gli ultimi otto anni, Jellyfish è orgogliosa di essere all’avanguardia nell’economia digitale globale.
https://www.dailyonline.it/it/2020/rebranding-tradelab-italia-che-entra-far-parte-del-brand-jellyfish
mercato
img

Daily News

Agenda

TMP Group

Data Evento: 22/01/2020



Ore 11:00

ATENA STARTUP BATTLE

Sei interessato all’evento?

Anno
2020

DAILY PUBBLICITà

Scopri le opportunità commerciali offerte dalle nostre testate

Per aquisire visibilità sul nostro network, cartaceo e digitale, entra nello spazio dedicato.

SCOPRI
poltrone

People&Poltrone

Lo spazio dedicato agli ultimi cambi di poltrona in Italia e nel mondo relativi ad agenzie di comunicazione, imprese editoriali, centri media e a chi lavora nell'industria del marketing.

LEGGI

Spot del giorno

Cliente: Association GSC | Agenzia: Coriolink, Paris |

GSC, il sostegno contro i fallimenti

Cliente: Association GSC | Agenzia: Coriolink, Paris

GSC, il sostegno contro i fallimenti

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy