ABBONATI

Il mondo Daily

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti?
Iscriviti, scopri la nostra offerta e seleziona il pacchetto che meglio si adatta alle tue esigenze.

Manni Group sceglie Caffeina per il nuovo sito global
Caffeina, in seguito a una gara, è stata scelta come agenzia di riferimento da Manni Group, uno dei più importanti gruppi industriali italiani a vocazione internazionale che innova nella lavorazione e nell’utilizzo dell’acciaio, nelle soluzioni di isolamento e energy management. L’incarico prevedeva la creazione della nuova piattaforma web con l'obiettivo di realizzare un touchpoint chiave per tradurre la strategia digital definita dal Gruppo e consolidare lo sviluppo delle attività di Inbound marketing sul target B2B già in corso. La collaborazione tra Caffeina e Manni Group inizia nel 2020. Grazie a un approccio sinergico tra strategia, design e tecnologia, Caffeina si è distinta come il partner scelto per accompagnare il gruppo nella creazione di una nuova architettura digitale e per creare un’esperienza consistente per il visitatore tra i siti di tutto il gruppo, raccontando chiaramente l’offerta e integrando strumenti di marketing B2B. Il progetto nasce dalla volontà di Manni Group di ridefinire la propria capacità di comunicazione digitale creando una nuova experience. Caffeina, ha quindi proposto una riprogettazione basata su Wordpress multisite, che raggruppa tutte le informazioni e i contenuti di Manni Group e delle sue consociate sotto un unico experience design concept: un codice stilistico tecnico e minimale in linea con il target, ma allo stesso tempo ricco di contenuti visuali per rendere l’esperienza più ricca. Il risultato è un portale completo e funzionale con una navigazione coerente per l’utente, sia per il sito del gruppo, sia su quello delle consociate, integrato con strumenti di marketing B2B e dotato di un magazine, fondamentali per raccogliere l’interesse dei decisori di acquisto delle aziende, e di facile gestione grazie alla creazione di template modulari adattabile alle diverse tipologie di contenuto. Il progetto “Un progetto che rispetta le necessità di una piattaforma di comunicazione e interazione B2B, che ci ha permesso di esprimere al meglio il nostro approccio al design, grazie a una analisi attenta del contesto per carpire profondamente le esigenze del target e del cliente e costruire una soluzione mirata agli obiettivi. Abbiamo adottato un approccio collaborativo per raccogliere le esigenze del management e degli utenti Business e identificare nel dettaglio i requisiti digitali e di comunicazione”, commenta Stefan Manastirliu, Executive Digital Product Director di Caffeina. Un tavolo di lavoro unico, che ha visto Caffeina e Manni Group impegnati fin da subito nelle interviste con gli stakeholder per identificare nel dettaglio le necessità di comunicazione e analisi del contesto per valutare le best practice del settore B2B, sia dal punto di vista tecnologico, sia sul fronte dell’esperienza dell’utente, fino a un workshop dedicato tra i referenti di Manni Group e il team Caffeina per mappare e definire tutti i contenuti e priorità, così da costruire un'architettura dell'informazione completa ed efficace. A seguito della definizione, Caffeina è stato incaricata dal gruppo di definire e produrre i contenuti (copy e visual ad hoc del sito e i video che accompagnano le descrizioni) valorizzando l'esperienza utente e l'appeal dei progetti del gruppo. Tutti i testi sono stati poi tradotti nelle diverse lingue presenti sul sito. I risultati sono stati all’altezza delle aspettative: a seguito della messa online della nuova piattaforma e l’attivazione delle nuove campagne di conversione, in soli 6 mesi il nuovo touchpoint ha già ottenuto traguardi importanti: +45% visitatori, +50% sessioni, e +44% visualizzazioni di pagina rispetto al precedente sito web. “È stato un progetto senza dubbio impegnativo, poiché è stato necessario coordinare internamente diverse realtà, stakeholder e country. Caffeina è stato un partner efficace nell’impostare tutto il flusso di lavoro, molto disponibile nell’agevolare i passaggi di informazioni e nell’affrontare le complessità. I risultati parlano da soli e ci aspettiamo di confermare questi anche nelle prossime release e crescere nei prossimi mesi realizzando tutte le attività che abbiamo messo a piano”, conclude Raffaele Bulgarelli, Digital Marketer Manni Group.
https://www.dailyonline.it/it/2021/manni-group-sceglie-caffeina-nuovo-sito-global
incarichi e gare
img
Myntelligence diventa MINT e punta sulla tecnologia; il 2021 chiude a quota 115 milioni, +35/40% sull’anno scorso
Myntelligence lascia le attività media e di intermediazione per la pubblicità digitale e diventa MINT, società che si concentra sulla vendita di tecnologia per la pianificazione basata sull’intelligenza artificiale. L’azienda che fa capo ad Andrea Pezzi cambia pelle e nome per ampliare il proprio mercato, e allo stesso tempo sottrarsi alla concorrenza dei grandi gruppi della comunicazione. Lo spiega Pezzi a margine del convegno “Coup de théâtre» che si è tenuto ieri a Milano per presentare il progetto, a cui hanno partecipato Luca Colombo Country Director di Facebook Italia, Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato di TIM, Corrado Passera, Fondatore e CEO di Illimity, Fabio Vaccarono, Vice Presidente di Google e CEO di Google Italia, Andrea Cardamone, già Amministratore Delegato di Widiba e advisor Myntelligence, e la giornalista Barbara Carfagna che ha coordinato il dibattito. «E’ un cambio di posizionamento da competitor dei centri media a potenziali partner tecnologici, da nemici a collaboratori. Siamo gli unici ad aver introdotto questo tipo di approccio». Myntelligence chiuderà il 2021 con un giro d’affari di oltre 115 milioni di euro, in crescita del 35/40% rispetto al 2020. Questo dato include l’amministrato media, business che viene ufficialmente dismesso; nel 2022 si prevede un raddoppio dei ricavi per il business legato al software. Cresce la platea di clienti Si amplia quindi la platea dei clienti: «Allarghiamo le nostre opportunità di mercato – continua di ceo di MINT – e ci smarchiamo dalla competizione con i grandi gruppi del media. Noi diamo lo strumento e lasciamo al mercato la gestione della catena del valore. Stiamo parlando con tutti gli interlocutori». All’evento era presente anche Massimo Beduschi, Chairman di WPP Italia, il quale ha detto che una possibile partnership è allo studio. «Spesso gli investimenti pubblicitari vengono percepiti solo come una voce di costo, sia da parte delle aziende, sia dei consumatori – continua Pezzi -. Un costo per le imprese che lamentano la mancanza di ritorno degli investimenti a causa della scarsa orchestrazione dei processi e ottimizzazione dei messaggi, uno spreco di risorse umane che vengono utilizzate per svolgere lavori ripetitivi senza alcun valore intellettuale, esponendole a errori e inefficienze. Dal lato del consumatore invece, la pubblicità rischia di diventare irrilevante quando il processo di pianificazione è inefficiente. MINT è un modo nuovo di pensare il business delle imprese e della società digitalizzata. Con i nostri clienti stiamo trasformando il mondo dell’adv rendendolo automatizzato, intelligente e sostenibile, attraverso una piattaforma di Advertising Automation capace di ottimizzare la spesa in comunicazione, non discriminando a favore della dimensione dei capitali investiti». Benefit company In questa trasformazione, MINT è diventata anche una benefit company e ha inserito nel suo statuto i principi ESG, nominando al suo interno un Responsabile dell’Impatto. «La collettività e l’ambiente sono per MINT veri e propri azionisti dell’azienda. Per questo dedicheremo parte del nostro lavoro alla ricerca di persone i cui sogni, se realizzati, potranno avere un impatto sociale e ambientale positivo. Questi sono i ‘Mintdreamers’. Ogni anno l’azienda selezionerà, insieme ai clienti che vorranno aderire, persone a cui devolverà una somma di denaro a fondo perduto. Per un intero anno la storia di queste persone verrà resa pubblica sul sito di MINT e sui siti delle aziende partner del progetto che vorranno darle spazio. Il nostro payoff, “Change your mintset”, parla di questo e i partner che aderiscono a questa rivoluzione culturale, che passa per una rivoluzione tecnologica, li chiamiamo Mintsetter», conclude Pezzi. La suite di MINT Intelligenza artificiale e automazione sono il cuore della suite di piattaforme di MINT per capitalizzare sui big data dell’adv e ottimizzare in tempo reale tutto il processo di gestione di una campagna media. A supporto di questa strategia, oltre alla piattaforma M1 dedicata alle Multinational Corporations e al segmento Enterprise, lo stesso cuore tecnologico e intelligente di MINT consente di servire, con la piattaforma M2, anche il segmento delle small business e il segmento delle micro-business con la piattaforma M3. Con il lancio di questi nuovi prodotti, MINT si candida a essere l’unica piattaforma che automatizza su tutti i canali di distribuzione dei messaggi pubblicitari, per tutti i segmenti del mercato. 
https://www.dailyonline.it/it/2021/myntelligence-diventa-mint-punta-sulla-tecnologia-2021-chiude-quota-115-milioni-3540-sullanno-scorso
mercato
img
Semestrale Triboo: ricavi ed Ebitda di Gruppo in forte crescita rispetto ai semestri 2020 e 2019
Il Consiglio di Amministrazione di Triboo ha esaminato e approvato la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2021, redatta secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS. “Chiudiamo i primi sei mesi del 2021 con risultati finanziari molto positivi in termini di ricavi e redditività. Sono stati raggiunti importanti traguardi e siamo felici di essere perfettamente in linea con quanto illustrato alla comunità finanziaria durante la presentazione del Piano Industriale 2020-2022. I numeri, oggi, dimostrano la nostra resilienza e la capacità del Gruppo di crescere in modo continuo e sostenibile anche durante i periodi più sfidanti. Grazie alle recenti acquisizioni di partecipazioni in Adglow e Blogmeter, siamo certi di poter cogliere nuove opportunità per rafforzare ulteriormente il nostro posizionamento, potendo fare leva su un management team dal track record di successo”, commenta Giulio Corno, Amministratore Delegato di Triboo. Analisi della gestione economica e finanziaria della Società Dopo un esercizio 2020 caratterizzato dagli effetti dell’epidemia Covid-19, che hanno significativamente condizionato lo scenario economico e sociale mondiale, il primo semestre 2021 ha mostrato forti segnali di ripresa, anche rispetto al 2019. Triboo ha continuato nel suo percorso di crescita, sia in termini di ricavi che di marginalità, a conferma dell’unicità dell’offerta attraverso la quale il Gruppo è in grado di presentarsi sul mercato. I ricavi consolidati al 30 giugno 2021 sono pari a 45,9 milioni di euro, in crescita del 21,0% rispetto ai 38 milioni di euro del primo semestre dello scorso esercizio, grazie in particolare alla crescita dell’e-commerce, settore che, dopo un 2020 caratterizzato da volumi record per le vendite online, ha continuato ad avere importanti tassi di crescita, sia in Italia che nel resto del mondo. Anche i settori Media e Advertising, maggiormente impattati dagli effetti derivanti dall’emergenza sanitaria Covid-19 nel corso del 2020, hanno mostrato segnali di ripresa, seppur mitigati dal protrarsi delle misure di contenimento adottate a livello nazionale ed internazionale. Anche in termini di marginalità, il Gruppo chiude il primo semestre del 2021 con un risultato in crescita rispetto al semestre di confronto; complessivamente l’Ebitda è in crescita del 33,4% (6,3 milioni di euro rispetto a 4,7 milioni di euro del primo semestre 2020). ASA ° T-Commerce evidenzia un +34,5% in termini di ricavi e un EBITDA di 4,6 milioni di euro rispetto ai 2,7           milioni di euro del primo semestre 2020; °  T-Agency registra ricavi ed Ebitda sostanzialmente allineati ai valori del periodo di confronto (+5,2% in termini di ricavi, con un Ebitda di 769 migliaia di euro rispetto a 965 migliaia di euro al 30 giugno 2020); °   T-Mediahouse chiude il primo semestre 2021 con ricavi in crescita (+2,3%) e un Ebitda di 796 migliaia di euro (918 migliaia di euro al 30 giugno 2020). Il risultato netto consolidato del primo semestre 2021 è positivo per 1,5 milioni di euro, rispetto ad una perdita nel semestre di confronto pari a 944 migliaia di euro, dopo aver registrato svalutazioni e accantonamenti per 746 migliaia di euro (1,2 milioni di euro al 30 giugno 2020) e ammortamenti per 4,1 milioni di euro (3,9 milioni di euro nel primo semestre 2020). La posizione finanziaria netta è negativa per 10,7 milioni di euro, rispetto ai 5,5 milioni di euro al 31 dicembre 2020, ma in miglioramento rispetto all’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2020 (13,5 milioni di euro). L’indebitamento netto al 30 giugno 2021 fa sostanzialmente riferimento ai debiti finanziari per affitti e leasing, contabilizzati in conformità al principio contabile internazionale IFRS 16, per 9.092 migliaia di euro, ed ai debiti per opzioni put / earn out per 1.375 migliaia di euro. La variazione della posizione finanziaria netta, negativa per 5,2 milioni di euro, è, per 4,9 milioni di euro, riconducibile all’incremento dei debiti finanziari in relazione alla sottoscrizione di nuovi contratti d’affitto da parte di alcune controllate del Gruppo, in applicazione del principio IFRS 16. Fatti di rilievo prima e dopo il primo semestre 2021 Tra i fatti di rilievo del primo semestre del 2021, l’acquisizione, tramite Triboo Digitale S.r.l, società del Gruppo, del 50,01% di Innovas S.r.l., società operante nel settore del social commerce. •          Sottoscrizione, da parte di Triboo S.p.A., di un aumento di capitale di 350.000 migliaia di euro per una quota pari al 14% di Me-Source S.r.l., società leader in Italia nei servizi di Social Intelligence e proprietaria della piattaforma Blogmeter; •          Acquisizione, per il tramite della controllata Triboo Digitale S.r.l., del 69,50% di Adglow Italia S.r.l., branch italiana del network internazionale specializzato in social, digital advertising e consulenza per il mondo e-commerce. Sulla base dei dati consuntivati nel primo semestre 2021 ed alla luce delle previsioni di risultato per i prossimi mesi, pur in un contesto globale ancora inevitabilmente condizionato dal perdurare della pandemia Covid-19 e non potendo escludere eventuali ulteriori impatti negativi derivanti dal protrarsi dell’emergenza sanitaria nazionale e mondiale, il Gruppo ritiene di confermare la guidance prevista dal Piano Industriale 2020-2022.
https://www.dailyonline.it/it/2021/semestrale-triboo-ricavi-ed-ebitda-gruppo-forte-crescita-rispetto-ai-semestri-2020-2019
mercato
img

Daily News

poltrone

People&Poltrone

Lo spazio dedicato agli ultimi cambi di poltrona in Italia e nel mondo relativi ad agenzie di comunicazione, imprese editoriali, centri media e a chi lavora nell'industria del marketing.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy