ABBONATI

L’Isola che c’è: nasce postcardsfromisola.com, lo storytelling geolocalizzato

Autore: D Sechi


L’idea è nata da Lorenza Negri e Caterina Pinto, i titolari dell’agency Boombang Design, per raccontare il celebre quartiere milanese grazie alle testimonianze di chi lo vive

E d’un tratto ti ritrovi a camminare per vie e strade che sembrano contenere qualcosa di speciale. Forse è solo un’impressione dettata magari dalle favorevoli condizioni climatiche, dall’ottimismo innato, da qualche profumo che fuoriesce da una finestra. Però ti sale quella voglia di approfondire, di conoscere cosa si celi dietro quel viottolo, quel locale, quella persona seduta sul gradino. A proposito, si mangerà bene in quella trattoria stracolma di gente sorridente? Milano: ci sono due grafiche, Lorenza Negri e Caterina Pinto, titolari da una decina di anni di un’agenzia che si professa piccola ma combattiva, dal nome curioso e fumettistico, Boombang Design (sottotitolo: the tiniest agency on earth). In un paio di lustri hanno costruito un portfolio di notevole spessore, grazie ai lavori disegnati per casio, Campari, Mondadori, Classeditori, Intesa Sanpaolo, Comieco, Listerine, solo per citarne alcuni (per saperne di più: http://www.boombangdesign.com/). Ebbene, le due succitate creative hanno deciso di raccontare il quartiere Isola di Milano, dove risiedono e operano e vivono. E lo hanno fatto in maniera progressiva e originale, culminata con il lancio di un sito dedicato: http://www.postcardsfromisola.com/. Curiosi di conoscere le virtù della trattoria di cui sopra, ma anche e soprattutto delle storie che hanno animato un simile progetto, abbiamo chiesto lumi su Postcardsfromisola a Caterina Pinto, ecco le sue risposte.

Lorenza Negri e Caterina Pinto Lorenza Negri e Caterina Pinto (foto di Gianmarco Maraviglia)

Come e perché nasce l'idea?

In questi anni società come Airbnb hanno puntato tutta la comunicazione sulla possibilità di scoprire il vero volto dei luoghi che ci si trova ad attraversare. Altre, come Open Street Map, lavorano sul concetto di aggiungere “dal basso” tutta una serie di informazioni sul territorio, cosa che un satellite non potrebbe mai mappare. La nostra idea è appunto questa: aggiungere alle mappe il “layer” del punto di vista umano e vissuto di un luogo, cercando non dei dati oggettivi quanto una vera e propria anima composta da tante voci diverse. Il tutto visto in chiave creativa, puntando sull’alta qualità delle immagini e delle narrazioni.

A chi si rivolge?

Da una parte, ci rivolgiamo a tutti coloro che vivono e conoscono la zona, perché possono riconoscersi nelle storie e nell’immaginario rappresentati. E infatti il progetto ha creato un grande senso di appartenenza e  partecipazione in tutti quelli che lo hanno seguito finora. Dall’altra, per contrapposizione, ci rivolgiamo a chi passa di qui per caso, per bere una birra la sera o per una visita turistica, gli raccontiamo il dietro le quinte di una zona che ormai è percepita come un grande locale all’aperto ma in realtà ha un vissuto e una storia molto particolari.

Tecnicamente come l’avete progettato?

Siamo partite dalle gif animate. Le abbiamo disegnate in illustrator perché il disegno vettoriale si presta bene alla rappresentazione di piccoli personaggi da animare e la sua struttura ci ha aiutato a creare dei disegni uniformi pur lavorando a quattro mani. Le animazioni sono frutto delle mie sperimentazioni su After Effects; mi ero messa in testa di impararlo e in questa occasione ci è tornato in mente un’idea che ci frullava in testa da tempo: mappare i personaggi dell’Isola. Dare vita ai disegni di #POSTCARDSFROMISOLA ci è sembrata quindi la palestra perfetta. Quando poi abbiamo presentato il lavoro in quartiere, le persone hanno cominciato a raccontarci storie e aneddoti sui personaggi e sui luoghi e abbiamo capito che anche queste storie andavano raccolte, per completare il quadro. Così abbiamo messo in piedi un semplice sito Wordpress, facile da manipolare e soprattutto da ampliare nel caso in cui il progetto si dovesse arricchire con altri elementi.

Che obiettivi vi ponete?

L’obiettivo attuale è quello enunciato nel sito: raccontare il quartiere Isola attraverso 30 personaggi animati e 30 storie. I personaggi ci sono e quindi ora ci stiamo occupando della raccolta dei racconti. Stiamo cercando di coinvolgere nella scrittura i soggetti più disparati per riuscire a mettere insieme il punto di vista più articolato e vario possibile. Per ora hanno pubblicato principalmente persone “del mestiere”, scrittori o giornalisti, ma la proposta è aperta a chiunque abbia una bella storia da regalarci. Per questo motivo abbiamo anche creato una piccola redazione, di cui si occupa principalmente Francesca Mandelli, che ci aiuta a selezionare ed eventualmente rieditare le storie che meritano di fare parte del progetto.

Ci sono altre iniziative che partiranno dal sito?

Il nostro obiettivo principale è quello di rendere il modulo “Isola - Milano” un format replicabile che porti alla creazione in una collana di guide creative e non convenzionali sulle diverse zone della città. Una vera e propria mappa delle identità. Dal punto di vista cartaceo vorremmo poter far confluire tutto questo materiale in una pubblicazione in cartotecnica che contenga le immagini sotto forma di cartoline postali e il libro dei racconti. Dal punto di vista digitale siamo in cerca di un partner con cui trasformare tutto questo materiale in un’app restituendo alle immagini la loro componente animata e sonora. Oltre a questo, ciò che sta accadendo in modo spontaneo, è che #POSTCARDSFROMISOLA sta diventando un catalizzatore di altri progetti in rete. Stiamo raccogliendo descrizioni e links di tutti questi piccoli mondi che si sono messi in contatto con il nostro, per farne una sezione a se del sito che, probabilmente, si chiamerà “altre isole”.

Cercate degli investitori?

Cerchiamo naturalmente degli investitori, abbiamo una “wishlist” ben strutturata. Avendo incubato il progetto personalmente fin dal primo momento, abbiamo accolto e applicato tutti gli spunti e le impressioni del nostro pubblico, siamo convinte che il prodotto finito funzionerà.

Possibile lancio e promozione?

Il lancio del sito www.postcardsfromisola.com è avvenuto ieri. Contemporaneamente lo stiamo promuovendo tramite un costante lavoro sulla rete social. A dicembre ci sarà anche una presentazione fisica per la quale stiamo prendendo accordi con una libreria locale.


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 06/07/2022


Marketing Arena vince la gara di Haier A/C (Italy) Trading e firma la nuova campagna estiva per il condizionatore Expert

Marketing Arena, dopo aver vinto la relativa gara, firma la nuova campagna estiva di Haier A/C (Italy) Trading, società italiana di Haier Group che opera nel campo dei condizionatori residenziali, commerciali e industriali.  Haier Group, una delle più grandi aziende di elettrodomestici al mondo, vanta nell’ambito della climatizzazione una capacità produttiva di oltre 27,2 milioni di unità all’anno. Salute e benessere indoor sono al centro della campagna legata al nuovo condizionatore Expert, lanciato sul mercato a giugno, che rivoluziona il modo di vivere gli spazi quotidiani per rispondere alle nuove esigenze di sanificazione e qualità dell’aria indoor. La purezza è la chiave del concept di campagna: la natura è rappresentata sotto forma di DNA che abbraccia la tecnologia innovativa portata dal nuovo prodotto. Un condizionatore, testato da Texcell, dotato di una tecnologia che lo rende in grado non solo di rinfrescare e purificare l’aria, ma anche di inibire virus e batteri, tra cui il virus SARS-CoV-2. Il nuovo Expert diventa così “L’evoluzione della purezza” consentendo ad Haier di alzare, ancora una volta, l’asticella degli standard di benessere, comfort e ora anche di salute, del consumatore finale. Il media mix La campagna è stata distribuita su canali off e online, dando vita ad un ecosistema di touchpoint che va dai canali di brand, a una campagna di influencer marketing, fino ai media più tradizionali, tra annunci stampa, Out of Home sulle metropolitane delle principali città italiane e spot radio on air per tutta la durata della promozione. L’attività ha inoltre visto il coinvolgimento di quattro brand ambassador, Antonio Candreva, Allegra Luna, Veronica Peparini e Filippo Magnini. che hanno scelto Haier Expert per i loro spazi indoor. Il commento Questa è stata una sfida a 360 gradi, a cui Marketing Arena ha risposto definendo un impianto strategico in grado di integrare diverse leve di comunicazione e attivazione per portare il nuovo Expert nelle case degli italiani. “È stata l’esperienza che ogni marketer vorrebbe fare - ha commentato Giorgio Soffiato A.D. dell’agenzia di Rovigo -: con “L’Evoluzione della Purezza” abbiamo fatto un percorso stimolante che è partito dal brief di gara ed è approdato in poco tempo alla realizzazione della campagna. Una campagna che ha visto fin da subito il team molto coinvolto nel progetto, lavorando in ottica strategica insieme al cliente per raggiungere gli sfidanti obiettivi di lead generation e brand awareness di prodotto”. L’agenzia ha curato anche il planning, avvalendosi di IGPDecaux per l’esterna, Adtelier per la radio e Buzzoole per gli influencer. CREDITS Cliente: Haier A/C (Italy) Trading Agenzia: Marketing Arena Creative Direction & Art Direction: Sergio Stenco Strategy: Alberto Collet Account: Giulia Giglio Copywriter: Greta Piccotin, Lisa Banzi Planning: Federica Di Manno, Flavia Di Girolamo Performance: Giulia Cecchinato, Riccardo Sadocco, Giulia Rusca Video and content production: Andrea Verzola, Marco Maronese, Samuele Grando, Leonardo Maso Produzione radio: Greta Piccotin, Lisa Banzi

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 06/07/2022


Fiat Nuova 500: Leo Burnett firma due nuovi soggetti del format con protagonista Leonardo DiCaprio

FIAT festeggia il 65esimo anniversario della leggendaria 500, l’icona della nuova dolce vita italiana, che nella sua versione elettrica è diventata leader europeo della mobilità elettrica. “La Nuova 500, elettrica e solo elettrica, ha scalato il podio del mercato europeo degli EV nella prima metà dell'anno − ha dichiarato Oliver Francois, FIAT CEO e Stellantis Global CMO −. Nel primo semestre di quest'anno, la Nuova 500 è l'EV più venduto in Germania - dove ha ottenuto un successo superiore a quello delle auto elettriche nazionali. Inoltre, è leader in Italia ed è sul podio in Francia e Spagna. Questa è la prova tangibile del suo successo e di come FIAT consideri il suo percorso verso l'elettrificazione come parte della sua storica missione sociale. Abbiamo creato la mobilità per tutti e siamo i leader della mobilità urbana: ora il nostro obiettivo è reinventare la mobilità urbana e renderla più sostenibile per tutti, fedeli al nostro claim It’s only green when it’s green for all”. Progettata e costruita a Torino, la Nuova 500 è simbolo della creatività italiana e sta conquistando gli appassionati del made in Italy nel mondo. La Nuova 500 è attualmente venduta in 38 Paesi di quattro diverse aree geografiche: dall’Europa all’America Latina, dal Medio Oriente al Giappone. Il suo successo è testimoniato anche dai 30 premi internazionali assegnatole in nove Paesi dal pubblico e dagli esperti del settore. In un contesto di crescente attenzione alla “conversione al green”, FIAT ha deciso di accelerare la sua strategia di elettrificazione verso un futuro sempre più sostenibile. Attualmente il marchio globale dispone di una gamma completa di modelli elettrificati − in Europa − e, a partire dal 2024, tutti i suoi nuovi modelli saranno elettrici. Infine, nel 2027, FIAT diventerà completamente elettrica in Europa. Due nuove storie per celebrare l’icona del cambiamento  Per augurare un "buon compleanno" speciale alla sua icona, FIAT presenta due nuove storie che raccontano, in modo divertente, come la Nuova 500 sia davvero l'auto del cambiamento. Sia “Evergreen” che “The Stick” vedono la partecipazione dell’attivista e Premio Oscar Leonardo DiCaprio, il green ambassador della Nuova 500 sin dal suo lancio. FIAT inverte il paradigma e dimostra che si tratta di prendersi cura del pianeta con gioia e, come testimonia Leonardo DiCaprio, che guidare elettrico e farsi portavoce della mobilità sostenibile è un momento gioioso e spensierato. E c'è solo un’auto al mondo in grado di trasformare un dovere in qualcosa di piacevole: la Nuova 500. Realizzati dall’agenzia creativa Leo Burnett, i due nuovi spot portano la firma del pluripremiato regista Martin Werner. Lo spot è accompagnato dall'iconica canzone "La Dolce Vita" di Nino Rota nella sua versione vocale originale e inedita del 1962. La melodia è stata riscoperta da FIAT nel catalogo di CAM Sugar, un'etichetta discografica italiana che custodisce opere del passato della storia del cinema, tra cui la musica del maestro Nino Rota, tratta da Amarcord, che è stata utilizzata come avviso acustico per i pedoni (“AVAS”) della Nuova 500. Il format, ideato da Leo Burnett e lanciato lo scorso aprile, capovolge gli stereotipi utilizzati finora e dimostra con un tocco di ironia come sia possibile prendersi cura del pianeta in modo più gioioso e spensierato. Un codice di comunicazione inedito per parlare di questo argomento e con cui Nuova 500 punta a intrattenere e coinvolgere non solo gli early adopters, ma un target ampio di consumatori interessati ai temi dell’ambiente, all’estetica e alla funzionalità del prodotto. Perché oggi tutti abbiamo il dovere di vivere in modo più responsabile. Ma se alcune persone considerano questa una priorità, molte altre, pur comprendendo l’importanza di pensare al futuro, sono più interessate a godersi il presente. La campagna racconta piccole storie quotidiane dove, grazie alle caratteristiche della Nuova 500, il dovere riesce a trasformarsi in qualcosa di più leggero, veramente per tutti. Come nel soggetto Evergreen, dove Leonardo Di Caprio incontra al semaforo una simpatica coppia di coniugi che possiede, come lui, una Nuova 500, ma per motivi diversi. Ne nasce un surreale dialogo che si svolge su due binari paralleli, con risvolti comici facilmente immaginabili. L’impegno per il futuro può offrire anche soluzioni smart per la vita di tutti giorni, come la magic door della 3+1 nel soggetto The Stick, che permette al cagnolino del nostro attore di non rinunciare al suo gioco preferito. La pianificazione a cura di Starcom prevede prima un’uscita su mezzi digital e poi in tv. Credits Executive Creative Director: Francesco Martini Creative Director: Giuseppe Campisi Art Director: Gaetano Cerrato, Elisabetta Ursino Copywriter: Mara Mincolelli, Federica Altafini Casa di produzione: Movie Magic Director: Martin Werner

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy