ABBONATI

I consigli di Across per una strategia end-to-end di successo

Autore: Redazione

Sergio Brizzo


Come costruire un processo efficace per il mondo B2B e per quello B2C

a cura di Sergio Brizzo, Ceo di Across
 

Chiunque faccia un investimento in marketing si aspetta un ritorno in termini di profitto generato e oggi è possibile garantirlo grazie a un processo sinergico tra pubblicità e vendite. Progettare una strategia end-to-end significa adottare una soluzione unica e interconnessa di marketing e sales: si tratta di un ciclo virtuoso, grazie al quale il marketing fa aumentare le vendite e queste a loro volta influiscono sul potenziamento delle strategie di marketing. Una necessità ancora più evidente in un periodo emergenziale come quello che stiamo vivendo, in cui la sinergia tra online e offline si fa sempre più importante, e in cui – quindi – non basta offrire al cliente flussi costanti di lead, ma serve anche saperli gestire in concreto puntando all’obiettivo della vendita effettiva.

I punti chiave

Quali sono, quindi, gli elementi essenziali per una strategia end-to-end di successo?

1.         Far lavorare sinergicamente i team coinvolti - Prima di tutto, è necessario considerare i punti di forza insiti in una simile soluzione. Tra questi, disporre di un unico fornitore di servizi consente ai team di marketing e di sales, che si occuperanno dell’intero processo, di interagire in maniera efficiente, massimizzando i risultati. Basti pensare che se si dispone di una forza vendita efficiente, una strategia end-to-end consente di abbattere notevolmente il tempo di conversione degli utenti in clienti, poiché gli utenti che hanno risposto positivamente a una campagna pubblicitaria dichiarandosi interessati saranno contattati in breve tempo dai consulenti, che riescono così a concludere la vendita quando il terreno dell’interesse e dell’attenzione è ancora caldo.

 

2.         Muoversi con tempismo – A questo riguardo, saper gestire il tempo è una skill molto importante per chi si occupa di business e, soprattutto, è un parametro che incide molto sulla voce dei costi-benefici di un’azienda. La percentuale di chiusura contratti si modifica sensibilmente in base a quando vengono richiamati i lead: secondo l’osservatorio di Across, dopo dieci minuti le possibilità aumentano del 500%, dopo un’ora del +100%, mentre dopo un giorno del +10%.  Il dato può sembrare ovvio, ma funge da base per capire tutti i processi successivi: ossia come ottimizzare al meglio le attività nel corso di quegli importantissimi 10 minuti.

 

3.         Considerare le differenze tra il B2B e il B2C - Universalmente, la comunicazione B2B è considerata particolarmente “ostica” e il motivo sta nella difficoltà di raggiungere il target. Questo non deve spaventare perché i modi per pensare una strategia B2B efficace ci sono. Oltre ai network dedicati (basti pensare a Linkedin e alla sua affermazione nel corso degli anni), la comunicazione B2B ha sviluppato linguaggi e meccanismi propri. È importante sottolineare che la comunicazione B2B include anche quella B2C, in quanto si rivolge sempre ad un’azienda ma, al contempo, anche ai singoli individui che la compongono. Viceversa non si può dire la stessa cosa, motivo per cui la comunicazione B2C risulta meno vincolata e quindi per certi aspetti più facile da veicolare. In entrambi i casi è importante impostare una giusta strategia multicanale. L’impiego di più strumenti integrati porta risultati migliori rispetto ad una strategia che, invece, punta tutto su un unico canale. Chiaramente la loro scelta non è mai casuale ma è sempre tarata sul business del cliente. Non tutti i canali vanno bene, per esempio, per ottenere lead altamente qualificati oppure per intervenire su un pubblico particolarmente ristretto.

 

4.         Guardare oltre la vendita – È importante ricordare che una strategia end-to-end non si conclude con la vendita ma può anche andare oltre. Una volta che l’utente è diventato cliente si può aprire una fase di customer care e fidelizzazione per riattivarlo su successivi acquisti. Avere una visione completa e totale dell’intero processo che porta l’utente all’acquisto consente di costruire un customer journey finalizzato a garantire risultati tangibili ed efficace dal punto di vista comunicativo.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 05/01/2022


The Ad Store porta in tv il nuovo spot di Calciatori Panini 2021-2022

È on air la nuova campagna dedicata alla collezione più attesa dagli appassionati di calcio di tutte le età: Calciatori Panini 2021-2022. Lo storico brand di figurine ha scelto, per il terzo anno consecutivo, la creatività di The Ad Store che, con il claim "Una passione che lascia il segno", porta in tv uno dei gesti più chiacchierati del calcio moderno: quello della VAR. "Strappa, incolla, scambia: l'album Panini è da sempre fortemente legato alla gestualità”, racconta Giulio Nadotti, Creative Director di The Ad Store. “Siamo partiti da questo insight sul prodotto e da una delle novità più importanti della collezione 2021-2022 - il nuovo formato delle figurine - per sviluppare uno storytelling basato su uno dei gesti più iconici del calcio italiano e dargli un significato tutto nuovo, ma soprattutto positivo legato all'atteso ritorno in edicola delle figurine dei calciatori". “La proposta di The Ad Store ci è piaciuta perché fa leva, in modo creativo, su una delle principali novità del nostro album, trasformando un gesto ormai noto in ambito calcistico, capace di creare suspance in tutti i tifosi, in un elemento decisamente positivo, identificabile con il nostro brand e al lancio della Collezione 2021-2022”, spiega Alessandro Folloni, Product Manager di Panini. Oltre alla tv, con diversi formati multisoggetto da 20”, 15” e 10”, la pianificazione prevede anche il digital - con attività social e di digital PR attraverso influencer e ambassador Panini. La produzione è di Fargo Film con la regia di Alessio Fava.   Credits Panini Antonio Allegra - Direttore Mercato Italia, Prodotti Collezionabili Alessandro Folloni - Product Manager - Collectibles Dept.   The Ad Store Giulio Nadotti - Creative Director Antonella de Gironimo - Senior Copywriter & Strategist Nicolò Amoretti - Art Director Daniele Iafulli - Copywriter Michele Febbroni - Client Director Marta Gerosa - Agency Producer   Fargo Film Nicolò Dragoni - Executive Producer Federico Mazzola - Executive Producer Alessio Fava - Director Martino Pellion Di Persano - DOP Lorenzo Casati - VFX

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy