ABBONATI

La farmacia del futuro: l’analisi di AdKaora sulle evoluzioni del mercato del pharma

Autore: Redazione


L'obiettivo dello studio è stato indagare su come siano cambiati i bisogni relativi a questa categoria di prodotti e le trasformazioni delle abitudini d'acquisto, del rapporto con il punto vendita fisico e dell'efficacia della pubblicità

L'Osservatorio sui cambiamenti in atto nei mercati e nei consumatori di AdKaora, l'agenzia digitale del Gruppo Mondadori specializzata in mobile advertising e proximity marketing, ha pubblicato la nuova ricerca "La farmacia del futuro": al centro dell’indagine, l'analisi delle trasformazioni del settore del pharma nel 2021 e la definizione del nuovo profilo assunto dalla farmacia come punto vendita in evoluzione. Nel 2021 la farmacia fisica ha infatti allargato il proprio bacino di utenza, espandendosi dalla storica clientela residente in zona agli acquirenti delle farmacie online, in costante crescita tra il pubblico come piattaforme di supporto al punto vendita fisico, che rimane luogo di esperienze non realizzabili sul web. Oltre a fornire farmaci e consigli di salute e bellezza, la farmacia sta diventando anche un vero e proprio centro di prevenzione e hub di servizi, che se da un lato richiedono uno sforzo di adattamento e investimenti finalizzati alla trasformazione, dall'altro presentano indiscussi vantaggi. L'obiettivo dello studio è stato indagare su come siano cambiati i bisogni relativi ai prodotti farmaceutici e le trasformazioni delle abitudini d'acquisto, del rapporto con il punto vendita fisico e dell'efficacia della pubblicità.

Alcune evidenze

La ricerca è frutto di una consolidata conoscenza del mercato da parte di AdKaora, grazie alla gestione dei dati di geo-fencing e geo-behavioral su un panel di nove milioni di device ID, ad analisi della pedonalità con più di 470.000 punti di interesse verificati e alle survey condotte sulle abitudini e sul comportamento dei responsabili d'acquisto dell'app CheckBonus, con cui il brand ha una partnership pluriennale. Tra le evidenze che emergono dallo studio, il cambiamento della farmacia, un esercizio commerciale che svolge anche un ruolo di assistenza al cittadino, confermandosi per questo un mercato fondamentale e ad alto potenziale, pronto a divenire anche "farmacia di servizio"; il negozio fisico come punto di riferimento, con i consumatori che ritengono sia insostituibile, pur essendo sempre più multicanale nel processo di acquisto; qualità e affidabilità, poco permeabili a concetti diversi da qualità e affidabilità in tema di salute, con i consumatori che tendono a vedere il farmacista non solo come un venditore, ma anche in veste di esperto consigliere; nuovi must have di comunicazione, con i marchi che hanno ripreso a investire in comunicazione con un approccio rinnovato e nuovi principi da tenere in considerazione. La ricerca si inserisce tra gli approfondimenti sui consumi e trend d'acquisto che l'Osservatorio interno di AdKaora produce puntualmente durante l'anno, avvalendosi degli strumenti di analisi e misurazione utilizzati per le strategie pubblicitarie dei clienti, come i dati granulari raccolti, le analisi footfall e gli insight sul consumatore, che vengono così impiegati scientificamente per fini divulgativi e pubblicazioni esclusive.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: V Parazzoli - 15/11/2021


“Umbria. Cuore verde d’Italia” a Natale con Armando Testa e Marco Bocci

“Come sarebbe l’uomo senza il suo cuore? Sarebbe l’Italia senza l’Umbria”: è questo il nuovo concept, creato da Armando Testa, per la nuova campagna promozionale per il turismo invernale della Regione Umbria che ha preso il via ieri dopo la presentazione di venerdì, a Palazzo Donini di Perugia, dalla Presidente della Regione Donatella Tesei, dall’Assessore regionale al turismo Paola Agabiti e da Raffaele Balducci, Direttore Creativo dell’agenzia. Il concept L’idea del concept – è stato spiegato - è nata da un’osservazione semplice e vera: per l’essere umano il cuore ha una posizione centrale, sia geograficamente che emotivamente. Perché il cuore è il luogo dove risiedono emozioni, passioni, intuizioni. Allo stesso modo l’Umbria, da tempo riconosciuta come cuore verde d’Italia, ha una posizione centrale non solo geograficamente, ma anche come crocevia di emozioni, passioni, accoglienza, calore umano. Ecco quindi un parallelismo tra l’importanza che ha il cuore per l’essere umano e quella che assume l’Umbria per l’Italia: un ruolo centrale e fondamentale, anche perché racchiude nella sua area tutti i valori di bellezza e accoglienza della nostra nazione. Per il ruolo di ambassador, la scelta è ricaduta su un personaggio profondamente legato al territorio, sia per le sue origini sia per i suoi valori: Marco Bocci. “Cosa sarebbe l’uomo senza il suo cuore?” ci chiede e si chiede l’attore all’inizio di ogni soggetto. La risposta è nelle storie, nei luoghi e nella gente dell’Umbria, di cui ogni volta decanta bellezza, autenticità e valori. Gli spot Protagonisti dei diversi soggetti on air sono i turisti e la gente umbra, che accoglie i visitatori con calore e forte senso di ospitalità. Sullo sfondo: paesaggi, borghi e sfumature autunnali e tutta l’ampia offerta della Regione, tra cui enogastronomia, arte, jazz festival, anche a Natale. Nicola Belli, Consigliere Delegato di Armando Testa, ha sottolineato: “Quest’estate, con il claim “Io amo il mare dell’Umbria”, ne abbiamo mostrato la vastità di esperienze, arte e sapori che offre. In questa stagione, fatta di raccoglimento e festività natalizie, ne sveliamo anche i valori più intimi, come l’accoglienza e il calore umano della sua gente”. La campagna sarà on air nei cinema, in tv, su stampa, radio e web. In particolare, sui social si parte con una fase teaser su Facebook e Instagram, per poi proseguire aumentando la risonanza dei messaggi per promuovere luoghi, eccellenze, eventi, tradizioni, usi e costumi della Regione Umbria e del portale www.umbriatourism.it”.   Credits Cliente: Regione Umbria Agenzia: Armando Testa Direzione creativa: Raffaele Balducci Creative team: Raffaele Balducci, Davide Cortese, Elisa Infante Casa di Produzione: Goood Strategia Media: The Gate Communication

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy