ABBONATI

La Regione Marche mette a bando 3,4 milioni per la comunicazione dell’FSE per il triennio del POR 2014–2020 e per l'avvio della programmazione 2021–2027

Autore: Redazione


L’appalto ha durata di 36 mesi rinnovabili per un periodo analogo

La Regione Marche ha emesso un bando di gara per l’affidamento del servizio attività di comunicazione del Fondo sociale europeo per l'ultimo triennio di attuazione del POR 2014–2020 e per l'avvio della nuova programmazione 2021–2027, del valore totale stimato, IVA esclusa, di 3.440.000 euro in 36 mesi, con facoltà di rinnovo per un periodo analogo. Termine per il ricevimento delle domande di partecipazione: 29 settembre 2020, con apertura delle offerte l’1 ottobre. L’obiettivo è favorire la massima visibilità possibile e, contestualmente, porre le basi per il lancio della nuova Programmazione 2021/2027, anche attraverso la creazione e la diffusione di un “sentimento di fiducia” verso le opportunità provenienti dall’Europa tramite i Fondi Europei – in particolare i Fondi Strutturali – e verso le Istituzioni nazionali, regionali e locali che li attivano, e gestiscono, per destinarli al miglioramento delle condizioni economico-sociali della popolazione e dei propri territori di riferimento. I precedenti cicli di incarichi erano stati aggiudicati ad Agorà.

Gli obiettivi

Gli obiettivi specifici sono: incrementare la partecipazione dei cittadini, e delle giovani generazioni in particolare, a tutti gli interventi e opportunità offerte dai Programmi Europei; garantire la diffusione di informazioni a livello regionale e nazionale, anche con riguardo ai risultati raggiunti grazie agli interventi finanziati dal POR FSE Marche; incrementare e migliorare la presenza del FSE su web e canali social; costruire percorsi di comunicazione targettizzata (ad es. campagne DEM ecc.) per favorire un coinvolgimento mirato del pubblico di riferimento per ogni avviso/intervento del POR FSE; favorire l’applicazione di modalità operative basate sullo storytelling, sull’uso di testimonial e sul racconto di buone pratiche relative ad interventi/progetti finanziati dal FS; coinvolgere e informare il mondo delle imprese, laddove sia destinatario di azioni del POR FSE e/o congiuntamente di misure FESR. Al fine di rendere più efficace l’azione di comunicazione rispetto allo sviluppo dei nuovi mezzi di comunicazione digitale e alle nuove esigenze relative alla gestione dei social media ed alla produzione di materiali necessari per la comunicazione online e su web, si ritiene strategico, per il prossimo triennio, ampliare le attività relative alla comunicazione digitale, quali ad esempio: la componente relativa al social media management, la produzione di materiali digitali e l’acquisto di spazi promozionali sui canali social e sui principali siti web di riferimento.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 17/05/2021


The Just Eat Delivery, il connubio tra calcio e cibo celebra Uefa Euro 2021

Una nuova creatività sbarca in Italia per raccontare il perfetto parallelismo tra calcio e cibo e il ruolo di Just Eat nel consegnare ai fan il loro cibo preferito, fornendo la migliore esperienza possibile di food delivery. Just Eat (www.justeat.it), app leader per ordinare online cibo a domicilio in tutta Italia e nel mondo, e parte di Just Eat Takeaway.com, leader mondiale nel mercato della consegna di cibo a domicilio, torna in tv con una nuova campagna sviluppata in occasione di Euro 2021, di cui è partner ufficiale a livello globale. L'obiettivo è di proseguire il percorso di consolidamento del brand come leader di mercato e ispirare a vivere il food delivery come una vera e propria emozione da condividere in ogni occasione. Lo spot, sviluppato sul concept creativo “The Just Eat Delivery”, ha infatti l’obiettivo di rafforzare la percezione di Just Eat come sinonimo di food delivery e top of mind brand capace di rendere speciali tutti i momenti passati da soli o in compagnia. Ecco allora che in occasione della celebrazione della sponsorizzazione del torneo, appuntamento tanto atteso dai tifosi di calcio ma non solo, il brand porta sul grande schermo il perfetto parallelismo tra calcio e cibo, attraverso un mix di immagini che alternano le azioni di una partita di calcio e le fasi del viaggio di un rider per portare il cibo preferito dal ristorante a casa del consumatore. Le richieste di Gigi Protagonista dello spot è la leggenda del calcio Gianluigi Buffon, il quale apre la porta di casa a un ignaro rider che rimane sbalordito nello scoprire che l’ordine è per il campione italiano. Altre icone del calcio saranno protagoniste della campagna "The Just Eat Delivery" per Just Eat Takeway.com in tutta Europa, tra cui Fernando Torres, Virgil van Dijk e Lukas Podolski. Energia positiva “Lo spot nasce dalla volontà di raccontare come il food delivery sia un alleato prezioso per esaltare tutti i momenti di convivialità gustando i propri piatti preferiti”, racconta Tiziana Bernabè, Brand & Partner Marketing Manager di Just Eat in Italia. “Non potevamo pensare a un momento migliore Europei, un appuntamento molto atteso nel quale vogliamo essere al fianco dei nostri clienti nel seguire i match, regalando loro la miglior esperienza possibile attraverso il nostro servizio. Per questo abbiamo voluto dare vita anche a una creatività che, attraverso le immagini e ai suoni, fosse capace di trasmettere quel senso di energia positiva che una partita di calcio e il gustarsi i propri piatti preferiti sono in grado di ispirare”. La campagna è on air nel formato da 15” sulle principali emittenti televisive e sui canali digital. L’idea creativa della campagna è di McCann London e Universal McCann ha curato la pianificazione.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy