ABBONATI

Volete litigare? Fatelo in maniera professionale!

Autore: D Sechi

Il canale Hub Sports, parte del gruppo StarHub di Singapore, lancia una nuova campagna in cui lo spettacolo del wrestling si mischia con le controversie condominiali

Da una parte le immagini spettacolari del wrestling femminile trasmesse da Hub Sports, canale del gruppo StarHub, dall'altro un pianerottolo preso in ostaggio da un litigio condominiale. Lo spettatore, già immerso nella visione del prezioso contenuto televisivo è costretto ad affacciarsi per capire il motio del disturbo, ma la suggestione dello spettacolo tv è tale che anche le due litiganti, circondate dal solito pubblico di curiosi, si trasformano per i suoi occhi in due vere combattenti di wrestling, con tanto di costume e atteggiamenti insolenti e teatrali. Il risveglio per tutti è brusco: se volete litigare, allora fateloin maniera seria, professionale, iscrivetevi alla lega di wrestling! La porta sbattuta chiude la questione.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 12/11/2019


Sainsbury’s festeggia i 150 anni sulle orme di Dickens

Londra, 1869, il mercato di Natale e una banda di spazzacamini provenienti dall'orfanotrofio si mangia con gli occhi le bancarelle piene di lecornie. Ma ecco apparire il solito cattivone di turno, il furfante che ruba. Peccato che poi venga incolpato il piccolo Nicholas il quale, umiliato di fronte a tutti, viene imprigionato e mandato via dalla città. La scena però è stata bene osservata da una commerciante, la quale, armatasi di carrozza, va a recuperrare il piccolo, disperso nella foresta imbiancata da una bufera di neve, lo salva, gli regala i frutti e lui, di nascosto, entra nella notte di Natale nell'orfanotrofio e riempie le calze dei suoi amici, mentre il furfante di cui sopra viene punito con una palla di carbone. I bambini corrono festanti e Nicholas si ritrova di nuovo da solo nella foresta, si sistema il berretto, che però diventa rosso, l'inquadratura si amplia ed ecco spuntare le renne. Il piccolo Nicholas, in realtà, è Babbo Natale! Sainsbury’s festeggia così i suoi primi 150 anni, con un lungo spot dai connotati cinematografici, ispirato alla Londra vittoriana cara a Charles Dickens.

LEGGI

Correlati

img
spot

Autore: D Sechi - 12/11/2019


Sainsbury’s festeggia i 150 anni sulle orme di Dickens

Londra, 1869, il mercato di Natale e una banda di spazzacamini provenienti dall'orfanotrofio si mangia con gli occhi le bancarelle piene di lecornie. Ma ecco apparire il solito cattivone di turno, il furfante che ruba. Peccato che poi venga incolpato il piccolo Nicholas il quale, umiliato di fronte a tutti, viene imprigionato e mandato via dalla città. La scena però è stata bene osservata da una commerciante, la quale, armatasi di carrozza, va a recuperrare il piccolo, disperso nella foresta imbiancata da una bufera di neve, lo salva, gli regala i frutti e lui, di nascosto, entra nella notte di Natale nell'orfanotrofio e riempie le calze dei suoi amici, mentre il furfante di cui sopra viene punito con una palla di carbone. I bambini corrono festanti e Nicholas si ritrova di nuovo da solo nella foresta, si sistema il berretto, che però diventa rosso, l'inquadratura si amplia ed ecco spuntare le renne. Il piccolo Nicholas, in realtà, è Babbo Natale! Sainsbury’s festeggia così i suoi primi 150 anni, con un lungo spot dai connotati cinematografici, ispirato alla Londra vittoriana cara a Charles Dickens.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 04/11/2019


Il Buon Natale perforante di Mariah Carey

Sono passati esattamente 25 anni dalla pubblicazione della super hit, e conseguente tormentone, "All I want for Christmas is You" di Mariah Carey, una delle sue più temibili ballate. La cantante ne celebra il ricordo mai svanito e allo stesso tempo ci scherza su, grazie a una verve non sconosciuta ai più. L'occasione è data dal nuovo spot, dai contorni ovviamente natalizi, targato Walkers, celebre marchio di patatine che, per i suoi nuovi lanci, si è affidato alla diva. Ne è scaturito uno spot decisamente divertente che mostra Mariah impegnata proprio sul set di un commercial, con tanto di comparse, coreografie e troupe affezionata e assai impegnata al seguito. A riprese terminate, Mariah, con il sorriso materno, abbigliata come Babbo Natale in versione sexy, spiega perché le piaccia il Natale: un periodo in cui poter fare regali, in cui potersi curare del prossimo, in cui poter condividere. Ma proprio in quel momento si trova a dover condividere l'ultima bustina di patatine Walkers con un membro dello staff. Ne nasce una disputa su chi abbia visto per primo il pacchetto, risolta dall'ugola perforante della Carey che non ammette obiezioni e che annichlisce i presenti! Pare che invece Mariah abbia scherzato meno con l'azienda al momento della firma dell'accordo: secondo The Gardian la cantante avrebbe guadagnato circa 12 milioni di dollari. Tanti auguri.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 28/10/2019


“Obrigado”: Heineken celebra Ayrton Senna

Per rendere omaggio ad Ayrton Senna e per onorare la capacità del tre volte campione di far sentire i brasiliani orgogliosi di appartenere ad un’unica nazione, Heineken, sponsor ufficiale della F1, presenta il film "Obrigado". Ideato da Publicis Brasil, il film  fa parte della campagna #ObrigadoSenna e riflette l'importanza e l'eredità del pilota, che da 25 anni, è nella memoria dei brasiliani e del mondo intero come uno dei più grandi campioni di tutti i tempi. Il film è disponibile dallo scorso 26 ottobre. I contenuti della campagna La nuova campagna di Heineken parte dalla storia recente del Brasile, mostrando diversi momenti in cui la bandiera nazionale si trova in contesti diversi e con diverse realtà sociali. "Obrigado" racconta che come Ayrton Senna sia stato in grado di unire i brasiliani e di rendere un popolo orgoglioso delle sue vittorie e del suo esempio ispiratore", dice Guilherme Retz, brand manager di Heineken. Il film ruota attorno ad un gesto caratteristico di Ayrton Senna: alzare la bandiera brasiliana agli occhi del mondo in ogni vittoria. L'atto di esporre la bandiera nazionale ha avuto luogo per la prima volta al GP di Detroit (1986), e rimase fino al suo ultimo successo al GP d'Australia (1993). Le declinazioni della campagna "Obrigado" è in onda nelle TV brasiliane e sul web, sui canali social di F1 e Heineken. Il progetto prevede anche una serie di attivazioni del brand Heineken in partnership con la famiglia Senna, che nel 2019 celebra i 25 anni di eredità del pilota con una serie di azioni congiunte che comprendono anche l'inedito Heineken F1 Festival - Senna Tribute (il prossimo 9 novembre) e l'Heineken Brazilian Grand Prix 2019 (15, 16 e 17 novembre), eventi che si svolgeranno tutti a San Paolo. La campagna porta la firma di Pedro Maneschy, Gustavo Vieira, sotto la direzione di André Leotta, Arturo Marenda, Paulo Aguiar, Rico Lins e Domenico Massareto. Il film è stato diretto da Cassu con la casa di produzione è YourMama. I commenti dei protagonisti "Ayrton è sempre stato molto orgoglioso di condividere i suoi successi con tutto il Paese. Il suo amore per il Brasile era evidente e lo manifestava soprattutto nelle sue vittorie. Dopo aver vinto in F1, alzava la bandiera brasiliana per mostrare il suo orgoglio per la sua patria e per condividere la gioia del trionfo con tutti i suoi fan. A Detroit, quando Ayrton alzò la bandiera, il paese era appena stato eliminato dai Mondiali del 1986. Lui è stato in grado di restituire la gioia ai brasiliani con la F1, uno degli sport più competitivi al mondo", dice Bianca Senna, nipote del pilota e direttore del marchio presso l'Ayrton Senna Institute.  "Viviamo in tempi di opinioni forti e opposte che a volte mettono le persone in contrasto. Anche dopo 25 anni, Ayrton Senna è riconosciuto come un eroe, come orgoglio nazionale e mondiale e a tutt'oggi in grado di unire tutti i brasiliani ", conclude Domenico Massareto, Publicis CCO.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy