ABBONATI

Verti lancia il primo branded podcast in Italia curato da H-Farm

Autore: Redazione


Prodotto da Myvoxes, “Sbaglio strada e cambio vita”, è una commedia on the road in 6 puntate sulle avventure di tre sconosciuti uniti da un destino comune con le voci degli Amalgama, il quartetto comico di Zelig

C’erano anche loro ieri all’OBE Summit e a ragione, visto che hanno presentato qualcosa di realmente inedito: Verti Assicurazioni e H-FARM inaugurano un percorso di comunicazione innovativo, cavalcando uno dei prossimi trend del Digital Marketing con il primo vero e proprio Branded Podcast italiano. La serie audio di 6 puntate verrà rilasciata con cadenza settimanale a partire da giovedì 23 maggio e sarà disponibile all’indirizzo sbagliostradaecambiovita.verti.it e sulle piattaforme Apple Podcast, Spreaker, Google Podcast e Spotify, dove è stato previsto anche un flight pubblicitario per il lancio. 

Tre uomini in pulmino

Prodotta da MyVoxes, la divisione specializzata in Podcast di DigitalMDE, “Sbaglio strada e cambio vita” nasce da un’idea di Mirko Lagonegro e dalla penna degli autori Roberto Gagnor e Michela Cantarella. Danno voce ai protagonisti della serie Alessandro Betti, Federico Basso, Gianni Cinelli e Davide Paniate, quartetto noto come Amalgama e conosciuto dal grande pubblico per la partecipazione a Zelig. Nella trama del Podcast, Ale, Davide e Fede sono persone molto diverse - il cantautore fallito, l’informatore medico ipocondriaco e il manager cinico di una grossa azienda - che si troveranno costrette a intraprendere un viaggio attraverso l’Italia in un vecchio pulmino. Un percorso fatto di prove, aneddoti e imprevisti, che li porterà a ricercare il cambiamento e una nuova vita.

Essere audaci

“Un racconto in linea con i valori di Verti, l’assicurazione dal DNA digitale che guarda sempre avanti e promuove l’audacia nel prendere decisioni - commenta Marco Buccigrossi, Direct Business Director di Verti Assicurazioni - rivolgendosi a chi ama stare in movimento ed essere sempre un passo oltre gli altri. Il futuro inteso come opportunità, da affrontare con coraggio e intraprendenza, così come avviene nel viaggio dei tre protagonisti di Sbaglio strada e cambio vita”.

Il brand c’è e si… sente

H-FARM ha elaborato una strategia innovativa per accompagnare Verti nel mondo dei Podcast, con un contenuto precursore della comunicazione audio aziendale e una fruizione web su desktop, mobile e sugli smart speaker mediante App integrate. “Crediamo molto nella Voice Revolution - afferma Giorgio Sacconi, Digital Marketing Director di H-FARM - è un trend ineluttabile con la diffusione delle interfacce vocali e dei Podcast, passando per la radio, media tradizionale che sta vivendo una nuova vita grazie al digital. In H-FARM incoraggiamo i nostri clienti a presidiare questi canali utilizzandoli in modo innovativo, come abbiamo fatto con Verti, che ha accolto con entusiasmo la proposta di sviluppare un Podcast di intrattenimento in cui il brand non apparisse in modo esplicito, ma fosse presente grazie a un contenuto in linea con il suo posizionamento”.

La strategia omnichannel, tra social, graffiti e Spotify

Il progetto H-FARM prevede la creazione dell’hub digitale dedicato sbagliostradaecambiovita.verti.it, in cui saranno disponibili le puntate di “Sbaglio strada e cambio vita”, contenuti di approfondimento e le immagini di backstage. L’illustratore del reparto creativo di HFARM Tzuna Luis ha sviluppato grafiche e animazioni originali, che accompagneranno il Podcast in tutti i canali di comunicazione, compresi i social e i formati display che andranno su Spotify, piattaforma streaming in cui saranno programmati dei trailer audio in pre-roll della durata di 30”.

I social network verranno presidiati anche attraverso una campagna che coinvolgerà talent, influencer e micro-influencer selezionati. La community social di Verti, chiamata in causa per la scelta del titolo del Podcast attraverso un questionario lanciato sul profilo Instagram, verrà aggiornata regolarmente con stories, post, immagini e video sponsorizzati. Infine, sulle strade del centro di Milano saranno diffusi graffiti ecologici che, inquadrati con la fotocamera del telefono, permetteranno l’ascolto immediato del Podcast su Spotify, garantendo così un’esperienza omnichannel.

Mirko Lagonegro: «Il mercato italiano del podcast sta vivendo un cambio di passo»
di Francesco Lattanzio

La prima campagna è finalmente live. Adesso il mercato ha un benchmark a cui rifarsi e può aprirsi a nuove creatività mantenendo quel tanto agognato rapporto con il “già fatto” che finora sembra essere un po’ mancato. Digital MDE, struttura di cui Mirko Lagonegro è Founder & CEO, è un riferimento sul mercato, una realtà che ha investito sin da subito nel segmento del podcast – e dell’audio in generale – e che sta avendo una funzione di “molla” per la sua esplosione. «Abbiamo cercato di posizionarci fin da subito a un livello alto. La bella creatività, in un banner, può avere effetto anche solo per l’impatto delle immagini. Nell’audio però questo non è possibile, è necessario che l’intero prodotto sia di qualità», ha commentato a DailyNet. «La forza di questo tipo di contenuti è che finiscono molto facilmente nelle tasche di tutti, ma ha bisogno di una promozione perché gli utenti sappiano che esista. La combinazione tra la forza di questi contenuti e una spinta alla loro diffusione da vita a un cocktail eccezionale».

Non tutti i marchi ne hanno subito colto le opportunità, ma da qualche tempo a questa parte le cose si stanno muovendo. «Da gennaio si è iniziato a muovere il mercato, abbiamo iniziato a ricevere richieste che si diramano principalmente in tre campi:  entertainment, informativo e formativo. Sempre più aziende stanno chiedendo informazioni sulle potenzialità del contenuto, e tra queste ci sono UPA e IAB, dove faremo una giornata di formazione. Abbiamo notato che dal 2019 c’è stato un vero cambio di passo». Per quanto riguarda l’utenza, invece, in Italia «circa 3 milioni di persone ascoltano almeno un podcast al mese. Ma siamo il terzo Paese al mondo per penetrazione di smartphone (83%) e siamo un popolo molto legato alla radio». Le premesse per un nuovo mercato dunque sembrano esserci. Come sempre, il tempo sarà l’arbitro. 


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 20/08/2019


Da Star Trek alle rapine in banca: risolve tutto Blockchain.com con The Pit

Che ci fa il comandante di Star Trek nelle vesti di rapinatore di banche? Ci deve essere un errore, un equivoco. Però, effettivamente, nonostante il bavaglio che ne copre i connotati quello è sicuremante William Shatner e sta rapinando una banca, con l'aiuto di un complice e di un paio di pistole ad acqua (ma saranno sicuramente a raggi laser). Blockchain.com, fornitore di prodotti di criptovaluta, ha lanciato una campagna globale per promuovere The Pit, che si propone come lo scambio più veloce nel suo genere al mondo. Una comunicazione mondiale e dal respiro evidentemente comico che ha come principale protagonista proprio William Shatner. Lo spot prende di mira le esperienze scadenti che alcuni potrebbero soffrire usando altri scambi di criptovaluta sul mercato. Shatner e un aspirante complice organizzano una rapina in banca per ottenere denaro. Ma si imbattono in una cassiera insolitamente calma che li informa delle modalità di crescita dei loro portafogli attraverso il trading di valuta in The Pit. I due ladri si trovano così in una situazione di impasse e Shatner spiega al suo collega di furto come abbia provato a scambiare criptovalute in passato, ma abbia poi rinunciato per via di scambi troppo lenti. E così, mentre la rapina volge al fallimento, lo schermo sfuma in un messaggio che dice "Non rimanere bloccato, sali di livello in The Pit". La campagna non è progettata solo per aumentare la consapevolezza di The Pit, ma anche per educare le persone sulla crittografia.

LEGGI

Correlati

img
campagne

Autore: V Parazzoli - 02/08/2019


Per il lancio dell’agenda 2020, Comix si affida a Gitto/Battaglia_22 dopo una consultazione; Address pianifica 1,8 milioni di euro

Comix torna in comunicazione con ben tre spot tutti nuovi, il cui on air è partito in questi giorni in vista del nuovo anno scolastico, e affidati per la prima volta a Gitto/Battaglia_22, lo Studio di Vicky Gitto e Roberto Battaglia che ha vinto la relativa consultazione e subentra a PicNic, che ha chiuso un ciclo triennale di collaborazione con il popolare brand di Franco Cosimo Panini Editore. L’attività di comunicazione, che anche quest’anno prevede complessivamente investimenti per 1,8 milioni di euro e una diffusione capillare, rispecchia lo spirito e l’identità dell’agenda e utilizza il linguaggio visivo dei messaggi social per sottolineare l’impatto positivo del suo umorismo sulla vita dei ragazzi. In aggiunta ai primi due soggetti, un terzo spot in formato 35” è stato presentato in anteprima al Giffoni Film Festival e passerà successivamente nei cinema e in tv con una pianificazione dedicata. Lo spot dà vita a uno stile comunicativo completamente nuovo e sorprendente. Facendo leva sull’effetto sorpresa, quella che potrebbe a prima vista sembrare una classica campagna sociale dal tono mainstream cela un finale imprevedibile dove il sorriso e, quindi, la Comix, diventa la chiave di volta. [youtube id=kKEJRL6KYg8] Il media mix Gli spot prevedono anche il lancio del concorso “Vita da Comix” realizzato in collaborazione con Nintendo. Il flight televisivo è in onda fino al 14 settembre sulle reti Mediaset, Viacom Media Networks e Discovery Media. Gli spot passeranno inoltre su migliaia di schermi LCD posizionati nei principali scali ferroviari. Alla pianificazione tv è abbinata, come di consueto, una specifica attività sul web che proseguirà fino alla fine di settembre: gli spot televisivi saranno affiancati da una campagna studiata appositamente per la rete e i diversi soggetti, declinati in formati specifici per questo mezzo, saranno diffusi sui social, in particolare Youtube, Instagram, Facebook e Google, e su siti internet e mobile in target.  La casa di produzione è The Big Mama, per la regia di William 9. [youtube id=9zazbWbz1WY] La pianificazione della campagna è sempre a cura di Address. Giunta alla sua XXVI edizione, la Comix 2020 è il diario più amato dai giovani con oltre 1.300.000 copie vendute nel 2019. La tiratura complessiva di quest’anno è di 1.500.000 copie. Oltre alla Classic Comix, disponibile in ben 12 varianti-colore e in tre formati, la nuova 16 mesi prevede quattro edizioni speciali e limitate nate dall’estro creativo di talentuosi artisti pop italiani, che firmano la cover delle Comix Special. La vasta gamma dell’offerta si completa con il diario Comix Flash e un diario Comix specifico per il canale della Grande Distribuzione. [youtube id=nUYPcfIgA8s]

LEGGI
img
campagne

Autore: Redazione - 26/07/2019


Iveco affida a Eggers 2.0 il nuovo video corporate

In occasione del lancio del nuovo veicolo pesante Iveco S-Way, il brand ha affidato a Eggers 2.0, la factory creativa guidata da Guido Avigdor e Pietro Dotti, la creazione di un nuovo video istituzionale. Il video web ha un tono di voce fortemente emozionale e sottolinea i nuovi valori della marca, che mettono al centro della mission del brand gli autisti dei camion, i loro bisogni e le loro esigenze. [youtube id=xpERbWwNw5g] La quotidianità degli autisti Commenta Maria Laura Iascone, Head of Iveco Global Brand Marketing: “Il nuovo video corporate pone al centro dell’attenzione i nostri autisti proprio nella loro quotidianità, a bordo dei nostri veicoli. Una quotidianità legata non solo agli aspetti più tecnici di guidabilità del veicolo, comfort e vivibilità all’interno della cabina, ma anche a quelli emozionali di viaggio e scoperta, sulla strada”. La produzione è della Giorgio Risi.

LEGGI
img
campagne

Autore: V Parazzoli - 26/07/2019


Coop: a fine settembre la prima campagna nazionale di Havas Milan. Si intitolerà “Una buona spesa può cambiare il mondo”

“Due droni, 5 camion, 200 persone tra creativi, regia, comparse, attrezzisti e personale Coop – si legge in una nota di ieri dell’insegna -. Il sole è sorto da pochi minuti e la laguna di Orbetello riflette placida le prime luci dell’alba. Il fermento nel parcheggio del supermercato di Via Lungo Lago dei Pescatori però è già intenso. Si girano qui le prime scene di quello che sarà il nuovo spot nazionale di Coop e la fibrillazione è comprensibile. L’agenzia Havas Milan e la casa di produzione The Family sono arrivate in Maremma due giorni fa e hanno già fatto alcuni ciak sulla spiaggia di Castiglione della Pescaia e nelle campagne di Orbetello. In giornata si sposteranno a Grosseto per concludere poi in Val d’Orcia questa pubblicità made in Toscana”. Lo spot si chiamerà “Una buona spesa può cambiare il mondo”, ha la regia di Vincent Lobelle e sarà presentato in anteprima il 25 settembre a Milano, per poi essere trasmesso sui canali tv e i social media. “Non possiamo raccontare molto – prosegue Coop - ma ci saranno due bellissimi bambini dai capelli rosso fuoco e un carrello della spesa con una forte personalità”. Il 25 settembre è un mercoledì, per cui domenica successiva, il 29, potrebbe partire il planning di PHD. Governance e risultati L’insegna di cui è Presidente Marco Pedroni ha rinnovato nelle scorse settimane la propria governance, promuovendo ad A.D. il D.G. Maura Latini e ufficializzato i suoi principali risultati relativi al 2018, con vendite complessive per 14,8 miliardi di euro, di cui 13,4 relative alle attività GDO. Si è inoltre deciso di rafforzare la strategia che prevede forti investimenti su tutti i principali temi ambientali e della sicurezza alimentare: riduzione e riciclo delle plastiche, miglioramenti degli imballaggi, introduzione dell’agricoltura di precisione nell’ortofrutta, eliminazione di ulteriori 4 diserbanti tra cui il glifosato, riduzione fino all’eliminazione degli antibiotici nell’allevamento degli animali, potenziamento delle filiere agroalimentari Coop per la sicurezza dei prodotti e per l’etica delle produzioni. Coop è l’unica catena della distribuzione italiana, e una delle 50 imprese italiane, che ha aderito alla Pledging Campaign dell’Unione Europea per la riduzione delle plastiche.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy