ABBONATI

Nasce Human Vs Machine, la holding company che crea e rileva aziende tecnologiche

Autore: Redazione

Domenico Gravagno


La Capo gruppo punta a raggiungere un turnover complessivo di 8 Milioni di euro e un totale di 50 dipendenti, oltre 3 volte il risultato dell’esercizio precedente. Tra le realtà rilevate c’è anche la piattaforma CharityStars di cui Domenico Gravagno acquisisce la maggioranza e ne diventa CEO

Si chiama Human Versus Machine (HVM) la Holding che guarda al futuro della tecnologia e al mondo del lavoro che verrà senza perdere di vista il ruolo chiave delle persone. Una realtà che punta a diventare protagonista dell’Internet economy, sviluppando ed acquisendo aziende dal grande potenziale tecnologico e innovativo, dotate tutte quante di una propria identità e di un posizionamento definito sul mercato, ma accomunate dalla medesima mission. Pane&Design, bc1, IDA sono le tre controllate del gruppo che si occupano rispettivamente di tech consulting, sviluppo di prodotti tecnologici basati su blockchain e influencer marketing. I confini delle aree coperte si allargano inoltre alle vendite online e ai servizi fieristici e congressuali con le aziende partecipate: Il Caffè Italiano, Hostess.it e Nextwin.

La strategia di sviluppo

Nell’ambito della propria strategia di sviluppo nel settore della filantropia d’impresa, HVM ha altresì acquisito il 49% di CharityStars, piattaforma internazionale di riferimento per il mondo del terzo settore specializzata in aste di beneficenza online e nell’organizzazione di eventi di fundraising. Un market place della beneficenza con un giro di affari di 5 milioni di € nel 2018. Con la nascita della Holding, dichiara il CEO Domenico Gravagno, intendiamo dotarci di una struttura solida in grado di fornire supporto e valore a tutte le aziende del gruppo. Contiamo di raggiungere (entro i prossimi 3 anni) un fatturato complessivo di 30 milioni di euro grazie al lancio di nuove iniziative imprenditoriali che stiamo già progettando e ad altre operazioni di M&A di realtà tecnologiche con alto potenziale ma prive risorse per esprimerlo. Rispetto all’acquisizione di CharityStars aggiunge - rappresenta un ulteriore passo avanti verso il nostro obiettivo di costruire un portafoglio di aziende solido, diversificato e dal forte impatto sociale.

C’è bisogno di non-profit

CharityStars, nata nel 2013 per rispondere al bisogno sempre più impellente del non-profit di svolgere attività di fundraising su canali alternativi a quelli tradizionali e alla volontà delle aziende di pianificare iniziative di corporate social responsibility, rappresenta oggi il partner di riferimento per oltre 500 onp in Italia e all’estero a favore delle quali sono stati raccolti oltre 17 milioni di euro. Gravagno, già co-fondatore della piattaforma che vanta anche una sede negli Stati Uniti e a Londra, che negli anni ha proposto all’incanto nomi internazionali del calibro di Ricky Martin, Eva Longoria, Antonio Banderas, Annie Lennox, Rafael Nadal e molti altri, ne assume la guida in qualità di CEO. Tante le novità che il sito di corporate fundraising si appresta a lanciare. Prima fra tutte l’ideazione di una nuovissima e patinata sezione dedicata alle esperienze a prezzo fisso che si rivolge ad una clientela esigente e desiderosa di vivere momenti unici e on demand (meet and greet con sportivi, designer e imprenditori ma anche viaggi da sogno e inviti per partecipare ad eventi esclusivi). Si confermano le collaborazioni con il mondo del calcio e con il fashion system nell’ambito delle settimane della moda di Milano e Parigi. Saranno inoltre proposte iniziative di raccolta fondi democratiche e rivolte a tutti. Un’anticipazione? Presto sarà lanciata una lotteria con il calciatore più forte al Mondo. HVM intende agevolare la collaborazione sinergica tra le aziende del gruppo che pur operando in business settorialmente differenti possono percorrere sentieri comuni per i rispettivi ecosistemi implementando il suo progetto industriale.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 07/01/2021


Meetic celebra l'inizio di una storia vera

Dall’avvio della campagna “Dai inizio a qualcosa di vero”, Meetic, l’app di dating online leader del settore, ha costantemente celebrato l’impegno dei single nella ricerca dell’amore e la loro autenticità. Il marchio, infatti, ha cura di ogni piccolo dettaglio del dating journey, ossia di ogni momento che accompagna l’inizio della conoscenza con un potenziale partner, dal primo messaggio fino al fatidico “ti amo”, dal primo selfie insieme, fino alla foto della prima vacanza di coppia. Tutti momenti che il 57% dei single Meetic dichiarano di essere pronti a vivere, specialmente in questa epocacosì controversa. Per il lancio della sua nuova campagna, Meetic ha voluto mostrare l’inizio di una relazione sin dai primi momenti, quando le persone iniziano a sentirsi coinvolte. Ecco quindi ritratto in uno spot il percorso di innamoramento, dal primo messaggio in chat fino al primo appuntamento. Due vite che si incontrano e, grazie a Meetic, diventano una sola. Per raccontare e rendere al meglio questo momento magico, Meetic e Marcel agency hanno scelto di usare lo “split screen” che consente di mostrare la vita dei single protagonisti contemporaneamente, entrambi immersi nel loro universo quotidiano, caratterizzato da una palette rappresentativa scelta per ognuno di loro. Grazie a Meetic, presenza costante come mobile app in tutti i frame dello spot, ripercorriamo le vicende che portano i single a incontrarsi e a godere del loro romantico primo appuntamento. Lo spot conduce lo spettatore in un piccolo viaggio che mette in risalto l’impegno di ognuno dei protagonisti, dalla ragazza che invita il proprio date ad una colazione improvvisata, piuttosto che a cena, all’artigiano che si impegna a creare un regalo in legno, fatto con le sue mani, per la ragazza musicista che dovrà incontrare, fino all’ultima storia che mostra l’accurata scelta di un luogo particolare per il primo appuntamento. E chi meglio del duo di registi Réalité, una coppia nella vita così come dietro la cinepresa, poteva creare la chiave giusta per incoraggiare tutti i single ad iniziare la loro personale storia vera? Quest’anno, Meetic e Marcel agency, si sono affidati ai registi spagnoli Jason Causse e Alba Solé (Big Productions) per realizzare un video che prosegue nell’intento del brand di mostrare momenti veri di impegno reciproco nella ricerca dell’amore, una promessa che Meetic desidera portare avanti ancora di più nel nuovo anno.  La campagna prevede ben 8 formati che saranno divulgati in altrettanti paesi: un formato da 60’’, vero e proprio inno ai single desiderosi di iniziare qualcosa di vero, 3 formati da 20’’ che svelano il momento iniziale delle 3 storie rappresentate e, infine, 4 formati da 10’’ focalizzati sui vari strumenti che l’app Meetic offre a tutti i suoi users (videochiamata, la profilazione di persone con interessi comuni e soprattutto gli eventi) ALa campagna è pianificata in tv, in radio e in tutti i canali digital supportata dai diversi formati, filtri e altri contenuti coinvolgenti. 

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy