ABBONATI

Rolling Stone Italia: chiude il mensile e resta sul web, adv 2018 a + 5%

Autore: S Antonini


L’editore Luciano Bernardini de Pace concentra le attività sul digitale tra social media e web, a cui si aggiungono gli eventi; «Il mondo va in questa direzione, cogliamo le opportunità dell’online»

La testata Rolling Stone Italia chiude l’edizione cartacea mensile e si trasferisce sul web, dove è presente con un sito da 2,5 milioni di utenti unici al mese (dati editore), e property social per una fanbase totale di quasi 800mila utenti: 435mila su Facebook, 231mila su Instagram e 231mila su Twitter. Questa è la piattaforma da cui riparte il brand per continuare il percorso avviato dal momento in cui è stato rilevato dall’attuale editore, Luciano Bernardini de Pace, cinque anni fa circa. «Approfittiamo di un momento di grande successo per guardare avanti e cogliere l’opportunità offerta dal digitale» in un contesto in cui la carta è sempre meno redditizia, «perché il mondo va in questa direzione». Anche se il 2018 si chiude con una raccolta pubblicitaria di pari volume – 1 milione di euro – sia sul mensile, sia sul web, quest’ultimo registra un incremento del 40% rispetto all’anno scorso e permette ai ricavi da advertising complessivi di aumentare del 5% sul 2017. Luciano Bernardini de Pace
I risultati del cartaceo
Rolling Stone ha registrato diffusioni da 17mila fino a 20mila copie, in occasione delle copertine più “forti, come quelle sul Papa, Matteo Renzi, Bebe Vio, Matteo Salvini, su una tiratura media di 50mila copie: «Il successo di alcune copertine ha dato una grande notorietà al nostro giornale, che a livello pubblicitario chiude il 2018 con raccolta in linea con l’anno precedente». Ma il rapporto tra tirature ed effettive vendite non è più efficiente in termini di costi. Il trend del digitale, unito a un’incidenza sui costi del 30% contro il 70% del cartaceo – spiega ancora Bernardini de Pace – rende quest’ultimo business sempre meno interessante. «Siamo stati i primi, con coraggio, a uscire dagli schemi del mondo della musica parlando di nuovi artisti che ora sono di successo. Ma non possiamo passare il tempo a difendere il passato, rischiando di scomparire, e ignorare i cambiamenti in atto. Oggi i centri media sono poco interessati alla carta, ti chiedono progetti digitali. Dobbiamo parlare ai giovani attraverso i cellulari; dobbiamo riconoscere che oggi i veri media sono i marchi commerciali, basta vedere quanti follower hanno su Instagram certi brand della moda».
Il nuovo modello
Rolling Stone Italia si trasferisce sul digitale preceduto dall’edizione russa. Nella nuova veste si propone come creatore di contenuti e progetti speciali da veicolare sulle tre piattaforme social, deskotp e mobile a cui si aggiungono gli eventi, un business che nel 2018 ha generato ricavi per 350mila euro. Un modello che in Italia si è visto già con Wired, della Condé Nast, che aggiunge anche edizioni monografiche da collezione: «Non intendiamo andare sulla scia di nessuno – dice Bernardini de Pace -; al contrario, io voglio fare tendenza». Il sito rollingstone.it, diretto da Alessandro Giberti, si arricchirà ancora di più sul fronte video, long form, attualità e news. «Tutta la redazione – spiega l’editore -, a parte due grafici che si occupavano del cartaceo, è stata spostata sul digitale con l’incarico di trasformare una produttività da mensile in produttività da internet, riducendo i tempi di reazione». Per quanto riguarda Massimo Coppola, direttore editoriale di Rolling Stone cartaceo, resterà al fianco dell’editore come consulente strategico almeno fino al prossimo giugno, data di scadenza del contratto. Il direttore del mensile Giovanni Robertini ha lasciato il giornale lo scorso dicembre, sempre per scadenza del contratto, mentre il publisher Davide Da Rold rimane in forza alla testata.

img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 22/03/2019


The Lift

La più classica delle scene cinematografiche diviene il centro del nuovo spot di Bianco, brand di calzature danese nato nel 1987. L’ascensore - The Lift - è il luogo ideale per raccontare una storia, una storia che come tante vede protagonisti un ragazzo e una ragazza che non hanno il coraggio di parlarsi e di rivelarsi l’attrazione reciproca. “Esci fuori dalla tua testa”, è questo l’invito finale del commercial da quasi 5 minuti, realizzato dall’agenzia &Co.. Uno spot davvero davvero emozionante che ci fa immedesimare con i protagonisti.

LEGGI

Correlati

img
media

Autore: Redazione - 25/03/2019


Debutta "A cena con Paramount", solo sui canali digitali

Le novità di Paramount Network, il canale di intrattenimento Viacom International Media Networks Italia - in onda sul 27 del digitale terrestre (DTT) e sul canale 27 di Tivusat - non si fermano mai, anzi si allargano oltre il piccolo schermo. Non solo cinema e serie tv, ma anche originali e innovative produzioni italiane pensate esclusivamente per i canali digital della rete. È il caso di “A Cena Con Paramount”, novità in arrivo con protagonista d’eccezione Fabrizio Colica del duo Le Coliche da ieri visibile sul sito www.paramountnetwork.it e sugli account social ufficiali Paramount Network Italia Twitter (@paramountitalia), Instagram (@paramountnetworkitalia) e Facebook. Il programma Fabrizio Colica, webstar nel duo Le Coliche, in ogni pillola di A Cena Con Paramount indagherà con ironia e competenza il mondo del cinema e della cucina, mettendo “insieme il mondo della celluloide con quello della cellulite”. In ogni puntata (prodotta da Ascent Film e scritta da Armando Festa), Fabrizio sarà alle prese con la creazione di una ricetta ispirata a un film cult presente nel palinsesto di Paramount Network. Il comune denominatore di ogni appuntamento di A Cena Con Paramount sarà l’uso di un linguaggio leggero, divertente, capace di coinvolgere e far sorridere il grande pubblico.

LEGGI
img
media

Autore: Redazione - 25/03/2019


Cure-Naturali si rinnova e spinge la crescita di DeAbyDay.tv

Cure-Naturali, portale di riferimento nel settore del benessere e della vita naturale, continua a segnare una costante crescita dell’audience e rafforza il posizionamento di DeAbyDay.it, l’ecosistema di siti editoriali, social community e app di De Agostini Editore pensati per il pubblico femminile. Con un posizionamento ancora più centrato su qualità e rigore dei contenuti, Cure-Naturali si presenta oggi online in una versione completamente rinnovata nella user experience e nell’offerta editoriale: un progetto pensato per rispondere a una audience esigente e attenta nella ricerca di un’informazione sempre più di qualità. Soprattutto in tema di salute e benessere. La nuova veste grafica del sito restituisce, infine, un’immagine fresca e un’esperienza di fruizione pensata per la sempre crescente quota di audience che ogni giorno visita Cure-Naturali da smartphone. Prevenzione: al via partnership con Fondazione Irccs Cure-Naturali è un magazine online che da sempre promuove abitudini che migliorino la qualità della vita e l’armonia corpo/mente per un benessere “olistico”. L’attivazione di una i collaborazione editoriale con la Fondazione Irccs – Istituto Nazionale dei Tumori di Milano sul tema della prevenzione ha consentito di realizzare uno speciale dedicato a questi temi che ben si collocano all’interno del magazine. I numeri del network A gennaio 2019 il network DeAbyDay, con i siti Vita da mamma, Ricette e Sapori, Cure-Naturali, Eticamente (un nuovo sito dedicato al benessere interiore, nel network dall’1 marzo 2019) e Sapere raggiunge una unique audience di 6.455.000 utenti al mese, in crescita del 19% rispetto al dato di dicembre 2018 e del 38% rispetto alla media mensile dello stesso anno (fonte: Audiweb TDA 2018 e gennaio 2019), e consolida il suo ruolo di punto di riferimento nel panorama del benessere green. Oltre 17 milioni di pagine viste (fonte: Audiweb TDA) e una social community di oltre 2,2 milioni di utenti. Cure-Naturali, in particolare ha un database di 80mila utenti profilati e una fanbase social con oggi oltre 250 mila follower. La raccolta pubblicitaria è affidata a Manzoni Advertising, concessionaria esclusiva del network.

LEGGI
img
media

Autore: Redazione - 25/03/2019


Corriere della Sera presenta il nuovo sito dedicato all’economia

Corriere della Sera aggiunge una sezione alla sua offerta editoriale online, con cui si propone di aggiornare i lettori minuto per minuto sulle notizie del mondo dell’economia. Debutta online oggi economia.corriere.it, destinazione che conterrà aggiornamenti su tutti gli andamenti delle borse internazionali, oltre alle principali notizie dal mondo della finanza e della politica economica, con approfondimenti e analisi degli esperti. Le interviste ai protagonisti, le storie delle imprese che ce l’hanno fatta, il mondo delle partite IVA e dei professionisti.  All’interno di economia.corriere.it si parla di finanza, risparmio, tasse, consumi, casa, pensioni, imprese, innovazione e lavoro, attraverso nove canali ricchi di video-tutorial e notizie corredate da approfondimenti, raccolgono i grandi temi economici e gli argomenti di servizio, con attenzione anche alle esigenze informative di attualità che emergono dalle ricerche online degli utenti.  Due nuove newsletter quotidiane funzioneranno da reminder dei principali fatti economici e delle opinioni per orientarsi nel mondo dell’economia: “Ore 18” curata dalla redazione economica del Corriere della Sera e “Opinioni”, con il meglio degli approfondimenti economici della settimana, a cura delle principali firme di Corriere della Sera, come Alberto Alesina, Ferruccio de Bortoli, Dario di Vico, Maurizio Ferrera, Massimo Fracaro, Federico Fubini, Massimo Gaggi, Francesco Giavazzi, Daniele Manca, Lucrezia Reichlin, Nicola Saldutti. In occasione del lancio del nuovo canale, inoltre, dal 25 marzo al 1° aprile, Corriere della Sera offre eccezionalmente l’abbonamento “Naviga+”, con accesso illimitato a tutti gli articoli di corriere.it al prezzo straordinario di 1 euro al mese per 6 mesi. Il lancio del nuovo canale Economia di corriere.it è sostenuto da una campagna di comunicazione, realizzata da Hi! Comunicazione, pianificata sui mezzi RCS, con spot sulle reti Rai, Sky e La7 e attraverso i principali canali social e digitali. “Corriere della Sera con il nuovo canale amplia la sua offerta e fornisce a lettori e aziende la possibilità di accedere, anche online, a un’informazione rigorosa e autorevole su una tematica importante come quella economica - conclude Urbano Cairo, Presidente e Amministratore delegato di RCS MediaGroup - . Per RCS è un altro passo nel percorso di sviluppo de L’Economia, iniziato due anni fa con il settimanale, e nel rafforzamento delle nostre testate online, su cui, sempre più, stiamo concentrando investimenti e idee”. “Il nuovo canale economia aumenta le potenzialità di comunicazione di marca perché, insieme al settimanale cartaceo, da oggi, offre una piattaforma multimediale integrata, con una leadership unica nel panorama dell’informazione economica - , sottolinea Raimondo Zanaboni, direttore generale di RCS Pubblicità, che prosegue -. Lo hanno ben compreso le aziende che hanno aderito alla proposta di pianificare economia.corriere.it per tutto il primo mese, ABI Lab, American Express, Ford, Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, Porto Mirabello”.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy