ABBONATI

Epipoli: torna on air da domenica con il nuovo spot natalizio di PicNic, affida il planning a MediaXchange e mira a espandere le gift card

Autore: V Parazzoli


Il Gruppo fintech leader in carte prepagate, sistemi di engagement e couponing, di cui sono Presidente Gaetano Giannetto e M.D. Pina Panunzio punta molto sulle festività per consolidare le card come prodotti di consumo. E investe 1 milione di euro in un mese

Epipoli, Gruppo fintech leader di mercato nelle carte prepagate, nei sistemi di engagement e di couponing, torna on air dopo il primo flight di maggio per lanciare la campagna natalizia dedicata a Epipoli Prepagata Mastercard con uno spot da 15‘’ del tutto nuovo ideato appositamente per le festività sulle reti La7, Mediaset, Rai, Sky e Discovery dal 24 novembre al 24 dicembre. L’agenzia è sempre PicNic con produzione di The Big Mama, regia di Marcello Lucini, mentre per il planning - che è questa volta molto più articolato e dotato di un budget di 1 milione di euro per tre settimane di flight più una di pausa - la società di cui è fondatore e Presidente Gaetano Giannetto si è affidata a MediaXchange.

“Stai al passo coi tempi”

«Obiettivo strategico della comunicazione – spiega a DailyMedia Pina Panunzio, Marketing and Communication Director di Epipoli - è far conoscere al consumatore che si appresta a fare i regali di Natale tutte le potenzialità dell’uso della carta: sicura, utilizzabile per gli acquisti off e online nei 32 milioni di esercizi commerciali del circuito Mastercard e ideale anche per chi non ha un conto corrente: può essere infatti utilizzata persino dagli under-18. A supporto della comunicazione televisiva, ci saranno anche affissioni sui principali tram di Milano e attività sui punti vendita». Claim dello spot è “Quando si parla di regali: stai al passo coi tempi!”. Protagonista della campagna sono il papà che offre ai figli e alla moglie una bisaccia di sesterzi come regalo di Natale e una mamma 2.0 che interviene con una più contemporanea Epipoli Prepagata Mastercard. Epipoli è stato il primo Gruppo a introdurre le gift card in Italia, e a lanciare una prepagata Mastercard in Europa Continentale. «La campagna natalizia - aggiunge Giannetto - sottolinea con un pizzico d’ironia l’importanza di tenersi al passo con i tempi, specialmente in un settore in costante evoluzione come quello dei pagamenti digitali. Sicura anche per i più giovani e facile da utilizzare, Epipoli Prepagata Mastercard è lo strumento perfetto per lo shopping natalizio, oltre a essere l’equivalente digitale della più tradizionale paghetta».

La crescita

Oggi Epipoli è un prepaid payment network con 250 partner in oltre 50.000 punti vendita, e raggiunge con i propri servizi circa 4 milioni di consumatori. Dal 2017, con l’acquisizione di Groupalia, è il primo operatore italiano di couponing con 7.000 merchant connessi e 2 milioni di utenti. Il Gruppo, specializzato nell’innovazione e nel digital engagement, opera con 105 addetti e una proiezione di 120 milioni di ricavi tra Italia, Spagna e Grecia, dove è già attiva. Il fatturato 2019, già in crescita, potrebbe arrivare a quota 200 milioni l’anno prossimo grazie anche a un’altra nuova acquisizione. Sono in programma inoltre le aperture in Francia, Olanda e Paesi Scandinavi, mentre ci sono già consolidate relazioni con Stati Uniti e Cina, in ciascuno dei quali due Paesi il mercato delle gift card (sulle quali Epipoli opera dal 2006) vale 650 miliardi di dollari, con la specifica che nel citato Paese asiatico il 90% delle transazioni è fruito da cellulare. In Italia la situazione è più complessa perché vige il registro dei mediatori che rallenta la diffusione della moneta digitale a tutto vantaggio delle challenger banks, che mettono a disposizione i propri servizi unicamente attraverso app e smartphone e che, grazie alla loro vocazione decisamente tech (e ai costi contenuti), attirano soprattutto i millennials e si appoggiano ad altre imprese fintech e insurtech per offrire ai propri clienti servizi (come, ad esempio, piattaforme di investimento e di trasferimento di denaro) molto più agili e personalizzabili di quelli delle banche tradizionali.

Branded currency 

A fine maggio, con l’acquisizione di una minoranza qualificata, il fondo internazionale Bregal Milestone ha scelto di affiancare come partner finanziario strategico Epipoli nel suo sviluppo tecnologico e di mercato, nazionale – anche per la forte presenza di pmi nel tessuto imprenditoriale - e soprattutto internazionale. Il fondo, che gestisce asset per 400 milioni di euro, fa parte del Gruppo di private equity globale Bregal Investiments. «Epipoli, pioniere in Italia dell’innovazione digitale, è già oggi una delle più importanti aziende europee nel mercato dei servizi prepagati - spiega Giannetto - e con questa scelta riteniamo di poter ampliare la nostra sfida di mercato e accelerare la crescita, sia in termini dimensionali sia tecnologici. L’obiettivo strategico è quello di esportare nei  principali Paesi europei, procedendo attraverso acquisizioni,  la nostra piattaforma. Essa, oltre a gestire le gift card, consente l’utilizzo dei big data, degli analytics e delle tecniche di engagement e di loyalty nel mercato consumer in cui  siamo oggi ancora più forti  anche grazie alla recente citata acquisizione di Groupalia. Il modello di go-to-market di Epipoli è stato il primo a livello internazionale ad aver connotato i servizi prepagati come un prodotto di largo consumo gestito come una vera e propria categoria merceologica. La nostra piattaforma Fintech è lo strumento per creare branded currency nel più ampio contesto di customer engagement. In questo senso intendiamo non essere solo distributori ma sempre più creatori ed emettitori di gift card e di codici convertibili in questi strumenti».


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: - 22/02/2021


Fiat Panda, online con Leo Burnett, celebra la sua storia "social"

Fiat Panda è online con una nuova campagna che celebra la sua storia social e la capacità innata di mettere in contatto le persone. Capacità che Fiat Panda possiede fin dalle origini nel 1980, ancora prima dell’arrivo dei social network. Lo spot, con uno storytelling originariamente ideato per il mercato italiano, ha avuto un successo oltre le aspettative in Uk dove è in onda sui canali digital da dicembre 2020. Dagli inizi di febbraio è live anche in Italia su YouTube, Facebook con pianificazione media curata da Starcom. La creatività è firmata dalla sede torinese di Leo Burnett, hub strategico creativo e di coordinamento internazionale per i brand FCA, sotto la guida di Maurizio Spagnulo e la direzione creativa esecutiva di Francesco Martini. La forza della campagna vive nella sua narrazione vincente, nella scelta di raccontare unione, partecipazione e ottimismo, valori universali di cui oggi le persone hanno più che mai bisogno e che sono insiti nel DNA di Panda. Le scene dello spot sono studiate per farci riflettere su come Panda sia l’auto che da 40 anni ci accompagna nelle diverse esperienze di vita, da ragazzi e da adulti. Un’auto che è precursore dei tempi e che ancora prima della nascita del digitale è stata capace di unirci per davvero, di farci vivere una vita piena di emozioni e di autenticità, senza filtri social.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy