ABBONATI

Successo del convegno UPA “GDPR, comunicazione e attività di marketing: cosa cambia davvero in Italia. Istruzioni per l’uso”

Autore: Redazione


L’associazione guidata da Lorenzo Sassoli de Bianchi ha organizzato ieri con lo Studio legale FTCC un incontro sul tema della regolamentazione in arrivo sulla privacy

Su iniziativa di UPA, l’associazione delle aziende che investono in pubblicità, e dello Studio legale FTCC (Fusi Testa Cottafavi Canu) si è tenuto ieri a Milano, al Piccolo Teatro Grassi, un incontro aperto a tutto il mondo della comunicazione sul tema “GDPR, comunicazione e attività di marketing: cosa cambia davvero in Italia. Istruzioni per l’uso”. La partecipazione di Giovanna Bianchi Clerici, componente del Collegio del Garante Privacy, ha offerto lo spunto per un confronto diretto con l’Autorità su temi di grande impatto per la vita delle aziende, in un momento in cui la digitalizzazione permette di raccogliere dati sempre più ricchi e complessi e la capacità pressoché infinita di elaborazione delle informazioni rende più problematico il rapporto con il consumatore. Lorenzo Sassoli de Bianchi Nell’introduzione alla giornata, il presidente dell’UPA, Lorenzo Sassoli de Bianchi, ha ribadito agli oltre 500 presenti, rappresentanti del mondo imprenditoriale, pubblicitario, legale e della stampa, la necessità che per le aziende si inauguri una nuova stagione della cultura della privacy che deve diventare parte integrante della cultura aziendale, rispettando il consumatore e la sua identità. Il consumatore, così, acquisirà un ruolo attivo nel processo. Spesso vissuta come una barriera alle performance di business, la privacy, invece, se ben gestita, permette alle aziende di meglio selezionare tra la quantità di big data ormai patrimonio del sistema, rendendoli intellegibili e utilizzabili. Certamente la sua applicazione è una sfida enorme per le aziende, sia in termini di persone da dedicare che di costi da sostenere e di riassetti organizzativi. Il consumatore non si sentirà più escluso e potrà scegliere se, quando e come autorizzare l’uso dei propri dati. La data protection costituirà anche una leva per la creazione di posti di lavoro qualificati. All’alba dell’affermarsi dell’intelligenza artificiale, la data protection potrà essere uno strumento per umanizzare la quarta rivoluzione industriale aumentando il rispetto per gli esseri umani. Giovanna Bianchi Clerici Anche la presenza di Giovanna Bianchi Clerici ha portato un senso di sicurezza al bisogno di certezze da parte delle aziende, aiutando a dipanare la matassa e fornendo una bussola autorevole su cosa aspetta gli operatori da qui al 25 maggio, data dell’entrata in vigore del Regolamento. UPA ha cercato di muoversi con tempismo e attivismo insieme allo studio FTCC, producendo non solo formazione e linee guida sui diversi temi ma, anche, predisponendo documenti a copertura delle diverse necessità, dal modello di registro al fac-simile di nomina del DPO a vantaggio dei propri associati. Così come per i cookies, anche in questo caso il confronto con il Garante non può che essere di alto valore aggiunto. Un proficuo rapporto fra aziende e istituzioni permette di calare senza patemi i dettati normativi nella realtà operativa. Giovanna Bianchi Clerici, nel suo intervento, ha sottolineato come l’applicazione del Regolamento rappresenti una vera e propria rivoluzione copernicana nell’approccio alla protezione dei dati personali. E ha ricordato, in particolare, come il principio cardine del nuovo quadro normativo sia quello della responsabilizzazione di chi tratta i dati, il quale godrà di maggior autonomia rispetto al passato in merito alla loro gestione ma che, al contempo, dovrà valutare i rischi che alcuni trattamenti di dati personali presentano, e predisporre tutte le misure atte a proteggerli. Anche il ruolo del Garante cambia: non sarà più di tipo autorizzativo, ma di vigilanza sul rispetto delle regole. L’Autorità, ha aggiunto la componente del Collegio, è impegnata ad accompagnare i soggetti pubblici e privati nell’attuazione delle nuove norme con un costante lavoro di formazione e informazione, anche attraverso linee guida all’applicazione del Regolamento. I contributi dello Studio FTCC Si è passati poi alla parte più operativa della mattinata, coordinata da Cinzia Gaeta, presidente della commissione giuridica di UPA, con le relazioni degli avvocati Paolina Testa, Santina Parrello e Pierluigi Cottafavi dello Studio FTCC che, entrando nello specifico delle regole che interessano il mondo della comunicazione, hanno illustrato quali nuovi adempimenti devono essere messi in campo dalle aziende rispetto alla legge attuale di data protection. Questo lavoro di confronto permette agli operatori di integrare o sostituire prassi precedentemente adottate per la data privacy, rendendo più snello il processo dove l’azienda fosse già in regola con normative precedenti. Alcuni temi delicati quali i dati sui minori, la profilazione, ma anche le norme che regolano informativa e consenso, sono stati illustrati dai legali, anche con riferimento a casi concreti. Tommaso Giola Interessante è stato anche aver introdotto alcune case history di raccolta e utilizzo dei dati ai fini pubblicitari in ambiente digitale e di averne sollevato il confronto con i legali, ponendo quesiti al fine di essere aderenti alle normative. Alberto Vivaldelli, responsabile digital di UPA, ha illustrato le motivazioni che hanno reso opportuno questo dibattito e ha introdotto la presentazione di Tommaso Giola, co-founder & coo di Neodata Group, che ha parlato di operazioni di riconciliazione dei diversi profili e delle differenze di comportamento nel trattare dati di 1° parte o di 3° parte ma anche di utilizzo di dati nei processi di inferenza e di profilazioni di utenti presenti nel CRM. Corrado Pomodoro Infine, molto importante il trasferimento dei dati all’estero per elaborazioni particolari (oggi sempre più i server sono dislocati in tutto il mondo anche per convenienza economica) e le regole di ingaggio per accesso e utilizzo dei dati nei Paesi extra UE. Il dibattito ha richiamato anche il tema della sicurezza nella conservazione e nella gestione dei dati: Corrado Pomodoro, senior manager di HSPI, ha parlato di analisi dei rischi IT, delle tecniche per valutarli, di come selezionare le misure di sicurezza e quali sono i punti di riferimento per non partire da zero nel complesso mondo della cybersecurity. La parola “rischi” infatti ricorre oltre 80 volte nel testo del GDPR, ma cosa sono i rischi? E come affrontarli? È questo il compito degli specialisti. Le aziende L’ultima parte della mattinata ha visto tre aziende illustrare quali sistemi e modelli hanno adottato al loro interno per gestire i flussi informativi che le diverse parti operative generano quotidianamente: dalla gestione dei dati del consumatore attraverso accesso al sito, operazioni a premio, CRM alle liste di fornitori o al personale. Gianluca De Girolamo di Ferrero, Stefania Furlanetto di Heineken e Ada Fiaschi di Alitalia hanno portato un contributo concreto e anticipatore al convegno. Da registrare, infine, anche che UPA ha aperto un tavolo di lavoro permanente con il Garante per monitorare l’avanzamento delle normative in tema di privacy.  

Tag:

Upa

img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 22/02/2024


Mediaplus si aggiudica la gara per strategia, planning e digital marketing di Sperlari Group; il budget è di 5 milioni di euro

Sperlari Group, azienda italiana del settore dolciario con oltre 180 anni di storia, ha annunciato l’avvio della collaborazione con Mediaplus Italia, dopo averla scelta come agenzia di riferimento per la gestione delle sue campagne di comunicazione e, più nello specifico, per strategia, planning media off e online, e digital marketing. La selezione di Mediaplus Italia, che subentra nell’incarico a GroupM, è avvenuta al termine di una procedura di gara. Il budget è stimabile nell’ordine dei 5 milioni di euro. La sinergia tra le due realtà cade in un momento cruciale per la strategia di sviluppo di Sperlari Group, con l’inaugurazione di una nuova era di comunicazione di marca, virata verso l’innovazione e la trasformazione digitale. La collaborazione “Siamo entusiasti di avviare questa collaborazione con Mediaplus Italia. La nostra decisione di scegliere un partner indipendente riflette la nostra ricerca di una relazione personalizzata che si adatti perfettamente alle specificità dei nostri bisogni. Confidiamo di poter costruire insieme strategie di comunicazione che siano veramente su misura per i nostri brand”, ha commentato Bernadette Bevacqua, CEO di Sperlari Group Italia. Il primo frutto della collaborazione tra Sperlari Group e l’agenzia guidata dal CEO Vittorio Bucci è la campagna di Saila, una comunicazione a due fasi realizzata con l’obiettivo di massimizzare l’awareness del nuovo posizionamento facendo leva su un ambassador d’eccezione come Christian Vieri. Il media mix prevede una pianificazione video sui principali touchpoint in-target per la veicolazione del concept “La caramella del bomber” e un successivo boost su Meta, YouTube e DAZN per la promozione del concorso “Leggende da Bar”.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 13/02/2024


Jakala firma la nuova campagna di Edenred Italia con protagonista Valerio Lundini, on air su radio, tv e social media

Edenred Italia, leader nelle soluzioni per il mondo del lavoro, presenta la nuova campagna pubblicitaria dedicata al suo iconico Ticket Restaurant. Ideata, realizzata e pianificata per il secondo anno da JAKALA, azienda specializzata nel traghettare le aziende verso la trasformazione digitale attraverso l’intelligenza artificiale, con soluzioni complete per il mondo advertising, la campagna vede la realizzazione di un nuovo spot con la partecipazione speciale del comico e conduttore italiano Valerio Lundini. Hai un’azienda o una partita Iva? Gioca di fantasia. Quale potrebbe essere il tuo sogno più ambizioso e inimmaginabile? Uno strumento che sia smart e vantaggioso perla pausa pranzo, la spesa e il food delivery, che possa aiutarti ad ottenere vantaggi fiscali. Non serve il Genio della lampada per esaudire questo desiderio: esiste già, è Ticket Restaurant! Nel nuovo spot Valerio Lundini interpreta contemporaneamente se stesso e uno stanchissimo Genio della Lampada: ormai ha già esaudito due dei tre famigerati desideri, ma per il terzo proprio non si riesce a venirne a capo. E quando pensa di aver trovato qualcosa che proprio gli servirebbe...Esiste già. È la Soluzione Geniale per la Deduzione Fiscale. Anche questa volta si rinnova la partnership con Courage alla produzione e Riccardo Digiacomo alla regia, con il suo sguardo immaginifico e ironico. La campagna si articola in diversi flight nel corso di tutto il 2024. La pianificazione tv prevede la messa in onda dello spot sulle principali emittenti nazionali (Mediaset, Rai, Sky, La7) ed è affiancata da una pianificazione radio su stazioni e programmi molto legati al target B2B (Radio24, Radio Rai, Radio Capital, Radio Deejay, RMC, RDS). In concomitanza con i flight tv e radio è prevista presenza della campagna anche sul digital con formati display e video sui principali network e publisher e su mondo Meta, TikTok, YouTube e DAZN.  Il commento “Per il secondo anno Valerio Lundini è il protagonista dello spot di Edenred Italia», ha dichiarato Giorgio Sacconi, Digital & Media Managing Director di JAKALA. «Con la sua partecipazione prosegue e si potenzia il percorso intrapreso con la campagna precedente di associazione con il brand e di riconoscibilità del marchio per un pubblico trasversale e sempre più ampio. Quest’anno Valerio non si è limitato al contributo già prezioso di interpretazione e arricchimento dello script, ma ha lavorato in prima persona all’idea creativa insieme al nostro team creativo”. Credits Creative Director: Marta Bacigalupo  Head of Creatives: Gabriele Salamone Copywriter: Angelo Curci Art Director: Giacomo Conti  CdP: Courage Regia: Riccardo Digiacomo Direttore della fotografia: Timon Le Graaf Boelè Fotografo: Dario Bologna

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy