ABBONATI

Casta Diva Group approva la semestrale e si rafforza negli eventi, attraverso la creazione di District con Matteo Valcelli ed Ernesto De Pellegrini

Autore: Redazione


Il Gruppo, di cui sono presidente Andrea De Micheli e amministratore delegato Luca Oddo, ha chiuso la prima parte dell’anno con un valore della produzione pario a 10,8 milioni e un ebitda adjusted in forte crescita. E, con la nuova società, triplica il valore del settore eventi

Il CdA di Casta Diva Group, riunitosi ieri sotto la presidenza di Andrea De Micheli, ha approvato la relazione semestrale al 30 giugno 2018. Il valore della produzione è pari a 10,8 milioni di euro (realizzato per il 43% all’estero), in diminuzione rispetto ai 12,3 al 30 giugno 2017, anche per effetto di fattori esogeni legati all’andamento del tasso di cambio della lira turca e del pesos argentino, che hanno impattato sulle performance delle controllate CDP Turchia e CDP Argentina (società che, al netto dell’effetto del tasso di cambio hanno registrato un fatturato in crescita del 20%). Il fatturato è pari a 9,9 milioni, in diminuzione rispetto ai 14,2 al 30 giugno 2017, così suddiviso per area di business: advertising production (produzione e post produzione di spot, video digitali e video content), 6,3 milioni (8,7 al 30 giugno 2017); eventi (live & digital communication: organizzazione di convention, eventi web based, roadshow, forums, stand fieristici, team building, lanci di prodotto, eventi esperienziali per il target b2b, 2,2 milioni (3,6 al 30 giugno 2017); entertaiment (branded content, film e serie tv, live entertainment - concerts and performances), 1,4 milioni (1,9 al 30 giugno 2017). L’ebitda è pari a 0,06 milioni (0,7 al 30 giugno 2017). L’ebitda adjusted è pari a 0,8 milioni, pari al 7,4% del valore della produzione, in forte crescita rispetto al 5,5% del 30 giugno 2017. L’ebitda adjusted è calcolato al lordo di costi non ricorrenti pari a 747.000 euro; tali costi sono riferibili a: bonus straordinario, conferito al management nazionale e internazionale il 10 gennaio 2018 (240.000); costi non ricorrenti in favore di un dipendente di Casta Diva Events (50.000); costi sostenuti da Casta Diva Events per la partecipazione a una gara nel settore della Pubblica Amministrazione che si è conclusa in maniera negativa in seguito a un contenzioso (330.000); spese legali ed amministrative per un contenzioso legale conclusosi favorevolmente (per un totale di 142.000 euro).

L’Ebitda adjusted

I costi operativi sono in costante riduzione in percentuale rispetto ai ricavi; anche nel primo semestre 2018 è proseguita un’attenta azione per rendere i costi operativi più in linea con il mercato. Sono stati rivisti gli accordi commerciali, le politiche di incentivazione e le parti fisse dei costi, per adeguare la struttura dei costi ai ricavi di vendita. Grazie a queste politiche commerciali, il rapporto fra il valore della produzione e l’Ebitda adjusted è cresciuto dal 3% nel 2016 al 5,5% del 30 giugno 2017 e al 7,4% del primo semestre 2018. L’Ebit è pari a -0,6 milioni (0,3 al 30 giugno 2017), dopo ammortamenti, svalutazioni e accantonamenti pari a 0,7 milioni (0,4 al 30 giugno 2017). Il risultato netto è pari a -1,0 milioni (-0,07 al 30 giugno 2017), dopo imposte pari a 0,3 milioni, in linea con il dato al 30 giugno 2017. La posizione finanziaria netta è pari a 1,9 milioni; la variazione rispetto al 31 dicembre 2017 (-1,8 milioni di euro) è dovuta soprattutto all’incremento del CCN, all’attività di M&A e di investimento che la società sta realizzando come indicato nel Piano Industriale 2018-2020.

District

Casta Diva Group ritiene che, grazie ai risultati ottenuti nella semestrale 2018 e grazie alla rilevante operazione nel campo degli eventi, sottoscritta ieri, e riferita alla società District, che apporterà al fatturato consolidato un contributo di 12 milioni, è prevedibile il superamento degli obiettivi strategici comunicati il 21 giugno. Anche a seguito di un’attenta analisi delle potenziali sinergie derivanti  dall’integrazione delle nuove realtà nel Gruppo, il CdA di Casta  Diva Group procederà nei prossimi mesi all’elaborazione di un Piano Strategico che rifletta il nuovo perimetro di consolidamento. Nel dettaglio, Casta Diva Group ha annunciato ieri infatti la sottoscrizione di un accordo vincolante con Matteo Valcelli, azionista di riferimento di G.2 Eventi Srl (G2) e procuratore dei soci di MeTe Travel and Events Srl (MeTe), per la costituzione di District, in cui Casta Diva Group SpA conferirà il 100% di Casta Diva Events Srl (CDE) e Valcelli, attraverso una Newco appositamente costituita e controllata, e già conferitaria delle partecipazioni totalitarie in G2 e MeTe, conferirà il 100% di queste ultime società. Al termine dell’operazione, previsto entro novembre 2018, District sarà partecipata al 51% da Casta Diva Group e al 49% da Newco, in funzione del valore di conferimento delle società CDE, da parte di CDG, e G2 e MeTe, da parte della Newco, nonché dell’aumento di capitale sottoscritto, dalle parti, attraverso compensazione dei rispettivi crediti da cessione delle partecipazioni a District ed eventuali conguagli in denaro. Le partecipazioni in G2, MeTe e CDE, trasferite in District, saranno valutate con il metodo del moltiplicatore dell’Ebitda. Inoltre, è prevista la determinazione di un conguaglio in denaro da parte di CDG, in quattro rate semestrali uguali, pari alla differenza tra il valore del 51% di G2 e MeTe e quello del 49% di CDE, al fine del raggiungimento della partecipazione al capitale di District.

La governance

Casta Diva Group e Matteo Valcelli avranno un lock-up di 24 mesi; per Valcelli è previsto inoltre un patto di non concorrenza di 2 anni. L‘eventuale vendita di azioni sarà soggetta al gradimento degli altri soci. La governance di District sarà affidata a un CdA di 3 persone - 2 nominate da Newco e 1 da CDG – e sarà così composto: Valcelli, presidente; Ernesto de Pellegrini e Francesco Merone, consiglieri. L’accordo prevede inoltre clausole di call a favore dei CDG sulla totalità delle quote di District, di drag-along a favore di CDG e di way-out a favore di Valcelli dal 2022 da esercitarsi mediante conversione in quote del soggetto controllante CDG ovvero da regolarsi in denaro.

I protagonisti

G.2 Eventi e MeTe Travel and Events sono società molto note nel settore degli eventi in Italia e registrano complessivamente un valore della produzione di oltre 12 milioni. CDE fattura complessivamente oltre 5 milioni. G2 vanta una ventennale esperienza nell’analisi, progettazione e organizzazione di grandi eventi che ha messo a disposizione di clienti quali Gruppo Allianz, AllianzBank, Ferrovie dello  Stato, Mediaset, Gruppo Marazzi, Banco BPM, Gruppo CREVAL, Gruppo AON e Mazda Group. All’interno dell’agenzia, la divisione G4 Turismo, agenzia di viaggi e tour operator, offre ai project leader il supporto necessario per i servizi di viaggio. G2 ha registrato nel 2017 un valore della produzione pari a 7,8 milioni, un Ebitda pari a 0,4 milioni e una posizione finanziaria netta pari a 0,25 milioni. MeTe è specializzata nella gestione di segreterie organizzative per eventi complessi con migliaia di partecipanti, nella gestione logistico-tecnica degli eventi e nei corsi di formazione. Ha registrato nel 2017 un valore della produzione pari a 4,4 milioni, un Ebitda pari a 0,2 milioni e una posizione finanziaria netta pari a -0,1 milioni. Casta Diva Group, attraverso District, potrà proporre questi nuovi servizi a tutti i propri clienti, anche a quelli delle sue 14 sedi estere, espandendo così l’attività del settore eventi a livello internazionale. Grazie a questa operazione, che apporta al fatturato consolidato un contributo di 12 milioni, è prevedibile come detto il superamento degli obiettivi strategici comunicati in data 21 giugno.

I commenti

Andrea De Micheli e Luca Oddo, rispettivamente Chairman e CEO di Casta Diva Group: “Quest’operazione rappresenta una delle più significative degli ultimi anni nel mercato degli eventi in Italia. Segna l’unione tra società perfettamente complementari per clienti,  competenze e servizi. La forte creatività di Casta Diva e le occasioni di business che nascono dalla gestione di Blue Note e Blue Note Off si innestano sulla forte competenza nell’organizzazione di grandi eventi, nella logistica, nella gestione di viaggi incentive e non, e nella creazione di corsi di formazione che G2 e MeTe hanno accumulato negli anni. Ogni componente di questa unione potrà proporre ai propri clienti altri servizi e contiamo che in questo contesto si crei una sinergia vincente, anche a livello internazionale. Abbiamo inoltre percepito una piena condivisione di progetti e obiettivi tra noi e i partner di G2 e MeTe, Valcelli e De Pellegrini. District potrà contare su un fatturato di circa 18 milioni che la porrebbe tra le primissime agenzie in Italia, ma le sinergie che abbiamo in mente miglioreranno ulteriormente questo risultato”. Valcelli, presidente di G.2 Eventi, e De Pellegrini, a.d. di MeTe Travel and Events: “Dopo 20 anni di azienda abbiamo ora la possibilità di consolidare la nostra esperienza all’interno di un Gruppo molto più articolato, dando vita nello stesso tempo a una nuova avventura nel campo degli eventi, unica nel suo genere. Si tratta a nostro avviso di un’operazione molto importante e siamo felici di esserne protagonisti e di poter dare il nostro contributo alla definizione di un nuovo scenario nel nostro settore, non solo in Italia, ma anche all’estero”.


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 05/10/2022


iProspect di Dentsu vince la gara per il media offline europeo di BMW Group e consolida in Italia l’incarico da 30 milioni

BMW Group ha nominato iProspect di Dentsu come agenzia per i media offline per i suoi marchi BMW e MINI in Europa. L'incarico fa seguito a una gara aperta lo scorso maggio, che comprendeva nella fase finale anche Wavemaker di GroupM. Grazie a questa vittoria, iProspect è stata nominata agenzia media offline di riferimento per la regione, dove BMW e MINI consolidano la loro strategia media offline, la pianificazione e l'acquisto in un'unica rete di agenzie. Grazie alla partnership a lungo termine con BMW Group, l'agenzia che fa parte del gruppo guidato in Italia dal CEO Paolo Stucchi, si occuperà di media offline in 24 mercati EMEA, tra cui Regno Unito, Spagna, Italia, Francia, Svezia, Polonia e Germania. Per il nostro Paese, dove il budget 2021 era stimabile in 30 milioni di euro, si tratta di una conferma. iProspect, infatti, si occupava già del media di nove mercati in Europa: Italia, Francia, Spagna, Paesi Bassi, Svizzera, Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia. Lavorando con BMW Group in questi Paesi, i team dell'agenzia in Europa hanno capito cosa serve per accelerare la crescita del marchio. Con l'ampliamento dell'offerta e l'ingresso in 15 nuovi territori, iProspect continuerà a dimostrare il valore della costruzione del marchio basata sulle performance attraverso i canali media offline per BMW e MINI. iProspect lavorerà in stretta collaborazione con The Marcom Engine come agenzia media online partner, che sta già lavorando con BMW Group in Europa. Nella fase iniziale della gara c’era anche Mediaplus, che gestisce il digitale nel contesto di The Engine, il progetto di marketing integrato in 26 Paesi europei che la casa automobilistica tedesca ha affidato anche a MediaMonks di S4 Capital, Berylls Strategy Advisors, sigla tedesca di consulenza manageriale specializzata nell’industria automobilistica, e Gruppo Serviceplan, cui fa capo appunto Mediaplus come responsabile di componenti tecnologici e dati nonché della gestione delle interfacce locali a supporto delle responsabilità di marketing-as-a-service. Il commento "Sono orgoglioso della partnership a lungo termine che abbiamo stretto con BMW Group in molti mercati europei negli ultimi dieci anni e sono entusiasta di espandere questo rapporto in nuovi mercati. La passione per i suoi marchi e l'impegno a creare un valore commerciale misurabile attraverso i media sono una parte essenziale di questo incarico. Non vediamo l'ora di portare un pensiero più progressista, approfondimenti sui consumatori e un modello di servizio altamente collaborativo per aiutare BMW e MINI a far progredire il loro business", ha dichiarato Thomas Le Thierry, CEO EMEA, Media, dentsu international. La creatività Sul fronte creativo, l’agenzia di riferimento globale, che si chiama TheGame Group, è stata appositamente costituita dal raggruppamento che ha vinto a fine febbraio 2021 la relativa gara e che comprende Jung von Matt e Experience One. Questa sigla si occupa anche delle relazioni pubbliche del cliente automobilistico, avvalendosi inoltre, per la comunicazione corporate e i social media, della collaborazione con Looping Group, sigla anch’essa appositamente costituita in Inghilterra da Looping Group International. Sulla marca, in Italia, opera creativamente anche M&C Saatchi.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 06/10/2022


Digitouch Marketing vince la gara di Eurobet.live per la sua prima adv multicanale con Luca Toni testimonial

Eurobet.live, la piattaforma su cui mantenersi costantemente aggiornati su risultati, statistiche e classifiche sportive, affida a Digitouch Marketing la realizzazione della campagna multichannel. L’obiettivo è quello di consolidare l’awareness e diffondere la conoscenza del brand presso uno specifico segmento di pubblico, individuato in giovani e adulti appassionati di sport. Il merito del team di Digitouch Marketing sta nell’aver saputo ideare un concept altamente calzante attorno a cui costruire contenuti destinati a canali diversi ma perfettamente integrati tra di loro, quali la tv, il digital e i social del brand, oltre che nell’aver individuato un testimonial coerente e in linea con il target individuato. “Tira fuori l’esperto che è in te.”, infatti, sarà il messaggio che guiderà l’intera campagna, grazie al contributo dell’ex calciatore della nazionale Luca Toni. Il campione del mondo è protagonista dell’ironico spot tv on air da domenica 2 ottobre, nonché di una serie di podcast di prossima realizzazione. Il team Digitouch Picture, la casa di produzione interna di Digitouch Marketing, si è inoltre occupato della realizzazione dello shooting propedeutico alla produzione dei visual per gli asset digital, i social e per le campagne media. Il media planning è interno. “Questo è un ottimo esempio di utilizzo intelligente e sensato di un testimonial, non solo credibile per il target ma anche perfettamente contestualizzato al messaggio di comunicazione del brand con un interessante insight”, afferma Sergio Spaccavento, Chief Creative Officer di Digitouch. “La realizzazione di questa nuova campagna multichannel con Digitouch Marketing rafforza il nostro legame con gli appassionati di sport – dichiara Alexis Grigoriadis, Marketing Director di Entain Italia –. La scelta di Luca Toni in qualità di testimonial è inoltre sinonimo di competenza, esperienza e credibilità per un progetto legato all’immediatezza e alla puntualità nella comunicazione in real time”. Credits Chief Creative Officer: Sergio Spaccavento Managing Partner: Marco Boschian-Pest Senior Account Executive: Alessandra Masseroni Senior Copywriter: Andrea Bomentre Senior Art Director: Paolo Montanari Supervisor Digitouch Picture: Eugenio Rinaldi Casa di Produzione: Visionaria Film Regia: Riccardo Paoletti

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy