ABBONATI

Salute e benessere: Riza Edizioni verso il lancio di un nuovo mensile femminile

Autore:


Doris Tieger, Direttore Vendite pubblicità della casa editrice fondata e diretta da Raffaele Morelli, illustra a DailyMedia le ultime novità, costruite attorno al lettore e caratterizzate da una sempre maggiore attenzione nei confronti del digitale

Doris Tieger, Direttore Vendite pubblicità di Riza Edizioni fondata e diretta da Raffaele Morelli, che da quasi 40 anni rappresenta in Italia il riferimento per eccellenza del mondo del benessere e della salute naturale, illustra a DailyMedia le novità che coinvolgono la casa editrice. Tra le iniziative di Riza figurano il prossimo lancio di un mensile rivolto a un pubblico femminile e la sempre maggiore attenzione al digitale, concretizzatasi nel live di un nuovo sito. Con una certezza: Riza costruisce il suo operato “attorno” al lettore.

Signora Tieger, Riza racconta il benessere al suo pubblico da quasi 40 anni. Che cambiamenti ci sono stati per voi in questi ultimi anni, in termini di comunicazione e approccio nel settore pubblicitario?

Non parlerei di cambiamenti, ma solo adeguamenti alle esigenze del mercato e ai nuovi orientamenti comunicazionali rivolti al mondo digitale. Abbiamo realizzato un nuovo sito che ritengo rappresenti molto bene la nostra identità e che adesso vogliamo sviluppare mettendolo al servizio non solo dell’informazione ma anche della comunicazione delle aziende impegnate nel sistema della salute e del benessere. Il lavoro di Riza è sempre stato un approccio a 360°. Noi rappresentiamo il benessere e le Aziende che ci scelgono come mezzo di comunicazione possono avvicinare il pubblico italiano più attento al mondo della salute naturale.

In un mondo sempre più digitalizzato, quali sono i punti di forza delle vostre riviste, per cui le aziende vi scelgono come mezzo di divulgazione?

Il nostro editore crede sempre molto nella carta stampata, perché non è solo informazione, ma una vera e propria formazione per il nostro pubblico. Il numero dei nostri lettori lo conferma. Sono loro che rappresentano la risposta ma anche il forte plus delle nostre proposte. La grande capacità sta nel voler ascoltare i bisogni delle persone e saper rispondere alle esigenze del lettorato. Ecco perché ogni rivista del gruppo Riza è costruita “attorno” al suo lettore. Vede, il vantaggio di Edizioni Riza, è che i nostri autori, Raffaele Morelli in testa, sono tutti grandi esperti nell’area del benessere. È per questo che il nostro lettorato si fida e ci segue.

Davvero potete contare sulla fidelizzazione in tempi in cui il mercato sembra risultare molto più distratto e sollecitato con tante e continue nuove proposte?

A maggior ragione. Tra le tantissime proposte, molto spesso l’utente non sa come orientarsi. Non sa se quello che legge, soprattutto nel web sia credibile o meno. Ecco quindi che un brand consolidato come Riza, è un punto di riferimento che trasmette fiducia e affidabilità. E aiuta nelle scelte. Molte aziende hanno scelto noi per presentare sul mercato nuovi prodotti. Siamo un punto di partenza per chiarire subito al mercato che alla base c’è la qualità. Questo è il ruolo di Riza, un trait d’union tra aziende e consumatori per dare visibilità autorevole al primo e la migliore informazione al secondo.

Dalle ultime statistiche risulta che l’interesse del pubblico verso i temi della salute e del benessere sia in costante crescita. Questo, in qualche modo, vi favorisce?

Certamente. Oggi la salute e la qualità della vita sono ai primi posti dei valori del pubblico. Lo confermano i consumi e anche i numeri che realizzano le nostre pubblicazioni in edicola. Le riviste di Riza, nella loro globalità, vengono lette ogni mese da circa 1.200.000 persone. L’utenza del web conta mediamente 1.000.000 di visitatori unici ogni mese. Come dicevo prima, con la realizzazione del nuovo sito confidiamo in una crescita che ci vedrà raddoppiare l’utenza entro i prossimi 12 mesi. Chi affida a Riza la propria comunicazione sceglie di parlare a un“mondo” di persone che si occupano di benessere e che fanno tutto quanto in loro potere per stare e vivere meglio. Un pubblico prevalentemente femminile, con buona scolarità, alto potere d’acquisto, opinion leader che orienta le scelte anche di familiari e amici, che si fidano del marchio Riza. Perché chi legge Riza è considerato persona “competente”.

A quali aziende vi rivolgete?

Tendenzialmente ad aziende legate al mondo del naturale: dall’alimentazione, agli integratori, alla cosmesi, alle cure e alla prevenzione. Ma uno stile di vita rivolto al naturale non preclude un’alta disponibilità economica anche in settori diversi come quelli culturali e tecnologici.

Ritiene utile gestire la raccolta pubblicitaria internamente  alla casa editrice?

Per un editore come Riza sicuramente sì. Noi siamo una squadra di persone in grado di studiare e realizzare assieme alle aziende e alle loro agenzie dei progetti di comunicazione estremamente mirati e personalizzati. Potrei farle molti esempi di progetti che hanno portato tantissima visibilità, autorevolezza e successo ai nostri inserzionisti.

Per il futuro quali sono i vostri progetti?

Abbiamo in previsione molti progetti. Il più importante uscirà a breve: un nuovo mensile dedicato all’universo femminile e indirizzato soprattutto alle donne che sono nel periodo migliore della loro vita: 45-50 anni e oltre. Ma di questo ve ne parlerà il nostro editore nei prossimi giorni.


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 01/03/2024


Sky apre una gara media europea: in Italia il budget da 70 milioni di euro è gestito da Wavemaker per l’offline e l’online

Il Gruppo Sky ha indetto un pitch per il suo account media europeo, attualmente gestito da EssenceMediacom. I mercati in esame comprendono Regno Unito, Irlanda, Italia e la regione DACH (Germania, Austria e Svizzera). The Aperto Partnership starebbe gestendo la revisione, ma ha rifiutato di commentare quando è stata contattata da Campaign, che ha pubblicato ieri la notizia. Si ritiene che Sky abbia incontrato i principali gruppi di holding. Nel 2022 la spesa europea per i media era stimata in circa 470 milioni di sterline all’anno. L’ultima revisione dell’account media di Sky ha avuto luogo nel 2017, la prima in 13 anni, quando EssenceMediacom, allora MediaCom, ha mantenuto l’account in una gara a tre contro Zenith di Publicis Groupe e Carat di Dentsu. L’agenzia gestiva già il Regno Unito, l’Irlanda, la Spagna e l’Austria, ma in seguito alla revisione ha rilevato la search del Regno Unito da iProspect e ha assunto la responsabilità esclusiva del mercato tedesco, che prima condivideva con Mindshare. La revisione non ha incluso l’Italia, dove Sky investe 70 milioni di euro, gestiti attualmente da Wavemaker sia per l’offline che per l’online. Nel 2022, MediaCom ha ampliato le sue competenze e ha rilevato il pay-per-click, il programmatic e l’ottimizzazione dei motori di ricerca da Merkle di Dentsu. Anche Wavemaker, agenzia di GroupM, ha ampliato le sue competenze in Italia includendo i media digitali. Questa revisione rappresenta una sfida per EssenceMediacom, che per la prima volta difende uno dei suoi account più importanti dopo la fusione tra Essence e MediaCom. Alla fine del 2022, l’agenzia ha mantenuto un altro dei suoi maggiori clienti, Tesco, con la sua proposta di fusione. Un portavoce di Sky ha dichiarato: “Nei prossimi mesi Sky indirà una gara per i servizi di media planning e buying in tutto il Gruppo Sky. L’ultima gara per questi servizi è stata indetta da Sky nel 2017”. Secondo fonti industriali, Sky ha speso circa 250 milioni di sterline per l’acquisto di media nel Regno Unito nel 2022 e 183 milioni di sterline nei primi nove mesi del 2023. EssenceMediacom non ha voluto commentare.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/02/2024


ENPA insieme a TBWA\Italia per la nuova campagna multisoggetto prodotta dalla cdp Doc Artist

È online la campagna Imperfetti cercasi, realizzata da TBWA\Italia per ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), un progetto che vuole invitare le persone ad adottare animali abbandonati. Una gattina tra i gomitoli, un cane seduto a tavola, un coniglio che saltella tra le scatole: protagonisti indiscussi della campagna sono proprio gli animali da compagnia che amano in modo incondizionato noi e le nostre imperfezioni. Così, nei 5 soggetti e nel video di lancio, Onda, felice che il padrone sia pigro a sparecchiare, può gettarsi indisturbata sugli avanzi; Sweety gioca con i gomitoli lasciati in giro dal padrone “vecchio dentro” appassionato di cucito; Max salta fra le scatole di vestiti nuovi che il padrone “fashion victim” ordina in continuazione...  La campagna, che inaugura la collaborazione tra TBWA\Italia ed ENPA è pianificata su stampa, digital, social e radio. Un invito agli “imperfetti” di tutta Italia: adottate con ENPA e avrete al vostro fianco qualcuno che saprà apprezzarvi senza se e senza ma. Hanno lavorato al progetto Alessandro Monti (copywriter) e Yara Saad (art director) con la direzione creativa di Vittoria Apicella e Frank Guarini. Chief Creative Officer: Mirco Pagano. La produzione è di Doc Artist, con regia e fotografie di Gabriele Inzaghi.  Post produzione audio di SuoniLab. Hanno prestato le proprie voci al progetto Flavia Altomonte, Luca Appetiti, Stefano Mondini e Valentina Tomada. I protagonisti dello spot sono: Calma, Ofelia, Onda, Loulou, Max, Shy e Sweety.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy