ABBONATI

Leo Burnett svela le venti campagne che potrebbero vincere un Lion e i trend creativi di quest’anno

Autore: Redazione


In un anno di grandi cambiamenti, dalle Cannes Predictions 2018 emerge uno stile rivoluzionario. E cinque temi chiave che spaziano da spettacolarizzazione e agilità a personalizzazione e spontaneità

Leo Burnett Worldwide ha pubblicato la sua 31esima edizione delle Cannes Predictions, individuando i primi venti concorrenti più gettonati in vista della 65esima edizione del Festival Internazionale della Creatività, che si terrà dal 18 al 22 giugno. Negli anni le previsioni, curate da Mark Tutssel, Worldwide Executive Chairman & Global Chief Creative Officer di Leo Burnett, hanno registrato una precisione di quasi l’85%. Tutssel tornerà come Presidente di giuria per la quinta volta quest’anno, presiedendo, inn particolare, i nuovissimi “Sustainable Development Goals Lions”. “È un anno entusiasmante e pieno di cambiamenti a Cannes, con nuove premiazioni semplificate che ci consentiranno di essere più concentrati che mai sul riconoscimento della creatività audace”, ha dichiarato Tutssel. L’elenco Cannes Predictions riflette anche le tendenze globali che alimentano il settore. Quest’anno ne sono emerse cinque, in particolare:

L’epicità in episodi

Come sono diventate già dei cult due campagne che si contendono fortemente i premi di quest’anno come “Nothing Beats a Londoner” di Nike o “It’s a Tide Ad” di P&G? A quanto pare uno dei loro punti forti, oltre ad essere state brillantemente eseguite, è che sono composte da tante piccole storie cucite insieme senza soluzione di continuità, capaci di dare vita a narrazioni dall’impatto culturale a dir poco “sismico”.

Lo storytelling “umano”

L’emozione della narrazione umana è fiorente in tutti i lavori di quest’anno come in queste due favorite: “Mum’s Birthday” di Cadbury, dove una bambina intenerisce un negoziante cercando di acquistare una tavoletta di cioccolata per la sua mamma; o come “The Talk” di P&G, dove non appare alcun prodotto ma piuttosto un tema molto toccante, che vede dei genitori di colore affrontare l’annoso compito di spiegare ai propri figli il significato della discriminazione razziale.

Spettacolarizzazione visuale

Molte comunicazioni di quest’anno sono caratterizzate da visual di forte impatto e da livelli di produzione, direzione artistica ed esecuzione davvero impeccabili. Come in altri due grandi favoriti: in “Clowns”, di Audi, una troupe di giullari alla guida scuote la strada nonostante i pericoli del traffico, ma la tecnologia dei veicoli Audi supera abilmente le buffonate, dimostrando che il marchio è “a prova di pagliaccio”. In “Welcome Home”, il suono dell’altoparlante HomePod di Apple prende vita attraverso una performance della cantante e ballerina FKA Twigs e un’impeccabile regia di Spike Jonze. Arrivata a casa dopo una giornata triste, l’interno della sua casa diventa un colorato paese delle meraviglie grazie alla musica.

Agilità e tattica

L’agilità non è mai stata così critica per i marketer, e la collezione di lavori di quest’anno dimostra che i brand stanno tenendo il passo, cogliendo momenti in tempo reale e attingendo alla cultura per sfruttare opportunità tattiche come mai prima d’ora.  Da “Now or Never”, di Orange Telecom, che coglie la febbre della Coppa del Mondo e la lunga attesa della Nazionale egiziana, fino a Burger King che sfrutta la paura collettiva verso i clown nel suo spot “Scary Clown Night”, i brand vincenti sono quelli che sanno muoversi alla velocità della cultura.

Spontaneità e personalizzazione

La spinta pervasiva del settore verso la personalizzazione si manifesta in diversi modi quest’anno con moltissimi lavori che hanno fatto dell’impatto della spontaneità un vero e proprio plus. Lo spot “Snaptivity App” di Snaptivity ha sfruttato l’infrastruttura di telecamere abilitate per l’AI negli stadi per fornire foto uniche ai fan, scattate nei momenti chiave delle partite di calcio. In Nuova Zelanda, Pedigree è entrata nel business degli accessori per cellulari con il “Pedigree SelfieSTIX”, che cattura l’attenzione dei pet per un selfie perfetto. Il National Safety Council, in “Prescribed to Death”, ha presentato immagini in 3D delle 22 mila persone che sono morte per overdose da prescrizione negli Stati Uniti, dando un volto umano a un’epidemia in in modo indimenticabile.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 26/03/2019


The Brexit Bunker

Eric Cantona, il Kung Fu, Theresa May e Boris Johnson. Tutto è possibile nell'ultimo spot firmato da Officer & Gentleman per Paddy Power

LEGGI

Correlati

img
eventi

Autore: Redazione - 26/03/2019


Il boccone di carbonara più grande d’Italia, un flash mob online

Il 6 aprile, in occasione della Giornata Mondiale della Carbonara, Casa Surace lancia, insieme a Pasta Garofalo, il primo flash mob online in cui tutti gli amanti del celebre piatto sono invitati ad assaporare contemporaneamente il primo boccone.Tra le 20 e le 22 del 6 aprile, infatti, chi vorrà partecipare potrà postare su Instagram un minivideo in cui immortalerà la prima forchettata della “sua” Carbonara, utilizzando gli hashtag #CarbonaraDay e #CarbonaraFlashMob, per creare sui social il boccone di carbonara più grande d’Italia. Il Temerario Per prepararsi al meglio al grande giorno, Casa Surace e Pasta Garofalo andranno a caccia, attraverso i propri canali social, del “Miglior Cucinatore di Carbonara”, che la sera del flash mob avrà la possibilità di preparare il piatto insieme al Temerario, uno dei personaggi più amati dei Casa Surace e noto purista della Carbonara. Gli aspiranti “cucinatori” potranno candidarsi attraverso l'invio di un messaggio diretto al profilo Instagram di Casa Surace con una foto, un video o una descrizione in cui spiegano perché dovrebbero essere scelti come “Miglior Cucinatore di Carbonara”. Tre proposte, tre città Tra tutti i candidati, Casa Surace e Pasta Garofalo selezioneranno tre proposte, in tre città diverse, dove verrà organizzata una spedizione del Temerario che decreterà la migliore interpretazione del piatto e inviterà il vincitore nella cucina della famiglia Surace, per partecipare insieme al ##CarbonaraFlashMob il giorno del Carbonara Day. Nel 2017 questo evento ha coinvolto oltre 160.000 amanti della Carbonara e in 29 mila si sono scambiati sui social opinioni e ricette su quello che è ormai il piatto più virale sui social.

LEGGI
img
eventi

Autore: Redazione - 26/03/2019


Per Moto.it la primavera comincia con 3 partnership in un solo weekend

La primavera è arrivata, gli appassionati di due ruote hanno fatto uscire le loro moto dai garage e Moto.it è pronto a celebrare la bella stagione con ben tre media partnership. Il prossimo weekend tutta la community di AM Network - formato da Moto.it e Automoto.it - che conta oltre 1,7 milioni di fan sulle pagine Facebook e più di 100.000 followers dei profili Instagram, potrà seguire live tre eventi in contemporanea in tutto il Nord Italia. Milano-Sanremo Il 28 - 29 - 30 marzo la storica Milano - Sanremo per la prima volta si aprirà alle moto con Moto Guzzi partner ufficiale e un team speciale Moto.it che percorrerà la prima tappa. Bike Up Il 29 - 30 - 31 marzo a Bergamo la seconda edizione di BikeUP festival internazionale di e-bike vedrà in prima linea Moto.it/elettrico, il nuovo canale verticale dedicato alla mobilità sostenibile, con due importanti new entry tra le fila dei collaboratori. Trofeo Enduro Il 30 - 31 marzo il borgo di Grazzano Visconti ospiterà la prima prova del Campionato Italiano Gruppo 5 Regolarità Epoca e Campionato Europeo Vintage e del collegato Trofeo Testori.

LEGGI
img
eventi

Autore: Redazione - 26/03/2019


AIxIA, ad aprile il Forum dedicato all’Intelligenza Artificiale per le imprese

L'Associazione Italiana per l'Intelligenza Artificiale (AIxIA) ha organizzato per il prossimo 12 aprile "AI Forum - Intelligenza Artificiale per le imprese”, dalle 9:30 alle 17:00, presso Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano, in Piazza degli Affari, 1. L’incontro intende offrire ai partecipanti l’opportunità di condividere l’evoluzione tecnologica guidata dall'Intelligenza Artificiale e promuoverne così lo sviluppo grazie alla sua applicazione nelle aziende. Sarà un evento nell'evento che vedrà per la prima volta il mondo della ricerca relazionarsi direttamente con il tessuto industriale e viceversa. Saranno presenti diverse figure di spicco del mondo accademico e di quello imprenditoriale al fine di creare una sinergia intelligente e proficua tra i due attori e trovare un linguaggio comune per favorirne la comunicazione. Partecipanti, aziende, partner Tra gli speaker, ci saranno: Piero Poccianti - Presidente dell'Associazione Italiana per l'Intelligenza Artificiale; Stefano Quintarelli - Membro del Gruppo di Esperti di alto livello sull'Intelligenza Artificiale della Commissione Europea/Deputato della Repubblica Italiana; Vittorio Calaprice - Analista politico e Relazioni Istituzionali della Commissione Europea a Milano; Nicola Gatti - Direttore Osservatorio Artificial Intelligence e Docente del Politecnico di Milano; Rita Cucchiara - Direttore Nazionale dei Laboratori CINI AIIS - Artificial Intelligence and Intelligent Systems. L'AI Forum si avvale della collaborazione di Italo Foundation, mentre importanti aziende come McKinsey&Company e WebAds hanno deciso di sostenere l'evento. Tra gli sponsor ci saranno nomi come Injenia, Celi, Dedagroup e Mediamatic. Inoltre, il forum è patrocinato da realtà rilevanti come Fondazione Bruno Kessler, AICA, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Genova, Commissione Europea e il Politecnico di Torino. Tra le aziende che saliranno sul palco ci saranno invece Mastercard, Eni, Safilo, Accenture, Reply e Quest It. Un spazio significativo lo avranno anche le startup come Emoji, Aptus.AI e Heres.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy