ABBONATI

DoveConviene ascoltata al Parlamento Europeo come un caso di successo digitale in Latam

Autore: Redazione


Stefano Portu, co-fondatore e co-ceo della società, conosciuta all’estero come ShopFully, invitato a Bruxelles, spiega le chiavi di successo in America Latina

DoveConviene, la piattaforma leader di drive to store e shopper marketing che guida nel percorso di acquisto fisico 30 milioni di shopper nel mondo, è la realtà italiana che, nella persona di Stefano Portu, ceo e founder dell’azienda insieme ad Alessandro Palmieri, interverrà al Parlamento Europeo nell’ambito dell’assemblea su “Startup Europe Latin America” in programma ieri e oggi a Bruxelles. Un caso di successo Durante l’incontro - in cui si rifletterà su rapporti ed esperienze cross-continentali tra startup, investitori e altri attori imprenditoriali di rilievo, con focus sui legami tra Europa e America Latina - DoveConviene racconta il proprio caso di successo in Brasile e Messico. Sempre più consumatori digitali provengono da aree in forte crescita come l’India, la Russia e l’America Latina, ma avere successo in questi mercati, considerate le distanze geografiche e culturali, è una sfida per organizzazioni e aziende europee. Tra i fattori chiave per aver successo in Latam, in cui DoveConviene è già partner dei principali retailer nel generare traffico nei negozi fisici, Portu non ha dubbi nel citare la creazione di un team locale di livello assoluto. Le ragioni del successo “È certamente la sfida più complessa e decisiva: creare un team multiculturale e qualificato, fortemente radicato nel mercato locale, ma integrato in una cultura aziendale unica con valori chiari e riconosciuti. Noi oggi possiamo contare su una squadra di circa 200 persone di 21 nazionalità. Quando si crea un team in America Latina, per un’azienda europea vanno considerati diversi fattori, tra cui la distanza geografica e le differenze culturali. Per noi latini forse è più facile capire un mercato del genere perché abbiamo radici comuni, ma ci sono particolarità, sia sul fronte business sia consumer, che sono poi decisive per il successo. Per questo è fondamentale portare a bordo manager locali con forti competenze che sappiano tradurre la strategia dell’azienda agendo come imprenditori locali. Un altro aspetto importante è avere una chiara cultura aziendale che, tra le differenze di ciascun ufficio, offra un ambiente comune. Allo stesso tempo, è basilare che le persone viaggino periodicamente da una sede all’altra. La company culture è difficile da condividere pienamente solo in video call e il face to face rimane un elemento chiave nel far funzionare un’organizzazione internazionale. La nostra esperienza con Aondeconvem in Brasile e Dondelocompro in Messico è passata per la comprensione di tutti questi aspetti fino a creare dei team locali straordinari che oggi contribuiscono anche alla strategia e alla cultura di gruppo dell’azienda”, commenta Portu. Strategia aziendale Durante la discussione, partendo dal successo e dalla rapida crescita dell’azienda, si affronterà nel dettaglio il tema della strategia aziendale e del ruolo giocato con consumatori, brand e retailer nei vari mercati. “DoveConviene agisce in un mercato, quello dell’online to offline, in grandissima crescita. Il 90% degli acquisti avviene infatti in negozio, ma ormai quasi il 50% delle decisioni vengono prese su smartphone. Gli utenti che ci utilizzano trovano tutte le offerte dei negozi vicini e decidono, per esempio, dove fare la spesa, comprare un nuovo smartphone o una nuova auto. Noi aggreghiamo le offerte e le mettiamo su una mappa, siamo il marketplace dello shopping in negozio. L’obiettivo è quello di espandere ulteriormente il range dei contenuti che integriamo per rendere i punti vendita trasparenti e consentire agli utenti di esplorare tutti i negozi vicini come fanno con l’e-commerce. Un percorso per diventare l’Amazon dei negozi fisici, permettendo agli utenti di concentrarsi sulla parte divertente del fare shopping in negozio”, conclude Portu.

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 04/03/2024


Zigulì ritorna in comunicazione e sceglie SCAI per rilanciare il proprio brand

Conosciuto per essere uno dei prodotti più iconici della generazione millennials, Zigulì (Gruppo Monetti) ha affidato a SCAI Comunicazione il compito fondamentale di reinventare la nuova immagine del marchio, al passo con tempi e trend, coniugando ricordi passati con mindset attuali, per creare una presenza accattivante per il pubblico di oggi. Un mito che sembra destinato a non tramontare, quello della “Pallina con vera frutta”, apprezzata non solo dai più piccoli ma anche da tutti gli ex bambini che le riassaporano per un dolce tuffo nel passato. Questo il punto di partenza per reimmaginare la narrazione e l’identità visiva del marchio. Grazie alla partnership con SCAI, Zigulì mira a rivitalizzare la sua impronta digitale e offline, creando un’identità nuova che faccia breccia nel cuore del pubblico di un mercato in continua evoluzione. Facendo leva su strategie all’avanguardia e sull’abilità del team strategico e creativo, SCAI Comunicazione guiderà il percorso di rilancio, assicurando una fusione perfetta tra tradizione e innovazione. L’agenzia è, infatti, rinomata per la sua esperienza nel guidare i brand attraverso la trasformazione digitale, nel creare narrazioni convincenti e nell’orchestrare iniziative di rebranding di successo. Lo ha già fatto per Walcor, Martino Couscous, Giokids, Diners. L’impegno per l’innovazione e la comunicazione strategica si allinea perfettamente con la visione di Zigulì per un’evoluzione del marchio dinamica e d’impatto. “Siamo entusiasti di lavorare su un brand così importante e riconosciuto di valore per la collettività - afferma Giorgia Marini project manager di SCAI -. Questa partnership rappresenta una bellissima sfida per sfruttare tutte le nostre competenze strategiche e creative per catapultare Zigulì in una nuova era di protagonismo digitale”.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/02/2024


ENPA insieme a TBWA\Italia per la nuova campagna multisoggetto prodotta dalla cdp Doc Artist

È online la campagna Imperfetti cercasi, realizzata da TBWA\Italia per ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), un progetto che vuole invitare le persone ad adottare animali abbandonati. Una gattina tra i gomitoli, un cane seduto a tavola, un coniglio che saltella tra le scatole: protagonisti indiscussi della campagna sono proprio gli animali da compagnia che amano in modo incondizionato noi e le nostre imperfezioni. Così, nei 5 soggetti e nel video di lancio, Onda, felice che il padrone sia pigro a sparecchiare, può gettarsi indisturbata sugli avanzi; Sweety gioca con i gomitoli lasciati in giro dal padrone “vecchio dentro” appassionato di cucito; Max salta fra le scatole di vestiti nuovi che il padrone “fashion victim” ordina in continuazione...  La campagna, che inaugura la collaborazione tra TBWA\Italia ed ENPA è pianificata su stampa, digital, social e radio. Un invito agli “imperfetti” di tutta Italia: adottate con ENPA e avrete al vostro fianco qualcuno che saprà apprezzarvi senza se e senza ma. Hanno lavorato al progetto Alessandro Monti (copywriter) e Yara Saad (art director) con la direzione creativa di Vittoria Apicella e Frank Guarini. Chief Creative Officer: Mirco Pagano. La produzione è di Doc Artist, con regia e fotografie di Gabriele Inzaghi.  Post produzione audio di SuoniLab. Hanno prestato le proprie voci al progetto Flavia Altomonte, Luca Appetiti, Stefano Mondini e Valentina Tomada. I protagonisti dello spot sono: Calma, Ofelia, Onda, Loulou, Max, Shy e Sweety.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy