home GARE MediaWorld: Armando Testa, Hi! Comunicazione e Wunderman Thompson sfidano Cayenne per le nuove campagne dell’insegna
0

MediaWorld: Armando Testa, Hi! Comunicazione e Wunderman Thompson sfidano Cayenne per le nuove campagne dell’insegna

La nota catena di distribuzione specializzata nell’elettronica e negli elettrodomestici di consumo, che è controllata dal Gruppo tedesco METRO AG e di cui in Italia è Ceo Guido Monferrini, avrebbe messo in gara tre agenzie contro quella che la segue attualmente. Il planning è a cura di Dentsu Aegis network

Si annunciano possibili novità sul fronte, lato creatività, della comunicazione di MediaWorld, la nota catena di distribuzione specializzata nell’elettronica e negli elettrodomestici di consumo che fa parte di Mediamarket, l’azienda italiana di Media-Saturn Holding GmbH che, a sua volta, appartiene al Gruppo tedesco METRO AG. L’insegna – di cui è Ceo da due anni Guido Monferrini, con il compito di rilanciarla a fronte delle difficoltà che sta attraversando come tutto il comparto in cui opera – e che vanta 116 p.v. nel nostro mercato, ha infatti deciso di rivedere l’incarico attualmente gestito da Cayenne, mettendo in gara quest’ultima – secondo quanto risulta a DailyMedia – con Armando Testa, Hi! Comunicazione e Wunderman Thompson. Non sarebbe in discussione invece, il planning, gestito da Dentsu Aegis Network. L’attuale posizionamento di MediaWorld, espresso dalla campagna “Self control, please!”, è quello di essere percepita a tutti gli effetti come il luogo, fisico e virtuale, più entusiasmante dove trovare, provare e acquistare tecnologia. Un posizionamento qualificato dagli asset storici del retailer, i megastore e le attività promozionali, ai quali si sono aggiunte, nel tempo, tutte le attività multicanale che mirano a creare un’esperienza sempre più appagante, anche nel pre e nel post-vendita. Il claim spiega infatti come MediaWorld abbia sempre una ragione valida per far perdere il controllo ai suoi clienti, che sia un concorso fuori dagli schemi, un prezzo particolarmente vantaggioso, un evento in punto vendita o anche semplicemente un nuovo servizio a disposizione del consumatore. In parallelo, l’obiettivo è di puntare sempre più anche sull’omnicanalità (l’online vale il 10% del fatturato del Gruppo), che permette ai clienti, tramite supporti digitali, di accedere all’intero catalogo mondiale del Gruppo.