home EVENTI Comune di Torino: il bando per l’organizzazione e la comunicazione di “CioccolaTò” vale 269.000 euro
0

Comune di Torino: il bando per l’organizzazione e la comunicazione di “CioccolaTò” vale 269.000 euro

La Giunta alla guida del capoluogo piemontese intende, in questo modo, sviluppare ulteriormente la popolare manifestazione, con il rafforzamento del valore di brand

Il Comune di Torino – Area Appalti ed Economato – Servizio Affari Generali Normative Forniture e Servizi, ha emesso un bando relativo all’affidamento in concessione del marchio e della gestione dell’evento “CioccolaTò”. Il valore dell’appalto, IVA esclusa, è di 269.000 euro (comprensivi dell’opzione di ulteriore affidamento), da ottobre di quest’anno fino alla fine del 2020. Trattasi di affidamento in concessione con obbligo di corresponsione di canone da parte dell’aggiudicatario. Termine per il ricevimento delle domande di partecipazione: 27 giugno, con apertura delle offerte il giorno seguente.

Sin dal 2011, “CioccolaTò”, ormai popolare kermesse che anima con successo il capoluogo piemontese, ha visto migliaia di visitatori in Piazza San Carlo, per celebrare il cioccolato made in Italy e internazionale.  Nel 2015 ha registrato 340.000 visitatori e un ottimo riscontro sul web. Ora, la Giunta Comunale intende rinnovare, integrare e ampliare l’organizzazione  dell’evento, rendendo così necessaria la creazione di un nuovo brand di “CioccolaTò”, che consenta di strutturare e articolare la manifestazione in modo durevole e più ricco. Per questo, l’evento, con un nuovo e qualificato allestimento, verrà preceduto ogni anno da un’iniziativa denominata “Aspettando CioccolaTò”, di promozione di quello principale, la cui nuova programmazione prevede sette edizioni in autunno.

Obiettivo del bando è quello di individuare un gestore unico per gli anni 2017-2020, con possibilità di ulteriore affidamento fino all’edizione del 2023. Particolare attenzione sarà rivolta alla realizzazione dell’allestimento con precise prescrizioni riguardanti una linea grafica dedicata. Gli spazi dovranno essere allestiti secondo un progetto creativo distintivo. Dovranno essere forniti anche un piano di comunicazione qualificato e un programma  culturale didattico di intrattenimento adeguato.