ABBONATI

Fashion & Luxury in chiave cinese: i primi due anni italiani di Hylink

Autore: D Sechi

Yuan Zou, Head of Fashion & Luxury Italy


Un biennio in evoluzione per la struttura che si prefigge di aiutare i brand italiani nei settori del lusso, della moda, del lifestyle, del food&beverage e del design ad avere successo sul mercato cinese. Tra progetti ad hoc, il binomio reale-virtuale, i freni burocratici e l’elemento pazienza

L’oriente e le sue suggestioni, un fascino che non conosce confini, soprattutto a livello di immaginazione, di aspirazione. Ma poi, di fronte, ecco palesarsi un muro, La Grande Muraglia, un freno, un monito, un avvertimento, un “chi va là” di non semplice lettura. Urge un libretto di istruzioni piuttosto corposo per poter interloquire di business in terra cinese. Ragioni culturali, differenze di approccio, burocrazie rigide. Due anni fa ecco palesarsi all’orizzonte la soluzione: lo sbarco italiano di Hylink, agenzia multiservizi dedicata ai marchi europei di Fashion & Luxury, ma anche lifestyle, food&beverage e design che desiderano entrare e operare sul mercato cinese. Un debutto avvenuto in regime pandemico, un percorso a ostacoli lungo oltre venti mesi. Nel mentre la situazione emergenziale è mutata, ma qualche altra forza contraria ha cominciato a muoversi. Moda e lusso però non si fermano e arriva, quindi il tempo dei primi bilanci. A raccontarli Yuan Zou, Head of Fashion & Luxury Italy dell’agenzia.

Possiamo fare un bilancio del primo biennio di Hylink Italy?

«L’ufficio italiano è stato aperto ad ottobre 2020, nel mezzo della pandemia, ma a tutti gli effetti le attività sono iniziate nel 2021. Possiamo dire che da allora siamo soddisfatti dei risultati raggiunti. In termini di brand awareness abbiamo ottenuto una buona copertura sul mercato e siamo stati spesso citati su diversi media, ma stiamo continuando a lavorare per posizionare la nostra agenzia come desideriamo. Anche il team sta crescendo. Abbiamo triplicato il numero di risorse nel giro di soli due anni, creando un gruppo di lavoro ben coeso e affiatato. Abbiamo avuto la possibilità di lavorare con grandi clienti come Design Holding, Safilo, Missoni e ora CP Company. Infatti, il nostro focus principale rimane ancora sul settore del lusso, ma rispetto ai primi tempi abbiamo ampliato le aree di attività: oltre alla strategia di comunicazione digitale abbiamo lavorato anche nel campo degli eventi fisici e nei concept creativi. Il nostro fatturato è in crescita e abbiamo obiettivi molto ambiziosi da raggiungere».

C’è una case history che possa rappresentare il lavoro dell'agenzia dal 2020 a oggi?

«Nel 2021, Hylink ha supportato Missoni nella campagna di lancio del nuovo flagship store di Shanghai. Ci siamo occupati della strategia creativa e dell’attivazione dei media locali, oltre a gestire la realizzazione di una serie di attività volte a dare visibilità al negozio e all'evento di apertura. Nello specifico, siamo stati responsabili del coinvolgimento di celebrità, della promozione dei media e dei KOL, della creazione di giochi interattivi H5 su WeChat, e della gestione della community sui profili social del brand, come Weibo e WeChat. Il concetto creativo della campagna di lancio - rivolta principalmente alle giovani generazioni cinesi - si è basato sull'adattamento del payoff globale di Missoni "Life in Colors" attraverso tecniche di storytelling e contenuti rilevanti a livello locale, più adatti al pubblico e alla cultura del luogo, con l'obiettivo di trasmettere positività, entusiasmo e ottimismo attraverso l'uso dei colori, una colonna portante del DNA di Missoni. Questo progetto è stato molto importante per noi perché ci ha permesso di concentrarci su più attività e di attivare le nostre competenze trasversali, lavorando su diversi asset strategici in maniera integrata».

Cosa è cambiato nello scenario pubblicitario cinese negli ultimi due anni?

«Il mercato cinese è per definizione estremamente dinamico. Infatti, l’unico aspetto che non cambia mai è che muta costantemente. Negli ultimi due anni si è assistito a una costante evoluzione dell’ecosistema in termini di piattaforme, campagne, gusti dei consumatori e abitudini di consumo. Se parliamo di social media, WeChat, Weibo e Xiaohongshu - noto anche con il nome di Little Red Book - sono rimaste le piattaforme dominanti in Cina, tuttavia sono emersi contemporaneamente nuovi player. Douyin e Bilibili, per esempio, sono cresciute come piattaforme social e per la condivisione di short-video, ma anche per la loro capacità di offrire agli utenti la possibilità di fare acquisti in-app, senza dover passare per siti terzi. Questo aspetto, chiamato social commerce, sta crescendo rapidamente in Cina. Sebbene il fenomeno del live-streaming sia cresciuto notevolmente negli ultimi due anni, nel 2022 ha subìto un rallentamento dovuto ad alcune norme emanate dal governo per regolamentare il settore. Anche il mercato degli influencer ha affrontato alcuni scossoni. Il governo cinese ha stabilito delle regole per limitare la cosiddetta celebrity economy, al fine di diminuire l'ossessione dei fan per gli “idol”. Nonostante ciò, il celebrity marketing rimane ancora uno dei canali più efficaci per i marchi che vogliono raggiungere il pubblico cinese. Contemporaneamente, la tecnologia ha dato vita a una nuova generazione di idoli digitalizzati e virtuali, ancora poco sviluppati in termini di UX e interazione con il pubblico, ma parte di un mercato in rapida crescita e che va tenuto d'occhio».

Tra reale e virtuale: quali sono le "ricette" consigliate alle aziende italiane sia online sia offline, e quali sono i punti di focus e i servizi offerti?

«Quando si parla di strategia, non esiste una soluzione unica per tutte le realtà. Questa, infatti, dipende da diversi fattori: dalle dimensioni dell'azienda, dal settore, dal panorama dei competitor, dagli obiettivi del brand e dalla loro capacità di investimento. Considerando tutte queste variabili, Hylink può consigliare la soluzione più appropriata per raggiungere il target di riferimento, per competere con successo e conquistare il mercato attraverso strategie efficaci, media creativi e strumenti innovativi. Un aspetto che non deve essere sottovalutato quando si decide di entrare nel mercato cinese - e che tengo sempre a precisare - è che la Cina non è un piano a breve termine. I brand devono essere pronti a questo e devono armarsi di pazienza, oltre che essere mentalmente preparati, creando una strategia mirata che guardi al lungo termine. In linea generale, le aziende dovrebbero concentrarsi sul maggior numero possibile di touchpoint quando entrano in Cina. Al giorno d'oggi, infatti, l'online è ormai considerato un imperativo, ma anche l’offline non va trascurato. La presenza fisica sta diventando sempre più importante nel mercato post-Covid in Cina. Hylink Italy può aiutare i brand italiani passo dopo passo, realizzando un piano ad-hoc che parte dalla valutazione delle opportunità di mercato, dei rischi e benefici fino alla creazione di una strategia di ingresso adeguata all'ecosistema digitale e alle peculiarità di mercato, che faccia leva su un piano di comunicazione e marketing olistico».

Uno dei temi cool del momento: come opera Hylink opera nel metaverso?

«Innanzitutto, è importante evidenziare che il metaverso in Cina presenta caratteristiche diverse in termini di gestione e regolamentazione rispetto ai corrispettivi occidentali. Il governo cinese ha infatti creato il proprio sistema di blockchain e di NFT - chiamati digital collectibles - e non consente l'uso di criptovalute straniere. Queste peculiarità rendono il metaverso cinese un ambiente chiuso e che con molta probabilità sarà soggetto a ulteriori normative da parte delle autorità in termini di contenuti, standard tecnici e formati. Hylink supporta già alcuni clienti nello sviluppo di NFT in Cina o in progetti con virtual idol, grazie ai nostri progressi in questo ambito. L’obiettivo principale è quello di accompagnare i clienti in queste nuove realtà parallele, supportandoli tramite la tecnologia e aiutandoli a raggiungere i loro traguardi e aspirazioni. Tuttavia, poiché non siamo un player tecnologico, per il momento non intendiamo creare nulla di originale all’interno di un nostro ipotetico metaverso».

Quale sarà il focus dei prossimi due anni

«Nei prossimi due anni ci concentreremo su quello che è stato fino ad ora il nostro obiettivo principale: aiutare i brand italiani nei settori del lusso, della moda, del lifestyle, del food&beverage e del design ad avere successo nel mercato cinese, supportandoli nella strategia di comunicazione e marketing, nell'esecuzione delle campagne e nella pianificazione media. Al contempo, metteremo la nostra expertise cross-culturale a supporto delle imprese provenienti dalla Cina intenzionate a entrare nel mercato italiano, aiutandole a comunicare attraverso i canali online e offline e ad avere successo sul mercato».


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 11/08/2022


Lega Serie B e Adplay insieme per una nuova piattaforma multimediale

Un ulteriore passo per diffondere la Serie BKT nel mondo e stare ancora più vicino ai propri tifosi. È questo il significato dell’accordo fra AdPlay Media Holding, realtà composta da società specializzate in digital transformation per il business media, e la Lega Nazionale Professionisti Serie B che si traduce in una nuova piattaforma tecnologica in grado di distribuire gli highlight del campionato cadetto. In questo modo i tifosi avranno un ulteriore strumento, gratuito e disponibile sul proprio sito preferito, per seguire il ‘Campionato degli Italiani’ che, da alcuni anni, si distingue per la molteplicità delle offerte e dei canali di distribuzione in grado di soddisfare le diverse esigenze degli appassionati. "La Lega Serie B - sottolinea il presidente Mauro Balata - è sempre più impegnata ad ampliare i propri canali di diffusione per stare vicina ai propri tifosi utilizzando tutti gli strumenti che la tecnologia mette oggi a disposizione. Lo fa con partner di assoluto livello, come nel caso di AdPlay, a dimostrazione dell’importanza di un campionato che per credibilità, contendibilità e valore delle squadre si è affermato a livello internazionale come conferma la distribuzione in 40 Paesi in tutto il mondo". La nuova piattaforma multimediale di Lega Serie B verrà distribuita tramite il Video Player proprietario sviluppato dalla stessa AdPlay, sia mediante app per CTV, sia all’interno di una sezione dedicata del sito highlights.legab.it che sarà implementata e gestita sempre dalla società incaricata del progetto. Nei termini dell’accordo biennale, per le stagioni sportive 2022/2023 e 2023/2024, vi sono inoltre la gestione e diffusione degli highlight tramite i principali canali social di Lega B - tra cui YouTube, TikTok e altri -, da parte della media holding milanese. Gli highlights saranno disponibili per la visione a partire da 3 ore dopo il termine delle singole gare - o dopo le ore 23.30 per le partite il cui inizio è fissato dopo le ore 15.00 - e per gli otto giorni a seguire. Grazie alla tecnologia AdPlay, e in particolare al suo Video Player, per ogni contenuto pubblicato la Lega Serie B si avvarrà inoltre di nuove possibilità di tracciamento e misurazione dati, quali il numero di utenti unici lordi e netti per ogni video visualizzato, la provenienza geografica e altre informazioni che consentiranno di analizzare in modo censuario e programmatico l’Audience, nel rispetto della privacy degli utenti finali. Il Video Player consentirà allo stesso tempo agli utenti di consultare l’intero palinsesto di contenuti, potendo sia riprodurre solo uno degli highlight di loro gradimento, sia godersi l’intera programmazione in modo sequenziale, per un’esperienza di fruizione interattiva e coinvolgente.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 09/08/2022


Barilla: al via la nuova campagna “The Promise” con Roger Federer

A tre settimane dell’inizio dello storico torneo di tennis US Open, Barilla lancia “The Promise”, il nuovo film realizzato dall’agenzia creativa Boomerang (parte del gruppo Publicis) con protagonista l’ambassador del brand, Roger Federer. È la storia di Zizou, un giovane tennista che, grazie a Barilla, esaudisce il sogno di una vita, incontrando il suo eroe, in un match indimenticabile. Tutto ha avuto inizio durante gli US Open del 2017 quando, in occasione della conferenza stampa, il piccolo Izyan Ahmad, anche noto ai suoi fan come Zizou sfidò Federer, chiedendogli di continuare a giocare fino a quando non sarebbe stato grande abbastanza da poter fare un match contro di lui. Una sfida che il grande tennista non poteva rifiutare: Federer ha dato la sua parola a Zizou ed il video è diventato virale su YouTube. Cinque anni dopo, Barilla ha fatto sì che la promessa di Federer venisse mantenuta, regalando al giovane tennista "il giorno più bello della sua vita". Un effetto sorpresa assicurato: Zizou era convinto di recarsi a Zurigo per allenarsi, senza immaginare che avrebbe incontrato di lì a poco il suo eroe su un campo da tennis. Non è stato facile far viaggiare Zizou dagli Stati Uniti a Zurigo senza fargli sospettare di ciò che lo attendeva ed è stato solo grazie alla complicità della famiglia e del suo allenatore se il sogno si è trasformato in realtà. Un giorno speciale in cui, grazie a Barilla, Federer e Zizou hanno avuto l’occasione di conoscersi meglio sfidandosi in un match e chiacchierando per ore, di fronte ad un meritato piatto di pasta, delle loro ambizioni e della loro passione per il tennis. Zizou è attualmente il giocatore numero uno negli Stati Uniti nella categoria under 12, sia in singolo sia in doppio. Si allena alla John McEnroe Tennis Academy (JMTA) di Randall's Island a New York e fa parte del programma nazionale di formazione giocatori della United States Tennis Association (USTA). Il video integrale del film è disponibile su YouTube e i teaser saranno pubblicati a partire da questa settimana sui social media ufficiali Barilla nei mercati europei e negli Stati Uniti.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy