ABBONATI

Hoopygang aggiorna la piattaforma “Relations”, per un influencer mktg personalizzato

Autore: Redazione


Tra le ultime funzionalità ci sono il “cost per influencer”, una metrica nata per consentire di valutare la redditività di un talent durante una campagna, e un indicatore per confrontare l’engagement rate di profili simili fra loro. Nei prossimi mesi sarà sviluppata una declinazione ad hoc per il mobile

Negli ultimi anni sempre più aziende hanno approcciato l’Influencer Marketing come leva strategica di comunicazione. Un trend confermato anche dal giro d’affari del settore, stimato in 13,8 miliardi di dollari quest’anno (fonte: Statista), un valore più che raddoppiato rispetto al 2019. A fare la differenza in questo scenario è la tecnologia, che garantisce misurabilità al comparto, allineandolo a logiche e metriche tipiche di altri canali come video, programmatic, display e mezzi, con innegabili benefici sugli investimenti e sulla fiducia da parte delle imprese. La tecnologia è utile anche per fornire ulteriore credibilità all’Influencer Marketing: se in passato, infatti, tale valore è stato appannaggio di personaggi famosi e celebrity, oggi è possibile fare affidamento a metriche come quality audience, performance ed engagement, capaci di indirizzare le azioni strategiche sulla base di dati accessibili in tempo reale. Un’evoluzione che ha portato a considerare gli influencer come veri e propri editori, dotati di un proprio spazio di comunicazione e di KPI paragonabili con quelli di altri media.

La piattaforma proprietaria

Tra i primi player in Italia ad aver costruito un proprio stack, c’è Hoopygang, che ha sviluppato interamente la piattaforma proprietaria Relations, un unico hub dove poter gestire a 360 gradi le attività di Influencer Marketing e le partnership di contenuto: dal pre-studio, passando per la scelta del talent e del go live dell’advertising, fino alla reportistica. Un algoritmo intelligente, che viene continuamente aggiornato e arricchito di nuove funzionalità, spesso personalizzate ad hoc a partire dalle esigenze del singolo cliente o agenzia. Costruito con l’obiettivo di supportare i top player di mercato dei diversi settori merceologici, Relations permette infatti di individuare e attivare target specifici, ottimizzando le risorse. La piattaforma è anche in grado di scoprire specifiche esigenze di consumo attraverso il monitoraggio della fanbase e l’analisi dei relativi hashtag e label. È il caso dell’ambito dell’agricoltura biologica, dove le figure social di riferimento scarseggiano ma, grazie alla tecnologia dell’agenzia, sono state sfruttate nuove opportunità di comunicazione e scoperti nuovi interlocutori. Tra le ultime funzionalità introdotte, il cost per influencer, una metrica nata per consentire di valutare la redditività di un talent durante una campagna. Ancora, Relations si è arricchita di uno strumento per confrontare l’Engagement Rate per profili di influencer simili fra loro e valutare così la migliore scelta. Inoltre, nonostante Google abbia ritardato la dismissione dei cookies di terza parte al 2023, permette già oggi una profilazione efficace e reale senza l'utilizzo di questo sistema. Hoopygang ha poi adattato la sua tecnologia al recente aggiornamento iOS 14.5 di Apple, che garantisce maggiore privacy agli utenti del sistema operativo.

Fruitori prestigiosi

A utilizzare Relations sono creator, ma anche imprenditori digitali come Marco Montemagno, che conta oltre 2 milioni di follower sui suoi canali social, brand e agenzie come Media Italia, che ha realizzato alcune campagne di social influencer marketing per i suoi clienti, lavorando con feature costruite su misura. “È fondamentale conoscere in modo dettagliato il proprio pubblico social, i suoi comportamenti e le interazioni generate”, commenta Marco Montemagno. “Avere a disposizione dati qualitativi e quantitativi in tempo reale, da un lato, consente di ottimizzare la scelta dei contenuti, dall’altro, garantisce trasparenza e una visione d’insieme unica. Aggregando le statistiche e le performance di tutte le piattaforme social in una dashboard, Relations favorisce e semplifica l’operatività e il processo di misurazione dei risultati. Consente di analizzare la risposta dei follower, capire quello che interessa loro maggiormente e permette di avere una fotografia delle attività e dei contenuti social. Infine, permette di analizzare le performance per migliorare la propria presenza sulle diverse piattaforme”. “Poter gestire in toto una campagna di influencer marketing su un singolo touchpoint, con la possibilità di scalare l’operatività su diversi clienti, rappresenta un grande vantaggio strategico non solo in termini di tempo, ma soprattutto per quanto riguarda il business”, dichiara Andrea Marcolin, Head of Digital di Media Italia. “La tecnologia di Relations ci garantisce fluidità sul metodo e sui processi di lavoro, oltre a un elevato grado di personalizzazione: i nostri planner, infatti, possono contare sul supporto tecnologico del team di Hoopygang, con aggiornamenti costanti e feature personalizzate, tarate a partire dalle nostre esigenze specifiche”. L’obiettivo dei prossimi mesi è lanciare una declinazione mobile, per favorirne la fruibilità e la gestione anche da smartphone. Una evoluzione che va incontro alle necessità dei clienti, che accompagnano e talvolta guidano lo sviluppo stesso della piattaforma.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 20/10/2021


Nutella sceglie Ogilvy per la nuova campagna “Ti Amo Italia”.

Dopo il successo della prima edizione, Nutella torna a dire “Ti Amo Italia” insieme a Ogilvy con un’edizione tutta nuova: dopo aver celebrato le bellezze le italiane note e meno note e le più affascinanti, questa volta la collezione di vasetti è stata ispirata proprio dagli utenti. La call to action lanciata in primavera, infatti, ha invitato gli utenti a segnalare gli angoli d’Italia più belli che hanno intorno, o che conoscono: grazie ad una votazione online ha permesso di selezionare i 42 luoghi che oggi fanno parte della collezione disponibile in tutti i punti vendita. L’edizione limitata viene lanciata in tv, in affissione e stampa con una campagna che mette in scena la meraviglia: quella che ci circonda, riempiendo il nostro Paese da nord a sud, e quella che proviamo nel riscoprire la bellezza proprio intorno a noi. Ma non è finita qui: perché l’esperienza prosegue sui canali digitali grazie a un esclusivo filtro Instagram, con cui gli utenti possono catturare le meraviglie che hanno davanti ai loro occhi, e caricarle sul Wall delle Meraviglie sul sito Nutella.it, per ricevere a casa una confezione personalizzata. Il risultato è una brand experience che invita gli utenti ad aprire gli occhi, ritrovare la meraviglia nella loro vita quotidiana e contribuire ad una collezione che è virtualmente infinita.   Credits Chief Creative Officer: Giuseppe Mastromatteo Creative Director: Lavinia Francia Creative Team: Gigi Pasquinelli, Andrea Sghedoni, Giuseppe Calì, Francesco Fiscone, Marco Ramponi Client Service Director: Chiara Caccia Client Service Team: Federica Mosele, Jessica Basilico Head of Strategy: Alessia Vitali Strategy Team: Gaia Ottaviano, Giulio Comandini Social Media Specialist: Nicola Capannelli Design: Claudio Sibio Head of Digital & Consulting Director: Marco Pelà Head of Operations: Stella Stasi UX Designer: Silvia Riva Centro Media: Mindshare

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy