ABBONATI

Discovery Media: per l’offerta estiva tariffe in crescita del 10%; nel primo trimestre 2021 discovery+ supera i 13 milioni di abbonati

Autore: S Antonini

Fabrizio Piscopo


La concessionaria guidata da Fabrizio Piscopo ha presentato la nuova politica commerciale dal 30 maggio al 28 agosto; i risultati globali al 31 marzo segnalano l’effetto volano esercitato dal nuovo servizio over the top

Discovery Media si appresta ad affrontare la stagione estiva con una offerta arricchita dalla presenza di Eurosport e da alcuni pilastri della programmazione come il “Best of Fratelli di Crozza” e “Nove Racconta”. Il canale sportivo, che da maggio entra nell’offerta della concessionaria guidata da Fabrizio Piscopo, sarà caratterizzato da una serie di eventi come il grande ciclismo con Giro d’Italia, La Vuelta e il Tour de France, oltre che dai tornei di tennis (Roland Garros) e ovviamente le Olimpiadi. Anche in estate prosegue la politica del rialzo dei listini: dopo il +20% della primavera, nella stagione successiva si attesta una crescita media del 10%, anche del cpg. Il periodo va dal 30 maggio al 28 agosto, con quattro periodi di stima: giugno 1, giugno 2, luglio e agosto. Nel periodo giugno 2 il listino cresce del 5%. Nel mese di agosto è prevista una promozione stagionale del 40%.

Gli andamenti del Gruppo

Intanto, sono stati divulgati i risultati di Gruppo del primo trimestre 2021. I ricavi globali si attestano a 2,8 miliardi di dollari circa (2,3 miliardi di euro), in crescita del 4% sul periodo analogo del 2021 (+3% ex FX – prima del cambio). Negli Stati Uniti la raccolta pubblicitaria diminuisce del 4% ma i ricavi da distribuzione aumentano del 12%. La raccolta adv internazionale, invece, sale del 16% (+8% ex FX) mentre il fatturato da distribuzione è in linea (-2% ex-FX). Il profitto netto si attesta a 140 milioni di dollari (115,7 milioni di euro) e l'utile diluito per azione è di 0,21 dollari. Il nuovo servizio over the top discovery+ supera i 13 milioni di abbonati paganti.

discovery+ supera i 13 milioni di abbonati

David Zaslav, presidente e amministratore delegato di Discovery, ha dichiarato: "Il lancio globale di discovery+ è partito in modo fantastico. Le metriche chiave, tra cui l'aggiunta di abbonati, l'impegno dei clienti e la conservazione, stanno superando le nostre aspettative e dimostrando uno slancio sostenuto nel secondo trimestre. Ora abbiamo 15 milioni di abbonati paganti diretti al consumatore in tutto il nostro portafoglio globale, guidati principalmente da discovery+, dopo aver superato i 13 milioni di abbonati paganti diretti al consumatore alla fine di marzo".

Dasvid Zaslav Disscovery.jpg

David Zaslav

 

Continua Zaslav: "La nostra forte performance direct-to-consumer sottolinea l'eccezionale valore e il fascino dei nostri contenuti, marchi e personalità sia per i consumatori che per i partner di distribuzione. Continuiamo a espandere la portata di discovery+ con i recenti lanci sui canali Comcast Xfinity e Amazon Prime Video. Allo stesso tempo, continuiamo a estendere il nostro impegno complessivo con gli spettatori attraverso gli schermi, ancorati da un altro trimestre come il portafoglio pay-TV più visto negli Stati Uniti e il nostro settimo trimestre consecutivo di crescita della quota internazionale".

Gli andamenti del network internazionale

Nei primi tre mesi dell’anno, i ricavi totali delle reti internazionali sono aumentati del 7% a 987 milioni di dollari (815,8 milioni di euro). Le entrate pubblicitarie sono aumentate del 16%, e sono aumentate dell'8% ex-FX principalmente grazie al miglioramento delle prestazioni complessive in tutte le regioni. Le entrate di distribuzione sono state piatte e sono diminuite del 2% ex-FX principalmente a causa di tassi di affiliazione contrattuali più bassi, parzialmente compensati da maggiori entrate della prossima generazione dovute alla crescita degli abbonati di discovery+.

Le spese operative totali sono aumentate del 17% a 836 milioni di dollari (691 milioni di euro), e sono aumentate del 10% ex-FX, rispetto al trimestre dell'anno precedente. I costi dei ricavi sono aumentati dell'8% ex-FX principalmente a causa di maggiori investimenti in contenuti per sostenere discovery+ e la tempistica della spesa per i contenuti sportivi in Europa. Le SG&A sono aumentate del 13% ex-FX principalmente a causa di maggiori spese legate al marketing e ai costi del personale per sostenere discovery+. L'OIBDA rettificato è diminuito del 27% a 151 milioni di dollari, ed è diminuito del 21% ex-FX.

I dati USA

Nel periodo, i ricavi USA statunitensi sono aumentati del 3% a 1.806 milioni di dollari rispetto al trimestre dell'anno precedente. Le entrate pubblicitarie sono diminuite del 4% principalmente a causa di ascolti complessivi più bassi e, in misura minore, di un cambio nell'ecosistema della pay-TV, parzialmente compensati da prezzi più elevati e dalla continua monetizzazione delle offerte di contenuti sulle piattaforme di prossima generazione, principalmente discovery+ e TV Everywhere. I ricavi da attività di distribuzione sono aumentati del 12% soprattutto grazie a discovery+ e agli aumenti nei tassi di affiliazione contrattuali, parzialmente compensati da un declino negli abbonati lineari. Al 31 marzo 2021, gli abbonati alle reti lineari erano inferiori del 2% e gli abbonati totali del portafoglio lineare erano inferiori del 4% rispetto al 31 marzo 2020.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 20/10/2021


Nutella sceglie Ogilvy per la nuova campagna “Ti Amo Italia”.

Dopo il successo della prima edizione, Nutella torna a dire “Ti Amo Italia” insieme a Ogilvy con un’edizione tutta nuova: dopo aver celebrato le bellezze le italiane note e meno note e le più affascinanti, questa volta la collezione di vasetti è stata ispirata proprio dagli utenti. La call to action lanciata in primavera, infatti, ha invitato gli utenti a segnalare gli angoli d’Italia più belli che hanno intorno, o che conoscono: grazie ad una votazione online ha permesso di selezionare i 42 luoghi che oggi fanno parte della collezione disponibile in tutti i punti vendita. L’edizione limitata viene lanciata in tv, in affissione e stampa con una campagna che mette in scena la meraviglia: quella che ci circonda, riempiendo il nostro Paese da nord a sud, e quella che proviamo nel riscoprire la bellezza proprio intorno a noi. Ma non è finita qui: perché l’esperienza prosegue sui canali digitali grazie a un esclusivo filtro Instagram, con cui gli utenti possono catturare le meraviglie che hanno davanti ai loro occhi, e caricarle sul Wall delle Meraviglie sul sito Nutella.it, per ricevere a casa una confezione personalizzata. Il risultato è una brand experience che invita gli utenti ad aprire gli occhi, ritrovare la meraviglia nella loro vita quotidiana e contribuire ad una collezione che è virtualmente infinita.   Credits Chief Creative Officer: Giuseppe Mastromatteo Creative Director: Lavinia Francia Creative Team: Gigi Pasquinelli, Andrea Sghedoni, Giuseppe Calì, Francesco Fiscone, Marco Ramponi Client Service Director: Chiara Caccia Client Service Team: Federica Mosele, Jessica Basilico Head of Strategy: Alessia Vitali Strategy Team: Gaia Ottaviano, Giulio Comandini Social Media Specialist: Nicola Capannelli Design: Claudio Sibio Head of Digital & Consulting Director: Marco Pelà Head of Operations: Stella Stasi UX Designer: Silvia Riva Centro Media: Mindshare

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy