ABBONATI

Big Geo, dal Piemonte a Manhattan: la nuova sede di Business Intelligence Group

Autore: Redazione


Nonostante le difficoltà del periodo, l’azienda estende la sua rete oltreoceano e inaugura la postazione marketing a Manhattan, New York

Business Intelligence Group è la startup italiana attiva da poco più di un anno e colleziona già importanti traguardi raggiunti non solo in territorio nazionale, ma in tutta Europa. Selezionata tra le più brillanti startup in Europa sui Big Data da European Data Incubator per lo sviluppo di sistemi geo intelligence legato alla mobilità sostenibile, Business Intelligence Group è oggi punto di riferimento dello sviluppo di sistemi intelligenti sul geomarketing. Con il suo centro di ricerca al Bioindustry Park di Ivrea, Business Intelligence Group, composta da un team di 13 appassionati di innovazione specializzati su progetti di sviluppo economico più sostenibile, ha l’obiettivo di fornire soluzioni di analisi ad alto valore in modo accessibile. Ed è con la sua “punta di diamante”, Big Geo, che offre al mercato una piattaforma intelligente in grado di accompagnare le aziende in una lettura dei dati in modo accessibile e, oltre a monitorare le performance aziendali, consente di identificare, data una coordinata satellitare, quali sono le aree del territorio con il più alto potenziale di mercato in funzione delle diverse categorie merceologiche. Progetto che l’America ha accolto con molto interesse, dando spazio all’azienda Made in Italy nel cuore di Manhattan, con l’obiettivo di sviluppare il mercato americano, mettendo al centro quelli che sono i valori aziendali: sostenibilità, accessibilità, attenzione alla salute e innovazione. Big Geo è una piattaforma intelligente online, in cui confluiscono una grande quantità di dati, con cui è possibile visualizzare su mappa le performance aziendali, attraverso sistemi di georeferenzazione. Big Geo Intelligence si distingue da tutti i software esistenti sul mercato di geo marketing per la velocità di elaborazione di una grande quantità di dati provenienti da fonti diverse e dalla facilità d'uso da parte dell’utente finale. Tra i vantaggi di utilizzare Big Geo Intelligence vi è anche la possibilità di ottimizzare una campagna di comunicazione sul territorio e che può far crescere il fatturato di un punto vendita in un anno del 30% rispetto alla stagione precedente.

Come funziona la piattaforma

Il Software si collega in automatico ai sistemi di incasso (on line e offline). Ogni informazione di vendita (ticket) viene georeferenziata: si genera una coordinata satellitare GPS; i dati di vendita georeferenziati confluiscono in un datalake di proprietà di BIG e vengono agganciati ai database messi a punto negli anni da BIG (es. popolazione, abitazioni, imprese, consumi, tendenze, traffico automobilistico etc). A questo punto è possibile navigare e visualizzare attraverso il portale on line con accesso personalizzato.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 09/06/2021


“The Spoon”: Francesco Totti fa “il cucchiaio” agli ex campioni olandesi

Francesco Totti, autore del celebre “cucchiaio” agli Europei 2000 che fece vincere l’Italia contro la nazionale olandese, ha raggiunto ad Amsterdam i rivali del famoso match per scusarsi. O forse no. È questo il cuore di "The Spoon", un’iniziativa tutta italiana firmata Heineken, che ancora una volta ha presentato un tema importante come la sana rivalità, nel classico stile del brand: con divertimento, positività e quel pizzico di ironia che non può mancare in nessuna competizione che si rispetti. Nelle stories di Instagram si può seguire tutta la narrazione che si svolge in due nazioni e coinvolge talenti del calcio internazionale come Clarence Seedorf, Ronald De Boer e Giovanni Van Bronckhorst, tutti scherzosamente presi in giro dal “Capitano”, intenzionato a volare ad Amsterdam per riappacificarsi di persona. Ma Totti farà di testa sua, scusandosi, non con i famosi calciatori, ma con omonimi che col calcio hanno poco a che fare: un fiorista, una guida turistica e un olandese doc saranno presi per strada e riceveranno delle scuse inaspettate. A costringere il “Capitano” a riappacificarsi davvero con gli olandesi ci penserà un ospite d’eccezione: Heineken, che inviterà i talenti del calcio a riunirsi davanti a una birra. Anche questa volta però Totti farà a modo suo. La storia si conclude, infatti, con un brindisi dove il Capitano chiede al barista un apribottiglie, ma non uno qualunque, un cucchiaio...Proprio da questo gesto, il 10 giugno, partirà la Challenge #colcucchiaio, dove Totti sfiderà tutti i suoi follower ad aprire una Heineken col cucchiaio. Il nuovo video “The Spoon”, il cui progetto creativo porta la firma di Publicis Italia, è un’attività esclusiva pensata e sviluppata da Heineken Italia e sponsorizzata sul mercato di riferimento. "The Spoon" fa parte della campagna global “Enjoy the Rivalry”.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy