ABBONATI

Aeroporti di Roma: tra Mediamond, SKY, Media One e Grandi Stazioni Retail la scelta della concessionaria per i rapporti con i centri media; il valore degli spazi è di 10 milioni

Autore: V Parazzoli


Giunge alla parte finale la gara per l’individuazione della struttura che seguirà per due anni le pianificazioni intermediate negli scali di Fiumicino e Ciampino

È giunta alla sue fasi conclusive la gara aperta da Aeroporti di Roma (che è controllata da Atlantia) per individuare la concessionaria cui affidare per due anni la gestione dei rapporti con i centri media interessati a intermediare gli spazi pubblicitari degli scali romani di Fiumicino e Ciampino. Dopo aver stretto un accordo con Grandi Stazioni Retail relativo alla GoTv, per un totale di 45 schermi tra i due aeroporti, ADR ha aperto infatti nello scorso autunno il fronte relativo a tutti gli altri spazi out of home che, secondo quanto risulta a DailyMedia, complessivamente dovrebbero generare una raccolta di circa 10 milioni di euro all’anno. A Ebiquity era stato dato l’incarico di advisor per individuare una rosa di strutture tra cui la concessionaria interna di AdR dovrà scegliere appunto quella che l’affiancherà sia nella vendita, sia nello sviluppo tecnologico degli impianti. Tra queste, erano state invitate Grandi Stazioni Retail, Class Pubblicità, Mediamond, Clear Channel, Sky, PRS in associazione con Acone & Associati e MediaOne, attualmente incaricata della gestione dell’advertising nei due scali. L’accordo con quest’ultima risale allo scorso aprile e si inserisce nell’ambito della progressiva internalizzazione dell’attività di vendita dell’adv in AdR, che dal 2019 ha acquisito la gestione diretta degli asset pubblicitari operando in prima persona con tutti i clienti non intermediati da centri media. Media One era subentrata nell’incarico a Clear Channel. La selezione, sempre secondo quanto ricostruito dal nostro giornale, ha ridotto ora la rosa dei potenziali vincitori a quest’ultima, Mediamond, Sky e Grandi Stazioni Retail.  L’aeroporto di Fiumicino è oggi un importante luogo di scambio interculturale che accoglie passeggeri provenienti da tutto il mondo e negli ultimi anni si è trasformato da semplice area di attesa ed imbarco a zona commerciale con negozi, ristoranti e zone dove sostare comodamente, diventando così un’opportunità di comunicazione pubblicitaria su ampia scala. L’asset di AdR, con i suoi molteplici spazi pubblicitari esterni ed interni, rappresenta un grande veicolo per comunicare ai quasi 46 milioni di passeggeri che transitano annualmente negli scali romani (dati a novembre 2019). 


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 25/03/2020


Skuola.net festeggia i suoi primi 20 anni

Venti candeline per Skuola.net, il portale di riferimento per gli studenti italiani, venti anni di iniziative, progetti e innovazioni, due decenni e un'autorevolezza riconosciuta anche dalle istituzioni. Ecco il video celebrativo.

LEGGI

Correlati

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 30/03/2020


GVC Holdings affida a Zenith l’incarico per il media di Bwin, di cui fanno parte anche gli altri due brand di betting Eurobet e Gioco Digitale  

Nasce in Italia il Gruppo che riunisce tre grandi brand di betting, che si sono affermati come alcuni dei migliori nel mercato regolamentato italiano: Eurobet, Bwin e Gioco Digitale. Il gruppo si è creato a seguito dell’acquisizione da parte di GVC Holdings di Ladbrokes Coral nel 2019. In Italia è guidato da Andrea Faelli, già CEO di Eurobet. Zenith, centro media di Eurobet da tempo, a seguito dell’acquisizione e grazie agli ottimi rapporti si è aggiudicata la gestione del budget di comunicazione di Bwin. “L’ottimo lavoro svolto da Zenith in questi anni ci ha portato a decidere di centralizzare le attività di comunicazione nel Gruppo Publicis attraverso l’agenzia guidata da Andrea Di Fonzo collaborando con la sua sede romana”, commenta Alexis Grigoriadis, Director of Marketing - Italy for GVC Group. “Siamo in grado di fornire un nuovo approccio comunicativo ai brand, che devono rispettare il Decreto Dignità, grazie anche al nostro modello Power of One,” commenta Matteo Tarolli, General Manager Zenith & Publicis Groupe Roma. Il Decreto esclude per ora ogni attività di comunicazione delle società di betting, ma proprio in questi giorni Lega Calcio e FIGC hanno chiesto al Governo di poterla ripristinare (i soli investimenti dei tre citati brand confluiti in Bwin si può stimare che superino i 10 milioni di euro su base annua, mentre il settore ne vale una settantina, soprattutto per i broadcaster tv e radio). Power of One si concretizza attraverso la collaborazione di Zenith con più agenzie e capabilities del Gruppo Publicis: MSL gestisce per Eurobet e Bwin la parte di ufficio stampa, la Capability Content sta costruendo contenuti creativi per properties come Schema.it, un sito che fa della qualità dei propri contenuti sportivi il suo cavallo di battaglia, e Bwintv.it, una piattaforma di streaming totalmente gratuita che consente agli utenti la visione in rete degli highlights di eventi sportivi. “Siamo molto felice di aver costruito una partnership strategica che consente ai brand di GVC in Italia di poter disporre al meglio delle competenze trasversali del Gruppo in logica Power of One”, commenta Andrea Di Fonzo CEO di Zenith.

LEGGI
img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 27/03/2020


Saatchi & Saatchi vince la gara globale creativa atl e digital di Enel e viene confermata per un altro triennio

Si è conclusa a favore di Saatchi & Saatchi e, quindi, con la conferma dell’agenzia di Publicis Groupe, che si aggiudica per la quarta volta consecutiva l’incarico creativo globale della compagnia, la gara indetta a settembre da Enel per il suo partner per un altro ciclo triennale. La sigla di cui è ora CEO Camilla Pollice compie così insieme al brand di cui sono Direttore della Comunicazione Roberto Deambrogio e Responsabile della Pubblicità Silvia Fellegara 17 anni di partnership strategica. L’assegnazione è avvenuta dopo una finale con VMLY&R per conto di WPP, mentre alle prime fasi del pitch ha partecipato anche Omnicom con BBDO. L’incarico in palio riguardava infatti nel dettaglio le attività di ideazione strategica, progettazione, realizzazione, produzione e coordinamento di campagne pubblicitarie atl e digital a livello globale e quindi essenzialmente anche negli altri mercati dove Enel è presente in forze, vale a dire Spagna e Sud America. “La profonda conoscenza del cliente e la capacità di Saatchi & Saatchi che, nella gara, è stata supportata dal modello Power of One di Publicis Groupe, di adattarsi alle esigenze di business sempre mutevoli di Enel e dei suoi consumatori - recita il comunicato - hanno portato l’agenzia ad estendere la propria partnership di lunga durata contribuendo a rendere l’azienda una delle più importanti energy company del mondo”. Power of One “Sono molto orgogliosa di questo incredibile traguardo che ci vede ancora una volta al fianco di Enel come partner creativo e strategico - commenta Camilla Pollice -. Ringrazio Enel per averci nuovamente dato fiducia. La forza della nostra partnership costruita in tutti questi anni ci ha permesso di diventare un unico team, cliente e agenzia, che lavora insieme per obiettivi comuni. I miei ringraziamenti si estendono a tutto il team di Saatchi & Saatchi che lavora instancabilmente ogni giorno e che ha realizzato un progetto di gara outstanding. Abbiamo avuto la capacità di anticipare e interpretare le esigenze del cliente e le sfide che dovrà affrontare nel prossimo futuro. L’entusiasmo, l’esperienza, la tenacia, la conoscenza profonda del brand in tutte le sue sfaccettature e non ultimo il supporto di tutto il Gruppo Publicis hanno fatto la differenza”. Aggiunge Manuel Musilli, D.C. dell’agenzia: “Lavorare insieme a un cliente come Enel ha rappresentato negli anni una sfida sempre avvincente perché in continua evoluzione. Questa vittoria è frutto del lavoro di un team eccezionale che ha dimostrato di essere in grado di innovare continuando a credere fortemente nel valore della creatività”. Vittorio Bonori, CEO di Publicis Groupe, dichiara: “Il nostro modello Power of One ha dimostrato ancora una volta di essere una leva strategica unica e distintiva in uno scenario di mercato complesso come quello di oggi, in grado di offrire a tutti i nostri clienti un approccio omnichannel, data-driven e incentrato sulla end to end consumer experience. Un modello pensato per la trasformazione digitale dei nostri clienti e reso unico da due game changer unici e trasformazionali come Sapient ed Epsilon. Mi congratulo con tutto il team di Saatchi & Saatchi e ringrazio il Gruppo Enel per la rinnovata fiducia accordata”. Il planning, per un budget complessivo a livello globale di 50 milioni all’anno (metà dei quali destinati al mercato interno), è curato da Mindshare.

LEGGI
img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 19/03/2020


L’Istat mette a gara 4,3 milioni di euro per la campagna di comunicazione del VII Censimento generale dell’agricoltura, l’ultimo con cadenza decennale

L’Istituto nazionale di statistica ha emesso un bando di gara a procedura aperta per l’affidamento della campagna di comunicazione del VII Censimento generale dell’agricoltura 2020. Quest’anno infatti l’Istat realizza il 7o Censimento generale dell’agricoltura, l’ultimo con cadenza decennale (successivamente diventerà permanente e avrà cadenza annuale), al quale sono chiamate a partecipare tutte le aziende agricole, al di sopra di determinate dimensioni, presenti in Italia– circa 1,5 milioni di unità condotte da persone fisiche (individui e famiglie) e persone giuridiche (principalmente società e istituzioni pubbliche) - con l’obiettivo di fornire un quadro informativo statistico sulla struttura del sistema agricolo e zootecnico a livello nazionale, regionale e locale. Valore totale stimato dell’appalto, della durata di 30 mesi IVA esclusa: 3.086.000 euro. Nello specifico, l'appalto concerne l’ideazione, progettazione e realizzazione di una campagna di comunicazione organica, articolata e fortemente integrata, che evidenzi il ruolo dell’Istat come produttore di informazioni e analisi puntuali, utili alla collettività e alla struttura produttiva del Paese, e come ente di ricerca moderno, agile e innovatore. Le richieste L’aggiudicatario dovrà: ideare, progettare e realizzare il marchio logo, i claim e il payoff dedicati al Censimento generale dell’agricoltura 2020; ideare e realizzare l’immagine coordinata e i prodotti di comunicazione e un programma di attività di pubbliche relazioni, partnership ed eventi con tutti i soggetti coinvolti a vario titolo nelle rilevazioni; presentare un piano eventi mirato a promuovere e sostenere il censimento in tutte le sue fasi; progettare e realizzare un sito web di comunicazione, diverse applicazioni digitali, dedicati alla rilevazione, e una strategia social che preveda anche la gestione dei canali già esistenti e l’eventuale attivazione e gestione di profili dedicati; presentare una strategia di media relations e ufficio stampa dedicato, tradizionale e 3.0, la cui gestione sarà concordata di concerto all’ufficio stampa dell’Istat; ideare e realizzare una campagna ADV comprensiva di piano mezzi e acquisto di spazi pubblicitari; ideare, produrre e fornire tutti i materiali e strumenti di comunicazione indicati e quelli proposti nel progetto presentato dall’aggiudicatario, che deve, più dettagliatamente: specificare le quantità, le caratteristiche tecniche e i formati di ogni prodotto proposto; progettare e produrre un piano di crisis management e strumenti di monitoraggio e reportistica, e organizzare, amministrare, assistere e fare quant’altro necessario e funzionale a realizzare l’intera campagna. La stazione appaltante si riserva la facoltà di rinnovare il contratto, alle medesime condizioni, per una durata pari a 1 ulteriore anno, per un importo di 1.234.400 euro al netto di IVA. Termine per il ricevimento delle domande di partecipazione: 30 aprile 2020, con apertura delle offerte il 5 maggio.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy