ABBONATI

Radio Italia: Marco Pontini è vice presidente, la raccolta pubblicitaria 2018 cresce a doppia cifra

Autore: S Antonini

Marco Pontini


L’editore e presidente Mario Volanti ufficializza la nomina dopo la conferma del terzo posto tra le emittenti più ascoltate d’Italia; raddoppiano anche i ricavi dalle partnership per il Festival di Sanremo

Marco Pontini è stato nominato vice presidente di Radio Italia solomusicaitaliana, emittente dove lavora da quasi 15 anni e dove ricopre l’incarico di direttore generale marketing e commerciale. La vice presidenza della radio a Pontini, sottolinea l’editore e presidente Mario Volanti, è soprattutto un riconoscimento per il lavoro svolto dal manager, consolidatosi nella costante crescita degli ascolti registrata da anni e sancita dai risultati della ricerca TER – Tavolo Editori Radio del 2018. L’indagine conferma sia il terzo posto dell’emittente tra le radio più ascoltate in Italia, sia un trend sempre positivo delle audience. Il dato complessivo annuale nel giorno medio è di oltre 5,2 milioni di ascoltatori, con una crescita lieve rispetto all’anno precedente, e pari al 3% nel secondo semestre - che si attesta a 5,3 milioni di ascoltatori - rispetto al primo. A questi si aggiunge una fan base sui social media di 3,8 milioni di persone. «Sono risultati importanti, raggiunti nonostante non siamo un grande gruppo né godiamo di grande visibilità televisiva - commenta il neo vice presidente Pontini -. Una fuga in avanti può capitare: ma questo è il frutto di un costante lavoro di squadra, che coinvolge anche i figli di Mario Volanti: Alessandro, con cui lavoro da anni nell’ambito marketing, ed Edoardo, alla guida della redazione». È in crescita anche la raccolta pubblicitaria, affidata alla concessionaria Manzoni, e chiude il 2018 con un incremento a doppia cifra. Il 2019 inizia bene con le iniziative per il Festival di Sanremo: «L’anno scorso la raccolta era cresciuta del 30% sul 2017, quest’anno è raddoppiata rispetto al 2018». Mario Volanti
La forza delle partnership
La crescita di Radio Italia è frutto del coordinamento tra prodotto editoriale, distribuzione e attività di marketing: «L’integrazione tra prodotto e marketing creano iniziative di successo come il concerto di Radio Italia, dove si realizzano le condizioni per partnership virtuose come quella con Verti per il nostro Verti Music Place, dove realizziamo i live. Questa partnership sfrutta le caratteristiche della radio cogliendo due aspetti cruciali: la brand awareness, poiché in tutti gli eventi e le interviste il brand viene citato -; e il positioning, dato che realizziamo il maggior numero di concerti e interviste». Tra le iniziative a venire, il party di apertura del Festival di Sanremo, “Sanremo Start”, che si terrà domenica prossima in collaborazione con Vanity Fair e Real Time. Deleghe rimangono le stesse, ho dato un contributo
Le deleghe restano confermate
Anche nella nuova posizione di vice presidente Marco Pontini mantiene le deleghe operative che gli competono. Milanese, 51 anni, il manager è entrato a Radio Italia nel 2005, chiamato da Mario Volanti per rafforzare e rilanciare il gruppo. Ha assunto la carica di direttore generale marketing e commerciale dieci anni fa, Pontini ha contribuito al rinnovamento del palinsesto e dell’immagine coordinata, sviluppando partnership d’eccellenza in ambito sportivo, musicale, teatrale e culturale. Precedentemente la sua carriera si è sviluppata presso Radio Capital, dove ha lavorato nel 1995 a fianco di Claudio Cecchetto, poi nel 1996 passa alla concessionaria Radio e Reti per guidare le iniziative speciali e gli eventi di tutte le radio in portafoglio. Nel 2001 entra nel Gruppo Forumnet della famiglia Cabassi come direttore generale. Segue l’acquisizione della Compagnia della Rancia, società di produzione di musical di cui diventa amministratore delegato. Nel gennaio 2004 entra nel board dell’European Arenas Association che racchiude le più importanti strutture polifunzionali d’Europa diventandone vice presidente. Nel gennaio 2014 entra nel consiglio di amministrazione di Monradio in qualità di consigliere con delega alla gestione di R101 per la parte editoriale e marketing e assume il ruolo di direttore editoriale e marketing di R101.

img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: S Antonini - 04/12/2019


"Fatti furbo", investi con TD Ameritrade

Toni ironici e sofisticati da spy story degli anni 60 e un protagonista che nel look (e nell'auto) rimanda vagamente a James Bond: così la nuova creatività "Get smarter" firmata Havas New York comunica il brand e i servizi della società di trading TD Ameritrade.

LEGGI

Correlati

img
poltrone

Autore: Redazione - 04/12/2019


Fabrizio Piscopo nuovo General Manager con effetto immediato dopo l’uscita di Giuliano Cipriani

Discovery Italia annuncia la nomina, con effetto immediato, di Fabrizio Piscopo al ruolo di General Manager di Discovery Media, la concessionaria di pubblicità del gruppo. Piscopo, che nel suo nuovo ruolo risponderà ad Alessandro Araimo - Amministratore Delegato di Discovery Italia – sostituisce al vertice della concessionaria Giuliano Cipriani che, dopo 8 anni, lascia Discovery. “Sono molto lieto di accogliere Fabrizio Piscopo nel nostro gruppo e affidargli un ruolo chiave per contribuire alla crescita della nostra azienda – ha dichiarato Araimo -. Stiamo vivendo un momento estremamente positivo sul fronte degli ascolti e di importante sviluppo del nostro modello di business, che ci posizionano tra le media company meglio organizzate per affrontare le sfide future e tra le più reattive a cogliere ogni opportunità di ulteriore crescita. Sono certo che Fabrizio Piscopo, manager di grande esperienza e di assoluta riconoscibilità tra tutti gli attori del mercato pubblicitario, saprà dare un importante contributo per raggiungere gli obiettivi sempre più sfidanti che ci siamo posti nell’immediato futuro”. Fabrizio Piscopo, 61 anni, lavora da sempre nel mondo della pubblicità. Ha iniziato la sua carriera in Hachette Rusconi per poi proseguire in Manzoni e Mondadori. Nel 1998 viene nominato Vicedirettore Generale in Class Editore e fonda Class Pubblicità. Nel 2002 è consigliere delegato del centro media Cia Media Edge. Successivamente, nel 2003, entra in Sky e dà vita a Sky Pubblicità, la concessionaria interna del gruppo. L’esperienza nella pay tv termina a fine 2012 quando accetta l’incarico di ristrutturare Sipra, concessionaria della Rai, che si trasforma in Rai Pubblicità, di cui diventa Amministratore Delegato fino a dicembre 2017.

LEGGI
img
poltrone

Autore: V Parazzoli - 12/11/2019


Elia Blei entra in Fsb Group con il ruolo di Chief Innovation Officer e Managing Director di Cabana Magazine LTD

Da ieri Elia Blei è entrato a far parte di Fsb Group con il ruolo di Chief Innovation Officer, assumendo anche quello di Managing Director di Cabana Magazine LTD, piattaforma editoriale e di ecommerce high end interiors, parte del Gruppo. Il suo arrivo si colloca nell’ottica di potenziare un approccio martech alle attività del Gruppo, con l’obiettivo di rafforzare una strategia sempre più focalizzata sulla creazione e distribuzione di contenuti “data-driven”. La sua pluriennale esperienza nei media, nel lusso e nel mondo tech porterà valore aggiunto al percorso già iniziato dal Gruppo con un’accelerazione rilevante. Gianluca Reina, co-founder di Fsb Group con Andrea Reina e Filippo Richeri Vivaldi Pasqua, dichiara: “Sono molto soddisfatto di aver portato a bordo Elia perchè è l’anello mancante per l’evoluzione del nostro Gruppo, sempre più rivolto al digitale e allo sviluppo di soluzioni innovative”. Elia Blei: “Sono molto fiero di poter far parte di questo Gruppo, profondamente italiano ma di sensibilità e visione globale che in 10 anni dalla sua fondazione si è affermato da indipendente come uno dei principali player nell’ambito della creazione dei contenuti e dello sviluppo di format creativi, innovativi e di successo”. Nel maggio del 2018, Blei aveva fatto il suo ingresso in FriendZ come General Manager Sales & Development. Il Gruppo Fsb Group è stato fondato nel 2009 da tre professionisti della comunicazione: Andrea e Gianluca Reina e Filippo Richeri Vivaldi Pasqua, che decidono, insieme alle socie Chiara Fornari e Virginia Galateri di Genola, di combinare le loro esperienze in diversi ambiti della comunicazione per poter offrire ai clienti un approccio sinergico alle singole strategie. Grazie a questa visione, in 10 anni il Gruppo ha sviluppato un network di 5 agenzie e una rivista: ogni singola entità mantiene la sua specificità e una conoscenza profonda del suo campo d’azione mentre condivide con le altre un mantra comune rappresentato dall’idea del volo: qualità, creatività, audacia e, in ultima analisi, un pensiero libero che permette a Fsb Group di proporre soluzioni innovative per dare un valore aggiunto a ogni singolo progetto. Fanno parte di Fsb Group: - Fasten Seat Belt: agenzia di eventi guidata da Filippo Richeri Vivaldi Pasqua, specializzata nella creazione e produzione di eventi per il mondo del lusso. - Below the Airline: agenzia di eventi guidata da Andrea Reina, dedicata al mondo mainstream: food&beverage, telecomunicazioni, bellezza, automotive, etc. - Ready2Fly: boutique agency diretta da Chiara Fornari, specializzata nel mondo del digitale: social media management, digital PR, strategia digitale, iniziative speciali e non convenzionali. - Pilot Room: agenzia di pubbliche relazioni capitanata da Virginia Galateri di Genola e Suniglia con un approccio couture a progetti legati al mondo del lusso. - Cabana Magazine: fondata da Gianluca Reina con Martina Mondadori e l’Art Director Christoph Radl, rivista semestrale di interior design basata a Londra, offre un punto di vista inedito sul mondo dell’arredamento e del design con una cifra creativa eclettica e colorata assolutamente riconoscibile, diventata un vero e proprio marchio di lifestyle. - Take Off: diretta da Gianluca Reina: agenzia di produzione video specializzata nella creazione di contenuti a supporto dello storytelling dei brand.

LEGGI
img
poltrone

Autore: V Parazzoli - 04/11/2019


Alberto De Martini lascia Red Cell, di cui era Presidente: si dedicherà a una nuova iniziativa professionale

Alberto De Martini ha deciso di uscire da Red Cell, di cui era ultimamente Presidente, dopo esserne stato per 15 anni A.D. Ruolo ora rivestito da Simona Maggini, CEO di VMLY&R, del cui network Red Cell fa parte come agenzia indipendente. De Martini lascia l’agenzia di WPP di cui è General Manager Marco Ruggeri per dedicarsi a una nuova iniziativa professionale. De Martini è uno dei più noti pubblicitari italiani. Dopo la laurea in Lettere Moderne presso l’Università Statale di Milano, lavora come copywriter in Armando Testa. A poco più di vent’anni è già direttore creativo di McCann Erickson e nel 1983 fonda la sua agenzia, Ata De Martini & C. Collabora inoltre con alcune università, tra cui l’Università del Sacro Cuore di Milano per la Facoltà di Psicologia e l’Università IULM. Nel corso della sua carriera ha vinto un Leone d’Argento al Festival Internazionale della Creatività e si è dedicato alla musica scrivendo i testi di alcune canzoni di Mina. Tra i brand di cui si è occupato ci sono Vespa, Baci Perugina, Birra Dreher, Privatizzazione dell’Ina, Ciobar Cameo, Opa di Olivetti su Telecom Italia, Sky, Vodafone, Istituzionale Fiat, Banca Mediolanum e Unieuro.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy