ABBONATI

Secondo uno studio di Live Nation la musica live è l’esperienza umana più forte

Autore: Redazione


Una ricerca internazionale sul “Potere del Live” rivela che i concerti superano digital, video game e sesso

Live Nation, azienda leader nel campo dell’intrattenimento live, ha pubblicato uno studio sul “Potere del Live”, prendendo in esame a livello globale i trend e i comportamenti di oltre 22.500 consumatori di 11 Paesi, di età compresa fra i 13 e i 65 anni. La ricerca, condotta assieme all’agenzia Culture Coop, rivela che nell’era del digitale e delle esperienze virtuali la musica live è necessaria e più vitale che mai (oltre a instaurare relazioni fra esseri umani). Anche se connettersi alle persone non è mai stato così facile come ora grazie alla tecnologia, è difficilissimo creare delle relazioni con le persone. Il 73% dei partecipanti afferma che ora più che mai desidera godere di esperienze reali nel corso della propria vita e di essere stufo di quelle virtuali e digitali. La musica live è l’antidoto. Il 71% dei partecipanti si trova concorde nell’affermare che i momenti che li fanno sentire più “vivi” sono quelli passati ai concerti. La forza unificatrice della musica Nel mondo di oggi, dilaniato dalle divisioni e dalle fratture, la musica live è divenuta sempre più una forza unificatrice. Alla domanda su cosa li definisca meglio come individui i partecipanti hanno risposto che la musica definisce la loro identità più della loro stessa città natale, politica, razza o religione. Le uniche cose più importanti della musica sono gli amici, la famiglia e i ricordi. La domanda per la musica live Lo studio riporta che 2/3 degli appartenenti alla generazione X,Y e Z (di età compresa fra i 13 e i 49 anni) vanno almeno una volta a un concerto o a un festival durante l’anno, con la maggior parte che afferma di andare a diversi eventi live nell’arco dei 12 mesi. Live Nation osserva come la domanda crescente rifletta appieno le schiere di fan che vanno ai concerti e ai festival, con una crescita pari a +21% rispetto all’anno precedente per un totale di 86 milioni di spettatori nel 2017. Fa bene all’umore È stato provato attraverso un esperimento biometrico che studia i fan nella loro totalità durante un concerto che quasi il 70% dei partecipanti mostra una significativa sincronizzazione nei movimenti del corpo che stimola l’ossitocina, l’ormone che facilita i legami e le interazioni fra esseri umani. E questo stimolo permane nell’individuo dopo che il livello del loro buonumore è aumentato di 5 volte rispetto a prima dello show. Emozioni più intense Alla richiesta di riflettere su una recente esperienza avuta a un concerto e classificare l’intensità del loro coinvolgimento emotivo, il 78% degli intervistati ha risposto di provare emozioni fortissime. Altri avvenimenti o esperienze digitali non si sono rivelate all’altezza a livello emotivo: gli intervistati dichiarano di provare emozioni meno forti ascoltando la musica in streaming (-27%) o giocando ai video game (-31%) e di apprezzare di più la musica live rispetto al sesso del 10%. Il 67% del pubblico globale racconta che più si sente coinvolto emotivamente, più è aperto a nuove idee. Infatti, il 90% di loro racconta che i brand sono i benvenuti all’interno dello spazio dove si svolte il concerto solo se trovano una maniera autentica di accrescere e migliorare la loro esperienza. Catalizzatori culturali A livello mondiale, coloro che vanno ai concerti sono nel 29% dei casi più ricchi, esiste una possibilità 4 volte superiore che siano micro-influencers (ovvero hanno più di 1.000 followers sui loro social media) ed esiste il +121% di possibilità che siano molto influenti fra i loro coetanei. Lnoltre, il 72% della generazione Z/Millennials ha guidato per oltre 100 km per vedere un concerto. Le ragazze che appartengono alla generazione Z/Millenials impiegano 20 minuti in più per prepararsi per andare a un concerto rispetto alla loro routine. L’85% dei fan che vanno ai concerti ha comprato nuovi vestiti da indossare per l’occasione.

img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 22/02/2024


Mediaplus si aggiudica la gara per strategia, planning e digital marketing di Sperlari Group; il budget è di 5 milioni di euro

Sperlari Group, azienda italiana del settore dolciario con oltre 180 anni di storia, ha annunciato l’avvio della collaborazione con Mediaplus Italia, dopo averla scelta come agenzia di riferimento per la gestione delle sue campagne di comunicazione e, più nello specifico, per strategia, planning media off e online, e digital marketing. La selezione di Mediaplus Italia, che subentra nell’incarico a GroupM, è avvenuta al termine di una procedura di gara. Il budget è stimabile nell’ordine dei 5 milioni di euro. La sinergia tra le due realtà cade in un momento cruciale per la strategia di sviluppo di Sperlari Group, con l’inaugurazione di una nuova era di comunicazione di marca, virata verso l’innovazione e la trasformazione digitale. La collaborazione “Siamo entusiasti di avviare questa collaborazione con Mediaplus Italia. La nostra decisione di scegliere un partner indipendente riflette la nostra ricerca di una relazione personalizzata che si adatti perfettamente alle specificità dei nostri bisogni. Confidiamo di poter costruire insieme strategie di comunicazione che siano veramente su misura per i nostri brand”, ha commentato Bernadette Bevacqua, CEO di Sperlari Group Italia. Il primo frutto della collaborazione tra Sperlari Group e l’agenzia guidata dal CEO Vittorio Bucci è la campagna di Saila, una comunicazione a due fasi realizzata con l’obiettivo di massimizzare l’awareness del nuovo posizionamento facendo leva su un ambassador d’eccezione come Christian Vieri. Il media mix prevede una pianificazione video sui principali touchpoint in-target per la veicolazione del concept “La caramella del bomber” e un successivo boost su Meta, YouTube e DAZN per la promozione del concorso “Leggende da Bar”.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 13/02/2024


Jakala firma la nuova campagna di Edenred Italia con protagonista Valerio Lundini, on air su radio, tv e social media

Edenred Italia, leader nelle soluzioni per il mondo del lavoro, presenta la nuova campagna pubblicitaria dedicata al suo iconico Ticket Restaurant. Ideata, realizzata e pianificata per il secondo anno da JAKALA, azienda specializzata nel traghettare le aziende verso la trasformazione digitale attraverso l’intelligenza artificiale, con soluzioni complete per il mondo advertising, la campagna vede la realizzazione di un nuovo spot con la partecipazione speciale del comico e conduttore italiano Valerio Lundini. Hai un’azienda o una partita Iva? Gioca di fantasia. Quale potrebbe essere il tuo sogno più ambizioso e inimmaginabile? Uno strumento che sia smart e vantaggioso perla pausa pranzo, la spesa e il food delivery, che possa aiutarti ad ottenere vantaggi fiscali. Non serve il Genio della lampada per esaudire questo desiderio: esiste già, è Ticket Restaurant! Nel nuovo spot Valerio Lundini interpreta contemporaneamente se stesso e uno stanchissimo Genio della Lampada: ormai ha già esaudito due dei tre famigerati desideri, ma per il terzo proprio non si riesce a venirne a capo. E quando pensa di aver trovato qualcosa che proprio gli servirebbe...Esiste già. È la Soluzione Geniale per la Deduzione Fiscale. Anche questa volta si rinnova la partnership con Courage alla produzione e Riccardo Digiacomo alla regia, con il suo sguardo immaginifico e ironico. La campagna si articola in diversi flight nel corso di tutto il 2024. La pianificazione tv prevede la messa in onda dello spot sulle principali emittenti nazionali (Mediaset, Rai, Sky, La7) ed è affiancata da una pianificazione radio su stazioni e programmi molto legati al target B2B (Radio24, Radio Rai, Radio Capital, Radio Deejay, RMC, RDS). In concomitanza con i flight tv e radio è prevista presenza della campagna anche sul digital con formati display e video sui principali network e publisher e su mondo Meta, TikTok, YouTube e DAZN.  Il commento “Per il secondo anno Valerio Lundini è il protagonista dello spot di Edenred Italia», ha dichiarato Giorgio Sacconi, Digital & Media Managing Director di JAKALA. «Con la sua partecipazione prosegue e si potenzia il percorso intrapreso con la campagna precedente di associazione con il brand e di riconoscibilità del marchio per un pubblico trasversale e sempre più ampio. Quest’anno Valerio non si è limitato al contributo già prezioso di interpretazione e arricchimento dello script, ma ha lavorato in prima persona all’idea creativa insieme al nostro team creativo”. Credits Creative Director: Marta Bacigalupo  Head of Creatives: Gabriele Salamone Copywriter: Angelo Curci Art Director: Giacomo Conti  CdP: Courage Regia: Riccardo Digiacomo Direttore della fotografia: Timon Le Graaf Boelè Fotografo: Dario Bologna

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy