ABBONATI

Alessandro Pugliese è Direttore Nazionale & Partnership di Citynews

Autore: Redazione


A lui il compito di gestire il business della raccolta nazionale attraverso una serie di responsabilità volte allo sviluppo delle attività del Gruppo

Citynews, il Gruppo editoriale che conta 250 giornalisti in 47 redazioni attive in tutta Italia e un’area commerciale composta da oltre 70 sales account, suddivisa in due linee di business, una concentrata sulla raccolta pubblicitaria territoriale e una su quella per clienti nazionali, ha annunciato l’ingresso nel proprio team di Alessandro Pugliese nel ruolo di Direttore Nazionale & Partnership. Digital Area Sales Coordinator in Publikompass, Head of Sales in Populis, Sales Director in Blogo.it, Alessandro Pugliese vanta un’esperienza di 15 anni nell’ambito media ed advertising, con una profonda conoscenza del settore News & Information.

I compiti di Alessandro Pugliese

Il nuovo Direttore Nazionale & Partnership gestirà una delle due linee di business principali del Gruppo Editoriale Citynews, la raccolta nazionale, che da sola costituisce circa il 50% del fatturato annuo dell’azienda. I suoi principali compiti saranno quelli di consolidare la decisa crescita degli ultimi tre anni, di incrementare le opportunità di confronto con il mercato di riferimento, e infine, di sviluppare nuove aree di business e nuove modalità di collaborazione. A tale scopo, coordinerà una struttura già operativa ed efficace che comprende tre Divisioni e i cui responsabili sono rappresentati da tre importanti figure manageriali:

  • Franco Gilardi, Responsabile Clienti diretti Centro-Nord. In Citynews da quasi 4 anni, può vantare oltre vent’anni di esperienza nel digitale in realtà importanti come Sipra spa, AdSolutions e Gruppo Maggioli;
  •  Pietro Santacatterina, Responsabile Clienti diretti e Centri Media Centro-Sud, in Citynews da oltre 5 anni e in precedenza dieci anni di esperienza nel digital marketing, da Studenti Media Group a Banzai spa, passando per TAG Advertising;
  • Paolo Pace, Responsabile Centri Media, con una lunga esperienza di digital marketing maturata in aziende come Triboo, Lumata e DigiTouch.
Le altre unit

L’area commerciale del Gruppo Citynews è completata dalla divisione che gestisce la raccolta pubblicitaria territoriale, costituita da una struttura di client partner distribuiti in 46 città e la cui Direzione è composta da 5 Area Manager. Infine, ad arricchire e completare l’attività commerciale, vi è la Direzione Marketing composta da tre Divisioni strategiche, ognuna con un proprio responsabile: Prodotto e Formazione, Go To Market e Sales Support.

Progetto unico

“Per me Citynews rappresenta innanzitutto il proseguimento naturale del mio percorso nel mondo dei Media e dell’editoria - dichiara Alessandro Pugliese -, in un momento particolarmente intenso per il settore e che ritengo decisivo. Per questo motivo sono sinceramente contento di potermi unire ad un progetto unico nel suo genere e di poter affrontare con determinazione i cambiamenti e le sfide che ne deriveranno, potendo contare sulla solidità e credibilità di Citynews”. “Sento inoltre molto forte la responsabilità che mi è stata affidata nel guidare una struttura costituita da donne e uomini esperti e capaci, che già da diversi anni operano con grande successo, sia a livello nazionale che locale. Proprio questa doppia vocazione commerciale fa di Citynews un caso sicuramente unico nel panorama degli Editori nativi digitali italiani e rende questa sfida ancora più affascinante ed avvincente”.

Timing perfetto

“Alessandro, con cui ho già avuto il piacere di lavorare e che conosco quindi molto bene, entra nel nostro Gruppo in una fase di piena maturazione editoriale - dichiara Walter Bonanno, Direttore Generale di Citynews -, che ha visto Citynews attestarsi autorevolmente al secondo posto nel ranking News/Infomation di comScore sui dati Total Audience mensili. Il momento migliore, quindi, per predisporre le condizioni indispensabili per operare il salto di qualità definitivo e per pianificare i progetti e le sfide dei prossimi anni”.


img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 19/05/2022


La Piadineria si affida dopo gara a Ogilvy Italia per il nuovo posizionamento: la campagna, anche in tv, attesa per giugno

Al termine di una consultazione che ha coinvolto altre 3 agenzie di comunicazione, La Piadineria ha scelto Ogilvy Italia come suo nuovo partner creativo. Tema  della gara vinta dall’agenzia di cui è CEO Roberta la Selva era studiare un nuovo posizionamento e la nuova campagna per quella che è la più grande catena di fast casual food in Italia, con più di 300 ristoranti, 1.600 addetti e 50.000 piadine servite ogni giorno. Il lavoro strategico e la proposta di comunicazione di Ogilvy sono risultate vincenti: “Siamo molto contenti di iniziare questa nuova collaborazione con una grande realtà in crescita come La Piadineria, che apre 50 nuovi locali ogni anno. Non vediamo l’ora di metterci al lavoro per aiutarli a crescere ancora di più”, dichiara Giuseppe Mastromatteo, Chief Creative Officer della sigla di WPP. La nuova campagna sarà declinata su più mezzi, compresa la tv, e andrà in onda a partire da giugno. L’Insegna, di cui è A.D. Donato Romano, è passata nel 2017 sotto il controllo di Permira, che l’aveva rilevato da IDeA Taste of Italy, fondo italiano specializzato nel settore agroalimentare gestito da DeA Capital Alternative Fund, sostenendola anche per un’espansione all’estero. Del resto, il fondo britannico è interessato a marchi tricolori legati al made in Italy di qualità in grado di esportare il loro modello di business anche in altri mercati.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 18/05/2022


Nuova versione globale della piattaforma creativa “Qualcuno ha detto Just Eat” con Katy Perry

Just Eat, colosso del digital food delivery, presenta la nuova piattaforma creativa “Qualcuno ha detto Just Eat”, che celebra la gioia universale che si prova quando si ordina il proprio cibo preferito e racchiude l’impegno di Just Eat nell’offrire piatti in grado di rispondere a ogni esigenza in diversi momenti della giornata. La nuova piattaforma creativa rappresenta un’evoluzione della campagna che originariamente aveva come protagonista Snoop Dogg, precedentemente lanciata nel Regno Unito, Australia e Canada. Il motivo mnemonico distintivo “Did Somebody Say” era riuscito a guadagnarsi spazio nel linguaggio quotidiano e ottenuto numerosi riconoscimenti di marketing. Ora, la formula vincente viene introdotta anche in Italia e in tutti i mercati in cui opera Just Eat Takeaway.com, il gruppo di cui fa parte Just Eat. Nel nostro Paese l’on air è atteso da oggi. Katy Perry Just Eat lancia la campagna con un nuovo spot tv che vede la partecipazione sensazionale di Katy Perry, per supportare l’azienda nel comunicare il piacere e il divertimento dell’ordinare cibo a domicilio. Ideato dall’agenzia McCann London, lo spot vede un courier di Just Eat arrivare a casa di Katy, una fantastica e gigantesca casa delle bambole. Mentre il courier consegna il cibo, ci addentriamo e facciamo un giro del mondo di Katy, fatto di costumi favolosi, pupazzi che suonano il piano e una varietà di cibo delizioso da gustare in ogni occasione. I testi accuratamente creati mostrano la gamma di cucine e piatti disponibili su Just Eat rispecchiando l’incremento della domanda del food delivery in momenti non tradizionali come colazione, pranzo e durante la settimana. Oltre allo spot tv, la piattaforma creativa comprende un’identità visiva rinnovata, un nuovo tone-of-voice e sarà attivata grazie ad una strategia media mirata a conquistare gli schermi, i cuori e le strade italiane, insieme al supporto dei social media e attivazioni PR. Il commento  “La piattaforma creativa Did Somebody Say posiziona saldamente il brand sulla mappa culturale, ancorando il messaggio per cui Just Eat è la risposta a ogni desiderio di cibo, e ci ha messo in contatto con il pubblico, incrementando l’amore e la considerazione per il brand in un settore fortemente competitivo - ha commentato Tiziana Bernabè, Senior Marketing Lead Italy in Just Eat -. Katy Perry ha un potere da star ineguagliabile e la sua natura giocosa si sposa perfettamente con la nostra. È la partnership perfetta per continuare a costruire il legame istintivo tra Just Eat e la gioia del food delivery". Rob Webster e Alexei Berwitz, Direttori Creativi di McCann London hanno aggiunto: "Just Eat Takeaway.com ha sempre compreso che il delivery non è solo una questione di cibo, ma di portare gioia. Siamo lieti di portare la loro piattaforma creativa Qualcuno ha detto Just Eat su tanti mercati come mai prima d’ora e di aggiungere ancora più di gioia, grazie agli ingredienti speciali che solo Katy Perry è in grado di offrire". La strategia Diretto dall'iconico veterano dei video musicali Dave Meyers, già autore dei video di Perry dal successo mondiale Swish Swish e Firework, il film vive in un'atmosfera autentica e giocosa in pieno stile Katy Perry, che conferma il suo stile vivace e stravagante. La musica e i testi sono stati co-creati da Katy Perry, Kris Pooley, McCann London e dal team responsabile del brano originale Did Somebody Say feat. Snoop Dogg. La campagna è stata scritta e diretta da Ben Buswell e Jo Griffin e girata a Los Angeles con la società di produzione Radical Media, e la fotografia a cura di Vijat. La nuova campagna globale, con un TVC da 30" (e formati più brevi), sarà diffusa in tv, OOH, DOOH e social media con plannig di UM. Credits McCann London Co-Presidents and McCann UK CCOs: Laurence Thomson & Rob Doubal Chief Strategy Officer: Theo Izzard-Brown Creative Directors: Rob Webster & Alexei Berwitz Senior Creatives: Ben Buswell & Jo Griffin PR: Weber Shandwick and BCW Production Company: Radical Media London Director: Dave Meyers Photographer: Vijat Mohindra

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy