ABBONATI

Spotify: nel Q3 pubblicità a 142 milioni di euro; gli utenti sono 191 milioni

Autore: Redazione


La società ha registrato il suo primo utile in assoluto, per 43 milioni, ma una guidance ritenuta bassa per il quarto trimestre ha fatto cadere il titolo in Borsa

Spotify ha rilasciato la trimestrale per il periodo luglio-settembre questa mattina, superando le attese per utili e ricavi, con l’utenza in linea con le previsioni. Il titolo ha perso oltre il 7% nelle contrattazioni, soprattutto a causa di una guidance per il quarto trimestre ritenuta troppo conservativa da analisti e investitori. In una nota, l’azienda ha detto di essere contenta dei risultati, con tutti gli indicatori superiori ai forecast, eccetto il margine operativo. In questo senso la società ha ammonito che le spese saliranno, principalmente per coprire costi di R&D e per la produzione di contenuti. La caduta del titolo di Spotify avviene il giorno seguente al peggior mese del Nasdaq, che a ottobre ha bruciato il 9,2%, la prestazione più deludente del listino dal novembre del 2008. Sul fronte numerico, Spotify ha generato ricavi per 1,35 miliardi di euro e profitti per 0,24 centesimi. Il fatturato, in aumento del 31%, è quasi totalmente rappresentato dalle sottoscrizioni, il cui giro d’affari supera quota 1,2 miliardi di euro. La compagnia ha fatto anche il suo primo utile di sempre, pari a 43 milioni. L’utenza mensile è arrivata a 191 milioni, grazie a una spinta del 28%; di questi 87 milioni sono abbonati, mentre 109 milioni usano il servizio gratuito supportato dalla pubblicità. Gli investitori sono molto attenti alla traiettoria delle sottoscrizioni, perché, come già visto, è il parametro che genera maggiori introiti. La società ha anche detto di attendersi livelli di engagement e retention più elevati in virtù della recente operazione di restyling e semplificazione dell’app. Spotify è impegnata nella rimozione di account “fake”, costituiti da bot o potenziali truffatori. Per ampliare ulteriormente la sua reach internazionale, ha stretto una partnership con Samsung, in base a cui diventa piattaforma preferenziale per la musica all’interno degli smartphone del produttore coreano. La raccolta pubblicitaria ha registrato un valore di 142 milioni di dollari, a +30%, con un declino del 6% dell’ARPU, ossia il ricavo medio per utente nel trimestre, a 4,73 euro. In un comunicato, Spotify ha evidenziato gli sforzi per adeguarsi alle nuove norme per al fine di garantire una misurazione efficace dei propri asset. Per l'advertising il traino è arrivato dal canale diretto negli Stati Uniti e dalla crescita del programmatic nel mondo (+44%). La vendita diretta è arrivata a contare il 78% dei ricavi pubblicitari complessivi e per il quarto trimestre Spotify si attende l’overbooking negli Stati Uniti. In merito al programmatic e alle soluzioni self-service, l’azienda svedese ha detto di essere impegnata ad aumentarne il peso, in una logica di ampliamento dei margini. In occasione della trimestrale di aprile-giugno, Spotify ha lanciato Ad Studio, una piattaforma automatizzata per la pubblicità, i suoi numeri oggi sono ancora piccoli ma Spotify ha avvertito che si sentirà parlare del prodotto nel prossimo futuro.

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 04/03/2024


Zigulì ritorna in comunicazione e sceglie SCAI per rilanciare il proprio brand

Conosciuto per essere uno dei prodotti più iconici della generazione millennials, Zigulì (Gruppo Monetti) ha affidato a SCAI Comunicazione il compito fondamentale di reinventare la nuova immagine del marchio, al passo con tempi e trend, coniugando ricordi passati con mindset attuali, per creare una presenza accattivante per il pubblico di oggi. Un mito che sembra destinato a non tramontare, quello della “Pallina con vera frutta”, apprezzata non solo dai più piccoli ma anche da tutti gli ex bambini che le riassaporano per un dolce tuffo nel passato. Questo il punto di partenza per reimmaginare la narrazione e l’identità visiva del marchio. Grazie alla partnership con SCAI, Zigulì mira a rivitalizzare la sua impronta digitale e offline, creando un’identità nuova che faccia breccia nel cuore del pubblico di un mercato in continua evoluzione. Facendo leva su strategie all’avanguardia e sull’abilità del team strategico e creativo, SCAI Comunicazione guiderà il percorso di rilancio, assicurando una fusione perfetta tra tradizione e innovazione. L’agenzia è, infatti, rinomata per la sua esperienza nel guidare i brand attraverso la trasformazione digitale, nel creare narrazioni convincenti e nell’orchestrare iniziative di rebranding di successo. Lo ha già fatto per Walcor, Martino Couscous, Giokids, Diners. L’impegno per l’innovazione e la comunicazione strategica si allinea perfettamente con la visione di Zigulì per un’evoluzione del marchio dinamica e d’impatto. “Siamo entusiasti di lavorare su un brand così importante e riconosciuto di valore per la collettività - afferma Giorgia Marini project manager di SCAI -. Questa partnership rappresenta una bellissima sfida per sfruttare tutte le nostre competenze strategiche e creative per catapultare Zigulì in una nuova era di protagonismo digitale”.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/02/2024


ENPA insieme a TBWA\Italia per la nuova campagna multisoggetto prodotta dalla cdp Doc Artist

È online la campagna Imperfetti cercasi, realizzata da TBWA\Italia per ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), un progetto che vuole invitare le persone ad adottare animali abbandonati. Una gattina tra i gomitoli, un cane seduto a tavola, un coniglio che saltella tra le scatole: protagonisti indiscussi della campagna sono proprio gli animali da compagnia che amano in modo incondizionato noi e le nostre imperfezioni. Così, nei 5 soggetti e nel video di lancio, Onda, felice che il padrone sia pigro a sparecchiare, può gettarsi indisturbata sugli avanzi; Sweety gioca con i gomitoli lasciati in giro dal padrone “vecchio dentro” appassionato di cucito; Max salta fra le scatole di vestiti nuovi che il padrone “fashion victim” ordina in continuazione...  La campagna, che inaugura la collaborazione tra TBWA\Italia ed ENPA è pianificata su stampa, digital, social e radio. Un invito agli “imperfetti” di tutta Italia: adottate con ENPA e avrete al vostro fianco qualcuno che saprà apprezzarvi senza se e senza ma. Hanno lavorato al progetto Alessandro Monti (copywriter) e Yara Saad (art director) con la direzione creativa di Vittoria Apicella e Frank Guarini. Chief Creative Officer: Mirco Pagano. La produzione è di Doc Artist, con regia e fotografie di Gabriele Inzaghi.  Post produzione audio di SuoniLab. Hanno prestato le proprie voci al progetto Flavia Altomonte, Luca Appetiti, Stefano Mondini e Valentina Tomada. I protagonisti dello spot sono: Calma, Ofelia, Onda, Loulou, Max, Shy e Sweety.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy