ABBONATI

Alkemy acquisisce Nunatac per 7 milioni di euro

Autore: Redazione


La società guidata dal ceo Duccio Vitali si rafforza sul segmento dell’analisi dei dati, rilevando il 70% della sigla entro aprile. Operazione in linea con la strategia di crescita esterna annunciata in sede di quotazione sui listini AIM

A quattro mesi dallo sbarco sui listini AIM di Borsa Italiana, Alkemy annuncia un’importante acquisizione, in linea con la strategia di crescita per linee esterne. L’azienda di cui è a.d. Duccio Vitali ha firmato un accordo per rilevare il 70% di Nunatac, con completamento entro tre anni dell’acquisizione del restante 30% del capitale sociale. Nunatac è specializzata nell’analisi dei dati al servizio delle aziende - data analysis, big data e predictive modelling - e vanta venticinque anni di esperienza progettuale in ambito advanced analytics per contesti organizzativi nazionali ed internazionali complessi, principalmente nei settori bancario e assicurativo, credito al consumo, telco e utility, broadcasting e publishing, automotive e GDO.

Nunatac

Nunatac nasce nel 1994 per iniziativa di Guido Cuzzocrea e Alberto Saccardi per rispondere a una nuova richiesta del mercato: unire una chiara comprensione delle esigenze di business del cliente e la capacità di trasformare i dati disponibili, strutturati o destrutturati, in processi analitici che si integrano nei sistemi aziendali, producendo valore misurabile. Oggi è una solida realtà di circa 70 talenti – data scientist e data engineer certificati dai clienti con cui collaborano – che presenta una storia di crescita importante in un mercato che vale oltre 1 miliardo di euro e cresce a tassi fra il 15 e il 20% annui.

Big Data & Analytics

“Questa operazione, coerentemente con quanto annunciato in fase di IPO, rientra nella nostra strategia di crescita per linee esterne con lo specifico obiettivo di integrare nella catena del valore di Alkemy la competenza nel settore Big Data & Analytics sviluppata da Nunatac e che trova diretta applicazione nei progetti Transformational di Alkemy, ovvero i progetti in cui supportiamo le aziende nell’evoluzione del loro business integrando attività di advisory, technology, communication e, da oggi, anche analytics”, commenta Vitali.

Posizionamento rafforzato

L’acquisizione di Nunatac, infatti, arricchisce l’offerta attuale di Alkemy e ne rafforza il posizionamento quale punto di riferimento per l’innovazione digitale delle grandi e medie aziende: la digital customer intelligence, l’applicazione di modelli predittivi, l’utilizzo di metodi d’analisi innovativi e la capacità di trasformare problemi complessi in soluzioni semplici attraverso gli analytics, forniranno maggior valore e competitività a tutti i servizi di Alkemy, dall’advisory ai progetti di performance marketing, dall’ecommerce alla data driven communication.

Sborsati 7 milioni

La struttura dell’operazione prevede che Alkemy acquisisca un iniziale 70% di Nunatac entro aprile 2018 e, come per le operazioni straordinarie effettuate in passato dall’azienda, completi l’acquisizione del restante 30% a seguito dell’esercizio di opzioni put/call a tre anni. Il valore complessivo dell’operazione è stimato in circa 7 milioni di euro. L’iniziale 70% sarà acquistato in base ad una valorizzazione di Nunatac pari a 6 volte l’Ebitda adjusted 2017 e il pagamento del corrispettivo sarà effettuato in parte per cassa e in parte in azioni proprie di Alkemy mediante utilizzo del proprio magazzino titoli costituito a seguito dell’approvazione del piano di buy back da parte del Consiglio di Amministrazione del 19 febbraio 2018. Le azioni così trasferite saranno sottoposte a un periodo di lock up di 12 mesi.

Entità separata

“Come per le altre aziende aggregate in passato, pur rimanendo un’entità giuridica separata, l’operatività commerciale e la gestione finanziaria di Nunatac saranno completamente integrate con quelle di Gruppo, lasciando spazio all’imprenditorialità dei fondatori nella gestione ordinaria d’impresa”, commenta Alessandro Mattiacci, vice presidente di Alkemy e responsabile corporate development.


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 23/02/2024


VML vince la gara di Perrigo e inizia già a lavorare in Italia, dove il budget è di 10 milioni

Dopo aver affidato recentemente il media alla beskope agency Publicis Unlimited, Perrigo ha scelto a VML come partner strategico, creativo e di attivazione globale. Il produttore e fornitore leader a livello mondiale di prodotti da banco (OTC) ha intrapreso un percorso di trasformazione e la gara, che si è svolta in 14 mercati chiave, si è concentrata sulla ricerca di un’unica agenzia partner per consolidare per la prima volta i compiti creativi di 45 marchi globali e regionali. La nomina assegna un contratto triennale a VML e riflette l’ambizione di Perrigo di fornire un lavoro creativo integrato e connesso in un mercato competitivo. VML è stata incaricata di sviluppare nuove piattaforme strategiche e creative in tutti i mercati e per nuovi portafogli di prodotti. L’agenzia ha iniziato a lavorare immediatamente in Italia, Francia, nei Paesi Bassi e nel Regno Unito, su sedici marchi di Perrigo. In Italia, come anticipato da Dailyonline, il budget è di 10 milioni di euro. Rob Nichol, global client lead di VML, ha dichiarato: “Perrigo rappresenta un’opportunità incredibile per noi di VML. La portata del loro settore, il portafoglio di prodotti e il desiderio di essere il marchio numero uno nella loro categoria significa che dovremo portare tutte le nostre capacità e competenze per risolvere problemi complessi e fornire un lavoro creativo pluripremiato a un team di clienti ambizioso e orientato al futuro”. VML lavorerà a stretto contatto con i team di VML Health in tutti i brief per accedere alla loro esperienza specifica nella comprensione delle normative, dei principali stakeholder e dell’attivazione dei marchi in un mercato specializzato.  

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/02/2024


ENPA insieme a TBWA\Italia per la nuova campagna multisoggetto prodotta dalla cdp Doc Artist

È online la campagna Imperfetti cercasi, realizzata da TBWA\Italia per ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), un progetto che vuole invitare le persone ad adottare animali abbandonati. Una gattina tra i gomitoli, un cane seduto a tavola, un coniglio che saltella tra le scatole: protagonisti indiscussi della campagna sono proprio gli animali da compagnia che amano in modo incondizionato noi e le nostre imperfezioni. Così, nei 5 soggetti e nel video di lancio, Onda, felice che il padrone sia pigro a sparecchiare, può gettarsi indisturbata sugli avanzi; Sweety gioca con i gomitoli lasciati in giro dal padrone “vecchio dentro” appassionato di cucito; Max salta fra le scatole di vestiti nuovi che il padrone “fashion victim” ordina in continuazione...  La campagna, che inaugura la collaborazione tra TBWA\Italia ed ENPA è pianificata su stampa, digital, social e radio. Un invito agli “imperfetti” di tutta Italia: adottate con ENPA e avrete al vostro fianco qualcuno che saprà apprezzarvi senza se e senza ma. Hanno lavorato al progetto Alessandro Monti (copywriter) e Yara Saad (art director) con la direzione creativa di Vittoria Apicella e Frank Guarini. Chief Creative Officer: Mirco Pagano. La produzione è di Doc Artist, con regia e fotografie di Gabriele Inzaghi.  Post produzione audio di SuoniLab. Hanno prestato le proprie voci al progetto Flavia Altomonte, Luca Appetiti, Stefano Mondini e Valentina Tomada. I protagonisti dello spot sono: Calma, Ofelia, Onda, Loulou, Max, Shy e Sweety.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy