ABBONATI

Alexa sbarca anche in Italia: numerose e variegate le integrazioni

Autore: Redazione


L’assistente personale di Amazon arriva insieme a quattro dispositivi: Amazon Echo, Echo Plus, Echo Dot ed Echo Spot. Tra i partner Rai, Il Sole 24 Ore, Bticino, Seat e tantissimi altri

È arrivato finalmente anche in Italia Alexa, l’assistente personale di Amazon basato sull’intelligenza artificiale e sui comandi vocali. Il colosso dell’ecommerce, dunque, è pronto a conquistare le nostre case e trasformarle in un’ottica smart. Insieme ad Alexa arrivano, infatti, anche quattro dispositivi equipaggiati proprio con l’assistente: Amazon Echo, Echo Plus, Echo Dot ed Echo Spot. La società ha varato anche un dispositivo che si associa a Echo, Echo Sub, e un nuovo dispositivo per la Casa Intelligente, Amazon Smart Plug. Lanciata nel 2014 solo in inglese e tedesco, l’intelligenza artificiale di Alexa è ora a bordo di 20.000 dispositivi nel mondo.

Gli speaker

Amazon Echo, Echo Plus, Echo Dot ed Echo Spot sono speaker a controllo vocale interamente progettati attorno alla voce: sempre pronti, veloci e non richiedono l’uso delle mani. Alexa è la mente di Echo: risiede nel cloud e può, così, diventare sempre più intelligente. Basta chiedere e Alexa risponde alle domande, riproduce la musica, legge le notizie, controlla la Casa Intelligente, aggiunge attività alla Lista delle cose da fare, e molto altro ancora. Con il controllo vocale a lungo raggio è possibile avviare queste funzionalità anche dall’altra parte della stanza usando semplicemente la voce. Echo Sub è un nuovo device che si associa a Echo ed è pensato per coloro che desiderano aggiungere bassi intensi e profondi alla riproduzione musicale attraverso i dispositivi Echo compatibili.

Esperienza pensata ad hoc per l’Italia

“Decine di milioni di clienti in tutto il mondo utilizzano già Alexa e oggi siamo entusiasti di presentarla ai nostri clienti italiani - ha dichiarato in una nota Jorrit Van der Meulen, Vicepresidente Amazon Devices International -. Questa esperienza di Alexa è stata creata appositamente per l’Italia: è completamente nuova e l’abbiamo costruita partendo dalle fondamenta per rendere omaggio alla lingua e alla cultura italiana, consentendo ai clienti di chiedere in modo semplice di ascoltare la musica, sapere il meteo e le notizie, controllare la propria casa intelligente, gestire l’agenda della famiglia, avere suggerimenti di ricette per il pranzo domenicale, e altro. Con Echo Spot, Alexa può anche mostrare delle immagini”.

Partner e sviluppatori

A testimonianza delle affermazioni di Jorrit Van der Meulen c’è la nutrita schiera di partner di Alexa. Da un lato ci sono gli sviluppatori, dall’altro i partner come editori e aziende. Per gli sviluppatori Awazon Web Services offre un’ampia gamma di servizi per aiutare gli sviluppatori a creare applicazioni sofisticate con maggiore flessibilità, scalabilità e affidabilità. Il modo più semplice per gli sviluppatori di Alexa Skill di connettere la propria Skill al cloud è utilizzare AWS Lambda, un innovativo servizio di elaborazione che esegue il codice solo quando necessario e scala in modo automatico, così non è più necessario fornire ulteriore capacità di server o mantenerli continuamente attivi. Gli sviluppatori possono anche migliorare e scalare le Skill utilizzando ulteriori offerte AWS come Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2), Amazon Simple Storage Service (Amazon S3), Amazon DynamoDB e Amazon CloudFront.

I partner

Diversi i partner che hanno voluto commentare lo sbarco in Italia:

Radio Audiovisione Italiana (RAI), il servizio pubblico radiotelevisivo italiano, ha creato le Skill RAI Giornale Radio e RAI Giornale Radio Sport in modo che i clienti possano seguire le ultime notizie e i titoli semplicemente chiedendoli ad Alexa. “Come servizio pubblico italiano, abbiamo un forte impegno a innovare continuamente - ha dichiarato Gian Paolo Tagliavia, Chief Digital Officer di RAI -. Ecco perché accogliamo nuove opportunità come Alexa che possono aiutarci a offrire servizi e raggiungere il nostro pubblico in modi nuovi, secondo i loro comportamenti di consumo in evoluzione”. Per ascoltare tutte le ultime notizie quando si vuole, basta aggiungere le Skill RAI al proprio Sommario quotidiano e dire: “Alexa, quali sono le ultime notizie?”.

Il Sole 24 Ore fornirà agli utenti l’informazione del suo quotidiano e di Radio 24. “Il mondo dell’informazione digitale sta vivendo oggi la terza era della sua evoluzione: dopo il click e il touch, si sta concentrando sul comando vocale. Per un gruppo editoriale multimediale come il nostro, che ha al suo interno un’emittente radiofonica, e che è all’avanguardia sull’innovazione applicata al mondo dell’informazione, è naturale presidiare le emergenti piattaforme e i dispositivi a comando vocale ed essere tra i primi gruppi editoriali a sbarcare su Alexa in occasione del suo arrivo in Italia”, spiega l’Amministratore Delegato del Gruppo 24 ORE, Giuseppe Cerbone. Grazie alla tecnologia text to speech gli utenti potranno ‘ascoltare’ le ultime notizie del sito del Sole 24 Ore aggiornate in tempo reale su economia, finanza e politica, nonché le notizie di Borsa di Radio 24 ad ogni ora e il punto sulla chiusura dei mercati a cura di Radiocor. I contenuti del Gruppo 24 ORE saranno consultabili non solo attraverso la richiesta vocale specifica, ma anche nei “flash briefing” di Alexa dove saranno sempre disponibili i titoli degli ultimi GR di Radio 24. La Skill del Sole 24 ORE per Alexa, a cui hanno lavorato congiuntamente la Direzione del quotidiano e di Radio 24, il Digital marketing e l’IT del Gruppo 24 ORE, rappresenta il primo passo della presenza del Gruppo nel mondo a comando vocale di Amazon.

BTicino, marchio leader nel mercato italiano delle smart home, ha creato la Skill Home + Control per Amazon Alexa in modo che i clienti che utilizzano le prese intelligenti possano controllare i propri dispositivi domestici intelligenti solamente con la voce. “Crediamo che offrire ai nostri clienti la possibilità di controllare i propri dispositivi domestici intelligenti con Alexa, come accendere le luci, cambierà per sempre il modo in cui le persone vivono e interagiscono con la propria casa - ha affermato Paolo Gaboli, Responsabile Marketing Bticino -. Siamo entusiasti di questa avventura con Amazon per il lancio di Alexa in Italia: contribuirà all’inizio di una nuova era per la casa intelligente per gli italiani”.

Just Eat ha sviluppato una Skill che consente di ordinare nuovamente il cibo dai propri ristoranti preferiti, controllare lo stato dell’ordine o fornire recensioni, semplicemente utilizzando la voce. “La nuova Skill per Amazon Alexa è una vera rivoluzione per il mercato italiano del cibo d’asporto. I clienti di Just Eat avranno ora un nuovo modo facile e semplice per godersi i pasti preferiti facilmente a casa”, afferma Monica Paoluzzi, Marketing Director di Just Eat Italia. Per iniziare basta dire “Alexa, apri Just Eat”.

GialloZafferano amplia la propria missione di assistere gli italiani in cucina con la nuova Skill per Amazon Alexa. A partire da oggi, i clienti possono interagire con Alexa per cercare ricette e ingredienti. Tutto quello che bisogna fare è dire “Alexa, apri GialloZafferano” per trovare piatti appetitosi che ispirino. “Siamo particolarmente orgogliosi della realizzazione della nostra nuova Skill GialloZafferano per Amazon Alexa - ha dichiarato Andrea Santagata, Vice Direttore Generale dell’Area Periodici Italia di Gruppo Mondadori -. Con Amazon Alexa, gli amanti del cibo avranno accesso a un innovativo servizio vocale che li aiuterà a trovare facilmente ricette e ingredienti in modo completamente naturale e immediato”.

L’Istituto Culturale Treccani, leader nella diffusione della conoscenza della lingua italiana nel Bel paese e nel mondo, offrirà ad Alexa la propria esperienza con la Skill Vocabolario Treccani. “Con questa nuova Skill si può facilmente chiedere ad Alexa di leggere la definizione principale di una parola italiana ed esplorare gli altri significati possibili per quella stessa parola”, ha dichiarato Massimo Bray, Direttore Generale di Treccani. Basta dire “Alexa, apri Vocabolario Treccani” e sarà possibile imparare oltre 100.000 significati di parole diverse con le rispettive sfumature.

TIM è la prima azienda italiana a integrare Alexa in un set top box TV. Una serie di clienti TIM Box selezionati potranno presto chiedere ad Alexa di riprodurre musica, controllare i dispositivi smart home e molto altro ancora, con un semplice tocco sul telecomando della TIM Box. “L’innovazione è la chiave per una vita interattiva, digitale e più semplice. Questo è il motivo per cui abbiamo scelto di avviare un’iniziativa pilota aggiungendo Alexa alla nostra TIM Box, e in breve attiveremo alcuni servizi di informazione TIM su Alexa stessa. Nei prossimi mesi, utilizzando i servizi Smart Home di IoTIM, sarà possibile conoscere offerte e informazioni su fisso e mobile in modo facile e veloce come ordinare un caffè: basterà chiedere ad Alexa. Questo progetto segna un ulteriore, importante e strategico traguardo di TIM grazie ad Amazon, che rafforza il percorso di trasformazione digitale delineato nella strategia DigiTIM, focalizzato sull’offrire ai clienti TIM la migliore esperienza cliente possibile”, ha dichiarato Mario Di Mauro, Vicepresidente esecutivo Strategy, Innovation & Customer Experience di TIM.

SEAT, società del gruppo Volkswagen, porterà Alexa nei veicoli in Italia, dando ai clienti che possiedono una vettura compatibile la possibilità di controllare il meteo, riprodurre musica e altro ancora utilizzando soltanto la propria voce. “SEAT è stato il primo marchio automobilistico in Europa a lanciare Alexa all’interno della propria gamma di vetture - afferma Luca de Meo, Presidente di SEAT -. I clienti di Regno Unito e Germania già utilizzano Alexa per ottimizzare il proprio tempo in auto e semplificare l’accesso a determinate funzionalità. Siamo entusiasti di estenderle ai clienti in Italia”.


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 24/11/2022


Forno Bonomi, al via la nuova campagna “Certe Volte” con la firma creativa di AQuest

A seguito del riposizionamento strategico avvenuto ad inizio 2022, e per ampliare il racconto della nuova brand essence, Forno Bonomi lancia la nuova campagna di comunicazione “Certe Volte”, realizzata interamente da AQuest, Creative Production & Technology Company parte di WPP Group e partner ufficiale della rete internazionale Ogilvy. Con il nuovo posizionamento, Forno Bonomi emerge rinnovato e modernizzato, guidato dai valori di autenticità, determinazione, appartenenza al territorio d’origine, immerso nel paesaggio montano delle Prealpi Lessine. L’intera immagine dell’azienda, legata ad un immaginario naturale, genuino e tradizionale, guarda anche ad un nuovo target: le generazioni più giovani. All’agenzia è stato chiesto di ideare una campagna capace di comunicare in modo efficace la nuova brand identity, di strutturare una strategia e un’idea creativa consistenti, volte alla creazione di un nuovo racconto di marca e al raggiungimento di obiettivi specifici attraverso i canali digitali del brand. AQuest ha da subito lavorato a una nuova direzione strategica, identificando in Forno Bonomi la capacità di portare la montagna a casa delle persone, per far percepire lo spirito e il modo di fare le cose tipico di chi vive lassù: per bene e con libertà, con coraggio e sincerità. Appropriarsi di questo territorio di marca ha permesso al team creativo di elaborare il concept di campagna “Certe volte”, una vera e propria dichiarazione d’amore alla Lessinia. Per Forno Bonomi un elogio agli insegnamenti che ogni giorno la montagna regala, il saper vedere le risposte che cerchiamo nelle cose più semplici, nella felicità di ogni giorno. La campagna è stata pianificata sui canali social del brand (Facebook, Instagram, LinkedIn), Google Display, YouTube, con l’obiettivo di generare awareness e coinvolgere il prospect. Variazione influencer Per amplificare la risonanza dell’attività di comunicazione è stata realizzata un’attività di influencer marketing su Instagram, piattaforma di punta. Sono state scelte quattro influencer multi-target che potessero rappresentare al meglio il nuovo posizionamento, genuino e sincero, del brand. A loro è stato chiesto di raccontare come è possibile coltivare i propri valori, e riscoprirli, nella vita di tutti i giorni. I contenuti realizzati sono stati condivisi sia all’interno dei profili delle influencer che dal brand. Dal casting alla scouting location, l’intera produzione video è stata gestita da AQuest Production, che si è occupata inoltre dello sviluppo delle creatività dinamiche e della content strategy, realizzando tutti i formati necessari per incontrare le necessità digitali della campagna e rispondere agli obiettivi di brand. Alberto Kruger, Marketing Director di Forno Bonomi, commenta: “Siamo molto soddisfatti della collaborazione con AQuest, con cui abbiamo seguito un percorso di sviluppo e costruzione del brand che si arricchisce di un nuovo capitolo di cui siamo molto orgogliosi. Per noi AQuest è un partner molto importante dal punto di vista strategico e a cui ci affidiamo per raggiungere gli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissati”. L’agenzia rimarrà anche per il 2023 partner digitale e creativo di Forno Bonomi, proseguendo con le proprie attività di consulenza strategica e con i servizi di digital content e social media marketing, rafforzando questo percorso di collaborazione che perdura nel tempo. “Prender parte a progetti di comunicazione pluriennali ci permette di entrare in empatia con i nostri clienti e studiarli a tutto tondo. Con Forno Bonomi, brand che seguiamo da ben 10 anni, è andato così. Abbiamo sviluppato una strategia multicanale che ha saputo comunicare al pubblico e mettere in luce i valori che contraddistinguono la marca, da sempre”, aggiunge Fabio Merlin, CEO di AQuest.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 22/11/2022


Mondiali senza l’Italia: Mondelez e Dentsu Creative lanciano la campagna “Fonzies for Canada”

Al via i Mondiali di calcio, ma gli italiani, tra i tifosi più appassionati al mondo, non avranno una squadra per cui tifare ai Mondiali. Per questo Fonzies, lo snack al formaggio e dall’iconico claim “Se non ti lecchi le dita godi solo a metà” del gruppo Mondelez International numero uno in Italia, ha avuto un’idea decisamente originale e fuori dagli schemi: offrire a tutti i tifosi italiani nel mondo una nuova squadra da sostenere. Quella con il minor numero di fan in questa competizione, in un paese nel quale il calcio è soltanto l’ottavo sport più popolare e che da 36 anni mancava dalle mappe mondiali: il Canada. In attesa del debutto ufficiale della nazionale di John Herdman, in programma mercoledì 23 novembre contro il Belgio (alle ore 20:00), prende il via oggi la campagna di comunicazione “Fonzies for Canada” con un video pubblicato sui canali social del brand con protagonisti Gli Autogol. Ma essere un vero tifoso di calcio richiede molta pratica e pertanto Dentsu Creative, l'agenzia che firma la campagna, ha coinvolto alcuni famosi influencer per realizzare uno speciale programma di allenamento che permette a tutti i tifosi di imparare i cori da stadio e la corretta dicitura dei nomi dei giocatori della nazionale canadese. E registrandosi all’indirizzo https://www.fonziesforcanada.it/ è possibile scaricare la tessera del tifoso e ottenere un pacchetto di GIF su Giphy per indossare con orgoglio i colori del Canada sui social. “L’esclusione dell’Italia dai Mondiali non ha influito sulla nostra attenzione nei confronti del grande evento, ma ha ovviamente spento la nostra passione di tifosi. Insieme a Fonzies abbiamo creativamente trovato il modo per dare libero sfogo al nostro tifo. La campagna “Fonzies for Canada” è un perfetto esempio del nostro approccio di Modern Creativity e di una creatività culturalmente rilevante, frutto di una profonda conoscenza del contesto e del target di riferimento.” – ha dichiarato Riccardo Fregoso, Chief Creative Officer di Dentsu Creative. La campagna “Fonzies for Canada” che comprende OOH, digital, social, stampa, gaming e attività di promozione nei locali è stata ideata e realizzata dall’agenzia Dentsu Creative, con il media planning e buying di Carat. La casa di produzione video è The Big Angle, Dentsu Creative. Credits Chief Creative Officer: Riccardo Fregoso Executive Creative Director: Maurizio Tozzini Head of Creative Operations: Antonella Vicari Creative Director: Giorgio Maria Bologna Sr. Copywriter: Lorenzo Bonechi Sr. Art Director: Nadia Charif Motion Graphic Designer: Nicolò Frontini Copywriter: Francesco Vecchi Art Director: Edoardo Serafini, Matteo Francesco Bardoscia CDP: The Big Angle (Dentsu Creative) Director: Nicola Schito Talent Management: 21 B.E. – Sport Marketing Agency

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy