ABBONATI

Google festeggia 20 anni: è la concessionaria più grande al mondo

Autore:


Google Inc fu fondata da Sergey Brin e Larry Page il 4 settembre del 1998. Da allora, la società ha abbracciato diversi campi di business, facendosi presente all’interno delle nostre vite, non senza incontrare intoppi

Google compie oggi vent’anni, un breve periodo in cui la società americana nata dalle menti di Sergey Brin e Larry Page ha rivoluzionato internet e la società in cui viviamo. A dire il vero, il progetto Google era già partito nel 1995 tra i banchi della Stanford University, dove Brin e Page si sono conosciuti.

Il dominio google.com venne registrato nel 1997 mentre la società Google Inc avviò le proprie attività proprio il 4 settembre del 1998, anche se l’azienda preferisce festeggiare il suo anniversario il 27 settembre, data in cui il motore di ricerca ha superato il record di contenuti indicizzati.

Inizialmente la compagnia doveva chiamarsi “googol”, parola che si riferisce a un numero formato da zero a cento zeri, che però fu erroneamente trascritta in “google”. Un termine divenuto poi famoso in tutto il pianeta.

Alphabet

Oggi Google è parte della galassia Alphabet, la holding creata nel 2015 per rendere più chiara agli occhi degli azionisti l’evoluzione del business: non più solo motore di ricerca, ma anche piattaforma video con YouTube, sistema operativo con Android, browser con Chrome, produttore di dispositivi hardware - leggi Google Home. Senza considerare altre operazioni meno note, come il Cloud e gli esperimenti nel campo dell’intelligenza artificiale e della salute.

L’attività che, però, ha fatto la fortuna della società è la pubblicità, responsabile di gran parte del fatturato. E pensare che, agli albori, Brin e Page si erano schierati contro l’advertising. In questo tempo Big G è divenuta la più grande concessionaria al mondo: nel 2016, secondo Zenith, ha fatturato circa 80 miliardi di dollari dagli annunci promozionali, davanti a Facebook e a mostri sacri della tv come Fox.

Oggi Google è guidata dal Ceo Sundar Pichai, mentre Eric Schmidt, manager che ha seguito la “crescita” di Brin e Page, ha lasciato a inizio anno i ruoli operativi nella società. Anche Brin e Page si sono progressivamente allontanati dal business di tutti i giorni rimanendo comunque impegnati.

Al centro Larry Page, fondatore di Google, ritratto nel 2002 con una copia di Netforum
I problemi di Google

La dimensione di Google  e la sua crescita rapidissima hanno fatto sì che nella sua storia la società si sia scontrata con i regolatori di tutto il mondo. Esemplari, in questo senso, sono le maxi-sanzioni comminate dall’Unione Europea ad Alphabet negli ultimi quattordici mesi, inerenti pratiche scorrette per i servizi Google Shopping e Android.

Il colosso di Mountain View deve anche fare i conti con le autorità fiscali dei diversi Paesi in cui opera. E con la politica: in questi giorni, infatti, Trump ha accusato il motore di ricerca di essere truccato. Il motivo? Google favorirebbe la circolazione di notizie faziose sul conto del presidente degli States.

Infine c’è il capitolo Cina: Google ha cessato le operazioni del suo motore di ricerca diversi anni fa, in aperto scontro con la censura del Paese. Ma, secondo alcune indiscrezioni - parzialmente smentite dai numeri uno n del colosso-, Big G potrebbe presto tornare in Cina.

Risultati straordinari

Il business cresce a passo spedito: nel secondo trimestre dell’anno, infatti, Alphabet ha registrato ricavi per oltre 32 miliardi di dollari e un utile netto di 8,2 miliardi di dollari. Ieri sera, il titolo capitalizzava circa 850 miliardi, il che ne fa una delle aziende a più alto valore in tutto il mondo. E il futuro è ancora tutto da scrivere.


Tag:

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 27/02/2024


GoGo Factory è stato scelto da Foletto Heritage per la gestione della strategia digital 2024

GoGo Factory, networked agency che si occupa di comunicazione digitale, ha acquisito un nuovo cliente: Foletto, azienda storica nel settore beverage a conduzione familiare. L’azienda trentina con sede in Val di Ledro, vicino al Lago di Garda, è giunta alla quinta generazione di farmacisti-speziali e ha da alcuni anni reclamato un posto di rilievo nella produzione italiana di liquori e alcolici di alta qualità. La nuova collaborazione vede GoGo Factory al timone della strategia digitale di Foletto per il 2024, in particolare sulla linea di fine spirits, con l’obiettivo di rafforzare la presenza online dell’azienda e di ampliare la sua portata a livello nazionale. “Dopo aver valutato attentamente molte proposte, abbiamo scelto di unirci a GoGo Factory perché fin dal primo momento hanno manifestato una condivisione completa dei nostri valori. Il progetto di sviluppo che ci hanno proposto si è dimostrato coerente, sostenibile e scalabile”, ha dichiarato Matteo Dal Bosco, Direttore Marketing & Commerciale di Foletto. L’approccio su misura di GoGo Factory combinerà una strategia di posizionamento e awareness sui social media, attraverso un gestione pianificata dei canali aziendali centrata sullo sviluppo di contenuti, oltre che ad attività di influencer marketing, social media advertising e un servizio di ufficio stampa dedicato. Lo storytelling sviluppa il concept di “Spirito Autentico”: nella società e nella cultura di oggi, in cui la distinzione tra cosa è reale e cosa è “fake” è sempre più labile, niente è più importante e ricercato dell’autenticità. 

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/02/2024


ENPA insieme a TBWA\Italia per la nuova campagna multisoggetto prodotta dalla cdp Doc Artist

È online la campagna Imperfetti cercasi, realizzata da TBWA\Italia per ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), un progetto che vuole invitare le persone ad adottare animali abbandonati. Una gattina tra i gomitoli, un cane seduto a tavola, un coniglio che saltella tra le scatole: protagonisti indiscussi della campagna sono proprio gli animali da compagnia che amano in modo incondizionato noi e le nostre imperfezioni. Così, nei 5 soggetti e nel video di lancio, Onda, felice che il padrone sia pigro a sparecchiare, può gettarsi indisturbata sugli avanzi; Sweety gioca con i gomitoli lasciati in giro dal padrone “vecchio dentro” appassionato di cucito; Max salta fra le scatole di vestiti nuovi che il padrone “fashion victim” ordina in continuazione...  La campagna, che inaugura la collaborazione tra TBWA\Italia ed ENPA è pianificata su stampa, digital, social e radio. Un invito agli “imperfetti” di tutta Italia: adottate con ENPA e avrete al vostro fianco qualcuno che saprà apprezzarvi senza se e senza ma. Hanno lavorato al progetto Alessandro Monti (copywriter) e Yara Saad (art director) con la direzione creativa di Vittoria Apicella e Frank Guarini. Chief Creative Officer: Mirco Pagano. La produzione è di Doc Artist, con regia e fotografie di Gabriele Inzaghi.  Post produzione audio di SuoniLab. Hanno prestato le proprie voci al progetto Flavia Altomonte, Luca Appetiti, Stefano Mondini e Valentina Tomada. I protagonisti dello spot sono: Calma, Ofelia, Onda, Loulou, Max, Shy e Sweety.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy