ABBONATI

Boom dei clienti social per Ideeuropee

Autore: Redazione


Più che raddoppiato in sei mesi il fatturato della divisione della struttura trevigiana, a quota 150.000 euro

Ideeuropee, agenzia di comunicazione trevigiana, negli ultimi sei mesi ha raddoppiato il fatturato derivante dalla divisione social. Grazie all’ingresso di 9 nuovi clienti, il volume d’affari generato dalle attività relative alla cura dei canali social dei clienti ha raggiunto i 150mila euro.

Settori più frequentati

I settori più trattati sono quelli del beverage, dell’edilizia, dei professionisti e dei progetti speciali: “Le imprese hanno capito che la loro presenza nel web va gestita con costanza, professionalità e innovazione - spiega Piergiorgio Paladin, titolare con Andrea Vidotti di Ideeuropee -. A fine estate abbiamo investito in questa divisione introducendo due nuove figure nel nostro organico e i risultati si vedono.

Social e formazione

I social, una volta erano considerati un accessorio, finalmente sono percepiti come una necessità, come l’apertura di un proprio spazio di dialogo con la community di riferimento. Servono un tono di voce, una linea grafica e uno stile precisi che contraddistinguano dalla massa, una velocità di risposta nel dialogo e lo stimolo all’interazione. Per fortuna è tramontata presto la tendenza ad affidare questo delicato incarico allo stagista del momento. Anzi, una delle richieste che ci arrivano dalle aziende e dalle istituzioni è anche quella di formazione; ci si è resi conto di quanto serva professionalità e competenza per gestire gli strumenti”.

L’Italia vive con i social

In Italia ci sono 34 milioni di utenti attivi sui social (dati We Are Social 2018), circa più 10% dell’anno scorso, con un innalzamento dell’età media. Gli italiani consultano i social per 1 ora e 53 minuti al giorno: Facebook la fa da padrone con 34 milioni di profili attivi mensilmente, mentre Instagram è al secondo posto, in forte crescita tra i giovani, con 16 milioni di profili attivi mensilmente.

In aumento gli investimenti adv

“Dalla ricerca di We Are Social - continua Paladin - si legge che il 48,4% delle pagine di Facebook attive investe in advertising: questo è un altro fattore che sta rendendo sempre più professionale la presenza delle aziende nei social. Pianificare una campagna Facebook (ma anche Instagram, Linkedin o Twitter) non è semplice e richiede una precisa preparazione nella scelta dei contenuti, nell’elaborazione del target e nell’analisi dei risultati. Un aspetto che si aggiunge ai precedenti e che premia gli approcci professionali, che siano quelli di un’agenzia come la nostra o l’utilizzo di una figura interna dedicata”.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: - 22/02/2021


Fiat Panda, online con Leo Burnett, celebra la sua storia "social"

Fiat Panda è online con una nuova campagna che celebra la sua storia social e la capacità innata di mettere in contatto le persone. Capacità che Fiat Panda possiede fin dalle origini nel 1980, ancora prima dell’arrivo dei social network. Lo spot, con uno storytelling originariamente ideato per il mercato italiano, ha avuto un successo oltre le aspettative in Uk dove è in onda sui canali digital da dicembre 2020. Dagli inizi di febbraio è live anche in Italia su YouTube, Facebook con pianificazione media curata da Starcom. La creatività è firmata dalla sede torinese di Leo Burnett, hub strategico creativo e di coordinamento internazionale per i brand FCA, sotto la guida di Maurizio Spagnulo e la direzione creativa esecutiva di Francesco Martini. La forza della campagna vive nella sua narrazione vincente, nella scelta di raccontare unione, partecipazione e ottimismo, valori universali di cui oggi le persone hanno più che mai bisogno e che sono insiti nel DNA di Panda. Le scene dello spot sono studiate per farci riflettere su come Panda sia l’auto che da 40 anni ci accompagna nelle diverse esperienze di vita, da ragazzi e da adulti. Un’auto che è precursore dei tempi e che ancora prima della nascita del digitale è stata capace di unirci per davvero, di farci vivere una vita piena di emozioni e di autenticità, senza filtri social.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy