ABBONATI

A MediaCom il pitch globale di Gruppo PSA da 875 mln di euro, oltre 60 dei quali investiti in Italia

Autore: V Parazzoli


Il network di GroupM, della cui sede locale è Ceo Zeno Mottura, subentrerà a PHD nella gestione del planning di Peugeot, Citroën e DS al termine della consultazione alla quale hanno partecipato anche Havas Media e Zenith, che sarebbe l’altra struttura giunta alla fase finale

MediaCom si “vendica” della perdita del budget media di Gruppo Volkswagen vincendo a livello internazionale il budget di Gruppo PSA, dove il budget vale 875 milioni di euro (dati Recma), e locale, dove lo spending del Gruppo francese ammonta complessivamente a 60 milioni. E GroupM, a sua volta, almeno in parte, si “vendica” di OMG, visto che il costruttore tedesco (che, però, a livello globale “vale” oltre 2 miliardi di euro) era andato in OMD mentre la gestione del planning di Peugeot - il cui spending è di 36 milioni - Citroën - 24 milioni il budget - e DS (cui potrebbe aggiungersi anche quello di Opel, da poco acquisita sempre da parte di PSA e che, sempre nel nostro mercato, investe una trentina di milioni di euro, con planning seguito attualmente da Carat Roma) era stata affidata a PHD.

Le prospettive di Gruppo PSA

In prospettiva, quindi, assommando anche lo spending del marchio ex GM, almeno nel nostro mercato, la centrale guidata da Zeno Mottura andrebbe a recuperare buona parte dell’entità del budget Volkswagen che, sempre in Italia, assomma però a oltre 120 milioni di euro. Ma di ciò se ne riparlerà. Per ora, siamo a metà. Secondo quanto riportano fonti internazionali, comunque, MediaCom avrebbe superato in finale Zenith, “orfana” a sua volta di incarichi sul fronte automobilistico dopo il trasferimento di Toyota, almeno per quanto riguarda l’Europa, a CHI&Partners - “significativamente” partecipata da WPP e che gestirà il cliente tramite la sigla appositamente costituita &Toyota. Alla gara PSA ha partecipato anche Havas Media, che condivideva in una serie di mercati (tra cui Francia, Spagna e America Latina) la gestione del planning con la citata OMD (che aveva anche Regno Unito e Germania).


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 17/06/2020


L'estate di Huawei: al via “Insieme, con un semplice tocco”

Parte “Insieme, con un semplice tocco”, la campagna multicanale di Huawei, dedicata ai mesi estivi. La creatività è stata realizzata da Havas Group, che ha da poco vinto una gara Emea, mentre tutta la parte di pianificazione media è a cura di WaveMaker. Havas Milan ha eseguito gli adattamenti per il nostro Paese. Al centro della comunicazione l’ecosistema Huawei e tutti i suoi prodotti e servizi, che dal 15 giugno al 31 agosto regaleranno vantaggi imperdibili a tutti coloro che sceglieranno la tecnologia all’avanguardia del colosso cinese. Pianificazione Sei settimane di campagna tv, 3 settimane di out of home nelle più grandi città italiane a partire da metà giugno, e due settimane di radio in partenza alla fine di luglio. Oltre a essere pianificata sulle maggiori emittenti tv nazionali, la campagna sarà sostenuta con una video strategy sulle testate online e sui canali social di Huawei Italia, insieme ad una selezione di influencer e celebrity come Mariano Di Vaio, Giulia De Lellis, Andrea Damante, Beatrice Valli e Marco Fantini, che ne racconteranno le promozioni e le offerte. Prodotti e promozioni Protagonisti dell’iniziativa i più recenti dispositivi dotati dei Huawei Mobile Services, tra cui Huawei P40, P40 Pro, P40 Pro +, P40 lite, Y Series. Tutti coloro che li acquisteranno riceveranno in omaggio Huawei Freebuds 3i e Huawei mini speaker, oltre a 50GB da utilizzare su Huawei Cloud, 6 mesi di Huawei Music, 3 mesi di Huawei Video in omaggio e fino a 10 film on demand. Ma non finisce qui. Gli utenti potranno, infatti, ricevere bonus esclusivi da parte dei partner Huawei, semplicemente accedendo all’app Member Center, disponibile gratuitamente su Huawei AppGallery e pre-installata sui device più recenti, e scaricando tutte le applicazioni che partecipano all’iniziativa. Il commento “Insieme, con un semplice tocco, conferma ancora una volta l’impegno di Huawei nell’offrire ai consumatori un'esperienza intelligente e connessa, senza soluzione di continuità tra i diversi device. La strategia 1+8+N dell’azienda vede al centro lo smartphone che, insieme ad altri dispositivi e accessori e IoT, dà vita ad un ecosistema di prodotti e servizi, ricco e omnicomprensivo di tutti quei prodotti tecnologici ormai diventati indispensabili nella vita di tutti i giorni”, afferma Isabella Lazzini, Retail and Marketing Director Huawei CBG Italia.

LEGGI

Correlati

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 22/06/2020


Faber si affida alle cure digitali di Connexia

Il gruppo industriale Faber, leader mondiale nella produzione di cappe da cucina, con sedi proprietarie in 8 nazioni e 3 continenti, a seguito di una gara ha scelto di affidarsi a Connexia come partner di comunicazione digitale per la consulenza strategica di business & brand, con approfondimenti verticali per creatività, social media management, influencer marketing, media planning, data&search. Un biennio Connexia affiancherà Faber lungo un percorso biennale di consulenza strategica a tutto tondo per le attività di comunicazione social, SEO, Media, Data e creatività che interessano tutte le properties digital dell’azienda. L’agenzia presiederà alla definizione delle linee guida per la costruzione di un piano di comunicazione digitale che interesserà tutti i touchpoint di Faber e comprenderà attività di influencer marketing, ideazione e realizzazione di workshop tematici, analisi visibilità, traffico e scenario competitivo, consulenza creativa per la produzione e gestione di contenuti originali per i canali social e il blog del brand. A massimizzare l’efficacia di tutte le attività di comunicazione interverranno le singole iniziative di Adv e le attività di web analytics, con lo sviluppo di Connexia Outcomes, dashboard personalizzate per il monitoraggio dei KPI in tempo reale. Differenziarsi “Faber ha rivoluzionato il modo di vivere la cucina, un luogo sempre più vicino a una zona living di socialità e fulcro delle case moderne, ponendo da sempre al centro la ricerca e l’innovazione, due elementi che si sposano perfettamente con l’approccio e le modalità di lavoro di Connexia – commenta Massimiliano Trisolino, Managing Partner – Strategy & Creativity di Connexia –. Siamo entusiasti di poter affiancare nei prossimi due anni l’azienda, offrendo tutta una serie di attività di consulenza - strategica, creativa e di business - che permetteranno a Faber di differenziarsi in maniera ancora più significativa nel proprio settore”.

LEGGI
img
incarichi e gare

Autore: D Sechi - 22/06/2020


Hoover sceglie Kiwi per il lancio di #MyCleanZone

Si intitola #MyCleanZone la nuova campagna Hoover firmata con Kiwi che ci ispira a ritrovare, dopo l’esperienza del lockdown, uno spazio di armonia e serenità in casa nostra, attraverso i principi della cleaning therapy. Quest’ultimo periodo ha messo in discussione il rapporto con gli spazi che abitiamo. Gli italiani si sono ritrovati inaspettatamente a vivere le proprie case in un modo inedito. “In questo contesto è emersa la forte esigenza di creare per se stessi un posto protetto, sicuro e ripulito da ogni negatività”, afferma Leonardo Bonaccorso, Client Creative Director di Kiwi. “Hoover, che da tempo ha fatto del benessere la propria mission, ha così deciso di offrire un sostegno concreto, mostrando la profonda connessione tra l’ambiente che si vive e la salute psicofisica” #MyCleanZone è un esempio di come ogni crisi rappresenti un’opportunità di cambiamento per il futuro, grazie a un progetto nato in quarantena ma che si estende alla normale routine. La pianficazione Oltre al video hero dell’incontro di Hoover con le famiglie italiane, l’integrated digital campaign prevede una video strategy con i tutorial dei cleaning influencer e un programma di dirette Instagram, un hub digitale ospitato sul sito del brand e una social challenge su Instagram amplificata da una campagna influencer che coinvolgerà anche due grandi nomi dello spettacolo.

LEGGI
img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 19/06/2020


Havas Media, GroupM, DAN e OMG invitati alla gara globale di GBfoods per il planning; in Italia è in gioco il budget da 13 milioni di euro di Star

GBfoods, Gruppo spagnolo cui fanno capo marchi come Gallina Blanca,  Grand’Italia, Jumbo, Gino e, in Italia. Star, ha rimesso in gioco il suo incarico media a livello globale. Non necessariamente con l’obiettivo di arrivare a un nuovo, unico, partner, considerando che – secondo quanto risulta a DailyMedia – dopo una prima fase esplorativa, dovrebbero poi esserci delle declinazioni locali della gara. Sempre secondo quanto abbiamo ricostruito, al pitch sarebbero stati invitati 4 Gruppi e, cioè, GroupM, Dentsu Aegis Network (che parteciperebbe con Vizeum), OMG (con PHD) e Havas Media. Quest’ultima gestisce attualmente anche Star in Italia (dove vengono distribuiti anche Tigullio, Saikebon e Sogni d’Oro), dove il budget è di 13 milioni di euro. Oggi, con un fatturato di 758 milioni di euro e una squadra di più di 2.000 dipendenti, l’azienda è presente, oltre che nel nostro e nel mercato iberico, anche in Olanda, Russia, Repubbliche CIS, 30 Paesi dell’Africa, Medio Oriente e USA. Approccio innovativo, attenzione alle ricette locali, impegno per garantire quotidianamente una cucina bilanciata e rispetto nei confronti del sociale, sono gli elementi chiave del successo del Gruppo.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy