ABBONATI

Il Calendario 2018 di Lavazza sull’Agenda Onu, con Platon e Armando Testa

Autore: V Parazzoli


Prosegue l’impegno sul fronte della sostenibilità da parte dell’azienda torinese che, per i prossimi 12 mesi, propone 17 ritratti in bianco e nero del noto fotografo inglese dedicati ad altrettanti “ambasciatori della sostenibilità”. Presentazione il 29 a Milano

Resta sempre in tema “ambientalista” il Calendario 2018 di Lavazza che, dopo quello del 2017, “We Are What We Live”, basato sugli scatti di Denis Rouvre, si affida al suo collega inglese di origini greche Platon Antoniou (noto in arte con il solo nome di battesimo), celebre ritrattista che, per l’occasione - come anticipato domenica dalla Lettura del Corriere della Sera - ha scattato i volti di personaggi, noti e meno noti, impegnati nelle tematiche contenute negli “Obiettivi di sviluppo sostenibile” dell’Onu. Obiettivi che sono 17 e, quindi, altrettante sono le immagini del prossimo calendario che, come sempre, si avvale dell’art direction di Armando Testa (con il direttore creativo Michele Mariani, che segue “storicamente” questo progetto, hanno lavorato Andrea Lantelme, Federico Bonenti e Michela Repellino). Gli “ambasciatori della sostenibilità” sono celebrity e gente comune impegnati su fronti come quelli del cibo per i poveri, il riciclo della plastica, l’istruzione dei più piccoli, l’educazione e formazione al lavoro, l’ecologia, la biodiversità e l’impegno contro i cambiamenti climatici.

“Che cosa stai facendo?”

“Che cosa stai facendo?” - spiega sempre l’inserto del Corsera - è la domanda che i personaggi ritratti vogliono sollecitare nella coscienza collettiva in vista dell’appuntamento con il 2030, data ultima individuata dall’Onu per trasformare la terra in un luogo più sostenibile. E, per questo, “2030: What are you doing?” è il titolo del Calendario, 26° della serie, realizzato a Londra e di nuovo in bianco e nero, come non se ne vedevano più da 16 anni. L’invito alla riflessione viene da nomi come lo chef Massimo Bottura; l’attore e produttore cinematografico Jeremy Renner; la “paladina degli oceani” Alexandra Cousteau; il fondatore di Slow Food Carlo Petrini; un mito del tennis come Andrea Agassi; Gunter Pauli, iniziatore della “blue economy”, imprenditore, economista e fondatore di Zeri (Zero Emission Research Initiative), rete internazionale di scienziati, studiosi ed economisti che si occupano di trovare soluzioni innovative alle principali sfide cui le economie e la società sono poste di fronte, progettando nuovi modi di produzione e di consumo; Daniel Katz, co-fondatore di Rainforest Alliance; Jeffrey Sachs, economista e saggista statunitense e direttore dell’Earth Institute alla Columbia University; Manal Kahi, fondatore della onlus Eat Offbeat; Bonnie Chiu, co-founder di Lensational, attiva nel campo della formazione di donne emarginate attraverso la fotografia; Marco Attisani, inventore di Watly, il primo computer al mondo che, funzionando a energia solare, purifica l’acqua da qualsiasi fonte di contaminazione, genera energia elettrica e permette la connettività internet ovunque sia installato; Dario Piselli, leder di SDSN Italia, che fa parte del network che si pone come obiettivi la promozione dei Sustainable Development Goals dell’Agenda 2030; e Francesco Faccin, creatore di Honey Factory, una micro-architettura per produrre miele anche in città. L’evento di presentazione, organizzato dall’’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, sarà il 29 novembre, alle 18,30, all’UniCredit Pavilion di Milano, presente il portavoce dell’Alleanza stessa, Enrico Giovannini, professore ordinario di statistica economica presso l’Università di Roma “Tor Vergata”.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 14/09/2021


Bellussi Spumanti on air con una campagna che celebra il prodotto di punta

Le bollicine degli spumanti Bellussi scoppiano ovunque, in tv, esterna, stampa e anche su digital. Il brand, forte della partnership con Publicis Groupe, va on air con Leo Burnett e il planning curato da Starcom e lo fa anche con una forte penetrazione digital e social. Lo spot racconta la forte personalità del brand e la sua unicità attraverso un linguaggio contemporaneo e inaspettato. Un’animazione in motion graphic dove le parole prendono vita e si muovono a ritmo sincopato con sound effect, tutto pensato per trascinare e sorprendere lo spettatore, come suggerisce il messaggio dello spot stesso: “Quando lo stappi senti solo WOW”. La bottiglia Bellussi è sempre integrata nel messaggio e protagonista indiscussa della scena. La campagna andrà in onda sulle principali emittenti televisive nazionali e sull’on demand di Sky per tre settimane e avrà una declinazione su digital, social, stampa e digital. Out of home tv e digitale sono stati pianificati con uno studio approfondito del target attraverso Addressable Tv e programmatic. L’impianto strategico amplia l’audience di riferimento e va a rafforzare la comunicazione che, dopo una prima fase incentrata sul B2B, da giugno si è rivolta a un target di consumatori urbani, digitalizzati, con una personalità attenta ai dettagli, all’estetica, alle mode, fortemente affine all’identità del brand e ai suoi valori.    Credits Agenzia Creativa: Leo Burnett Creative Director, Head of Design: Neta Ben-Tovim Creative Director: Marco Fagnani Art Director: Stefano Pertegato, Giovanni Duò Copywriter: Franco Vittori Account Director: Barbara Bottarini Account Executive: Francesco Biscuso  Manuela Fidenzi – Senior TV Producer Raffaella Scarpetti – Head of TV Milan & Rome Agenzia Media: Starcom CSD: Benedetta Bottaro Account Manager: Serena Rossi Digital consultant: Alessandra Greco Digital media planner senior: Silvia Ros Media executive: Federica Pomarelli Strategic planner: Ilias Nissim

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy