home MEDIA Tavolo Editori Radio, alla Rai la prima presidenza
0

Tavolo Editori Radio, alla Rai la prima presidenza

Il direttore di RadioRai Nicola Sinisi assume l’incarico, assegnato annualmente e a rotazione tra i vari membri della srl nata lo scorso 1° aprile con un capitale sociale di 110mila euro
Nicola Sinisi, direttore RadioRai
Nicola Sinisi, direttore RadioRai

Con un 70% del capitale sociale controllato dai network nazionali, e il 30% nelle mani dell’emittenza locale, rappresentata da FRT e Aeranti Corallo in parti uguali, è nata lo scorso 1° aprile la Tavolo Editori Radio srl, la società che a partire dal 2017 produrrà una nuova ricerca sugli ascolti radiofonici. Come anticipato da DailyMedia del 4 marzo 2016, la società è partecipata dai diversi soci con quote ripartite in base al numero di emittenti che fanno capo al singolo gruppo editoriale, e allo share complessivo che rappresentano.

Il capitale sociale della srl, di 110mila euro, è così ripartito: Rai, 17.380 euro; Aeranti Corallo, 16.500 euro; FRT, 16.500 euro; Finelco (attraverso RB1), 13.860; Elemedia (Gruppo Espresso), 13.750 euro; RTL 102,5, 8.030 euro; RDS, 6.270 euro; Radio Italia, 6.050 euro; Radio 24 (Gruppo 24 Ore), 3.960 euro; Radio Kiss Kiss, 3.960 euro; R101 (Mediaset) 3.740 euro. Dovendo rappresentare in modo equo gli interessi di tutti gli operatori rappresentati direttamente e non nel capitale sociale, l’assemblea è chiamata a deliberare con presenza e voto favorevole dell’80% dei soci nel caso di modifiche allo statuto e dell’atto costitutivo, nonché di aumento del capitale sociale, quindi nel caso – per ora non contemplato – dell’ingresso di rappresentanti del mercato, UPA in testa.

La maggioranza ultra qualificata è richiesta ovviamente anche per tutte le delibere che riguardano le ricerche di mercato che verranno effettuate e, nello specifico, per la ricerca quali-quantitativa sulle audience radiofoniche. Quindi, maggioranza qualificata per costi e loro ripartizione; per i criteri di selezione tramite gara – le cui modalità sono determinate sempre a maggioranza qualificata – del soggetto o dei soggetti cui sarà affidata la realizzazione dell’indagine, indicati dal comitato tecnico; per l’utilizzazione della denominazione e del marchio dell’indagine; infine, per la determinazione delle modalità di divulgazione dei dati relativi ai risultati della ricerca. Contemporaneamente alla costituzione della società è stato nominato il consiglio di amministrazione, la cui presidenza a rotazione annuale è stata affidata alla Rai come auspicato dal presidente di RTL 102.5 Lorenzo Suraci (vedere DailyMedia del 1° aprile) e nello specifico a Nicola Sinisi, direttore RadioRai. Nel consiglio siedono 17 membri, 3 per la Rai ossia lo stesso Sinisi, Antonio Marano, e Giuseppe Pasciucco. Il Gruppo Espresso esprime 2 consiglieri, Carlo Ottino e Francesco Dini. Due consiglieri anche per Finelco, vale a dire Claudio Fabbri ed Elisa Todescato. RTL 102.5 è rappresentata da Lorenzo Suraci, RDS da Massimiliano Montefusco, Radio 24 da Ivan Ranza, Radio Italia da Mario Volanti, Monradio (Mediaset) da Federico Di Chio, Radio Kiss Kiss da Antonio Niespolo. Le associazioni delle radio locali esprimono due consiglieri a testa: per FRT si tratta di Marco Montrone e Alberto Mazzocco, mentre Aeranti Corallo ha nominato Marco Rossignoli e Alessia Caricato.