home AZIENDE 21st Century Fox: Mindshare vince la gara per l’area EMEA. In Italia, il budget supera i 7 milioni
21st-cnetury-fox-logo
0

21st Century Fox: Mindshare vince la gara per l’area EMEA. In Italia, il budget supera i 7 milioni

La centrale di GroupM risulta essersi imposta nel pitch per riassegnare il planning per cinema, home entertainment e canali televisivi, di cui già si occupava, mentre i primi due erano seguiti da Zenith

Si sarebbe conclusa a favore di Mindshare – secondo quanto risulta a DailyMedia – la parte relativa al mercato EMEA della gara avviata ancora nel maggio del 2015 da 21st Century Fox per rivedere, 9 anni dopo le precedenti assegnazioni, le strategie sul fronte di media buying e planning in tutto il mondo. La società, nata dallo spin-off di News Corp. e sotto il cui ombrello fanno capo le attività cinematografiche, di home entertainment e televisive del gruppo di Rupert Murdoch, spende in pubblicità nel mondo circa 1 miliardo di dollari (oltre 900 milioni di euro), di cui più di tre quarti negli Stati Uniti.

384982860_1280x720

 

 

Comunicazione del Gruppo

Il pitch riguardava tutte le attività di comunicazione del Gruppo, anche sul fronte dei new media, ma non Sky, che la holding controlla al 39%. Negli Stati Uniti e nel Canada, già nello scorso maggio, il pitch aveva decretato il mantenimento dell’incarico da parte di Zenith per il buying di cinema (in Canada anche planning) e home entertainment. Il planning era stato affidato ad Assembly (che fa parte di MDC Partners). A Vizeum era andato invece il doppio incarico per Fox Broadcast, Fox Sports e National Geographic. Tornando all’Europa, dove lo spending è di 150 milioni di sterline (165 milioni di euro), Mindshare subentrerà prevalentemente a Vizeum e, per quanto riguarda in particolare il nostro mercato, a Zenith per la parte cinema e home entertainment.

 

Budget

 

La sigla di GroupM aveva già invece la parte relativa ai canali televisivi, il cui budget vale più di un milione di euro: cui, ora, aggiungerà anche quello, analogo, dell’home entertainment e i 5 milioni relativi al cinema, per un totale di oltre 7 milioni (tutti i dati sono relativi al 2015). Al pitch hanno partecipato anche IPG Mediabrands, Havas Media Group e Dentsu Aegis Network (più probabilmente, con Carat). L’Italia è uno dei Paesi leader a livello europeo per il Gruppo di cui è ceo James Murdoch, insieme a UK, Germania e Spagna.