ABBONATI

Matiba acquisisce Compagnia Italiana del Cristallo e rilancia il brand Arnolfo di Cambio

Autore: D Sechi

Massimo Maestri


La campagna si basa su un mix di strumenti: social organico, social paid, eventi, partecipazione di brand ambassador, co-marketing e ufficio stampa

Le festività appena conclusesi non hanno certo affievolito, tanto meno placato, la sete di brindisi. Nuove ricorrenze sono in arrivo, i compleanni continuano a imperversare, la primavera e i suoi meeting sempre più numerosi, in barba alle ormai consolidate preoccupazioni odierne, non sono poi così distanti. Insomma, bottiglie in rampa di lancia, ma anche bicchieri degni di questo nome o di quello della Compagnia Italiana del Cristallo, la quale ha deciso di rilanciare a livello internazionale il suo brand Arnolfo di Cambio. Per farlo, l’azienda si è rivolta e si è affidata alle cure di Matiba, agenzia di digital marketing e comunicazione che studia e sviluppa strategie e progetti digitali per supportare sia le multinazionali che le PMI nella creazione ed espansione del proprio business online. La storica cristalleria di Colle Val D’Elsa, famosa in tutto il mondo per il bicchiere disegnato da Cini Boeri (madre dell’archistar Stefano Boeri, padre del Bosco Verticale) usato nella scena iconica da Harrison Ford in Blade Runner, ha scelto Matiba per dare un nuovo posizionamento a tutte le sue linee di prodotti. I bicchieri e gli accessori in cristallo disegnati fin dagli anni 60 da famosi designer come Joe Colombo, la stessa Cini Boeri, Marco Zanuso fino ai più recenti Ettore Sottsass e Michele De Lucchi sono forgiati a mano dai migliori maestri del cristallo italiani.

La strategia

La campagna che ne è scaturita, intitolata “a precious soul”, punta alla gratificazione personale per mezzo di uno strumento importante come un bicchiere di altissima qualità. Un’attività che alterna documenti video che coinvolgono personaggi di rilievo nei mondi del beverage, del food, della musica, del cinema e del design a una serie di interviste a chi ha puntato tutto sulla massima qualità nel mondo dell’accoglienza. È inoltre prevista la creazione di un nuovo sito di e-commerce internazionale e il coinvolgimento di brand per operazioni di co-marketing. In estrema sintesi, l’agenzia si occuperà della visual image, del rilancio del brand online, della creazione del nuovo sito e della gestione dei canali social oltre alla gestione delle campagne paid e alla produzione dei contenuti. L’ufficio stampa sarà gestito da L’Officina della Comunicazione di Alberto Ferrari.

Risponde Massimo Maestri, CEO di Matiba

Dalle parti di Matiba, per dirla come il CEO Massimo Maestri «C’è grande entusiasmo nel realizzare questo progetto che dà nuova vita a un brand italiano in un momento storico così importante. Abbiamo raccolto la sfida di far tornare l’aperitivo come momento di gratificazione del lavoratore a fine giornata. Un momento dove ritrovare se stessi e gratificarsi. Quello di cui tutti noi abbiamo bisogno dopo una giornata intensa e dopo due anni davvero difficili per tutti».

Quali sono i punti fondamentali per comunicare un simile marchio? A chi vi rivolgete?

«L'approccio Human to Human che contraddistingue la nostra agenzia è alla base della comunicazione del brand. Il prodotto è rivolto principalmente al pubblico dai 35 anni in su, uomini e donne decisi e consapevoli del proprio status mentale, fisico e sociale. Riguardo le aree di interesse, i cinefili di tutto il mondo sono sicuramente da tenere in forte considerazione, chi non vorrebbe bere nel bicchiere di Blade Runner e sentirsi l’iconico protagonista Harrison Ford

Quali strumenti utilizzerete? Qualche anticipazione sul sito e-commerce?

«La campagna si basa su un mix di strumenti: social organico, social paid, eventi, partecipazione di brand ambassador, co-marketing e ufficio stampa. Il nuovo sito presterà particolare attenzione alla UX e alla responsività grazie a Wordpress e woocommerce».


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 05/01/2022


The Ad Store porta in tv il nuovo spot di Calciatori Panini 2021-2022

È on air la nuova campagna dedicata alla collezione più attesa dagli appassionati di calcio di tutte le età: Calciatori Panini 2021-2022. Lo storico brand di figurine ha scelto, per il terzo anno consecutivo, la creatività di The Ad Store che, con il claim "Una passione che lascia il segno", porta in tv uno dei gesti più chiacchierati del calcio moderno: quello della VAR. "Strappa, incolla, scambia: l'album Panini è da sempre fortemente legato alla gestualità”, racconta Giulio Nadotti, Creative Director di The Ad Store. “Siamo partiti da questo insight sul prodotto e da una delle novità più importanti della collezione 2021-2022 - il nuovo formato delle figurine - per sviluppare uno storytelling basato su uno dei gesti più iconici del calcio italiano e dargli un significato tutto nuovo, ma soprattutto positivo legato all'atteso ritorno in edicola delle figurine dei calciatori". “La proposta di The Ad Store ci è piaciuta perché fa leva, in modo creativo, su una delle principali novità del nostro album, trasformando un gesto ormai noto in ambito calcistico, capace di creare suspance in tutti i tifosi, in un elemento decisamente positivo, identificabile con il nostro brand e al lancio della Collezione 2021-2022”, spiega Alessandro Folloni, Product Manager di Panini. Oltre alla tv, con diversi formati multisoggetto da 20”, 15” e 10”, la pianificazione prevede anche il digital - con attività social e di digital PR attraverso influencer e ambassador Panini. La produzione è di Fargo Film con la regia di Alessio Fava.   Credits Panini Antonio Allegra - Direttore Mercato Italia, Prodotti Collezionabili Alessandro Folloni - Product Manager - Collectibles Dept.   The Ad Store Giulio Nadotti - Creative Director Antonella de Gironimo - Senior Copywriter & Strategist Nicolò Amoretti - Art Director Daniele Iafulli - Copywriter Michele Febbroni - Client Director Marta Gerosa - Agency Producer   Fargo Film Nicolò Dragoni - Executive Producer Federico Mazzola - Executive Producer Alessio Fava - Director Martino Pellion Di Persano - DOP Lorenzo Casati - VFX

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy