ABBONATI

Havas Media Group e Teads analizzano le leve dell’attenzione e dell’engagement

Autore: Redazione


Siglata una partnership con l’obiettivo di comprendere i fattori che guidano le due variabili all’interno degli ambienti editoriali premium per una Media Experience sostenibile per gli utenti

Havas Media Group e Teads annunciano la loro nuova partnership strategica “Progetto Trinity”, un’analisi collaborativa approfondita dei fattori che hanno maggior impatto sull’engagement nei contesti editoriali e sull’attenzione dedicata alla pubblicità online. L’obiettivo è quello di identificare le migliori leve di engagement che guidano a risultati significativi per gli advertiser, a un'esperienza qualitativa per i consumatori e a una monetizzazione più efficace dei contenuti editoriali premium dei publisher creando un ecosistema online più sostenibile. La ricerca iniziale infatti punterà a dimostrare come sia possibile creare un circolo virtuoso per il digital advertising adottando un approccio user centrico. Teads e Havas metteranno a disposizione dei publisher, insight su come catturare l’attenzione senza interrompere l’esperienza media, e forniranno consigli pratici agli advertiser che vogliono generare attenzione di qualità per offrire una migliore efficacia sui KPI di marketing. La ricerca prenderà in considerazione più di 15 fattori, compresi il layout e il contesto del publisher, i formati degli annunci, la saturazione e i dati demografici del pubblico e raccoglierà dati delle 200 principali media property negli Stati Uniti e in UK, combinando i device event con la tecnologia di tracciamento visiva, attraverso mobile e desktop. La partnership non si fermerà solo allo studio iniziale, ma prenderà in considerazione anche altre ricerche, test di campagne, A/B testing e workshop per i clienti.

Il passo indietro necessario

Havas da molto tempo sostiene il concetto di Meaningful Media come principio alla base dello sviluppo di un Meaningful Brand attraverso una migliore Media Experience. Questa combinazione rappresenta il valore fondativo della mission di Teads che da anni sostiene l’ecosistema editoriale attraverso lo sviluppo tecnologico di innovazione e un approccio responsabile alla pubblicità digitale. In virtù di questa direzione comune, Teads metterà a disposizione l’ampia reach dei prestigiosi editori partner della Global Media Platform che garantirà alla collaborazione la più ampia esposizione media di qualità. “Per comprendere meglio cosa rende la Media Experience significativa, dobbiamo continuare a sviluppare strumenti di misurazione. Crediamo che questo possa aiutarci a migliorare la connessione tra brand, consumatori e media partner”, afferma James Gyngell, Global Managing Director of Investments di Havas Media Group. “Non vediamo l’ora di intraprendere questo studio sull’attenzione su larga scala con i nostri partner di Teads”. Caroline Hugonenc, Global VP Insights di Teads, aggiunge: “User experience che rispettano l’utente sono il pillar fondamentale nel nostro approccio al Responsible Advertising e hanno dimostrato un’alta efficacia nel guidare risultati concreti per gli advertiser. Con il progetto Trinity vogliamo fare un passo indietro e capire le dinamiche del coinvolgimento dell’utente all’interno dell’ambiente del publisher e il ruolo dell’advertising. Crediamo fortemente che questa sia un'opportunità per creare uniformità tra i lettori, i publisher e gli advertiser e siamo molto contenti di lavorare con Havas in questa missione”.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 05/01/2022


The Ad Store porta in tv il nuovo spot di Calciatori Panini 2021-2022

È on air la nuova campagna dedicata alla collezione più attesa dagli appassionati di calcio di tutte le età: Calciatori Panini 2021-2022. Lo storico brand di figurine ha scelto, per il terzo anno consecutivo, la creatività di The Ad Store che, con il claim "Una passione che lascia il segno", porta in tv uno dei gesti più chiacchierati del calcio moderno: quello della VAR. "Strappa, incolla, scambia: l'album Panini è da sempre fortemente legato alla gestualità”, racconta Giulio Nadotti, Creative Director di The Ad Store. “Siamo partiti da questo insight sul prodotto e da una delle novità più importanti della collezione 2021-2022 - il nuovo formato delle figurine - per sviluppare uno storytelling basato su uno dei gesti più iconici del calcio italiano e dargli un significato tutto nuovo, ma soprattutto positivo legato all'atteso ritorno in edicola delle figurine dei calciatori". “La proposta di The Ad Store ci è piaciuta perché fa leva, in modo creativo, su una delle principali novità del nostro album, trasformando un gesto ormai noto in ambito calcistico, capace di creare suspance in tutti i tifosi, in un elemento decisamente positivo, identificabile con il nostro brand e al lancio della Collezione 2021-2022”, spiega Alessandro Folloni, Product Manager di Panini. Oltre alla tv, con diversi formati multisoggetto da 20”, 15” e 10”, la pianificazione prevede anche il digital - con attività social e di digital PR attraverso influencer e ambassador Panini. La produzione è di Fargo Film con la regia di Alessio Fava.   Credits Panini Antonio Allegra - Direttore Mercato Italia, Prodotti Collezionabili Alessandro Folloni - Product Manager - Collectibles Dept.   The Ad Store Giulio Nadotti - Creative Director Antonella de Gironimo - Senior Copywriter & Strategist Nicolò Amoretti - Art Director Daniele Iafulli - Copywriter Michele Febbroni - Client Director Marta Gerosa - Agency Producer   Fargo Film Nicolò Dragoni - Executive Producer Federico Mazzola - Executive Producer Alessio Fava - Director Martino Pellion Di Persano - DOP Lorenzo Casati - VFX

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy