ABBONATI

Il fatturato digital di Hearst Italia in crescita del 169%

Autore: Redazione

Robert Schoenmaker


Crescite significative per l’advertising in rete grazie all’ottima performance di tutti i comparti. Il commento di Robert Schoenmaker, Managing Director del gruppo

Segna una crescita del 169% il fatturato digitale di Hearst Solutions, la divisione business del gruppo che opera sulla rete commerciale, marketing ed eventi. Un dato che prende in considerazione il periodo gennaio - luglio 2021 rispetto all’anno precedente (Fonte FCP edizione Luglio) e che triplica il fatturato netto. La cifra è ancora più significativa se si considera che, nello stesso periodo, l’incremento del mercato italiano è stato +25,8%. I driver che trainano con il loro successo la crescita del fatturato digitale sono soprattutto Hearst Content Studio, Video e Programmatic.

Content

Hearst Content Studio è una divisione che sta producendo risultati di rilievo grazie al lavoro di 40 professionisti tra Creative Strategist, Account Director, Digital Sales, Project Manager, Producer, Video Maker, Video Velocity Manager, Data Sales Engineer, Audience Development Manager, Grafici. Determinante in questo ambito operativo è il lavoro di Hearst Create il team Hearst che costruisce più di 400 progetti tailor - made per i clienti all’anno, rappresenta ormai il 50% del fatturato digitale del gruppo, e vede nella comparazione tra gennaio e settembre 2021 e lo stesso periodo del 2020 un +123% su Altri Mercati , +233% nel settore Moda. Ad attirare gli investimenti sono stati anche strumenti come il Programmatic che permette di ottimizzare l’offerta di advertiser grazie alla targetizzazione dell’ utenza e fa registrare +246% nel periodo gennaio-agosto 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020.

Data

Discorso analogo per il Data Studio, la divisione di audience segmentation con cui Hearst offre ai propri partner l’opportunità di intercettare gli interessi del target per creare soluzioni performanti e aderenti alle esigenze di comunicazione. In questo ambito Hearst è in grado di offrire un utilizzo valoriale dei data mediante una piattaforma di Gruppo costantemente alimentata e gestita da specialist interni. Inoltre, la tassonomia dei contenuti dei siti permette di targetizzare cluster di utenti raggruppati per interesse e comportamenti in modo da aumentare engagement ed efficacia delle campagne adv.

Video

Contribuisce alla crescita del fatturato anche la produzione video, un mezzo che i dati sul traffico digitale di Hearst indicano essere sempre più fruito dagli utenti e scelto dai partner. Inoltre Hearst Global Solutions, la divisione commerciale internazionale che rappresenta i brand iconici in tutto il mondo, ha visto quest’anno un recupero consistente, segnando un +204% nel periodo gennaio-luglio 2021 rispetto allo stesso arco temporale del 2020.

L’allineamento internazionale

Robert Schoenmaker, Managing Director Hearst Solutions commenta così i dati: “È un risultato che ha superato le nostre previsioni, anche il confronto del fatturato gennaio-luglio 2021 con lo stesso periodo del 2019, pre-pandemia, registra un + 52%. È frutto di un performante piano di accelerazione digitale, di un allineamento internazionale della nostra strategia digitale e di un approccio commerciale molto più concentrato sulla progettualità e sulle necessità dei nostri partner. In questo successo è stato determinante il nostro Content Studio, capace di studiare progetti ad hoc per i nostri partner sia per il mercato italiano sia progetti multi-country. Davvero un fiore all’occhiello della nostra organizzazione. Oltre ai progetti di branded content, una parte sempre più importante della nostra crescita è costituita da data, video e programmatic che aggiungono engagement ed efficacia alle campagne adv dei nostri partner. Anche se il nostro approccio è ormai digital first, rimaniamo un gruppo editoriale integrato, un premium quality content provider che riesce a lavorare sui contenuti in modo integrato su qualsiasi piattaforma. Grazie a questa evoluzione, il mix di fatturato print e digital che lo scorso anno registrava 80% vs 20% è passato al 60% vs 40% dei nostri ricavi e prevediamo un ulteriore sensibile incremento nel corso del 2022”


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: V Parazzoli - 15/11/2021


“Umbria. Cuore verde d’Italia” a Natale con Armando Testa e Marco Bocci

“Come sarebbe l’uomo senza il suo cuore? Sarebbe l’Italia senza l’Umbria”: è questo il nuovo concept, creato da Armando Testa, per la nuova campagna promozionale per il turismo invernale della Regione Umbria che ha preso il via ieri dopo la presentazione di venerdì, a Palazzo Donini di Perugia, dalla Presidente della Regione Donatella Tesei, dall’Assessore regionale al turismo Paola Agabiti e da Raffaele Balducci, Direttore Creativo dell’agenzia. Il concept L’idea del concept – è stato spiegato - è nata da un’osservazione semplice e vera: per l’essere umano il cuore ha una posizione centrale, sia geograficamente che emotivamente. Perché il cuore è il luogo dove risiedono emozioni, passioni, intuizioni. Allo stesso modo l’Umbria, da tempo riconosciuta come cuore verde d’Italia, ha una posizione centrale non solo geograficamente, ma anche come crocevia di emozioni, passioni, accoglienza, calore umano. Ecco quindi un parallelismo tra l’importanza che ha il cuore per l’essere umano e quella che assume l’Umbria per l’Italia: un ruolo centrale e fondamentale, anche perché racchiude nella sua area tutti i valori di bellezza e accoglienza della nostra nazione. Per il ruolo di ambassador, la scelta è ricaduta su un personaggio profondamente legato al territorio, sia per le sue origini sia per i suoi valori: Marco Bocci. “Cosa sarebbe l’uomo senza il suo cuore?” ci chiede e si chiede l’attore all’inizio di ogni soggetto. La risposta è nelle storie, nei luoghi e nella gente dell’Umbria, di cui ogni volta decanta bellezza, autenticità e valori. Gli spot Protagonisti dei diversi soggetti on air sono i turisti e la gente umbra, che accoglie i visitatori con calore e forte senso di ospitalità. Sullo sfondo: paesaggi, borghi e sfumature autunnali e tutta l’ampia offerta della Regione, tra cui enogastronomia, arte, jazz festival, anche a Natale. Nicola Belli, Consigliere Delegato di Armando Testa, ha sottolineato: “Quest’estate, con il claim “Io amo il mare dell’Umbria”, ne abbiamo mostrato la vastità di esperienze, arte e sapori che offre. In questa stagione, fatta di raccoglimento e festività natalizie, ne sveliamo anche i valori più intimi, come l’accoglienza e il calore umano della sua gente”. La campagna sarà on air nei cinema, in tv, su stampa, radio e web. In particolare, sui social si parte con una fase teaser su Facebook e Instagram, per poi proseguire aumentando la risonanza dei messaggi per promuovere luoghi, eccellenze, eventi, tradizioni, usi e costumi della Regione Umbria e del portale www.umbriatourism.it”.   Credits Cliente: Regione Umbria Agenzia: Armando Testa Direzione creativa: Raffaele Balducci Creative team: Raffaele Balducci, Davide Cortese, Elisa Infante Casa di Produzione: Goood Strategia Media: The Gate Communication

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy