ABBONATI

Captify si prepara a una nuova fase: SFW Capital Partners rileva una quota di maggioranza

Autore: Redazione


In un momento in cui gli advertiser sono impegnati a prepararsi a un mondo cookieless, l’operazione darà un’ulteriore spinta alla diffusione della piattaforma come unica soluzione di targeting a utilizzare dati di ricerca e intento

Captify, piattaforma di Search Intelligence per l’open web, ha siglato un accordo vincolante con cui SFW Capital Partners, firma di private equity con sede negli Stati Uniti e focalizzata su imprese con business data-centric, si impegna a rilevare una quota di maggioranza della società. Sono trascorsi dieci anni dalla fondazione di Captify a Londra e in questo periodo l’azienda ha contribuito a plasmare il futuro della search nell’open web, ripensando e creando alternative di valore alle modalità con cui i walled garden fanno business. Costruito sulla base di integrazioni dirette con i principali editori e fornitori di dati di e-commerce in tutto il mondo, attualmente Captify detiene un ecosistema unico - incentrato sulla privacy e slegato dall’utilizzo di cookie di terza parte - che fa leva su dati di ricerca on-site di prima parte. Oggi, brand del calibro di Disney, Unilever, eBay, Mercedes-Benz, Microsoft, Nestlé, GSK, Uber, Mars, P&G, Sony e Toyota utilizzano le audience dinamiche e gli insight in real time di Captify attraverso applicazioni pionieristiche come la search per CTV e i video, la Programmatic Search Intelligence (PSI) - l’unica soluzione in grado di combinare dati e media in un unico PMP - e Sense, una piattaforma self-service di search-intent.

Un passo avanti

Sempre in anticipo sulle innovazioni del settore, oggi la company non fornisce solo targeting basato sulla privacy, ma ha superato le preoccupazioni riguardo la carenza di dati sull'intento dovuta alla deprecazione dei cookie di terze parti. Infatti, di recente, l'azienda ha lanciato Search-Powered Contextual, la soluzione contestuale più completa del settore, così come Addressable e Browser targeting alimentato dai dati di ricerca. Dal suo ingresso negli Stati Uniti cinque anni fa, Captify ha registrato una significativa crescita in ben 8 regioni in Nord America - così come in Europa e APAC -, continuando a offrire innovazione e soluzioni riconosciute sul mercato, anche attraverso premi, e a raggiungere e mantenere la redditività. Nonostante l’insorgere della pandemia, la piattaforma ha segnato ricavi record grazie agli investimenti di agenzie e dei brand più importanti a livello globale, che hanno fatto leva sulla freschezza dei dati per supportare la ripartenza del business. Un percorso sostenuto anche attraverso il reclutamento di figure di primo piano dell’industry, a partire dal Chairman Tim Rogers, che durante la sua carriera ha ricoperto il ruolo di Ceo di TiVo, oltre ad aver fondato CNBC e MSNBC. Altri ingressi riguardano Brendan Condon, ex manager di Comcast Tv che in Captify è Global Chief Revenue Officer, e la Global Chief Operating Officer Fiona Davis (proveniente da CBS).

Unici e differenziati

“Oggi è un momento di grande soddisfazione per noi. Siamo stati molto impegnati e appassionati alla crescita non solo aziendale, ma anche di ogni singolo brand che utilizza la nostra piattaforma. Nel corso degli ultimi dieci anni, ci siamo focalizzati sul togliere le ‘manette’ alla search con l’obiettivo di realizzare il suo pieno potenziale, superando le restrizioni di Google e andando oltre la sua classica collocazione, la parte bassa del funnel”, spiega Dominic Joseph, co-founder e Ceo di Captify. “SFW condivide la nostra visione di Search Intelligence Platform per l’open web e la loro capacità di scalare le operazioni di aziende di dati e software rappresenta l’expertise e il supporto di cui avevamo bisogno per accelerare i nostri piani di crescita. Senza dubbio, SFW contribuirà con le sue competenze nel nostro board, sbloccando il prossimo capitolo di crescita e continua innovazione del prodotto". “Non esistono molte società ad tech come Captify, dotata di un’offerta di dati unici e differenziati di gran valore e capaci di risolvere realmente le attuali esigenze degli inserzionisti”, aggiunge Omair Sarwar, Partner di SFW Capital. “Crediamo che Captify sia un business veramente differenziato, che opera all'intersezione delle aree più ferventi della pubblicità digitale-cookieless, CTV e programmatic. Grazie al suo set di dati di prima parte, tecnologie proprietarie uniche e una piattaforma avanzata, non è stato difficile per SFW scegliere di sostenere l'azienda, vista anche la significativa opportunità di mercato, in particolare negli Stati Uniti". Gli attuali azionisti reinvestiranno nell’azienda. L’attuale management, guidato da Dominic Joseph, continuerà a dirigere Captify verso una nuova fase di crescita.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 20/10/2021


Nutella sceglie Ogilvy per la nuova campagna “Ti Amo Italia”.

Dopo il successo della prima edizione, Nutella torna a dire “Ti Amo Italia” insieme a Ogilvy con un’edizione tutta nuova: dopo aver celebrato le bellezze le italiane note e meno note e le più affascinanti, questa volta la collezione di vasetti è stata ispirata proprio dagli utenti. La call to action lanciata in primavera, infatti, ha invitato gli utenti a segnalare gli angoli d’Italia più belli che hanno intorno, o che conoscono: grazie ad una votazione online ha permesso di selezionare i 42 luoghi che oggi fanno parte della collezione disponibile in tutti i punti vendita. L’edizione limitata viene lanciata in tv, in affissione e stampa con una campagna che mette in scena la meraviglia: quella che ci circonda, riempiendo il nostro Paese da nord a sud, e quella che proviamo nel riscoprire la bellezza proprio intorno a noi. Ma non è finita qui: perché l’esperienza prosegue sui canali digitali grazie a un esclusivo filtro Instagram, con cui gli utenti possono catturare le meraviglie che hanno davanti ai loro occhi, e caricarle sul Wall delle Meraviglie sul sito Nutella.it, per ricevere a casa una confezione personalizzata. Il risultato è una brand experience che invita gli utenti ad aprire gli occhi, ritrovare la meraviglia nella loro vita quotidiana e contribuire ad una collezione che è virtualmente infinita.   Credits Chief Creative Officer: Giuseppe Mastromatteo Creative Director: Lavinia Francia Creative Team: Gigi Pasquinelli, Andrea Sghedoni, Giuseppe Calì, Francesco Fiscone, Marco Ramponi Client Service Director: Chiara Caccia Client Service Team: Federica Mosele, Jessica Basilico Head of Strategy: Alessia Vitali Strategy Team: Gaia Ottaviano, Giulio Comandini Social Media Specialist: Nicola Capannelli Design: Claudio Sibio Head of Digital & Consulting Director: Marco Pelà Head of Operations: Stella Stasi UX Designer: Silvia Riva Centro Media: Mindshare

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy