ABBONATI

Audipress 2021/II: 32,4 milioni di italiani leggono in giornali, la replica digitale cresce del 21,5%

Autore: S Antonini

Ernesto Mauri, Presidente Audipress


Il totale della readership in calo del 2,6% rispetto all’edizione 2020/I; il quotidiano più letto è il Corriere della Sera, Sorrisi e canzoni tv leader tra i settimanali, Focus primo tra i mensili

Sono 32,4 milioni gli italiani che leggono almeno uno dei principali titoli stampa su carta o digitale replica ogni mese. Lo dice la ricerca Audipress 2021/II, rilasciata ieri. Si tratta del 61,1% della popolazione che sceglie attivamente l’informazione prodotta da brand editoriali certificati, in calo del 2,6% rispetto alla precedente edizione della ricerca (Audipress 2021/I). Le copie acquistate personalmente o in famiglia, anche con la sottoscrizione di abbonamento, si attestano al 68,1% per i quotidiani, al 79% per i settimanali e al 76% per i mensili, mentre risulta ancora intaccata la quota di lettura di copia condivisa, necessariamente influenzata dai nuovi comportamenti sociali.

Le copie digitali complessive si attestano a 5,2 milioni di persone, pari al 9,8% della popolazione. “I dati Audipress 2021/II sono il risultato di un anno di passaggio, in cui si sono consolidate e sviluppate nuove abitudini che hanno avuto grande impulso dalla pandemia – commenta in una nota il presidente di Audipress, Ernesto Mauri -. La crescita dei volumi delle letture di digital edition è stata in quest’ultimo anno progressiva e significativa, in aumento del 21,5% rispetto alla precedente edizione e più che triplicata rispetto al periodo pre-pandemico”. Mauri sottolinea anche come l’indagine mostri “che l’informazione qualificata e strutturata viene fruita ogni mese su supporto digitale da 5,2 milioni di italiani, con una spinta al rialzo nel consumo in digitale che risulta trasversale ai vari segmenti editoriali” con i quotidiani in crescita dell’11,6%, i settimanali del 17,3%, e i mensili del 16,8% rispetto alla precedente pubblicazione.

Scarica la tabella AUDIPRESS 2021/II

Quotidiani

Considerando le principali testate italiane, su carta o digitale, in un giorno medio accedono all’informazione attraverso la lettura di un quotidiano 11,5 milioni di italiani circa pari al 21,6% degli italiani dai 14 anni in su, in calo dell’1,7% circa rispetto alla precedente rilevazione, con circa 16,5 milioni di letture ogni giorno. La testata quotidiana più letta è il Corriere della Sera con una readership di oltre 1,7 milioni di persone tra cartaceo e replica digitale. La Gazzetta dello Sport è ancora al secondo posto, con 1,6 milioni di lettori circa, mentre al terzo c’è la Repubblica a quasi 1,5 milioni di lettori. Al quarto posto c’è il Quotidiano Nazionale con 1.141.000 lettori tra Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno. La Stampa si attesta a quota 848mila, seguita dal Sole 24 Ore con 756mila lettori. Il Corriere dello Sport ha 708mila lettori, Il Messaggero 679mila, Il Fatto Quotidiano 494mila e Il Mattino 473mila.

Settimanali

Praticamente stabili (-1%) i lettorati dei settimanali, a quota 10,6 milioni pari al 20% circa della popolazione, e con quasi 16,6 milioni di letture. Sorrisi e canzoni tv è leader con 2,3 milioni di lettori, seguito da Chi, a quota 1,49 milioni, Settimanale DiPiù con 1,46 milioni, DiPiù Tv 1,3 milioni, Topolino 1,3 milioni, Oggi 1,2 milioni, Donna Moderna 1,16 milioni, L’Espresso con 1,1 milioni, Gente a quota 1,09 milioni e Vanity Fair, 824mila lettori.

Mensili

I mensili si attestano a quasi 9,9 milioni di persone, pari al 18,7% degli italiani, in minima crescita rispetto alla rilevazione precedente (+1%). Complessivamente registrano 16,7 milioni di letture. Focus è il primo con circa 3,1 milioni di lettori, seguono Quattroruote a quota 1,8 milioni e National Geographic Italia con 1,4 milioni. Al Volante è quarto a a quota 1,2 milioni, Giallo Zafferano quinto con 1,2 milioni circa, Cose di Casa sesto con 793mila lettori. Chiudono la classifica dei primi dieci La Cucina Italiana, con 791mila lettori, Casa Facile con 668mila, Bell’Italia 644mila e Vogue Italia 625mila.

La ricerca

I dati Audipress 2021/II sono il risultato della survey ufficiale per la lettura sulla stampa quotidiana e periodica in Italia, che monitora in maniera continuativa le abitudini di lettura e la fruizione delle principali testate. Per questa pubblicazione sono state realizzate 32.689 interviste lungo un calendario di rilevazione di 38 settimane complessive, dal 28 settembre 2020 all’11 luglio 2021, su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 14 anni e oltre. Le interviste sono state svolte prevalentemente con il sistema CAPI Doppio Schermo, utilizzando la tecnica CAWI per una quota del campione (8.220 casi), proseguendo nel processo di evoluzione di indagine verso un modello misto CAPI/CAWI. Gli istituti esecutori del field sono Doxa ed Ipsos; il disegno del campione e l’elaborazione dei dati sono stati effettuati da Doxa; i controlli sono a cura di Reply. Ulteriori elaborazioni da nastro di pianificazione sono effettuate da Media Consultants, MediaSoft, Memis e Nielsen.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 05/01/2022


The Ad Store porta in tv il nuovo spot di Calciatori Panini 2021-2022

È on air la nuova campagna dedicata alla collezione più attesa dagli appassionati di calcio di tutte le età: Calciatori Panini 2021-2022. Lo storico brand di figurine ha scelto, per il terzo anno consecutivo, la creatività di The Ad Store che, con il claim "Una passione che lascia il segno", porta in tv uno dei gesti più chiacchierati del calcio moderno: quello della VAR. "Strappa, incolla, scambia: l'album Panini è da sempre fortemente legato alla gestualità”, racconta Giulio Nadotti, Creative Director di The Ad Store. “Siamo partiti da questo insight sul prodotto e da una delle novità più importanti della collezione 2021-2022 - il nuovo formato delle figurine - per sviluppare uno storytelling basato su uno dei gesti più iconici del calcio italiano e dargli un significato tutto nuovo, ma soprattutto positivo legato all'atteso ritorno in edicola delle figurine dei calciatori". “La proposta di The Ad Store ci è piaciuta perché fa leva, in modo creativo, su una delle principali novità del nostro album, trasformando un gesto ormai noto in ambito calcistico, capace di creare suspance in tutti i tifosi, in un elemento decisamente positivo, identificabile con il nostro brand e al lancio della Collezione 2021-2022”, spiega Alessandro Folloni, Product Manager di Panini. Oltre alla tv, con diversi formati multisoggetto da 20”, 15” e 10”, la pianificazione prevede anche il digital - con attività social e di digital PR attraverso influencer e ambassador Panini. La produzione è di Fargo Film con la regia di Alessio Fava.   Credits Panini Antonio Allegra - Direttore Mercato Italia, Prodotti Collezionabili Alessandro Folloni - Product Manager - Collectibles Dept.   The Ad Store Giulio Nadotti - Creative Director Antonella de Gironimo - Senior Copywriter & Strategist Nicolò Amoretti - Art Director Daniele Iafulli - Copywriter Michele Febbroni - Client Director Marta Gerosa - Agency Producer   Fargo Film Nicolò Dragoni - Executive Producer Federico Mazzola - Executive Producer Alessio Fava - Director Martino Pellion Di Persano - DOP Lorenzo Casati - VFX

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy