ABBONATI

Smemoranda Group: il 31 ottobre si spegne Zelig Tv, Zelig Media Company punta sulla produzione di contenuti

Autore: S Antonini


L’obiettivo è diventare il punto di riferimento sul tema della comicità per televisione, piattaforme OTT, centri media, concessionarie, aziende; il CEO Gianni Crespi illustra i principali sviluppi strategici del business

Smemoranda Group conclude l’esperienza di editore televisivo, avviata all’inizio del 2018, con lo spegnimento di Zelig Tv, canale attualmente in onda all’lcn 63 del digitale terrestre in chiaro. Dopo il suo ingresso nella holding, all’inizio dell’anno, il CEO Gianni Crespi ha avviato in processo di rinnovamento e razionalizzazione del business e varato un nuovo piano industriale che individua nei marchi Smemoranda e Zelig, e in Nava Design, i tre pilastri di sviluppo strategico da ora in avanti.

Per quanto riguarda Zelig Tv, lo stop è fissato per il 31 ottobre 2020, ma la Zelig Media Company, controllata del gruppo cui fa capo l’emittente televisiva, è già al lavoro sui progetti di contenuti da presentare al mercato dei media e della comunicazione. Per far questo lo scorso luglio è arrivato il business development director Mario Torrente. Contestualmente, si interrompe il rapporto con PRS che curava la raccolta pubblicitaria.

Produzione di contenuti

«Un canale televisivo oggi risulta poco sostenibile, soprattutto per le realtà più piccole. La nostra missione è produrre contenuti da sottoporre a tutto il mercato, dagli editori tv alle piattaforme over the top, dai centri media alle concessionarie e le aziende – spiega Crespi -. Per fare questo non possiamo agire come se fossimo dei media a nostra volta».

Il brand Zelig diventerà il punto di riferimento italiano della comicità, spaziando dall’intrattenimento al branded content per quelle aziende che decideranno di fare comunicazione di brand attraverso la cifra comica. «A supporto di questo progetto abbiamo un marchio che tutti conoscono e che per vent’anni è stato sinonimo di comicità in tv . Tra l’altro, vediamo che questo genere manca in quasi tutti i palinsesti, mentre questo è un periodo in cui ci sarebbe bisogno di sorridere».

“Zelig” è stato “il” programma di comicità per eccellenza di grande successo, su Canale 5 dal 1996 al 2016. «Potremmo anche tornare in tv, ma sicuramente dovremo trovare una nuova formula». Tra gli asset del marchio c’è anche il teatro di viale Monza a Milano, che si è convertito in studio di produzione audiovisiva con sette regie a disposizione – recentemente, utilizzato da Rai3 -, che riprenderà anche le attività di spettacolo con un cartello ricco di artisti celebri, al via il 6 ottobre.

«Per il mondo del cabaret il Covid-19 è stato un vero armageddon – dice Crespi -. Ora ripartiamo e anche con una capienza limitata, 90 posti su 180, vogliamo che il nostro teatro torni al centro della scena teatrale e cabarettistica milanese». Infine, è allo studio anche lo sviluppo delle attività di scouting che attualmente vengono svolte attraverso cinque Zelig Lab, a cui se ne aggiungeranno altri tre l’anno prossimo. Dal Lab di Bari è uscito Checco Zalone, che insieme a nomi come Raul Cremona, Claudio Bisio, Geppi Cucciari, Teresa Mannino ha fatto grande il brand Zelig. La squadra della Zelig Media Company oggi vanta i 150 artisti, a cui si aggiungono 30 autori.

Le novità in Smemoranda Group

Le attività relative al brand Zelig dovrebbero generare il 12% dei ricavi del gruppo. Il 40% arriverà da Nava Design (e MHWay), il 30% dalle attività legate al brand Smemoranda che qualche giorno fa ha lanciato la app mobile. Il resto proviene dagli altri rami di attività, vale a dire GUT Distribution, C’Art, Crazy Bell e Digital GUT.

Il 2020, dice Crespi, dovrebbe chiudersi a quota 50 milioni di euro di ricavi, in calo del 25% sul 2019. La ristrutturazione avviata da Crespi ha portato nella holding Smemoranda Group SpA nuovi investitori privati: Gruppo Ferrero (acciaio), famiglia Borromeo, Giuseppe Colombo (calze Gallo), famiglia Tschang (Osama) che insieme a Massimo Moratti detengono il 25%. Il 60% invece fa capo al patto di sindacato che riunisce il nucleo storico costituito da Nicola Colonna, Luigi Vignali, Michele Mozzati, Andrea Bolla a Gianni Crespi.

Il resto fa capo a soci minori. Inoltre sono stati effettuati due aumenti di capitale, uno da 5 milioni di euro a fine 2019 e uno da 3 milioni quest’anno. Qualche novità è stata registrata anche sul fronte del management dove oltre a Torrente è arrivato Achille Balestrini (già in K-Way), con il ruolo di amministratore delegato di Nava Design.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 14/09/2021


Bellussi Spumanti on air con una campagna che celebra il prodotto di punta

Le bollicine degli spumanti Bellussi scoppiano ovunque, in tv, esterna, stampa e anche su digital. Il brand, forte della partnership con Publicis Groupe, va on air con Leo Burnett e il planning curato da Starcom e lo fa anche con una forte penetrazione digital e social. Lo spot racconta la forte personalità del brand e la sua unicità attraverso un linguaggio contemporaneo e inaspettato. Un’animazione in motion graphic dove le parole prendono vita e si muovono a ritmo sincopato con sound effect, tutto pensato per trascinare e sorprendere lo spettatore, come suggerisce il messaggio dello spot stesso: “Quando lo stappi senti solo WOW”. La bottiglia Bellussi è sempre integrata nel messaggio e protagonista indiscussa della scena. La campagna andrà in onda sulle principali emittenti televisive nazionali e sull’on demand di Sky per tre settimane e avrà una declinazione su digital, social, stampa e digital. Out of home tv e digitale sono stati pianificati con uno studio approfondito del target attraverso Addressable Tv e programmatic. L’impianto strategico amplia l’audience di riferimento e va a rafforzare la comunicazione che, dopo una prima fase incentrata sul B2B, da giugno si è rivolta a un target di consumatori urbani, digitalizzati, con una personalità attenta ai dettagli, all’estetica, alle mode, fortemente affine all’identità del brand e ai suoi valori.    Credits Agenzia Creativa: Leo Burnett Creative Director, Head of Design: Neta Ben-Tovim Creative Director: Marco Fagnani Art Director: Stefano Pertegato, Giovanni Duò Copywriter: Franco Vittori Account Director: Barbara Bottarini Account Executive: Francesco Biscuso  Manuela Fidenzi – Senior TV Producer Raffaella Scarpetti – Head of TV Milan & Rome Agenzia Media: Starcom CSD: Benedetta Bottaro Account Manager: Serena Rossi Digital consultant: Alessandra Greco Digital media planner senior: Silvia Ros Media executive: Federica Pomarelli Strategic planner: Ilias Nissim

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy