ABBONATI

Svitol ha affidato la comunicazione social a HUB09

Autore: Redazione


La strategia ideata dall’agenzia ha come obiettivo quello di presentare il brand come “il problem solving più FUN-zionale che ci sia”

A seguito di una consultazione svoltasi nella seconda parte del 2018, HUB09 si è aggiudicata la comunicazione social del più celebre brand di lubrificanti multiuso.  La strategia social ideata da HUB09 ha come obiettivo presentare Svitol come “il problem solving più FUN-zionale che ci sia”. L’accento sull’aspetto "Fun" rispecchia la personalità del brand, il suo essere geniale e anche un po’ irriverente. Un approccio amichevole, volto a creare una forte empatia con il pubblico, per raccontare in modo leggero ma approfondito i tantissimi utilizzi della gamma prodotti. Su Facebook, il focus su funzionalità e applicazioni è quindi associato a un maggiore dinamismo dei contenuti, con un tono di voce più giovane e ingaggiante.

Per quanto riguarda Instagram, ogni settimana lo storytelling di prodotto si concentra su un’unica referenza, utilizzando immagini d’impatto che evocano gli ambiti di utilizzo in modo coerente alle logiche del canale (cura degli scatti, utilizzo hashtag, ecc.). Oltre ai social, HUB09 ha inoltre realizzato alcuni video per la recente convention nazionale ed è attualmente al lavoro sul restyling del website.

“Svitol è un prodotto iconico - spiega il direttore creativo di HUB09, Diego Braghin - con oltre 80 anni di storia ed è ormai riconosciuto come un vero sinonimo di categoria. La comunicazione social vuole definire un carattere ancora più marcato, ribadendo in ogni contenuto la sua expertise e efficacia. Anche se si tratta di un prodotto molto conosciuto, le persone ancora si stupiscono per i tanti utilizzi cui Svitol si presta: attraverso Facebook e Instagram abbiamo l’opportunità di raccontarlo nei dettagli, con tutta la simpatia che da sempre questo prodotto porta con sé”.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 21/05/2019


Un diamante è per sempre, in Botswana ancora di più

"The Light at Start of Everything" è un poema visivo scritto da Iain Thomas per The Okavango Blue of Botswana, un Deep Blue Diamond da 20 carati straordinariamente raro ed estremamente prezioso. Il film esplora l'origine della pietra e la magica terra incontaminata a cui appartiene. In contrasto con l'esistenza di 3 miliardi di anni della pietra, riflette sulla natura transitoria delle nostre vite umane e ci ricorda che la luce all'interno del diamante è la stessa che esiste in noi. Veniamo tutti da qualcosa di eterno. E l'Okavango Blue è un modo per tenere quel "qualcosa" nelle nostre mani. Il film presenta gli abitanti del Botswana, perché la pietra appartiene a loro e tutti i proventi dell'asta, che avverrà entro la fine dell'anno a Christie's, torneranno nell'economia di questo piccolo paese africano. La firma è di TBWA.

LEGGI

Correlati

img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 20/05/2019


Vodafone prepara il lancio del 5G anche in Italia per l’estate e ne affida la comunicazione a DLVBBDO, che ha vinto la relativa gara

Vodafone prepara il lancio del 5G anche sul fronte pubblicitario con una campagna che si annuncia di grande portata che sarà firmata da DLVBBDO. Secondo quanto risulta a DailyMedia, infatti, l’agenzia di cui sono Ceo Marianna Ghirlanda e Vice President e Chief Creative Officer Stefania Siani avrebbe vinto la relativa gara indetta dalla compagnia di cui è da tre mesi head of brand and advertising Luca Casaura, cui risultano aver partecipato anche Team Red WPP, M&C Saatchi e Gitto/Battaglia _22. Il lancio, legato alle prime tariffe consumer, potrebbe avvenire nei mesi estivi (come pure in Inghilterra, Germania e Spagna e, nel nostro mercato, al pari di TIM). Il 5G è la nuova tecnologia di comunicazione mobile. Non si tratta della semplice evoluzione dell’attuale rete 4G, poiché prevede anche l’introduzione di nuovi paradigmi infrastrutturali che permetteranno l’introduzione e lo sviluppo di applicazioni e prodotti innovativi. Grazie al 5G sarà possibile gestire nuovi scenari di connettività caratterizzati da altissima affidabilità e bassissima latenza. La sperimentazione Nelle scorse settimane, la compagnia Luca Casaura per il ruolo di head of brand and advertising ha lanciato Vodafone Business e annunciato il varo di un nuovo piano di investimenti per ampliare l’offerta di soluzioni rilevanti per la trasformazione digitale di aziende e Pubblica Amministrazione. Il piano da 240 milioni di euro incrementali in 5 anni prevede investimenti per creare servizi e competenze che integrano le nuove tecnologie di connettività e convergenza – dal 5G appunto alle soluzioni di rete virtualizzate configurabili dal cliente –  con applicazioni e servizi che risolvono problemi di business attraverso l’adozione del digitale in tutti gli elementi della catena del valore: dai processi industriali alla supply chain, dal controllo e ridisegno dei processi, fino allo sviluppo e all’erogazione dei prodotti e servizi ai clienti. Un esempio di questo approccio che parte dall’analisi delle priorità di business delle imprese piuttosto che dalla tecnologia – è stato spiegato in quell’occasione - è la sperimentazione 5G di Milano, dove Vodafone ha già realizzato oltre 30 use case in 5G con partner industriali e istituzionali negli ambiti di sanità e benessere, sicurezza e sorveglianza, manifattura e industria 4.0, education e entertainment, smart energy e smart city e mobilità e trasporti. I progetti La sperimentazione 5G – è stato sempre detto - procede a ritmo accelerato e nell’occasione sono stati presentati a Carugate tre nuovi progetti, per la prima volta in ambito Fixed Wireless Access. Il 5G - su cui Vodafone è all’avanguardia in Europa - rappresenta un’evoluzione tecnologica dirompente, sia a livello infrastrutturale che in termini di servizi e porterà innovazione ad ampio spettro sia per le imprese che per i cittadini e le amministrazioni che erogano servizi pubblici. Oltre che a Milano, Vodafone ha annunciato la copertura di altre 4 città italiane (Torino, Roma, Bologna e Napoli) in 5G entro il 2019.

LEGGI
img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 20/05/2019


Bavaria compie 300 anni e si “regala” Gitto/Battaglia_22, scelta in forma diretta per comunicazione atl e social

Dopo aver contribuito anni fa alla vittoria della gara Bavaria da parte dell’allora Young&Rubicam, di cui era Dce, Vicky Gitto torna ora a occuparsi della comunicazione del noto birrificio olandese indipendente che – secondo quanto risulta a DailyMedia – avrebbe scelto Gitto/Battaglia_22, cui Gitto ha dato da poco vita con Roberto Battaglia, in forma diretta per creatività e social. Le precedenti campagne di quella che poi è diventata VMLY&R miravano a sottolineare l’antica tradizione di mastri birrai di Bavaria della famiglia Swinkels, proprietaria del brand da ormai sette generazioni, a partire dal 1719: con spot, ad esempio, per Bavaria Premium, la Pilsner del birrificio olandese prodotta secondo un’antica ricetta che promuoveva anche la socialità come modalità di consumo. Ora si vedrà se questo posizionamento verrà confermato, anche in coincidenza con i festeggiamenti dei 300 anni del brand. [youtube id=Ddwvu6hoamk] La promozione  “Bavaria è arrivata in Italia più di 30 anni fa e oggi è un marchio fortemente riconoscibile e popolare anche nel nostro Paese - ha commentato nei giorni scorsi Luca De Zen, A.D. di Swinkels Family Brewers in Italia in occasione dell’apertura delle celebrazioni -. Nonostante la crescita e il successo a livello internazionale, continuiamo a essere un’azienda famigliare indipendente con un forte focus su innovazione, qualità e sostenibilità”. Per festeggiare al meglio questo compleanno, Bavaria ha anche organizzato un concorso partito a inizio maggio con in palio un party esclusivo di 3 giorni per 300 consumatori di tutto il mondo pieno di musica, con dj set e festival Lakedance by Bavaria. Per questo, è anche tornata in comunicazione su Radio 105 con un progetto ad hoc all’interno del programma dei record, “Lo Zoo di 105” e con promo dedicati su Radio 101, Radio Monte Carlo e Virgin Radio, oltre che sull’online con un video. Il planning, per un budget stimabile in 1 milione di euro che però potrebbe quest’anno crescere, è gestito sempre da Initiative.

LEGGI
img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 17/05/2019


MediaCom vince la gara UniCredit e viene confermata per il planning in 13 mercati fino al giugno 2022. Il budget annuo è di 60 milioni, di cui 8 per l’Italia

Si è conclusa a favore di MediaCom la gara avviata nello scorso ottobre da UniCredit per l’aggiudicazione del budget media di Gruppo per il triennio 2019-2021. L’obiettivo del pitch, che ha visto quindi la conferma della centrale di GroupM di cui è Ceo Zeno Mottura, era quello di identificare il network globale che gestirà le attività di planning dell’insegna in 13 Paesi europei fino al giugno 2022. “Visione e capacità strategica nello sfruttamento dei dati, abilità nell’uso delle piattaforme digitali e garanzia di un forte coordinamento per la misurazione delle attività cross-country rappresentano aree chiave del mandato”, aveva spiegato UniCredit nella nota emessa all’atto della partenza della review, aggiungendo che gli altri tre Gruppi chiamati a partecipare erano Dentsu Aegis Network, Omnicom Media Group e Publicis Media. La gara del Gruppo di cui è head of strategic media planning Paolo Maggi è stata gestita centralmente dall’Italia e si è articolata in varie fasi che hanno visti direttamente coinvolti anche i team locali nei core market UniCredit. Il budget complessivo dovrebbe superare i 60 milioni di euro, 8 circa dei quali investiti in Italia.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy