ABBONATI

Paramount Network: da domani on air il nuovo nome, offerta più forte con le produzioni originali

Autore: S Antonini

Sergio Del Prete


Viacom Italia si allinea al rebrand internazionale del canale cinema, ne parla il SVP Editorial Content Sergio Del Prete; al via domani la campagna curata internamente con la collaborazione di Ogilvy e Wavemaker

Con il rebrand di Paramount Channel in Paramount Network, a partire da domani mattina, Viacom Italia amplia il raggio d’azione del canale di cinema portandolo sul territorio attraverso eventi e partnership commerciali, per esempio con il mondo della moda - del 2017 e 2018 quelle con Gucci e H&M che hanno realizzato collezioni brandizzate Paramount -, per dare visibilità al marchio. L’occasione è il terzo compleanno del canale nel mercato italiano, che coincide non solo con l’adeguamento del nome allo standard internazionale di gruppo, ma anche con l’introduzione di nuovi contenuti originali come documentari a tema, serie tv realizzate da Viacom per il canale, e un’offerta di short format pensata esclusivamente per il digitale.

Se l’audience di riferimento è quella dai 25 ai 54 anni, con una prevalenza femminile (55%), «attraverso le serie tv lavoriamo sul target giovane e con i contenuti digitali usciamo dallo schermo televisivo e ci rivolgiamo al pubblico nativo» spiega Sergio Del Prete, SVP Editorial Content di Viacom Italia. In tre anni il canale ha raggiunto una share media che oscilla tra lo 0,9% e l’1%, e anche oltre sul target commerciale di riferimento: «Sono risultati molto buoni tenuto conto dello scenario competitivo sempre più difficile e frammentato, che negli ultimi due anni si è riempito con sette nuovi canali. Il nostro obiettivo anche quest’anno è di consolidare il trend dello 0,9% cercando di avvicinarci sempre più all’1%». «Sappiamo che il nostro brand è conosciuto da otto italiani su dieci, per questo vogliamo svilupparne il potenziale in una direzione “live”, che siano eventi o altre iniziative. Gli accordi internazionali con aziende della moda confermano che il marchio è molto forte, le persone lo vogliono persino indossare» aggiunge Del Prete.

Le novità del canale

Il primo evento realizzato da Viacom Italia per Paramount Network sarà la celebrazione del mito di Audrey Hepburn in occasione dei 90 anni dalla nascita, il prossimo maggio. In programma iniziative tv, social e non si escludono attività sul territorio. L’offerta di documentari debutta il 1° maggio con “Stephen King: Master of Horror”, una produzione di Channel 5 dedicata al celebre scrittore americano, accompagnato dalla miniserie “Mucchio di ossa” e da una serie di iniziative con 20th Century Fox e Paramount Pictures per il lancio del remake di “Pet sematary” in uscita in Italia il 9 maggio.

Dalle sinergie di gruppo nasce la serie “Wako” sulla strage del 1993, già vista in USA e in onda in Italia in prima assoluta la prossima settimana, che sarà caratterizzata da una programmazione speciale «degna di Rai1» per il rebrand, con nove prime serate tra successi come “Closer”, “Il Cigno Nero”, “Gli Intoccabili” e un’altra prima tv, il film di Robert Zemeckis “Allied – Un’ombra nascosta” con Marion Cotillard e Brad Pitt In estate invece andrà in onda la serie “Caccia al ladro”, una coproduzione Viacom International Media Networks Southern and Western Europe, Middle East and Africa e Viacom International Studios Latin America ispirata al film di Alfred Hitchcock.  

Sul fronte social, il 25 marzo partirà “A cena con Paramount”, programma in quattro puntate con Fabrizio Colica che nasce sulla scorta del successo ottenuto da Michela Giraud con il suo video dedicato alle donne pubblicato online dal canale lo scorso 8 marzo. «L’apporto di prodotto originale  - commenta Del Prete - arriva sia dall’internazionale, sia dalla produzione locale dedicata al racconto del cinema e dei grandi appuntamenti come il Festival di Venezia o la cerimonia degli Oscar che abbiamo seguito con gli speciali condotti da Riccardo Trombetta e Carolina Crescentini. Inoltre vogliamo raccontare il rapporto tra Paramount Pictures e l’Italia attraverso documentari realizzati localmente sui grandi miti del cinema».

La campagna di lancio

In sinergia con Ogilvy, Viacom ha realizzato una campagna prevalentemente video incentrata sul concetto di grandi storie e grandi star, in corso da domani. La pianificazione, curata internamente con la collaborazione di Wavemaker, prevede canali Viacom in chiaro, circuiti video nei centri commerciali e nelle stazioni ferroviarie di tutta Italia, mezzi digitali (YouTube, Facebook), sale cinematografiche e i nuovi impianti out of home digitali.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 21/05/2019


Un diamante è per sempre, in Botswana ancora di più

"The Light at Start of Everything" è un poema visivo scritto da Iain Thomas per The Okavango Blue of Botswana, un Deep Blue Diamond da 20 carati straordinariamente raro ed estremamente prezioso. Il film esplora l'origine della pietra e la magica terra incontaminata a cui appartiene. In contrasto con l'esistenza di 3 miliardi di anni della pietra, riflette sulla natura transitoria delle nostre vite umane e ci ricorda che la luce all'interno del diamante è la stessa che esiste in noi. Veniamo tutti da qualcosa di eterno. E l'Okavango Blue è un modo per tenere quel "qualcosa" nelle nostre mani. Il film presenta gli abitanti del Botswana, perché la pietra appartiene a loro e tutti i proventi dell'asta, che avverrà entro la fine dell'anno a Christie's, torneranno nell'economia di questo piccolo paese africano. La firma è di TBWA.

LEGGI

Correlati

img
media

Autore: Redazione - 16/05/2019


Nuovo sito mobile per il Corriere.it

Il Corriere della Sera rinnova il suo sito mobile: da oggi, chi accede a corriere.it dal proprio telefonino troverà una grafica rinnovata, una maggiore leggibilità e una velocità di caricamento più alta. L’obiettivo è quello di garantire ai lettori una piattaforma sempre più efficace, per poter accedere rapidamente, in qualunque momento della giornata, al lavoro giornalistico del Corriere della Sera. Tecnologia A guidare il rinnovamento del sito per i cellulari sono stati due principi guida. Quello tecnologico, anzitutto: grazie alla tecnologia PWA (Progressive Web App) sarà assicurata una più alta accessibilità ai contenuti, anche con connessioni poco potenti. Il caricamento delle pagine in meno di un secondo permetterà ai milioni di lettori che ogni giorno leggono il Corriere dal proprio telefonino di visualizzare notizie e reportage, video, approfondimenti e schede in modo più rapido, e di poterli “salvare” per poterli leggere anche in un secondo momento, e in modalità offline. Leggibilità Il secondo punto nodale del restyling è stato quello della maggiore leggibilità: sin dalla prima schermata sarà possibile vedere quali sono gli argomenti chiave della giornata, posti subito sotto la testata; la pulizia grafica, con testi più ariosi e font più leggibili, permetterà di leggere comodamente anche in mobilità; nuovi formati ad alto impatto visivo consentiranno di valorizzare i reportage delle grandi firme del Corriere della Sera, mentre gallery e schede a sfoglio verticale garantiranno una fruizione più comoda sulla piattaforma mobile. Maggiore evidenza sarà data anche a opinioni e commenti, tra i contenuti distintivi dell’offerta del giornale. Nuovi formati adv “Tutte queste novità di prodotto hanno permesso l’implementazione anche di nuovi formati pubblicitari in grado di garantire ai clienti maggior visibilità e risultati di comunicazione, grazie ad una migliore integrazione con i contenuti e a soluzioni specifiche in ottica di viewability”, aggiunge Raimondo Zanaboni, direttore generale RCS Pubblicità. Doppia offerta In occasione del debutto del nuovo sito mobile first e in concomitanza con le elezioni europee, Corriere della Sera offre gli abbonamenti Naviga+, con accesso illimitato a tutti gli articoli di corriere.it, all’archivio storico e alle newsletter riservate agli abbonati al prezzo di 1 euro al mese per 6 mesi (anziché 9,99) e Tutto+, con accesso illimitato al sito, all’edizione digitale del Corriere della Sera, alle newsletter premium e all’archivio, a 3 euro al mese per 6 mesi (anziché 24,99).

LEGGI
img
media

Autore: Redazione - 16/05/2019


Riprese al via per le prime proposte di Alliance, serialità protagonista

Trascorso poco più di un anno dalla creazione di Alliance - denominazione della sigla che mette insieme la Rai, France Televisions e la tedesca Zdf nel campo della produzione televisiva -, stanno circolando a livello internazionale le prime indiscrezioni relative alle serie in produzione. La struttura è stata costituita per rispondere all’offensiva dei colossi statunitensi e in futuro l’iniziativa dovrebbe portare, almeno nelle intenzioni, a una piattaforma Ott gestita in modo unitario e con il preciso obiettivo di realizzare produzioni televisive, soprattutto seriali, con budget elevati e ispirate dalla sulla cultura e dai valori europei. Dunque, già quest'anno sono in programma le riprese di “Leonardo”, che è, di fatto, il primo progetto messo a punto da Alliance. La serie dedicata alla vita e alle opere di Leonardo da Vinci sarà sviluppata su otto puntate da cinquanta minuti. Poi, a breve, inizieranno anche le riprese di “Mirage”. Il genere è un altro, si tratta di un thriller di spionaggio, ambientato ad Abu Dhabi, e racconta la vicenda di un esperto di sistemi nucleari che finisce nel mirino della Cia. Poi, in autunno, un’altra importante produzione, ispirata a un classico della letteratura, già protagonista in passato sul piccolo schermo: “Il giro del mondo in 80 giorni”, romanzo classico di Jules Verne in una nuova rivisitazione, sempre imperniata su otto episodi. Poi, probabilmente all’inizio del 2020, sarà la volta di “Sopravvissuti”, un’altra serie che si preannuncia davvero carica di suspence e in questo caso costruita su dodici episodi, ancora della durata inferiore a un’ora.

LEGGI
img
media

Autore: Redazione - 16/05/2019


Condé Nast Italia e Rai Cinema: una partnership all’insegna dell’innovazione

È stata annunciata ieri, durante la conferenza stampa di presentazione del Festival di Cannes, la partnership tra Condé Nast Italia e Rai Cinema. Vanity Fair Italia è la prima testata del gruppo Condé Nast ad avere un’estensione di virtual reality della storia di copertina. La prima cover realizzata è quella del numero in edicola da ieri dedicata a Pierfrancesco Favino, protagonista del film "Il traditore" di Marco Bellocchio che proprio al Festival di Cannes avrà la sua prima mondiale. Durante lo shooting del servizio di copertina di VanityFair, Pierfrancesco Favino ha giocato con il VR, tra interviste surreali e insight dal set, con qualche cameo eccellente. Permettendo ai lettori di vedere l’attore e i dietro le quinte di una cover story come mai prima. Anche Experience Is, la prima social media property only di Condé Nast Italia, pensata per Millennials e Generation Z si lega a Rai Cinema, sposandone il primo progetto crossmediale: “Happy Birthday”, diretto da Lorenzo Giovenga. Si parte da una storia - quella che ha vinto il contest VR lanciato ad ottobre scorso da Rai Cinema insieme alla casa di produzione One More Pictures - ambientata durante la festa di compleanno di 18 anni di una ragazza di nome Sara. La realtà che si cela dietro le apparenze di un party tra amici è lo spunto per affrontare temi complessi come quello dell'isolamento sociale, identificato con il termine giapponese “Hikikomori”, oggi diffuso tra i giovani e giovanissimi. Protagonista del corto sono Jenny De Nucci, giovanissima attrice, cantante e social influencer, nota su Instagram e Tik Tok, con oltre 1 milione di follower e Fortunato Cerlino, attore di cinema e tv, noto al grande pubblico per il ruolo di Pietro Savastano della serie Gomorra. Partecipa al progetto con un cameo ed una sua canzone il giovane rapper Achille Lauro. La rinnovata collaborazione con Vanity Fair Italia mira a valorizzare i contenuti editoriali realizzati da Rai Cinema Channel e a condividerli sul sito ufficiale della testata per raggiungere così un’audience molto estesa, selezionata e di qualità. È inoltre un’occasione importante per dare visibilità ai giovani registi di cortometraggi, e mostrare così sul web il loro talento cinematografico. Inoltre nella nuova app di Rai Cinema, dedicata alla Virtual Reality, viene realizzato un innovativo placement. Gli utenti potranno infatti trovare il magazine di Vanity Fair Italia attraverso il quale accedere a contenuti speciali.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy