ABBONATI

IF!: valore delle sponsorizzazioni in crescita del 20% e 80 partner per l’edizione 2019 del festival

Autore: S Antonini


La manifestazione voluta da ADCI, UNA e Google conferma il proprio ruolo di punto di incontro tra business e creatività e racconta la “scomodità” come spunto per creare sviluppo

Il prossimo 7 novembre si aprirà la sesta edizione di IF! Italian Festival, la manifestazione voluta da Art Director’s Club Italia, UNA e Google per promuovere il confronto all’interno e all’esterno della industry della comunicazione. I numeri sono positivi: le presenze registrate del 2018 sono in crescita del 60% rispetto all’anno precedente, e anche le partnership che quest’anno garantiscono fondi e contenuti salgono a 80, con un aumento del 20% del valore delle sponsorizzazioni. “#MetteteviScomodi”, leit motif di questa edizione, rappresenta la realtà contemporanea che impone un continuo cambiamento e un continuo prendere decisioni difficili: «Il festival è in crescita – commenta Alessandra Lanza, membro del Comitato Organizzatore e Direttore Generale di IF! -. Quest’anno è particolarmente importante il tema della sostenibilità, di cui la creatività deve tenere conto per rappresentare il mondo di oggi e aprirsi al futuro». Paola Marazzini, Director Agency and Strategic Partnerships di Google, spiega che l’obiettivo dell’azienda, main partner del festival sin dagli esordi, è porsi «come abilitatore del progetto creativo, utilizzando le opportunità offerte dalla tecnologia. Il leit motif di quest’anno è particolarmente attuale perché rappresenta la frase chiave di questo momento storico ed è in linea con la nostra realtà di azienda dove la comfort zone non esiste». Del Comitato fanno parte anche Davide Boscacci, Stefano Capraro, Karim Bartoletti, Carla Leveratto, e Marianna Ghirlanda. L’associazione delle aziende di comunicazione, commenta Ghirlanda, si presenta per la prima volta come UNA al festival che ha contribuito a far crescere come Assocom. Il festival è un brand delle entità organizzatrici che operano attraverso Assap Servizi e ADCI servizi per quanto riguarda la realizzazione, e non genera profitti. Partner istituzionale dell’evento è il Comune di Milano: «La due giorni di IF! Italians Festival, si annovera di diritto tra i principali appuntamenti della città con il mondo della creatività e dell’innovazione, alla stregua di affermate realtà come la moda o il design» commenta l’Assessora alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive, Commercio, Moda e Design Cristina Tajani.

L’ADCI Award

Nella serata di sabato 9 novembre verranno consegnati gli ADCI Award, che quest’anno hanno registrato un aumento delle iscrizioni del 20-30% «grazie anche all’introduzione della categoria “Health” che ci è stata richiesta dal mercato» spiega Vicky Gitto. «Per me IF! è cruciale perché parla di come si può immaginare un futuro migliore in un periodo estremamente complesso caratterizzato da un calo del potere d’acquisto del 15% rispetto alle generazioni precedenti – continua il presidente di ADCI -. Inoltre questo festival ha il ruolo straordinariamente importante di mettere insieme business e creatività, in un momento in cui quest’ultima è fattore determinante per qualsiasi progetto di sviluppo o innovazione. Gli ADCI Awards saranno un’occasione imperdibile vivere in un’unica serata il meglio della creatività nelle sue varie declinazioni».

IF_Italians_Festival PRIMA.jpg

Il programma di IF! 2019

L’evento si terrà al BASE di Milano dal 7 al 9 novembre. L’apertura sarà alle 19:00 di giovedì 7 con “ADCI Shortlist Party”, evento gratuito con le campagne finaliste agli ADCI Awards cui seguiranno la battle “IF! Festival Design Challenge” di Shutterstock, e dalle 22:00 l’“IF! Operà Music Afterparty”. Le scelte coraggiose, i cambi di prospettiva e la disintermediazione sono i tre filoni tematici dell’evento. Sul primo tema interverranno Matteo Caccia, co-fondatore di brandstories; Luca Vergano, VP Strategist di Elephant NY; l'artista-pubblicitario Erik Kessels; e lo psicoanalista Massimo Recalcati. Tra gli altri panelist figurano il direttore di Wired Federico Ferrazza con il direttore di Fanpage.it Francesco Piccinini; Fiorenza Plinio, Head of Creative Excellence del Festival della Creatività di Cannes; il recordman italiano di apnea Homar Leuci intervistato da Laura Corbetta, CEO e Founder di YAM112003. Si parlerà anche di inclusività con la presentazione di “Cast the Inclusion”, progetto di UNA, ADCI, AIR3 e CPA per riformare le regole dei casting affinché la pubblicità abbandoni gli stereotipi e promuova cambiamenti costruttivi. Inoltre, il Marketing Director di Google Vincenzo Riili porrà l’accento sull’inclusività applicata al digital advertising.

Cambi di prospettiva

Google, YouTube, Università IULM, Amelia Hartley e Operà Music presentano gli interventi sulla capacità e sulla necessità di cambiare punto di vista per influenzare positivamente la comunicazione. Ne parleranno Stefania Romenti, Ph. D, Professore di Strategic communication presso l’Università IULM di Milano e Adjunct Professor alla IE Business School di Madrid, e Roya Zeitoune, YouTube Culture & Trends Lead EMEA. Il social entertainment di TikTok sarà protagonista di incontri a cura di Wavemaker e con il General Manager di Tweenkle Alessandro Innocenti, mentre la ricercatrice di Nextatlas Elena Marinoni passerà in rassegna le tendenze legate alla Generazione Z. Altri interventi sono a cura di Catarina Sismeiro, Managing Director Annalect-Omnicom Media Group; Gianpiero Zannier, Group Marketing & Customer Director Reale Mutua; Isabella Vallini, COO Live Communication Gattinoni; Marianna Ghirlanda, CEO DLV BBDO; Paola Marazzini; Francesco Menegat, Music Consultant della powerhouse di produzione Operà Music; e Amelia Hartley, Head of Music, Endemol Shine UK.

La disintermediazione

Alla disintermediazione come effetto della digitalizzazione è dedicato il terzo percorso di IF! Ne parleranno: Ludovica Federighi, Head of FUSE-Omnicom Media Group, con il giornalista Enrico Mentana; Roberto Bagatti, Chief of brand & Creative RAI, con i Presidenti di UNA e ADCI Emanuele Nenna e Vicky Gitto. Il direttore di Radio Deejay Linus sarà protagonista del format “10 domande scomode a...” moderato da Davide Boscacci; altri protagonisti saranno Javier Campopiano, Chief Creative Officer di Grey Europe; Vito Lo Mele, co-founder della società di “smart content for smart speakers” SOLO; i giornalisti Matteo Bordone e Marina Pierri; lo scrittore e discografico Antonio Dikele Distefano. La manager discografica di Big Picture Mgmt Paola Zukar e David Fischer, founder di Blue Joint Film e Red Joint Film, saranno ospiti della roundtable “La scomodità come chiave del branded content” moderata da Alessandra Lanza, Direttore Generale di IF!.

IF_Comitato_Photo Credit_Riccardo Bagnoli_Mandala Creative Productions.jpg

I membri del Comitato Organizzatore: da sinistra Alessandra Lanza, Davide Boscacci, Stefano Capraro, Marianna Ghirlanda, Karim Bartoletti, Carla Leveratto ((Photo Credit: Riccardo Bagnoli, Mandala Creative Productions)

 

Altri format e incontri

Fabiana Scavolini (Amministratore Delegato di Scavolini) e Stefania Savona (Direttore comunicazione e marca di Leroy Merlin Italia) interverranno sul tema del branded content e tv generalista, mentre Maurizio Nichetti di scomodità come modo per trovare punti di vista nuovi. Di storytelling femminile del sesso parlerà Valentina Ricci, mentre l’attore Nino Frassica sarà protagonista di un “confronto scomodo” con Sergio Spaccavento, ECD di Conversion. Facebook Italy promuove l’incontro “Pushing creative boundaries” sulla fusione di creatività e tecnologia, mentre i docenti di NABA insieme al Presidente LILA Matteo Giannelli spiegheranno come formare i talenti creativi di domani attraverso percorsi didattici innovativi. Roberto Ottolino, Senior Creative di The&Partnership Italia, modererà il “Controcolloquio” in cui una coppia creativa dovrà “assumere” il proprio capo tra tre direttori creativi. Karim Bartoletti curerà la “battaglia” a colpi di creatività tra i registi Cinzia Pedrizzetti, Igor Borghi e Willem Gerritsen. All’Olanda sarà dedicato il “Focus On” dell’edizione 2019 di IF!: Marijn Roozemond, Strategist Music & Brands dell’agenzia musicale MassiveMusic Amsterdam, parlerà di musica in pubblicità, mentre Nick Bailey, Creative Partner & CEO di futurefactor, curerà l’IF! Talk sulla brand reputation “Give people what they need, not what they want”.

La formazione

La sesta edizione di IF! Italians Festival presenta un programma formativo rivolto a professionisti e studenti con 17 corsi, in linea con quanto offerto l’anno scorso. L’elenco completo dei seminari interattivi, dei workshop, dei talking breakfast e lunch, dei corsi è disponibile online all’indirizzo https://2019.italiansfestival.it/workshop/.

Focus sulla sostenibilità

Altra novità dell’edizione 2019 di IF! Italians Festival è il tema della sostenibilità, a partire dalla scenografia, realizzata con Daniele Borin in materiali riciclabili, fino alla scelta di sostituire le stampe con la pittura a mano. Durante il Festival saranno anche utilizzate borracce con refill d’acqua gratuito e senza limiti grazie all’impegno di BASE a disincentivare l’utilizzo di bottiglie di plastica. Infine, quest’anno IF! Italians Festival ha attivato una collaborazione con Lifegate, aderendo al progetto Impatto Zero® per compensare le emissioni di CO2 generate dall’edizione 2019 con azioni di tutela e sviluppo di oltre 16.000 mq di foresta in crescita in Costa Rica. Inoltre, venerdì 8 novembre il CEO di Lifegate Italia Enea Roveda e il Presidente di Earth Day Italia Pierluigi Sassi approfondiranno i modi in cui i brand possono concretamente contribuire a salvare il pianeta.

La campagna creativa

A sostegno dell’evento è stata ideata una campagna multisoggetto on air su stampa e video. Tre i concept – Vernice, Vestiti, Bicicletta - realizzati rispettivamente da Bruna Rotunno, Riccardo Bagnoli, Mario Ermoli con direzione creativa firmata da Karim Bartoletti e Francesco Guerrera, che hanno lavorato con i technical partner Mandala Creative Productions e Proxima Milano e Adesiva Discografica. La campagna è on air da ieri, mercoledì 30 ottobre, sui circuiti di Grandi Stazioni Retail e Telesia di tutto il territorio nazionale. La versione da 10” degli spot sarà proiettata sui maxiled di otto stazioni italiane di primaria importanza per flusso di viaggiatori - Milano Centrale, Roma Termini, Roma Tiburtina, Napoli, Venezia Santa Lucia, Bologna Centrale, Torino e Firenze - per un totale di 427 passaggi al giorno, mentre il cut da 15” conterà 73 passaggi giornalieri su Telesia Metro Milano e 75 passaggi quotidiani su Telesia Bus Milano.

[youtube id=W7N-3Ytn1O0]


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 05/11/2020


Enel Energia racconta Enel One nella nuova campagna firmata Saatchi & Saatchi

Da ieri, 4 novembre, è on air per quattro settimane la nuova campagna Enel One di Enel Energia, l’offerta di energia verde, con cinque piani tariffari a costo mensile fisso, per le famiglie con il contatore elettronico di seconda generazione. Vantaggiosa, sostenibile e smart, la nuova soluzione di Enel Energia permette di controllare e gestire i consumi con il salvadanaio digitale, direttamente dall’app. L’idea creativa sviluppata da Saatchi & Saatchi nasce da una riflessione sulla situazione attuale che vede le certezze e le abitudini delle famiglie cambiare ogni giorno. Con tono ironico e coinvolgente, lo spot tv illustra i cambiamenti che avvengono: sul lavoro, dove lo smart working ha ormai ridisegnato la routine, in famiglia, dove la digitalizzazione ha reso più smart anche i più grandi, e nel tempo libero, dove sono i figli a dare lezione ai propri genitori. In questo contesto, Enel One rappresenta la certezza di un’energia verde a costo fisso e la tranquillità di una soluzione che, almeno quando si tratta dei consumi, ci permette di tenere tutto sotto controllo. La multisoggetto è declinata su tv, radio, stampa e web con una creatività dinamica che andrà ad intercettare dei target specifici, veicolando di volta in volta dei messaggi personalizzati. La pianificazione web è stata curata dal centro media Starcom, che si aggiudicata la gara relativa e operera insieme a Sapient. Invece per tv, stampa e radio il planning è di Mindshare. Credits Creative Director: Manuel Musilli Art Director: Antonio Penco Copywriter: Marta Curcio Casa di Produzione: Think Cattleya Regia: Bellone&Consonni Fotografo: Daniele Baracco

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy