ABBONATI

Audiweb ospita in Italia, per la prima volta, i principali JIC europei per parlare di misurazioni

Autore: Redazione

Marco Muraglia


Belgio, Danimarca, Germania, UK, Norvegia, Polonia, Romania, Spagna, Svizzera e Ungheria, questi i rappresentanti dei JIC europei che si sono incontrati nella sede italiana della company, all’interno di un ciclo di incontri che da sei anni, ogni volta in un Paese diverso, alimenta l’apertura verso nuovi approcci

Audiweb - ha riunito a Milano i più importanti JIC europei per due giorni di confronto sui principali temi legati alla misurazione dell’audience online, condividendo le best practice e le soluzioni già disponibili e sperimentate a livello locale. Belgio, Danimarca, Germania, UK, Norvegia, Polonia, Romania, Spagna, Svizzera e Ungheria, questi i rappresentanti dei JIC europei che si sono incontrati nella sede del JIC italiano, dando seguito al ciclo di incontri che da sei anni, ogni volta in un Paese diverso, alimenta la condivisione di know how tra i JIC e l’apertura verso nuovi approcci e soluzioni.

Una discussione sulle soluzioni metodologiche

Nel corso delle due giornate di lavoro sono stati affrontati diversi temi legati alla rilevazione delle audience e illustrate le specifiche soluzioni individuate per rispondere alle principali sfide che il mercato digitale propone. Tra le soluzioni metodologiche adottate da Audiweb, la scelta del panel di persone “on device metered” - dotate di software meter installato sui propri device - è stata indicata come indispensabile quale fonte di verità alla base dell’intero impianto di rilevazione e risolutiva rispetto ad alcune complessità derivanti da una rilevazione di matrice esclusivamente censuaria quali, ad esempio, la stima degli “utenti unici” (VS cookies) e la deduplica delle audience tra device.

La discussione si è sviluppata, inoltre, individuando le principali sfide che il mercato digitale sottopone a livello cross-nazionale da cui sono emersi alcuni ambiti comuni che hanno incontrato il più largo consenso fra gli operatori europei partecipanti all’incontro: dal tema della “post valutazione”, ovvero come affiancare alla misurazione delle audience editoriali quella dei contenuti pubblicitari statici (banner e simili) e video (pre-mid-post roll); alla misurazione cross-media, ovvero come rispondere alla esigenza degli Advertiser di disporre di dati di audience qualificati e su più mezzi (TV, digitale, stampa, radio) per pianificare la pubblicità e per valutare l’effettivo raggiungimento dei target desiderati; chiudendo con il real time bidding, ovvero come produrre informazioni e dati di base che siano utili ad arricchire e qualificare i sistemi di pianificazione in programmatic.

Il commento di Marco Muraglia

Marco Muraglia, presidente di Audiweb, a margine dei lavori ha così commentato: “Audiweb attribuisce grande valore a queste occasioni di confronto che consentono di mettere sul tavolo, senza filtri, i punti di forza, le aree di miglioramento e le soluzioni a sfide comuni. Mi ritengo particolarmente soddisfatto dell’interesse e del riscontro che la nostra rilevazione Audiweb 2.0 ha ricevuto nel corso dei lavori. Anche dal confronto internazionale abbiamo avuto conferma di quanto – pur nelle naturali complessità – l’Italia disponga di un sistema di rilevazione delle audience editoriali all’avanguardia. Ma non ci accontentiamo: diversi sono i cantieri già aperti e il dibattito di questi giorni ha offerto preziosi spunti dei quali faremo tesoro”.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/07/2021


Philadelphia celebra i suoi cinquant’anni in Italia

Per i suoi 50 anni in Italia, Philadelphia, brand del gruppo Mondelēz International, rende protagoniste le famiglie che da mezzo secolo accompagnano i loro momenti speciali con il suo gusto unico. In occasione di questo speciale anniversario, il brand, con il supporto di YAM112003, festeggia con un'iniziativa di rigenerazione urbana, un progetto di natura sociale, un concorso dedicato ai "momenti di famiglia" e ripercorre sui suoi canali digitali i momenti iconici della storia italiana attraverso scatti con ambientazioni d'epoca e una serie di ricette vintage rivisitate in chiave moderna. "Philadelphia è una presenza famigliare sulle tavole e nelle vite degli italiani, un love brand che piace ai più grandi e ai piccini", ha dichiarato Francesco Surrenti, Senior Brand Manager di Philadelphia. "Dentro ai panini delle gite al mare coi cugini, nelle cheesecake che abbiamo assaggiato per la prima volta all'estero, prima che diventassero di moda anche in Italia, nelle cene improvvisate con i coinquilini all'università, Philadelphia c'era e c'è ancora, ormai da 50 anni. Tanti ricordi che abbiamo deciso di riportare in vita per il nostro compleanno con un'attivazione a 360°, basata sui nostri valori di famiglia, inclusione e positività, che vuole coinvolgere e premiare chi da 50 anni porta il gusto di Philadelphia nelle proprie case e sulle proprie tavole". Il messaggio dell'anniversario viene declinato anche sui canali digitali del brand con un viaggio dagli anni 70 a oggi, con lo spot tv "Di famiglia in famiglia dal 1971", che ripercorre gli anni in cui il brand ha tenuto compagnia agli Italiani e con una raccolta delle ricette più iconiche degli ultimi 50 anni. Le foto ricette saranno pubblicate sui social, e raccolte in un ricettario, sia digitale sia stampato, da regalare ai consumatori nei punti vendita.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy