ABBONATI

Nasce Beulcke+Partners, l’agenzia di comunicazione “onlife” che coniuga creatività, esperienza, innovazione e algoritmi

Autore: Redazione

Alessandro Beulcke


Aggregando l’esperienza di Allea, società di PR fondata nel 2002 da Alessandro Beulcke, la nuova startup curerà progetti di comunicazione creativa su tutti i canali con un approccio basato sulla visione del noto filosofo dell’informazione Luciano Floridi

di Anna Maria Ciardullo
In un mondo ormai totalmente immerso nell’infosfera, la distinzione tra offline e online ormai è da considerarsi obsoleta, tanto nella vita quotidiana quanto, natutalmente, nel mondo della comunicazione e dell’informazione. Beulcke+Partners, la nuova agenzia fondata da Alessandro Beulcke, già fondatore di Allea società specializzata in Relazioni Pubbliche e istituzionali, fa propria la visione del filosofo Luciano Floridi, advisor della nuova società, al fine di proporre un inedito modo di intendere e fare comunicazione.
La visione di Floridi
Col termine infosfera, infatti, nella filosofia dell'informazione, branca in cui Floridi è specializzato, si intende la globalità dello spazio delle informazioni. Pertanto, include sia il cyberspazio (Internet, telecomunicazioni digitali) sia i mass media classici. Floridi ha definito l'infosfera come lo spazio semantico costituito dalla totalità dei documenti, degli agenti e delle loro operazioni dove per "documenti" si intende qualsiasi tipo di dato, informazione e conoscenza, codificata e attuata in qualsiasi formato semiotico, per "agenti" qualsiasi sistema in grado di interagire con un documento indipendente (ad esempio una persona, un'organizzazione o un robot software sul web) e per "operazioni" qualsiasi tipo di azione, interazione e trasformazione che può essere eseguita da un agente e che può essere presentata in un documento.
Sfida al passo con i tempi
«La nostra è una sfida che si inserisce in un mercato, quello della comunicazione, in continua evoluzione – spiega Alessandro Beulcke, fondatore e CEO della Beulcke+Partners - in questi anni, lavorando a stretto contatto con centinaia di imprese e grandi organizzazioni, ci siamo resi conto di quanto queste fatichino a stare al passo coi tempi, e sottovalutino per esempio la potenza dei social network, diventati nel frattempo i ‘broadcast’ più grandi al mondo. Non c’è paragone tra piattaforme come Facebook, Instagram, YouTube, ma anche le cinesi Baidu o Wechat, e i vecchi canali ed editori. In Beulcke+Partners creiamo il messaggio e portiamo il brand in ogni luogo: offline – attraverso eventi, corporate communication, advertising, relazioni e network – e online, grazie alla profonda conoscenza delle dinamiche e agli algoritmi dei nostri partner di Keyworld. Onlife, appunto perché non ha più senso parlare di una dimensione escludendone l’altra e viceversa. Onlife non è solo una filosofia è anche il nostro modo di vedere il lavoro: basta guardare l’home page del nostro sito, i nostri uffici sono ripresi diretta e visibili a tutti e il “menù” della nostra ricetta non è segreto, ma è stampato sulla parete dell’agenzia».
Portfolio clienti
La start up Beulcke+Partners, fondata a novembre 2018 e ufficialmente operativa da questo mese, ha già un nutrito portfolio clienti, ereditato da Allea, agenzia di Relazioni Pubbliche Istituzionali fondata dallo stesso Beulcke nel 2002 e da cui la nuova società assorbe l’esperienza, aggregando alle attività di PR anche progetti di comunicazione creativa a più ampio spettro. Tra gli altri, spiccano nomi come A2A, ADR Aeroporti di Roma, Eco della Stampa, Edison, E.ON, Lavazza, Roche, Shell, Sorgenia e molti altri.
Nuovi partner e progetti
Beulcke+Partners, inoltre, sta incubando Keyworld, startup fondata da Ciro Alessandro Ottieri e Aris Giavelli, giovanissimi inventori di un algoritmo di successo per l’ottimizzazione delle campagne social, già testate nel settore musicale e sugli artisti. I primi test nel mondo corporate stanno dando risultati altrettanto grandiosi: oltre 10 volte superiori in termini di views a qualsiasi centro media, con costi ben inferiori. Inoltre, per rafforzare e guidare l’area creativa è stato chiamato Gianluca Barbero, partner e creative director dell’agenzia (ex design director dell’agenzia Carmi e Ubertis Milano e fondatore e direttore creativo dal 2011 di Alleadesing, business unit di Allea, specializzata nel design della comunicazion) ed Emilia Blanchetti come client director.
I prossimi passi
Beulcke+Partners, infine, continuerà a sviluppare eventi e azioni di advocacy come il Festival dell’Energia e il Nimby Forum, mostre e progetti speciali. Ed entro il 2019 sono previsti ingressi di nuovi partner, come una casa di produzione cinematografica che verrà annunciata a breve e nuovi business in fase di definizione. «Ci aspettiamo un giro d’affari stimato intorno ai 2 milioni di euro - commenta ancora Beulcke - metteremo in campo grandi competenze trasversali. Corporate communication, advertising, branding e corporate design, digital strategies e social media, eventi e relazioni pubbliche sono i servizi che offriamo al mercato e ai nostri clienti. L’obiettivo è quello di accompagnare i brand nel processo di disintermediazione portato dal digitale. Per guidarlo, anziché esserne vittime» conclude.

img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 25/03/2021


Diesel lancia la nuova collezione celebrativa con una campagna irriverente online

Diesel lancia una collezione che potrebbe essere definita enciclopedica, riassuntiva, ma anche celebrativa, che unisce passato e presente. Un marchio che ha sempre fatto dell’irriverenza la sua cifra stilistica. Il denim è il suo motore nonché il pilastro della moda globale. Che si tratti di sovversione, ironia o talvolta audacia assoluta, c'è sempre qualcosa in più da dire di un capo Diesel. Ci sono connessioni con una specifica epoca, e ci sono riflessioni sul momento. Guardando da vicino le collezioni Diesel, si può trovare questo approccio ovunque. Con questo in mente, il fondatore del sogno Diesel, Renzo Rosso, ha creato una capsule con tanti elementi diversi, una collezione che rievoca e celebra i pezzi Diesel vintage aggiornandoli al 2021, un anno in cui il mondo sembra profondamente diverso da come era negli anni 80. L’ha chiamata Diesel x Diesel. Per celebrare questa collezione, è stata lanciata una nuova campagna. Si chiama "Fake Smiles", e la frase ha più a che fare con l'esagerazione che con l’artificio. Partendo dal mantra Diesel del "For Successful Living", "Fake Smiles" parla della nostra costante ricerca della felicità. Le immagini della campagna presentano soggetti in scenari ordinari quotidiani, tutti mascherati con espressioni estremamente gioiose, immagini surreali che evocano un senso di nostalgia e catturano lo spirito dei decenni che hanno ispirato questa collezione.  L’attività viene pianificata sui social media, su YouTube e in rete in generale. Nel piano sono incluse Snapchat, Tik Tok, Facebook e Instagram.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy