ABBONATI

21st Century Fox: l’acquisizione da parte di Disney si chiuderà il 20 marzo

Autore: Redazione


A livello di costi sono attesi risparmi per 2 miliardi di dollari già nel 2021

L’acquisizione della gran parte degli asset di 21st Century Fox per 71 miliardi di dollari da parte di Disney si chiuderà effettivamente il 20 marzo. Lo ha annunciato la stessa azienda che ha creato Topolino in quello che sarà un avvenimento “epocale” per il settore dell’intrattenimento mondiale.

Nel portafoglio di Disney entreranno gli studios, una quota di controllo in Hulu e canali come Fox News e Fox Sports. Il deal era stato proposto a dicembre del 2017 con un’offerta di poco superiore ai 52 miliardi di dollari, ma il prezzo è lievitato per via di una vera e propria asta con Comcast in cui alla fine l'ha spuntata Disney. Oggi, dopo le necessarie approvazioni regolatorie, è pronta a nascere un nuovo conglomerato nell’industria media. A livello di costi si prevedono risparmi per 2 miliardi di dollari già nel 2021.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 08/08/2019


Volete litigare? Fatelo in maniera professionale!

Da una parte le immagini spettacolari del wrestling femminile trasmesse da Hub Sports, canale del gruppo StarHub, dall'altro un pianerottolo preso in ostaggio da un litigio condominiale. Lo spettatore, già immerso nella visione del prezioso contenuto televisivo è costretto ad affacciarsi per capire il motio del disturbo, ma la suggestione dello spettacolo tv è tale che anche le due litiganti, circondate dal solito pubblico di curiosi, si trasformano per i suoi occhi in due vere combattenti di wrestling, con tanto di costume e atteggiamenti insolenti e teatrali. Il risveglio per tutti è brusco: se volete litigare, allora fateloin maniera seria, professionale, iscrivetevi alla lega di wrestling! La porta sbattuta chiude la questione.

LEGGI

Correlati

img
mercato

Autore: Redazione - 16/08/2019


Cristiano Ronaldo protagonista anche dell'ecommerce: accordo con Shopee

Un conquistatore, un esploratore, comunque sempre protagonista, a tutto campo, in tutti i campi. Cristiano Ronaldo, anche detto CR7, vede una preda e l’azzanna, pronto come se si trattasse di un contropiede magistrale. Stavolta il settore d’interesse è l’ecommerce e il divo del pallone non si è fatto sfuggire l’occasione, firmando un accordo con la piattaforma con sede a Singapore, Shopee, di cui sarà anche ambassador in vista dell'annuale Giornata del Super Shopping del prossimo 9 settembre. Il giocatore della Juventus lavorerà anche con la piattaforma supportata da Tencent in una nuova pubblicità televisiva che andrà in onda in tutti e sette i mercati di Shopee nella regione del Sud-est asiatico e interagirà con i fan attraverso il live streaming sull'app di Shopee.

LEGGI
img
mercato

Autore: Redazione - 10/08/2019


Facebook sviluppa un nuovo strumento di targeting: Special Ad Audience

Facebook potrebbe aver trovato un tragitto inedito per identificare il consumatore ideale senza dover scomodare indagini troppo personali, gli stessi che hanno poi portato ai recenti abusi. Insomma, il social network afferma di poter creare profili precisi sui consumatori senza fare affidamento su informazioni legate a età, sesso, codice postale e ad altre caratteristiche sensibili. E come ha fatto? Semplice: ha ideato un percorso alternativo basato sul comportamento online delle persone e ha sviluppato il nuovo strumento di targeting, chiamato Special Ad Audience. Le nuove restrizioni e i limiti Ed essendo nuovo, la sua efficacia è ancora sconosciuta. D’altra parte, gli inserzionisti temono che le restrizioni sull'uso dei dati limitino il successo delle campagne. Le regole si applicano principalmente agli annunci sugli alloggi, sull'occupazione e sul credito, ma incidono su qualsiasi inserzionista che menzioni offerte di finanziamento, come i produttori di automobili. La vita dopo Cambridge Analytica A marzo, Facebook aveva annunciato un accordo su cause legali con gruppi per i diritti civili, tra cui la American Civil Liberties Union, dopo che era stato rivelato come gli esperti di marketing potessero indirizzare gli annunci pubblicitari in modo da discriminare determinati gruppi. Ma le modifiche ai diritti civili del social network non sono gli unici nuovi sviluppi che mettono al tappeto gli inserzionisti: nel 2018, Facebook ha rimosso i fornitori di dati di terze parti dall'integrazione diretta nella sua piattaforma. Aziende tra le quali Oracle Data Cloud, Acxiom ed Epsilon avevano offerto agli inserzionisti l'accesso diretto a centinaia di segmenti di pubblico iper-specifici. Era una soluzione di dati che offriva un pubblico istantaneo suddiviso per reddito, occupazione, interessi, stato di famiglia e altre categorie. Ora, tutti gli inserzionisti devono rivolgersi direttamente alle società di terze parti.

LEGGI
img
mercato

Autore: Redazione - 10/08/2019


WPP, semestrale contraddittoria: ricavi in crescita, profitti in flessione

Tra sorprese positive e qualche negatività forse prevista: WPP ha annunciato ieri risultati del secondo trimestre, con i ricavi che sono tornati a crescere, dell'1,6 per cento nella prima metà dell'anno e del 2,3 per cento nei secondi tre mesi. In Nord America, i ricavi hanno fatto registrare un +0,4% nel secondo trimestre, ma anche un calo dello 0,2% durante il primo semestre. Il Regno Unito ha fotografato una crescita del 2,9% e dell'1,1% rispettivamente nel secondo e nel primo semestre. L’equilibrio tra costi e ricavi migliora nel secondo trimestre, ma risulta ancora in calo dell'1,4% in generale e del 5,3% in Nord America. I profitti dell'azienda sono diminuiti del 44% e gli addebiti sono diminuiti dello 0,5% nel primo semestre. Le più recenti vittorie Il CEO di WPP Mark Read ha affermato che l'incremento dei ricavi è dovuto ai nuovi clienti, tra questi eBay, Instagram e L’Oréal. Lo stesso Read ha sottolineato la forte crescita da parte dei clienti sul versante tecnologico e, con una certa sorpresa, anche in quello dei beni di consumo confezionati. A soffrire è invece il settore dell’healthcare. Read, che ha evidenziato come i rallentamenti siano stati dovuti a revisioni di account nel 2018 e alla minore spesa sostenuta da alcuni clienti durante quest’anno, ha anche messo in risalto gli incarichi vinti nel secondo trimestre: Ferring, Merck, Pfizer, Walgreens e Walmart.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy