ABBONATI

YouTube Go esce dalla fase beta: sarà lanciato in oltre 130 Paesi, Italia compresa

Autore: Redazione


L’applicazione, disponibile per sistemi Andorid, è progettata per la visualizzazione offline in Paesi dove la connettività è limitata e permette un uso della piattaforma a ridotto consumo

YouTube ha annunciato che la sua app YouTube Go sarà lanciata ufficialmente in oltre 130 Paesi, inclusa l’Italia. Si tratta di una versione ridisegnata della normale applicazione YouTube (disponibile solo su Android) progettata per consentire l’utilizzo della piattaforma anche nelle aree geografiche con scarsa connettività o con offerte poco vantaggiose per l’utilizzo dei dati da mobile. Ma, naturalmente, è utile anche nel resto del mondo, per avere un maggiore controllo sull’utilizzo della propria offerta di connessione dati o se non sono disponibili reti avanzate. Come funziona YouTube Go consente agli utenti di visualizzare i video con la risoluzione desiderata, dalla più bassa alla più alta, e scaricarli per la visualizzazione offline (funzione fino a questo momento disponibile solo con la versione a pagamento YouTube Red). Gli utenti possono poi condividere i file tra di loro con una connessione diretta, ad esempio via bluethooth, senza utilizzare ulteriori dati. Esclusiva Android Non ci sono conferme su un potenziale sviluppo anche per una versione dedicata agli utilizzatori di iPhone o iPad. Google non ha comunicato nulla in tal senso, probabilmente per dare, almeno nelle prime fasi del rilascio globale, il vantaggio al suo sistema operativo Android. Per ora, non ci sono piani nemmeno per il lancio di YouTube Go in Paesi con reti più sviluppate come Stati Uniti, Canada, Giappone, Corea del Sud, Germania, Francia o Inghilterra.

Tag:

img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 21/03/2019


Burn That Ad

Burger King è sicuramente uno dei brand più creativi e competitivi al mondo, almeno dal punto di vista creativo. Dopo avervi proposto in questa sede Cheese Lover, oggi parliamo di Burn That Ad, il nuovo commercial che la filiale brasiliana della catena fast food ha lanciato con il supporto dell'agenzia David SP. Lo spot invita gli utenti a sperimentare le nuovi funzioni di realtà aumentata dell'app Burger King, facendo letteralmente bruciare i loghi e le pubblicità dei concorrenti. Si tratta, infatti, di una promozione per il servizio BK Express, che consente di pre-ordinare per saltare la coda. Chi farà trasformare gli annunci dei rivali in un o di Burger King, avrà diritto a un Whopper. Bella idea!

LEGGI

Correlati

img
media

Autore: Redazione - 21/03/2019


Cartoon Network +1 si trasforma in un canale interamente dedicato al mitico Ben 10

Grandi novità per gli amanti del mitico Ben 10. Da oggi al 31 marzo Cartoon Network +1 (canale 608 di Sky) si trasforma nel Ben 10 Channel, un canale interamente dedicato al mitico ragazzo-alieno. Ad andare in onda una programmazione davvero speciale, a partire dai nuovi episodi in esclusiva Prima TV della terza stagione; il game-show Ben 10 - La sfida, una produzione internazionale targata Cartoon Network condotta dall’attrice e presentatrice Michelle Carpente e in onda per la prima volta su Cartoon Network, e i più emozionanti episodi tratti dalla nuova e della storica edizione della serie. La serie Un’occasione unica per immergersi nel fantastico mondo di Ben 10, dalle origini alle stagioni più recenti che vedono un’illustrazione completamente modernizzata. Ben 10 è la serie, prodotta da Cartoon Network Studios e creata da Man of Action Entertainment (Big Hero 6), che ha come protagonista un ragazzo di nome Ben che durante una vacanza insieme al nonno Max e alla cugina Gwen trova un orologio molto particolare chiamato Omnitrix. Presto Ben scoprirà l’immenso potere che questo oggetto può dargli. Infatti, grazie a questo, riuscirà a trasformarsi in 10 potentissimi alieni. Il palinsesto La mattina a partire dalle 7.00, andranno in onda tante maratone dedicate agli alieni di Ben 10 e gli episodi tratti dalle prime serie: Classic Ben 10 E Ben 10 Omniverse. Tutti i giorni alle 19.15, i nuovi attesi episodi in Prima TV assoluta della 3° stagione Un imperdibile appuntamento andrà in onda la sera alle 19.40: una selezione tra le avventure cinematografiche più appassionanti sul personaggio. Alle 20.55 sarà la volta di Ben 10 - La Sfida, una produzione internazionale targata Cartoon Network, per la prima volta in onda sul canale è la presentatrice di questo appassionante  show che vede coinvolti ragazzi e adulti. Ben 10 live Su YouTube L’appuntamento con Ben 10 è anche sul Web. Sabato 23 e domenica 24, per tutto il giorno, sul canale YouTube ufficiale di Cartoon Network si terrà un live event durante il quale verranno trasmessi contenuti speciali dedicati ai personaggi della serie.

LEGGI
img
media

Autore: G Broggi - 21/03/2019


Google Digital News Initiative: l’ultimo round premia 5 progetti italiani con 1,5 milioni

Google ha annunciato i vincitori dell’ultimo round di finanziamenti del fondo per l’innovazione della Digital News Initiative, l’iniziativa lanciata nel 2015 per supportare il giornalismo di qualità, attraverso tecnologia e innovazione. In questo sesto round, Google ha stanziato più di 25 milioni di euro per sostenere 103 progetti in 23 paesi. In Italia sono cinque i progetti ad essere stati selezionati, presentati rispettivamente da Poligrafici Editoriale, Linkiesta.it, 1988, GEDI News Network, Ced Digital & Servizi, per un totale di oltre 1,5 milioni di euro. In questi tre anni con il Fondo DNI Google ha finanziato 662 progetti in oltre 30 paesi. Solo in Italia Google ha finanziato 44 progetti per un totale di oltre 10 milioni di euro. “Come anche negli scorsi round, siamo rimasti positivamente colpiti dalla varietà e dalla qualità dei progetti che sono stati inviati. 162 delle candidature ricevute sono frutto di collaborazioni tra editori, startup e realtà accademiche. Inoltre è incoraggiante vedere che circa il 52% delle 351 candidature sono state presentate da organizzazioni che non hanno mai attinto ai finanziamenti del Fondo DNI prima d’ora”, ha spiegato Ludovic Blecher, Head of GNI Innovation, in un blogpost. Google News Innovation Challenge Nelle prossime settimane inoltre si apriranno le selezioni per la Google News Innovation Challenge che, per questo primo round, si focalizzerà sull’editoria "locale". Dopo aver lanciato un progetto pilota attualmente in corso in Asia, la GNI Innovation Challenge arriverà anche in Europa. “Per questo primo round - spiega ancora Ludovic BlecherLudovic Blecher -, andremo specificatamente alla ricerca di idee nuove per sostenere l’editoria ‘locale’, ci rendiamo conto infatti che creare un business model sostenibile per i media locali sia una sfida in Europa, così come in altre parti del mondo. Le domande potranno essere presentate in primavera". Il tema del rapporto tra Google ed editoria è stato trattato da DailyNet anche nel corso di una recente intervista

LEGGI
img
media

Autore: Redazione - 21/03/2019


Gruppo Lievito di Assitol lancia welovelievito.it con Hill+Knowlton Strategies

Gruppo Lievito di Assitol, forte della collaborazione con Fondazione Italiana di Educazione Alimentare - FEI (Food Education Italy), ha deciso di presidiare il web con welovelievito.it, per fare luce su un ingrediente prezioso come il lievito. La mission di welovelievito.it è dunque quella di invertire l’immagine negativa del lievito, costruendo una cultura viva quanto questo prodotto e contrastandone la disinformazione. Navigando sul sito, gli utenti possono così trovare informazioni e articoli basati su evidenze scientifiche che trattano numerosi temi legati a questo alimento. La nuova piattaforma web, accessibile da pc, tablet e smartphone è intuitiva e di facile consultazione. Attraverso il burger menu è possibile consultare tutti i contenuti presenti sul sito, mentre l’homepage raccoglie e presenta i cinque articoli maggiormente ricercati online dagli utenti. Il sito welovelievito.it è stato ideato e progettato da Hill+Knowlton Strategies Italia.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy