ABBONATI

Reputation Institute 2018 Global Reptrak 100: 4 aziende italiane tra le prime 50

Autore: Redazione


Ferrero, Armani, Pirelli, Barilla e Lavazza protagonisti nella nuova classifica redatta dall’azienda di misurazione e gestione della reputazione aziendale

Ferrero, Giorgio Armani, Pirelli, Barilla e Lavazza sono i cinque ambasciatori della reputazione dell’Italia nel mondo. È quanto emerge dalla Global RepTrak 100 del 2018, ossia la classifica annuale redatta da Reputation Institute, azienda global leader mondiale nella misurazione e gestione della reputazione aziendale.
La conferma italiana
Ferrero, con il 18esimo posto assoluto, si conferma l’azienda italiana più reputata al mondo e la prima, a livello globale, nel settore del Food. A testimoniare il forte apprezzamento del made in Italy nel Food anche Barilla (36esima posizione) e l’ingresso nella top 50 di Lavazza forte dei suoi oltre 120 anni di storia.
Fashion e innovazione
Il mondo dello stile italiano è rappresentato da Giorgio Armani Group che continua a scalare la classifica guadagnando altre 6 posizioni (nel 2017 ne aveva guadagnate 4), attestandosi in 22esima posizione. In crescita anche l’apprezzamento nei confronti di Pirelli (dal 32esimo al 30esimo posto) a dimostrazione di come il made in Italy possa essere una leva anche in settori come l’Innovazione e dell’Automotive. Da segnalare, infine, che il contributo dell’Italia nella Reputation Economy è supportato anche da FCA Group che si inserisce nella lista più allargata delle 150 aziende più reputate.
La top ten
 
  1. Rolex
  2. LEGO Group
  3. Google
  4. Canon
  5. The Walt Disney Company
  6. Sony
  7. Adidas
  8. Bosch
  9. BMW Group
  10. Microsoft
 
L’impatto della reputazione sul business
La Global RepTrak 100 del 2018 è la più ampia e aggiornata fotografia a livello globale sulla reputazione aziendale in chiave comparativa. Basata su oltre 230.000 valutazioni individuali raccolte nel primo trimestre del 2018, è la fotografia più aggiornata al mondo sulla reputazione di oltre 7mila aziende che include valutazioni comparative, tendenze per target, approfondimenti sui trend di mercato. Una ricerca che mette in evidenza non solo il legame delle aziende con i loro stakeholder, ma l’impatto che il valore reputazionale ha sul business, essendo uno dei valori principali al quale le persone fanno riferimento quando scelgono di comprare un prodotto, raccomandare un brand, investire o lavorare per un’azienda.
Il calo
Entrando nel merito della classifica il dato più significativo è un calo generalizzato del punteggio assoluto per oltre il 58% delle aziende monitorate. Guadagnarsi la fiducia degli stakeholder è diventato più difficile, i consumatori hanno alzato l’asticella delle aspettative rendendo più difficile il mantenimento di un rapporto positivo tra aziende e consumatori/investitori.
Moralità ed etica
Dalle analisi di Reputation Institute, emerge come le aziende che hanno profitti record siano maggiormente giudicate su temi che fino a qualche anno fa erano soltanto a corollario del business ovvero quelli legati alla moralità e all’etica. Oggi, le aziende sono valutate in base al loro impegno per le cause sociali, per i valori morali che contraddistinguono la vita aziendale e per la cultura che è insita delle proprie attività.
I settori
Tra le aziende al vertice, Rolex conferma la sua pluriennale leadership mentre BMW e Microsoft entrano nella Top 10. La classifica evidenzia alcuni cambiamenti in atto all’interno dei diversi settori industriali: 6 dei primi 10 posti sono occupati da aziende “consumer-oriented”, categoria che rappresenta il 27% delle prime 100 posizioni in classifica. La tecnologia ha sostituito l'industria automobilistica come settore più reputato seguita da cibo e bevande. Le categorie più colpite nel declino delle classifiche sono l’alberghiero (-16), i trasporti (-13) e le compagnie aeree (-12).
Crisi di fiducia, occorre metterci la faccia
“Stiamo assistendo all’onda lunga della crisi di fiducia che, dopo essersi abbattuta su mercati finanziari e politica, sta ora iniziando a intaccare anche la credibilità delle aziende - osserva Fabio Ventoruzzo, vice president e consulting Director di Reputation Institute. “C'è un’aspettativa crescente che dovrebbe spingere le aziende verso un loro maggior attivismo sui temi rilevanti per consumatori e stakeholder sempre più disorientati. Il silenzio non è un’opzione perché oggi i consumatori vogliono conoscere chi c’è dietro i prodotti/servizi di un’azienda. Per competere (e vincere) nella Reputation Economy le aziende che vogliono farsi scegliere, devono comprendere i cambiamenti nelle aspettative dei consumatori e metterci la faccia in prima persona”.        

img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 20/02/2024


Starcom vince l’appalto da 68 milioni in 54 mesi di Apt Servizi per il media delle campagne della Regione Emilia-Romagna

Dopo aver “riscontrato che le giustificazioni presentate da Starcom risultano essere esaustive e idonee al fine di considerare congrua e sostenibile l’offerta economica presentata” e verificate quindi in modo positivo le ipotesi di eventuali anomalie in merito, il RUP di Apt Servizi, società in house della Regione Emilia-Romagna, ha aggiudicato definitivamente alla centrale di Publicis Groupe di cui è CEO Matteo Tarolli il bando per l’affidamento dei servizi di pianificazione, acquisto, gestione e monitoraggio di spazi e tempi pubblicitari su mezzi offline e online mediante sottoscrizione di un Accordo Quadro con un unico operatore economico, del valore totale stimato, IVA esclusa, di 45.000.000 in tre anni, con opzione di altri 15 per altri 12 mesi e di 8 per ulteriori 6 mesi, per un totale di 68. L’importo è costituito dalla fee d’agenzia sommata al costo degli spazi e dei tempi pubblicitari per la realizzazione delle campagne advertising; la fee d’agenzia posta a base di gara era pari al 10% del budget destinato all’acquisto degli spazi e dei tempi pubblicitari. Il suddetto importo, determinato sulla base di ipotesi di fabbisogno ed avente valore meramente presuntivo, costituisce il plafond massimo spendibile, indicativamente destinato per il 40% per acquisti media per campagne advertising in Italia e per il 60% all’estero. Starcom ha ottenuto un punteggio totale di 88,43 punti (68,75 il punteggio tecnico + 19,68 punti dall’offerta economica), superando l’unica altra gareggiante, che è stata PHD, che ha ottenuto 87,50 punti (67,50 + 20,00). Risorse Le risorse complessivamente a disposizione di Apt Servizi sono invece di 81.600.000 euro, e serviranno anche ad esempio per attività di comunicazione B2B e / o B2C in co-marketing con organizzazioni potenzialmente moltiplicatrici o facilitatrici di turismo in Emilia-Romagna, quali tour operator e bus operator, vettori aerei, operatori di collegamenti ferroviari, quartieri e rassegne fieristici, organizzatori di manifestazioni dall’alto potenziale turistico, organizzatori di eventi sportivi, ecc. e la produzione dei materiali (video, audio, creatività online e offline e relativi adattamenti). L’offerta L’offerta turistica dell’Emilia-Romagna è completa, diversificata, adatta per una pluralità di target differenziati per fasce di età, livello sociale ed economico, stili di vita, esperienza ricercata, interessi, motivazioni di viaggio; combina una varietà di paesaggi, ambienti e contesti geografici di vacanza: mare, pianura, collina, montagna, città, borghi, terme; è un concentrato degli asset più competitivi del brand Italia - made in Italy, stile e qualità di vita, bellezze, enogastronomia - e ha una brand equity ben definita che poggia su un patrimonio tangibile e intangibile, valori unici e distintivi della marca territoriale Regione Emilia-Romagna; spazia dal turismo di lusso al turismo di massa fino al turismo sociale. I target dell’azione di marketing B2C di Apt Servizi sono quelli del turismo balneare, culturale, sportivo, attivo, crocieristico, montano (estivo e invernale), termale e del benessere, turismo verde, lento, sostenibile, creativo ed esperienziale, MICE (turismo d’affari e congressuale), enogastronomico, shopping, lusso e affordable luxury. Il precedente Il precedente, analogo, appalto, era stato aggiudicato nel giugno del 2021 a Carat che, invece, questa volta, ha deciso di non partecipare al pitch. In quell’occasione, la centrale di dentsu era stata confermata al termine di una gara cui avevano partecipato anche Havas Media, Saint Elmo’s Tourism Marketing (legata a Serviceplan Group in Germania) e le stesse Starcom e PHD.        

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 13/02/2024


Jakala firma la nuova campagna di Edenred Italia con protagonista Valerio Lundini, on air su radio, tv e social media

Edenred Italia, leader nelle soluzioni per il mondo del lavoro, presenta la nuova campagna pubblicitaria dedicata al suo iconico Ticket Restaurant. Ideata, realizzata e pianificata per il secondo anno da JAKALA, azienda specializzata nel traghettare le aziende verso la trasformazione digitale attraverso l’intelligenza artificiale, con soluzioni complete per il mondo advertising, la campagna vede la realizzazione di un nuovo spot con la partecipazione speciale del comico e conduttore italiano Valerio Lundini. Hai un’azienda o una partita Iva? Gioca di fantasia. Quale potrebbe essere il tuo sogno più ambizioso e inimmaginabile? Uno strumento che sia smart e vantaggioso perla pausa pranzo, la spesa e il food delivery, che possa aiutarti ad ottenere vantaggi fiscali. Non serve il Genio della lampada per esaudire questo desiderio: esiste già, è Ticket Restaurant! Nel nuovo spot Valerio Lundini interpreta contemporaneamente se stesso e uno stanchissimo Genio della Lampada: ormai ha già esaudito due dei tre famigerati desideri, ma per il terzo proprio non si riesce a venirne a capo. E quando pensa di aver trovato qualcosa che proprio gli servirebbe...Esiste già. È la Soluzione Geniale per la Deduzione Fiscale. Anche questa volta si rinnova la partnership con Courage alla produzione e Riccardo Digiacomo alla regia, con il suo sguardo immaginifico e ironico. La campagna si articola in diversi flight nel corso di tutto il 2024. La pianificazione tv prevede la messa in onda dello spot sulle principali emittenti nazionali (Mediaset, Rai, Sky, La7) ed è affiancata da una pianificazione radio su stazioni e programmi molto legati al target B2B (Radio24, Radio Rai, Radio Capital, Radio Deejay, RMC, RDS). In concomitanza con i flight tv e radio è prevista presenza della campagna anche sul digital con formati display e video sui principali network e publisher e su mondo Meta, TikTok, YouTube e DAZN.  Il commento “Per il secondo anno Valerio Lundini è il protagonista dello spot di Edenred Italia», ha dichiarato Giorgio Sacconi, Digital & Media Managing Director di JAKALA. «Con la sua partecipazione prosegue e si potenzia il percorso intrapreso con la campagna precedente di associazione con il brand e di riconoscibilità del marchio per un pubblico trasversale e sempre più ampio. Quest’anno Valerio non si è limitato al contributo già prezioso di interpretazione e arricchimento dello script, ma ha lavorato in prima persona all’idea creativa insieme al nostro team creativo”. Credits Creative Director: Marta Bacigalupo  Head of Creatives: Gabriele Salamone Copywriter: Angelo Curci Art Director: Giacomo Conti  CdP: Courage Regia: Riccardo Digiacomo Direttore della fotografia: Timon Le Graaf Boelè Fotografo: Dario Bologna

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy