ABBONATI

Bilancio per Poligrafici Editoriale: nel 2017 calano i ricavi editoriali, tengono quelli pubblicitari. QN leader per diffusioni e lettori

Autore: V Parazzoli


Il Gruppo di cui è v.p. e a.d. Andrea Riffeser Monti ha approvato ieri il conto economico relativo allo scorso anno, che evidenzia un risultato netto consolidato negativo per circa 2,9 milioni. Ma c’è un buon trend per SpeeD sulla pubblicità nazionale e online

Il CdA della Poligrafici Editoriale si è riunito ieri per l’esame del bilancio al 31 dicembre 2017. “I risultati di gestione, pur condizionati dall’andamento negativo del mercato editoriale - recita la nota emessa dal Gruppo di cui è v.p. e a.d. Andrea Riffeser Monti - evidenziano diversi fattori di positività e trend che si confermano migliori rispetto alla situazione generale del settore. In particolare, il conto economico consolidato, neutralizzato dei risultati delle attività cedute, evidenzia un utile netto di 1,3 milioni. Il settore in cui operano Poligrafici Editoriale e le sue controllate rileva andamenti ancora in flessione sia per quanto riguarda la raccolta sia per la vendita dei quotidiani. Gli investimenti pubblicitari sui quotidiani cartacei hanno registrato nell’esercizio una flessione del 7,7%, con una contrazione del 9% della raccolta commerciale nazionale e del 6,7% complessivamente per la locale, rubricata, finanziaria e di servizio. La raccolta online ha evidenziato un incremento dell’1,7% nel suo complesso con una flessione del 5,3% relativa alla sola pubblicità fruita da browser (FCP/Assointernet dicembre 2017). Per quanto riguarda la vendita dei quotidiani, si registra nel 2017 una flessione dell’8,6% rispetto al precedente esercizio (fonte ADS).

Andamento della gestione

QN Quotidiano Nazionale, fascicolo sinergico di informazione e cronaca nazionale de il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno e Il Telegrafo, ha consolidato il primato di primo quotidiano italiano per copie medie giornaliere vendute in edicola (fonte ADS dicembre 2017). Inoltre, ha raggiunto l’importante obiettivo di essere, per la seconda rilevazione consecutiva, al primo posto tra i giornali generalisti cartacei più letti con una media giornaliera di 2 milioni di lettori (fonte Audipress 2017/III). Lo stesso QN Quotidiano Nazionale è sempre più identificabile come un fascicolo sinergico pronto a conquistare nuovi lettori, anche in aree diverse da quelle di diffusione storica, sviluppando alleanze e collaborazioni con testate di editori terzi e a offrire una maggior visibilità a tutti i clienti pubblicitari. In tale ottica si colloca l’accordo raggiunto con l’editore de la Città, quotidiano diffuso a Salerno e provincia, che prevede dal novembre 2017 la distribuzione del QN Quotidiano Nazionale in abbinamento con questa testata. Nella provincia di Livorno, dall’8 luglio 2017, è stato rieditato il quotidiano Il Telegrafo, al fine di dare un nuovo futuro alla storica testata. I risultati di vendita sono stati in linea con le attese. Dal mese di marzo 2018 viene certificato ADS. Nel periodo aprile-ottobre 2017, il QN Quotidiano Nazionale è stato distribuito anche a Roma, in abbinamento con la testata capitolina Il Tempo; tali operazioni rientrano in un progetto di espansione della diffusione in territori strategici dell’Italia centrale al fine di permettere anche una maggior evisibilità a tutti i clienti pubblicitari.

La raccolta

Relativamente alla raccolta, dal 1° marzo 2017, la Società Pubblicità Editoriale e Digitale è subentrata, dopo quasi quattro anni, alla concessionaria del Gruppo RCS per la nazionale sul QN. La SpeeD - di cui è v.p. Sara Riffeser Monti -, superate le difficoltà iniziali, ha recuperato progressivamente la contrazione determinata dalla marcata flessione di gennaio e febbraio 2017, ancora di gestione della concessionaria del Gruppo RCS, chiudendo l’esercizio con valori della raccolta nazionale positivi rispetto al precedente esercizio. I risultati di gestione del Gruppo e il rispetto dei parametri finanziari registrati nel precedente esercizio hanno permesso di sottoscrivere il 21 aprile 2017 un nuovo contratto di finanziamento in pool con i 6 principali istituti bancari italiani, guidato da Banca IMI, per complessivi 49 milioni e una durata di 72 mesi. Tale finanziamento permetterà di supportare le strategie di sviluppo del Gruppo oltre a consentire una maggiore flessibilità rispetto agli accordi della precedente convenzione bancaria.

I risultati economici e quelli finanziari

I ricavi netti consolidati ammontano nel 2017 a 142,4 milioni rispetto ai 150,4 del 2016. I ricavi editoriali consolidati registrano una flessione del 7%. I ricavi pubblicitari consolidati risultano sostanzialmente in linea con l’esercizio precedente (-0,7%), evidenziando dei risultati nettamente migliori rispetto agli andamenti del mercato. La raccolta sui quotidiani cartacei éditi dal Gruppo registra una contrazione del 1,4%, con un incremento del 3,8% per la commerciale nazionale, mentre la locale, comprensiva della rubricata, finanziaria e di servizio, segna una flessione del 3,6%. Anche la raccolta online nazionale e locale, pari a 5,2 milioni (9,5% sul fatturato totale pubblicitario), evidenzia segnali positivi, con un incremento, a valori complessivi, del 4,5% e del 14% a parità di testate gestite. Il margine operativo lordo consolidato è positivo per 12,2 milioni rispetto ai 15 del 2016. Il risultato economico, al netto delle imposte, registra una perdita di 2,9 milioni contro un utile di 0,8 del precedente esercizio. L’organico medio del Gruppo a tempo indeterminato del 2017 è pari a 836 dipendenti con una diminuzione di 17 unità rispetto al 2016.

Internet e multimediale

Il costante aggiornamento dell’area tecnologica, oltre a un miglioramento della struttura grafica del sito di informazione nazionale www.quotidiano.net e dei correlati siti locali inerenti il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno ed Il Telegrafo verso modelli più visuali e attrattivi per gli utenti associati all’ampliamento dei contenuti di infotainment quali sport, viaggi, benessere, food, gossip e moda, ha permesso di ottenere risultati particolarmente significativi, raggiungendo a dicembre 2017 oltre 24 milioni di visite medie mese e circa 78 milioni di pagine viste medie-mese. Dal giugno 2017 è stato inoltre sviluppato il progetto “QN Local”, che vede editori minori sfruttare la piattaforma editoriale messa a disposizione dal Gruppo e con i quali sono stati sottoscritti accordi per la raccolta della pubblicità nazionale online. Nel percorso di sviluppo di alleanze strategiche, con l’intento di promuovere ulteriormente progetti in ambito digitale, in particolare AdTech, MarTech e produzione di contributi editoriali innovativi, Poligrafici Editoriale ha individuato Nana Bianca come partner strategico con cui evolvere il proprio business digitale, acquisendo, nel mese di dicembre, il 4% del capitale sociale della stessa società fiorentina.

Prevedibile evoluzione

“In un contesto di incertezza, dove il settore editoriale manifesta ulteriori segnali di criticità, il Gruppo continua a mettere in atto interventi per l’efficientamento dei costi che garantiscano marginalità positive e che permettano il miglioramento della posizione finanziaria netta – aggiunge la nota -. Il management prosegue nelle politiche di valorizzazione dei brand sia nel settore tradizionale, con l’ampliamento delle aree di diffusione, che in quello multimediale, anche attraverso costanti innovazioni tecnologiche, grafiche e miglioramento dei contenuti. Grazie all’importante risultato di readership ottenuto da QN Quotidiano Nazionale, che si affianca al primato di vendite nelle edicole, la SpeeD potrà perseguire il percorso di sviluppo e riposizionamento delle offerte ai clienti nazionali. Le previsioni per l’esercizio in corso rimangono condizionate dall’andamento del settore in cui opera il Gruppo e dalle incertezze economico-politiche della nostra nazione. Dalle evidenze a oggi disponibili, non si prevedono andamenti di mercato significativamente diversi da quelli riscontrati nel periodo in esame. Le efficienze realizzate dal Gruppo lasciano presumere, se non si verificheranno eventi a oggi non prevedibili, il mantenimento di una marginalità positiva, oltre alla generazione di flussi di cassa che consentiranno un’ulteriore riduzione del debito finanziario nell’ambito di quanto previsto nel piano industriale”.


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 05/10/2022


iProspect di Dentsu vince la gara per il media offline europeo di BMW Group e consolida in Italia l’incarico da 30 milioni

BMW Group ha nominato iProspect di Dentsu come agenzia per i media offline per i suoi marchi BMW e MINI in Europa. L'incarico fa seguito a una gara aperta lo scorso maggio, che comprendeva nella fase finale anche Wavemaker di GroupM. Grazie a questa vittoria, iProspect è stata nominata agenzia media offline di riferimento per la regione, dove BMW e MINI consolidano la loro strategia media offline, la pianificazione e l'acquisto in un'unica rete di agenzie. Grazie alla partnership a lungo termine con BMW Group, l'agenzia che fa parte del gruppo guidato in Italia dal CEO Paolo Stucchi, si occuperà di media offline in 24 mercati EMEA, tra cui Regno Unito, Spagna, Italia, Francia, Svezia, Polonia e Germania. Per il nostro Paese, dove il budget 2021 era stimabile in 30 milioni di euro, si tratta di una conferma. iProspect, infatti, si occupava già del media di nove mercati in Europa: Italia, Francia, Spagna, Paesi Bassi, Svizzera, Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia. Lavorando con BMW Group in questi Paesi, i team dell'agenzia in Europa hanno capito cosa serve per accelerare la crescita del marchio. Con l'ampliamento dell'offerta e l'ingresso in 15 nuovi territori, iProspect continuerà a dimostrare il valore della costruzione del marchio basata sulle performance attraverso i canali media offline per BMW e MINI. iProspect lavorerà in stretta collaborazione con The Marcom Engine come agenzia media online partner, che sta già lavorando con BMW Group in Europa. Nella fase iniziale della gara c’era anche Mediaplus, che gestisce il digitale nel contesto di The Engine, il progetto di marketing integrato in 26 Paesi europei che la casa automobilistica tedesca ha affidato anche a MediaMonks di S4 Capital, Berylls Strategy Advisors, sigla tedesca di consulenza manageriale specializzata nell’industria automobilistica, e Gruppo Serviceplan, cui fa capo appunto Mediaplus come responsabile di componenti tecnologici e dati nonché della gestione delle interfacce locali a supporto delle responsabilità di marketing-as-a-service. Il commento "Sono orgoglioso della partnership a lungo termine che abbiamo stretto con BMW Group in molti mercati europei negli ultimi dieci anni e sono entusiasta di espandere questo rapporto in nuovi mercati. La passione per i suoi marchi e l'impegno a creare un valore commerciale misurabile attraverso i media sono una parte essenziale di questo incarico. Non vediamo l'ora di portare un pensiero più progressista, approfondimenti sui consumatori e un modello di servizio altamente collaborativo per aiutare BMW e MINI a far progredire il loro business", ha dichiarato Thomas Le Thierry, CEO EMEA, Media, dentsu international. La creatività Sul fronte creativo, l’agenzia di riferimento globale, che si chiama TheGame Group, è stata appositamente costituita dal raggruppamento che ha vinto a fine febbraio 2021 la relativa gara e che comprende Jung von Matt e Experience One. Questa sigla si occupa anche delle relazioni pubbliche del cliente automobilistico, avvalendosi inoltre, per la comunicazione corporate e i social media, della collaborazione con Looping Group, sigla anch’essa appositamente costituita in Inghilterra da Looping Group International. Sulla marca, in Italia, opera creativamente anche M&C Saatchi.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 05/10/2022


Europa Donna Italia lancia la campagna “Una voce per tutte” con Coo’ee e Havas Media

Europa Donna Italia, il movimento che tutela i diritti alla prevenzione e alla cura del tumore al seno, lancia in occasione della giornata nazionale di sensibilizzazione sul tumore metastatico, la campagna “Una voce per tutte”, con più di 500mila euro di investimento, tutto pro bono. È declinata su vari mezzi, a partire da ieri 4 ottobre: tv, radio, cinema, stampa e affissioni con l’obiettivo di sensibilizzare il numero più alto di persone. In Italia solo 1 italiano su 10 si sente correttamente informato sul tumore al seno metastatico: un dato preoccupante che sottolinea quanto sia necessaria questa campagna multimedia. L’immagine che caratterizza la campagna è quella di un vero e proprio muro di donne: alcune guardano in camera, altre voltano le spalle, ma tutte hanno lo stesso desiderio: farsi ascoltare. A parlare è solo una voce fuori campo, che rappresenta il pensiero di ognuna di loro. La stessa immagine è declinata anche sugli altri mezzi con il claim “Esserci è importante, essere ascoltate è fondamentale”. La particolarità della campagna, che chiede ascolto per tutte le donne affette da tumore al seno metastatico, è che le protagoniste sono pazienti vere, metastatiche e non, che sostengono realmente le richieste del manifesto. Promossa da Europa Donna Italia con il supporto di A.N.D.O.S., IncontraDonna, Favo Donna e Oltre il Nastro Rosa, ha ricevuto il patrocinio di Pubblicità Progresso. E' stata creata e prodotta da Coo'ee Italia, realizzata dalla fotografa Carolina Amoretti, pianificata e distribuita da Havas Media Italia: tutti questi partner hanno supportato Europa Donna Italia pro bono. Sarà pianificata su Rai, Mediaset, Sky, La7 e Discovery che hanno concesso gratuitamente gli spazi, così come su carta stampata, coinvolgendo Cairo e Mediamond. La diffusione coinvolge anche il web, co spazi offerti da Mediamond, Cairo e Manzoni, e la radio grazie a Advertising e Open Space. Completeranno la diffusione anche gli spazi OOH, concessi da Clear Channel e Urban Vision in posizioni centrali di Milano e Roma e una programmazione dedicata nei cinema italiani.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy